Home CALCIO Dirette Testuali

Ultime notizie

Bed And Breakfast

cover.jpg
 
logo_err.jpg
Dirette Testuali
Calcio:E' un Europa League bellissima; 2 vittorie ed 1 pareggio; le 3 italiane in testa nei 3 gironi PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Giovedì 28 Settembre 2017 23:32

EUROPA LEAGUE: 2 VITTORIE ED UN PAREGGIO: SI RAFFORZA IL 3° POSTO DEL RANKING UEFA
IL MILAN E LA LAZIO VINCONO IN CASA, L'ATALANTA PRENDE UN PUNTO D'ORO A LIONE.
Le 3 ITALIANE IN TESTA NEI RISPETTIVI GIRONI: E' UN RECORD BELLISSIMO

 

di Stefano Ballerini

Europa League, San Siro trema, ma il "Diavolo alla fine la svanga" al 94'
"IL DIAVOLO CUTRONE "FA ANCORA LE PENTOLE".. AL 94° !!
Sul 2-0 i rossoneri si addormentano, ci ripensa il "centravanti tascabile; Il Viola Acosty in gol a San Siro il migliore del Rjeka.

MILAN-RIJEKA 3-2
Milan (3-5-2): Donnarumma ; Musacchio , Bonucci , Romagnoli ; Abate , Kessie (26' st Mauri ), Locatelli , Calhanoglu (1' st Bonaventura ), Borini ; Cutrone , André Silva (37' st Suso ).
A disp.: Storari, Rodriguez, Paletta, Kalinic. All.: Montella
Rijeka (4-2-3-1): Sluga ; Vesovic , Zuparic , Elez , Zuta ; Misic , Bradaric ; Kvrzic (13' st Acosty ), Pavicic (26' st Males) , Heber ; Puljic (35' st Crnic ).
A disp.: Prskalo, Mavrias, Matei, Gavranovic. All.: Kek
Arbitro: Grinfeld (Israele)
Marcatori: 14' André Silva (M), 8' st Musacchio (M), 39' st Acosty (R), 45' st rig. Elez (R), 49' st Cutrone (M)
Ammoniti: Bradaric, Elez (R)
Espulsi: -

Milano- Nel secondo match della fase a gironi d'Europa League, il Milan fa "sussultare" San Siro al minuto 94. I ragazzi di Montella salvano il proprio Mister vincendo all'ultimo respiro contro il Rijeka dell'ex viola Acosty a segno a 6 dalla fine prima del pareggio di Elez al 90°. Poi ci deve ripensare il "baby terribile" Cutrone ( per Kalinic si fa dura…) con i rossoneri che riescono a confermarsi in vetta al Gruppo D con sei punti. A San Siro finisce dunque 3-2 per i rossoneri, che volano sul 2-0 grazie ad André Silva e Musacchio dando l'impressione di poter far goleada, ma poi vanno in stallo/tilt venendo incredibilmente ripresi nel finale dai croati: Acosty accorcia all'84', Elez infila il 2-2 addirittura su rigore al 90'. Al 94', però, Cutrone non perdona un altra volta sotto porta impallinando definitivamente Sluga salvando la panchina a Montella.

 

Europa League: E' una "Dea" stratosferica…
OCCHIO A QUESTA ATALANTA CHE STA FACENDO L'IMPRESA: LIONE FERMATO IN CASA SULL' 1-1
Ottima gara dei nerazzurri in Francia: una punizione del Papu regala il primo posto nel Gruppo E

LIONE-ATALANTA 1-1
Olympique Lione (4-2-3-1): Lopes ; Tete , Marcelo , Morel , Mendy ; Ndombele , Tousart ; Traoré (40 'st Cornet ), Fekir , Aouar (24' st Depay ); Mariano Diaz (24' st Maolida ). A disp.: Gorgelin, Rafael, Diakhaby, Ferri. All.: Genesio
Atalanta (3-5-2): Berisha ; Masiello , Caldara , Palomino ; Hateboer , Cristante (1' st Castagne ), De Roon , Freuler , Spinazzola ; Petagna (16' st Ilicic ), Gomez . A disp.: Gollini, Bastoni, Kurtic, Orsolini, Corneluis. All.: Gasperini
Arbitro: Siebert (Germania)
Marcatori: 45' Traoré (OL), 12' st Gomez (A)
Ammoniti: De Roon (A), Cristante (A), Tete (OL), Ilicic (A)

Lione- E' un Atalanta ancora in grande spolvero in Europa League; al 3-0 impartito all'Everton fa seguito un 1-1 d'oro a Lione che fa della truppa di Mister Gasperini la capolista di un Girone E che pareva davvero impossibile e che invece sta eleggendo nella "Dea" la squadra rivelazione. Dunque un pareggio d'oro per l'Atalanta a Lione. Nel secondo turno di Europa League, finisce 1-1 una gara intensa e giocata davvero bene dai nero-azzurri. Francesi in vantaggio proprio al 45' del primo tempo grazie a un tap-in vincente di Traoré, a cui Berisha aveva deviato il primo tentativo di tacco. I bergamaschi però non si perdono d'animo, si riorganizzano e trovano il pari nella ripresa poco dopo il 10° grazie a una punizione di Gomez al 12' che buca la barriera. I ragazzi di Gasperini sono adesso in testa al Gruppo E con 4 punti. Bravissimi !!

 

Calcio: in un Olimpico "insopportabilmente" ancora deserto, i biancazzurri regolano i belgi
E' UNA LAZIO CHE CANTA E PORTA LA CROCE ANCHE IN EUROPA : 2-0 AL WEREGEM
Primo timbro di Caicedo, poi ci ripensa "bum..bum" Immobile.

LAZIO-WAREGEM 2-0
LAZIO (3-5-1-1): Strakosha ; Patric , Luiz Felipe , Radu ; Marusic , Parolo , Di Gennaro (9' st Milinkovic ), Murgia , Lukaku (33' st Lulic ); Luis Alberto (9' st Immobile ); Caicedo . A disp.: Vargic, Crecco, Leiva, Nani. All. Inzaghi
WAREGEM (4-3-3): Leali ; De Fauw , Baudry (39' st Saponjic ), Heylen , Hamalainen ; Derijck , De Pauw (1' st Olayinka ), Doumbia ; Coopman , Leya Iseka , Kastanos (1' st Kaya ). A disp.: Bostyn, Walsh, Jensen, De Mets. All. Dury
Arbitro: Lechner (Aus)
Marcatori: 18' Caicedo (L), 45' st Immobile (L)
Ammoniti: Baudry, Leya Iseka (W)
Espulsi: --

Roma- In un Olimpico "insopportabilmente" ancora richiuso al pubblico, la Lazio batte il Waregem 2-0. Decidono il 1° timbro idi Caicedo al 18' pt e poi nel "finalissimo" il bis del solito Immobile Così la Lazio dopo il colpo olandese sale a 6 punti, tiene la testa del girone di Europa League col Nizza e sistema anche questa pratica-Waregem col minimo sforzo ma con qualche brivido di troppo nel finale di partita, quando il portiere biancaurro Strakosha evita un pareggio che avrebbe davvero saputo di beffa. Con gli inserimenti di Immobile prima di Milinkovic-Savic poi e di Lulic poi, i ragazzi di Inzaghi trovano la quadratura giusta prima che "bum..bum" Super Ciro -gol faccia ancora la sua parte: implacabile uomo-gol togliendo gli ultimi "patimenti"in "Zona Cesarini".

Ultimo aggiornamento Venerdì 29 Settembre 2017 07:03
 
Calcio: Champions Il Napoli inizia bene il 2° turno: altro tris dei suoi tenori: 3-1 al Feyenoord PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Martedì 26 Settembre 2017 22:46

Calcio: altro tris partenopeo
NAPOLI FEYENOORD : CANTANO ANCORA I 3 SOLISTI/TENORI; ACUTO DI REINA : 3-1
Apre Insigne, raddoppia Mertens, triplica Callejon, l'urlo di Reina, il gol "beffardo" di Amrabat al 93° !!

NAPOLI-FEYENOORD 3-1
Napoli (4-3-3): Reina ; Hysaj , Maksimovic , Koulibaly , Ghoulam ; Allan , Jorginho  (34' st Diawara ), Hamsik  (25' st Zielinski ); Callejon  (28' st Rog ), Mertens , Insigne .
A disp.: Sepe, Maggio, Chiriches, Ounas. All.: Sarri
Feyenoord (4-3-3): Jones ; Diks , St. Juste , Tapia  (33' st Van Beek ), Haps ; Amrabat , El Ahmadi , Vilhena ; Berghuis  (40' st Larsson), Toornstra  (24' st Basacikoglu ), Boetius.
A disp.: Bijlow, Nelom, Van der Heijden, Vente. All.: Van Bronckhorst
Arbitro: Collum (Scozia)
Marcatori: 7' Insigne (N), 4' st Mertens (N), 25' st Callejon (N), 48' st Amrabat (F)
Ammoniti: Koulibaly, Diawara (N); El Ahmadi, Berghuis, Van Beek (F)
Espulsi: -
Note: al 23' st Reina para un rigore a Toornstra

Napoli: Un San Paolo pressoché deserto : solo 35.000 presenti ( ???!!!) applaude un altro tris dei suoi beniamini con 4 squilli dei suoi tenori Reina incluso. Vittoria/ ripartenza preziosa per il Napoli nel secondo turno di Champions dopo la sconfitta in terra ucraina. A "Fuorigrotta" la squadra di Sarri batte 3-1 il Feyenoord e sale a tre punti nel Gruppo F, riscattando la sconfitta della prima gara. Insigne sblocca subito la partita dopo sette minuti poi gli azzurri raddoppiano e di fatto chiudevano i conti con Mertens al 49' e arrotondando il risultato con il 3° tenore Callejon al 70'. Al 68' il 4° Reina parava un rigore a Toornstra. Nel recupero pero, sebbene inutile ma pesante (per la differenza gol) "la rete della bandiera" olandese di di Amrabat che fa "incazzare come un matto" Mister Sarri. !!!

Ultimo aggiornamento Mercoledì 27 Settembre 2017 09:20
 
Calcio: alla Roma rispondono Napoli e Juventus PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini e Paolo Caselli   
Sabato 23 Settembre 2017 21:58

Calcio: nel 2° anticipo gran bella partita al "Mazza" di Ferrara
IL NAPOLI SOFFRE..MA LA SPUNTA SU UNA ORGOGLIOSISSIMA SPAL: 3-2
Infortunio per Milik nel finale

di Stefano Ballerini e Paolo Caselli

SPAL-NAPOLI 2-3
Spal (3-5-2): Gomis ; Salamon , Vicari , Felipe (21' st Vaisanen ); Lazzari , Schiattarella , Viviani , Mora (36' st Rizzo ), Costa ; Antenucci , Borriello (40' st Paloschi ). A disp.: Marchegiani, Cremonesi, Konate, Grassi, Bellemo, Vitale, Mattiello, Schiavon, Bonazzoli. All.: Semplici
Napoli (4-3-3): Reina ; Hysaj , Maksimovic , Koulibaly , Ghoulam ; Zielinski (25' st Milik ), Diawara , Hamsik (16' st Allan ); Callejon , Mertens (31' st Rog ), Insigne . A disp.: Sepe, Rafael, Mario Rui, Albiol, Tonelli, Jorginho, Maggio, Rog, Giaccherini, Ounas. All.: Sarri
Arbitro: Mariani
Marcatori: 13' Schiattarella (S), 14' Insigne (N), 26' st Callejon (N), 33' st Viviani (S), 37' st Ghoulam (N)
Ammoniti: Insigne (N), Salamon (S), Viviani (S), Schiattarella (S)

 

Ferrara- Che partita….che grandissimo spettacolo….in un "Mazza" strapieno, nel secondo anticipo della sesta giornata il Napoli soffre per battere la Spal 3-2. davanti ai suoi tifosi, i ferraresi andavano in vantaggio al 13' con Schiattarella ma con un vantaggio che durava nemmeno 60 "perché i ragazzi di Mister Semplici venivano ripresi da Insigne un minuto dopo.Si andava sulla'1-1 fino al vantaggio partenopeo firmato da Callejon al 26' della ripresa cui però replicava Viviani su punizione infilando Reina facendo esplodere il "Mazza". Ma a "raffreddare tutto ci pensava il gol della vittoria firmato dal difensore Ghoulam all'83 con una gran bella giocata. Napoli dunque in testa alla classifica con 18 punti e un percorso netto in campionato: 6 vittorie su 6, impresa mai riuscita prima al club.

Calcio: All' Allianz/Stadium continua a non essercene per nessuno …
LA JUVENTUS FA SUO IL "DERBY DELLA MOLE" SMAZZANDO IL POKER AL TORINO !!

JUVENTUS-TORINO 4-0
Juventus (4-2-3-1): Buffon ; Lichtsteiner , Benatia , Chiellini , Alex Sandro ; Pjanic , Matuidi (27' st Bentancur ); Cuadrado (17' st Bernardeschi ), Dybala , Douglas Costa; Mandzukic (35' st Higuain ). A disp.: Szczesny, Pinsoglio, Barzagli, Rugani, Asamoah, Sturaro. All.: Allegri
Torino (4-2-3-1): Sirigu ; De Silvestri , N'Koulou , Lyanco , Ansaldi ; Rincon (30' st Gustafson ), Baselli ; Iago Falque (30' Acquah ), Ljajic Niang (25' st Boyè ); Belotti . A disp.: Ichazo, Milinkovic-Savic, Burdisso, Molinaro, Moretti, Valdifiori, Edera, Berenguer, Sadiq. All.: Mihajlovic
Arbitro: Giacomelli
Marcatori: 16' Dybala, 40' Pjanic, 12' st Alex Sandro 44° st Dybala
Ammoniti: Benatia (J); Ljajic, Acquah (T)
Espulsi: 24' Baselli (T) per somma di ammonizioni

 

Torino- "Signore e Signori" giù cotanto di cappello, "Ponte di Spade" ..passa la Juve.All'Allianz /Stadium continua davvero ad non essercene per nessuno; dall'1-0 "striminzito, ma vincente contro la Fiorentina nell'infrasettimanale, si passa al "roboante poker inflitto ai "cugini" torinisti/granata: 4-0 ..tanto a poco: Grande e tanta Juventus, brutto piccolo e ridimensionato Toro, azzannato subito da Dybala, tramortito da Pjanic prima dell'intervallo, eliminato totalmente dal Derby   allo scadere quasi dell'ora di gioco da Alex Sandro e "fucilato" definitivamente al 44° ancora da "La Joia".
Tutto dunque facile …troppo facile per una Juventus che doveva rispondere al 3-2 !stretto-striminzito-non facile e sudato del napoli a Ferrara per rimanere in testa a punteggio pieno a 18 punti con gli azzurri di Sarri. Juventus tornata bella e spietata dopo l'interlocutorio 1-0 alla Fiorentina di mercoledì sera. Nel Derby della Mole contro il Torino, i bianconeri si sono imposti con un netto 4-0 raggiungendo il Napoli in vetta alla classifica a punteggio pieno.
Partita come detto senza storia con la Juve "quasi immediatamente" in vantaggio al 16' con Dybala e in superiorità numerica dal 24' per l'espulsione di Baselli. In gol anche Pjanic al 40', Alex Sandro e ancora Dybala nel finale.Toro "di fatto" non pervenuto con votacci spersi tra i granata e con bocciatura solenne a Mihailovic.

 
L'Europa League rilancia l'italico calcio: 3 successi delle "nostre"Atalanta-Milan e Lazio PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Giovedì 14 Settembre 2017 21:49

L' EUROPA LEAGUE RILANCIA IL CALCIO ITALIANO: 3/3 PER 9 PUNTI: 11 FATTE 3 SUBITE.

Europa League: Atalanta-Everton 3-0, inglesi stesi in 45 minuti
Alla squadra di Gasperini basta un tempo: UN-DUe-TRE…TAMBURO" EVERTON DISTRUTTO !!!
Bastano ed avanzano i gol di Masiello, Gomez e Cristante

 

ATALANTA-EVERTON 3-0
Atalanta (3-4-1-2): Berisha ; Toloi, Palomino , Masiello (32' st Caldara ); Hateboer, De Roon, Freuler, Castagne; Cristante (37' st Kurtic ); Gomez, Petagna (34' st Cornelius ).
A disp.: Gollini, Bastoni, Haas, Orsolini. All.: Gasperini
Everton (4-2-3-1): Stekelenburg ; Holgate , Jagielka , Keane , Baines ; Schneiderlin (21' st Sandro Ramirez ), Besic ; Vlasic , Sigurdsson , Rooney (21' st Klaassen ); Calvert-Lewin (32' st Mirallas ).
A disp.: Pickford, Martina, Gueye, Williams. All.: Koeman
Arbitro: Bezborodov (Russia)
Marcatori: 27' Masiello (A), 41' Gomez (A), 44' Cristante (A)
Ammoniti: Masiello (A); Sigurdsson (E)
Espulsi: -

 

Reggio Emilia-SIGNORE E SIGNORI GIU' "COTANTO DI CAPPELLO…E PONTE DI SPADE" !! CHE IMPRESA DEA..!! Un solo "tassello" sbagliato che stona in una serata da incorniciare che resterà ben impressa nella mente dei quasi 15.000 arrivati da Bergamo: l'aver dovuto andare a giocare questo ritorno in Europa dopo 27 anni a Reggio Emilia ospiti del "Mapei Stadium". Nel primo match della fase a gironi d'Europa League, l'Atalanta inonda l'Everton con un 3-0 senza storia.
Al Mapei Stadium di Reggio Emilia, i bergamaschi autori di 45 stupefacenti, sbloccano la gara con Masiello, bravo a infilare sugli sviluppi di un corner (27'). Il bis è opera del "Papu" Gomez, che da fuori area manda la sfera all'angolino (41'). Un minuto prima del riposo arriva il 3-0 di Cristante, che si inserisce bene e batte Stekelenburg.
Secondo tempo con i bergamaschi più volte vicini al 4°-5°-6° gol che non arriva , ma il 3-0 "basta e avanza" .

 

Europa League, in terra viennese è Prater…ia milanista..
Austria Vienna-Milan 1-5: tripletta di André Silva
Ottimo esordio per i rossoneri. In gol anche Çalhanoglu e Suso

AUSTRIA VIENNA-MILAN 1-5
Austria Vienna (4-2-3-1): Hadzikic ; Klein , Kadiri , Westermann (42' Borkovic (41' st Gluhakovic ), Martschinko; Serbest , Holzhauser ; Prokop , Pires , Lee (29' st De Paula ); Monschein . A disp.: Pentz, Tajouri-Shradi, Friesenbichler, Salamon. All.: Fink
Milan (3-4-1-2): G. Donnarumma ; Zapata , Bonucci , Romagnoli (29' st Musacchio ); Abate, Kessie (17' st Bonaventura ), Biglia , Antonelli ; Çalhanoglu ; André Silva , Kalinic (17' st Suso ). A disp.: Storari, Calabria, Montolivo, Cutrone. All.: Montella
Arbitro: Gozubuyuk (Olanda)
Marcatori: 7' Çalhanoglu (M), 10' André Silva (M), 20' André Silva (M), 2' st Borkovic (A), 11' st André Silva (M), 18' st Suso (M)
Ammoniti: Kadiri (A); Kessie (M)
Espulsi: nessuno

Vienna- Il "Diavolo rossonero"  è tornato in Europa sventolando la "manita" all'Austria Vienna in "Prater" dove non c' è mai partita. Dopo tre anni di assenza, i rossoneri hanno esordito in Europa League in casa dell'Austria Vienna, dominando fino al 5-1 finale. Protagonisti di una bella serata milanista è Calhanoglu, che col suo siluro vincente ed imprendibile scardina la porta austriaca dopo soli 7' oltre che dispensare due assist, e con il "goleador di Coppa" André Silva che ha chiuso da par suo la partita con una tripletta. La difesa a tre è battuta da Borkovic a inizio ripresa, che sorprende tutti di testa in tuffo, ma poi Suso firma il pokerissimo dopo pochi minuti dall'ingresso in campo con un bolide " a calare" sotto la traversa. Roma è dimenticata !!

 

Europa League, con i biancazzurri di Mister Inzaghi che completano una memorabile tripletta italiana " alla facciaccia" delle 3 della Champions..
Vitesse-Lazio 2-3: rimonta firmata Parolo, Immobile e Murgia
Al GelreDome la squadra di Inzaghi va sotto due volte, ma poi vince

VITESSE-LAZIO 2-3
Vitesse (4-3-3): Pasveer , Dabo (38' st Colkett ), Kashia , Miazga , Van der Werff , Büttner 6, Bruns (43' st Mount ), Foor , Rashica , Matavz (34' st Castaignos ), Linssen
A disp.: Houwen, Van Bergen, Lelieveld, Faye. All.: Fraser 6
Lazio (3-5-1-1): Strakosha ; Bastos , de Vrij , Luiz Felipe (1' st Immobile ); Marusic , Parolo , Di Gennaro (17' st Milinkovic ), Murgia , Lukaku (20' st Lulic ); Luis Alberto ; Caicedo
A disp.: Vargic, Leiva, Patric, Radu. All.: Inzaghi
Arbitro: Liany
Marcatori: 33' Matavz (V), 6' st Parolo (L), 12' st Linssen (V), 22' st Immobile (L), 30' st Murgia (L)
Ammoniti: Luiz Felipe, de Vrij, Lulic (L)
Espulsi: -

Inizia con una bella vittoria di rimonta l'avventura della Lazio che in Europa League non si tira indietro e chiude il trittico italiano vincendo In terra d'Olanda di rimonta. Al GelreDome la squadra di Inzaghi batte 3-2 in rimonta il Vitesse e porta a casa tre punti importanti. I bianco-celesti vanno sotto due volte, ma poi riescono a ribaltare il risultato. Apre Matavaz, Al 51' Parolo ristabilisce la parità, Linssen riporta gli olandesi in vantaggio, ma ci pensa al 67' Immobile entrato al 46° a rimpattare sul 2-2. Il gol che decide la partita poi lo firma il giovane Murgia al 75'.

Ultimo aggiornamento Sabato 16 Settembre 2017 15:03
 
Champions League...e Napoli "mazziato" Lo Shakhtar vince 2-1 PDF Stampa E-mail
Scritto da La Redazione   
Mercoledì 13 Settembre 2017 21:16

Champions League: inizio amaro per Noi

Shakhtar-Napoli 2-1, gli azzurri partono male

Per gli ucraini a segno Taison nel primo tempo e Ferreyra nel secondo. Un rigore di Milik riapre il match ma non basta

Di 3 punti in palio ne prendiamo 1 solo: lo 0-0 della Roma con l'Atletico Madrid: rischiamo in tutti e 3  Gironi !!!

SHAKHTAR-NAPOLI 2-1
Shakhtar (4-2-3-1): Pyatov; Srna, Ordets (47' st Khocholava), Rakitsky, Ismaily; Stepanenko, Fred; Marlos (32' st Kovalenko), Taison, Bernard; Ferreyra (43' st Dentinho). A disp.: Shevchenko, Butko, Patrick, Azevedo. All.: Fonseca
Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski (22' st Allan), Diawara, Hamsik (15' st Mertens); Callejon, Milik, Insigne. A disp.: Sepe, Maggio, Maksimovic, Rog, Jorginho. All. Sarri
Arbitro: Zwayer (Ger)
Marcatori: 15' Taison, 13' st Ferreyra, 26' st rig. Milik (N)
Ammoniti: Insigne (N), Fred (S), Mertens (N), Stepanenko (S), Koulibaly (N)
Espulsi:
Note:
La Redazione

Khakrkiv- - "Un due-tre-meno che tamburo" per il nostro calcio. Dopo il "3-0 passi lunghi e ben distesi" del Barcellona sulla Juventus, dopo lo 0-0 tra Roma ed Atletico Madrid a Roma ecco il 2° passo falso tricolore. Comincia con il piede sbagliato l'avventura in Champions League anche il  Napoli. A Khakrkiv gli azzurri vengono sconfitti 2-1 dallo Shakhtar Donetsk nella prima giornata del gruppo F. Ucraini subito padroni del campo per un'ora: il gol arriva "quasi subito" al 15' Taison sblocca il match, sfiorandone uno ancor più clamoroso pooco dopo con un Grande Reyna a bloccare nell'"a tu per tu" ancora Tyson. Poi nella ripresal 58' Ferreyra raddoppia di testa dopo un'uscita a vuoto di Reina protagonista "maldestro" sia sul 1° che sul 2° gol.  Sarri toglie Hamsik e Zielinski e inserisce Mertens e Allan. La gara cambia e un rigore di Milik al 71' la poteva riaprire ma gli azzurri non erano in serata ed allora anche il Girone F si mette male per Insigne & compagni

 
«InizioPrec.123456Succ.Fine»

Pagina 4 di 6
Copyright © 2022 FirenzeViolaSuperSport. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

Facebook

Segui FirenzeViolaSupersport
su Facebook.

Editoriale

di Stefano Ballerini

L'Isola d'Elba lo ricorderà per sempre

Fabio Bardelloni vive sempre in tutti Noi..

FABIO BARDELLONI  SARAI RICORDATO DA TUTTA  L'ELBA  E DA TUTTI NOI DELL'ELBA 97 CALCIO A 5 DA TUTTI GLI SPORTIVI ELBANI CHE TI HANNO VOLUTO BENE.

CIAO FABIO CI STAI MANCANDO SEMPRE..!!! TI PENSEREMO E RICORDEREMO SEMPRE GIOCANDO E VIVENDO GIORNI TREMENDI SENZA DI TE NEL TUO RICORDO PERENNE.

di Stefano Ballerini

Portoferraio- Era un Martedi 1° Maggio ora di pranzo...

doveva essere un giorno di festa dove alfine

del pomeriggio ci si sarebbe dovuti ritrovare

a San Giovanni per dare inizio alla "settimana

decisiva" in casa Elba 97. Sabato era in

programma ( era...)  gara 1 del Play Out tra

Elba 97, la tua Elba 97 e Bergamo.

Invece caro Fabio tutta l'Elba sgomenta

apprendecome una freccia al cuore che

Te ci hai appena lasciati...!!

Quella svolta a destra da Valle di Lazzaro

verso Procchiodopo essere andato a trovare

la tua fidanzatina. Piove,una pioggerellina

uggiosa la prima da 20 giorni a questa

parte; in sella alla sua moto "Motard 125

intraprendevi  una strada bagnata viscida

"quasi saponata", un asfalto usurato, 13

chilometri da percorrere con attenzione

massima...E invece una sbandata, un attimo

di disattenzione ( le prime ipotesi al vaglio

dei Carabinieri di Portoferraio), una caduta

rovinosa, drammatica, "definitiva". Fabio

Bardelloni ci lascia così in una maniera

inaspettatamente drammatica. 17 anni

speranza dello sport portoferraiese con la

"sua/nostra Elba 97 Calcio a 5 nelle  cui fila

da Allievo, quest'anno facendo autentici passi

da gigante arriva a giocare in Serie B ,

conquistandosi al pari dell'amico Ivan Gatto,

la convocazione nella Selezione Regionale

Allievi con "meta" verso l'inclusione nei 13

convocati finali per il Torneo delle Regioni che

conquistavi  sorretto dallo sforzo di tutti Noi

delegati ad accompagnarvi settimanalmente

tra Montecatini Poggibonsi, Firenze, soffredo,

( con quell'infortunio all'alluce che poteva

anche impedirti di vivere questa importante

esperienza) ma guadagnandosi la stima dei

tecnici della Selezione. Era appena tornato da

Perugia dove aveva disputato le 3 partite

segnando anche un gol con i 2 realizzati da

Ivan Gatto.

Adesso a 5 giorni dalla prima delle 2 partite che

da sole varrebbero una stagione intera, questa

immane tragedia, che pone ovviamente tutto in

secondo piano; Fabione mi ero affezzionato a Te

ed a Ivan; se non c'era l'appuntamento alla

trasferta infrasettimanale, quasi ci stavo male,

mi mancava "un qualcosa". Ti/vi avevo portato

Io a Coverciano per salire sul Pullman per Perugia

fiero assieme a tutta l'Elba 97 di avervi "caricato"

ben 2 nostri tesserati.  E Voi ci avete dato

dimostrazione di meritarvi quelle attenzioni: 2 gol

di Ivan un gol tuo, si inutili alfine della classifica

finale, ma importanti per il morale ed il blasone

societario che delle 3 Api elbane: Avere 2 nostri

ragazzi nella massima competizione nazionale

Allievi vederli anche andare in gol, aveva significato

tanto...tantissimo. Adesso però il "fato" ha appena

tirato il "suo rigo fatale"; quella svolta a destra,

quel rettilineo, questo schianto...e TE CI LASCI

COSI' ATTONITI DISPERATI.

Fabio rimarrai sempre nei nostri ricordifaremo

tutto nel tuo ricordo; siamo vicini ai tuoi Genitori

a tua sorella alla tua fidanzatina. Se ci sarà da

fare qualcosa Io ci sarò sempre.

Te dall'alto proteggici, guidaci, "dacci un segno";

Noi ti penseremo sempre.

Non vale però lasciarci così, in un 1° Maggio 2018

di festa tramutatasi in immane tragedia.

CIAO FABIONE TI RICORDO..TI RICORDIAMO

COSI'... UN BACIO !!!!. STEFANO

Firenze- E'stata un altra "immane perdita" nel mondo sportivo fiorentino"

CHIARA BAGLIONI TI RICORDIAMO SEMPRE...!!

Alcune belle immagini di Chiara Baglioni.

Marina di Campo- Alzatomi per controllare

posta e facebook rimasi  "di sasso":

apprendo che nella notte ci ha lasciato la

mia amica Chiara Baglioni . E' una

"Maledetta Primavera": prima Davide Astori,

poi Emiliano Mondonico, quel giorno Chiara

Baglioni.

Ma che sta succedendo, perchè "tutte a noi" ??.

Sapevo che aveva avuto un problema,

ma non avevo notizie da qualche tempo,

oltretutto sono più all'Elba che a Firenze.

L'ultimo ricordo di Chiara era a Moena,

Lei sempre carina, affabile gentile brava

perfetta sul lavoro; ci hanno unito tantissime

partite sia della Primavera che della Viola; per

qualche tempo avevo collaborato con Saverio

Pestuggia a Fisport ( alla Redazione di

ViolaNews.com le nostre più sentite

Condoglianze) per cui ci vedevamo e ci

sentivamo spesso. Adesso rimane solo il

grandissimo ricordo la stravolgente tristezza

per non averla più con Noi tutti; Niente sarà

come prima. Personalmente da oggi tutto

quelo che farà la Mia Redazione di Firenze

ViolaSupersport/FirenzeViolaSuperSportLive.com

ed Elbasport.com sarà dedicato a Lei.

Alla sua Famiglia, le nostre più sentite

Condoglianze; ci stringiamo a Voi nel caro

struggente ricordo di Chiara RIP

Stefano Ballerini, Paolo Caselli, Fabio Fallai,

Alessandro Coppini, Giacomo Morini e

rispettive Famiglie .

D'ORA IN POI TUTTO IN MEMORIA DI NICCOLO'

D'ora in poi tutto il nostro lavoro sarà legato

anche al ricordo di Niccolò Ciatti ( RIP)

----------------------------------------------------------

LA MEGA BUGIA DI NARDELLA: 1461 giorni !!

Ad oggi dal famoso 19 Luglio 2014 di Nardella

a Moena:" Oggi siamo arrivati alla data più

vicina all'apposizione della 1° pietra del

nuovo Stadio dei Della Valle alla Mercafir;

mancano 300 giorni 210 di carte dei

Geometri e 90 legali". Da li ad oggi sono

passati 1461 giorni, siamo passati per

una riunione di amici in Palazzo Vecchio

per la presentazione dell'ennesimo plastico

di uno Stadio che LI NON SORGERA' MAI

con la Banca Unipol da ME MANDATA IN

DIRETTA SU RADIO FIESOLE 2 giorni

prima :" Siamo molto incazzati...tutti

parlano dei nostri terreni di Castello; ma

nessuno mai ce li ha chiesti; alla Mercafir

NON LI DAREMO MAI". Postilla...La Mercafir

rimarrà alla Mercafir perlomeno per altri 9

anni; quei terreni di castello per fare il

trasloco non ci sono piu'; li ha comprati

Firenze Aeroporti Medicei per i nuovi

parcheggi dell'Aeroporto. Faremo

l'Aereoporto e dall'"attacco-stacco" della

nuova pista dientro la Caserma dei

Carabinieri per un raggio di 10 chilometri

non ci potrà essere ne la Mercafir stessa

NE TANTOMENO UNO STADIO:

DEREGULATION AVIAZIONE CIVILE . CIT !!!!

Le  3 stecche dello Stadio "secondo" Nardella

( ad oggi Giovedi  Giugno 19 Luglio 2018 dal 19

Luglio 2014 a Moena sono 1461 ) e quella secondo

Mario Cognigni sono 725

LA NUOVA "CONTRO STECCA" DELLO

STADIO "FANTASMA" DEI DELLA VALLE:

Dopo l'amichevole "contraddittorio con Mario

Cognigni a Moena "volendo" seguire il "

ragionamento viola iniziammo a tenere la

"contro-stecca dello Stadio:

il 23 Luglio  2016 iniziava il nostro nuovo

conteggio:

Sono passati 725  giorni.... Proseguiremo.

LA 3° STECCA DEL "FANTOMATICO STADIO

DEI DELLA VALLE ...E DI NARDELLA

Adesso  iniziamo a tenere la 3° Stecca del Nuovo

Stadio "sempre più fantasma " dei Della Valle.

DA VENERDI 10 CON LA NUOVA PROMESSA FATTA

DA NARDELLA: 2019 1° Pietra del nuovo Stadio

Conteggio : da Venerdi 10 Marzo ad Oggi Giovedi

19 Giugno 2018 sono 496  giorni.

Siamo ansiosi di vedere dove andremo a finire.

Intanto stiamo lavorando sul fronte BANCA UNIPOL

attendendo un documento dall'ufficio che sta

gestendo l'annosa questione dei terreni della

Mercafir.

In più a breve abbiamo gia avuto un incontro con

l'"Entourage" della Presidenza degli Aeroporti

Toscana  Medicei Firenze e Pisa per dare il la alla

programmazione del progetto costruzione della

nuova Pista "parallela "all'autostrada di circa

3000 metri da Castello al Polo di Sesto Fiorentino.

Su quella "linea..cono" di ingresso o di decollo

secondo la "Deregulation" dell'Aviazione Civile non

ci possono essere impianti sportivi ne tantomeno

Stadi.

Se "tanto mi da tanto" credo che a documento

ricevuto se  sarà quello che dico Io sarò costretto

ad alzarmi ed a dare lettura pubblica di tutt'altra

verità. In Palazzo Vecchio .........

NON ME L'HANNO LASCIATA CHIEDERE ...

AVEVANO UNA PAURA MATTA TUTTI QUANTI

------------------------------------------------------------

LA "MEGA BUGIA DI NARDELLA IN ATTO DAL 19

LUGLIO 2014 A MOENA...300 giorni divenuti ad

oggi 7 Maggio  2018 : 1461 !!!! MEGA BUGIA !!

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella quel giorno

salito a Moena "ci " annunciava: Ad oggi mancano

210 giorni + 90 per apporre il primo mattone del

nuovo Stadio di Firenze" ...!!! ( Pinocchio...one !!)

Da quel  discorso di Dario Nardella a Moena

del 19 Luglio 2014 sono passati ad oggi 19 Luglio

2018  4 anni esatti  2018 1461   giorni.!!!

E noi continueremo a tenere aggiornata la

"nostra stecca"

Stefano Ballerini e la sua Redazione.

 

E parallelamente apriamo la "contro stecca" del 3°

progetto dei Della Valle . Il 23 Luglio 2016  mi

sono permesso di mettermi " a tu per tu" con il

Presidente Operativo Mario Cognigni, mettendolo

sul "chi va là" dalle tante promesse finora

andate vane di Nardella.

I Della Valle asseriscono sicuri che lo Stadio

si farà li dove Nardella "asserirebbe": alla

Mercafir laddove però secondo noi e secondo

molti egli addetti ai lavori non si farà mai o se

"si farà" non prima di 6-7 anni.

Allora la stecca è partita: 23 Luglio 2016-19

Luglio 2018  fanno 725 giorni ogni giorno

l'aggiorneremo e vediamo dove andremo a

finire.

Da quell' incredibile 10 marzo in Palazzo

Vecchio ad oggi 19 Febbraio 2018 sono

496.... E NOI CONTINUIAMO...!!!

ma intanto al Sindaco Nardella,

all'Assessorato allo Sport vada il

più "FERVIDO"....VERGOGNATEVI

ASSOLUTAMENTE TUTTI  !!

Lo Stadio alla Mercafir NON SI FARA' MAI

STAMPATEVELO NEL CERVELLO

...SE CE L'AVETE !!!!

E COSI' FU'...LO STADIO ALLA MERCAFIR NON

SI E' FATTO...NON SIFARA' MAI...

Caro Dario Nardella...ho vinto io..le bugie

spesso hanno le gambe lunghe...ma alla fine

vince sempre chi le bugie non le racconta !!