Home CALCIO Dirette Testuali

Ultime notizie

Bed And Breakfast

cover.jpg
 
logo_err.jpg
Dirette Testuali
Calcio: Chiuso l'11° turno: l'Inter vince a Verona 2-1 e torna seconda PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Lunedì 30 Ottobre 2017 22:20

Calcio Serie A Concluso l'11° turno
L'INTER VIOLA IL BENTEGODI VERONESE 2-1 : PECCHIA CON LE VALIGIE ??
Apre Borja Valero, Pazzini entra per realizzare il rigore dell' 1-1, risolve "super" Perisic
Polemiche per i 4' e 56 secondi fatti passare dal Var per decidere iil rigore pro-Verona …!!!

VERONA-INTER 1-2
Verona (4-3-3): Nicolas ; Romulo , Heurtaux , Caracciolo , Souprayen ; Verde , Bessa (19' st B. Zuculini ), Fossati , Fares ; Cerci (34' st Lee ), Kean (13' st Pazzini ). A disp.: Silvestri, Coppola, Felicioli, Laner, Bearzotti, Zaccagni, Valoti, Buchel. All.: Pecchia
Inter (4-2-3-1): Handanovic ; D'Ambrosio , Skriniar , Miranda , Nagatomo ; Vecino , Gagliardini ; Candreva (28' st Brozovic ), Borja Valero (33' st Cancelo ), Perisic ; Icardi (41' st Eder ). A disp.: Padelli, Berni, Ranocchia, Santon, Dalbert, Joao Mario, Karamoh, Pinamonti. All.: Spalletti
Arbitro: Gavillucci
Marcatori: 36' Borja Valero (I), 14' st RIG Pazzini (V), 22' st Perisic (I)
Ammoniti: Fares (V), Gagliardini (I), Pazzini (V), Brozovic (I), Heurtaux (V), Lee (V)

di Stefano Ballerini

Verona- L'Inter rivede i "sorci verdi" nel riuscire a battere il Verona 2-1 resistendo al "forcing" finale scaligero come successo con la Sampdoria. Tre punti pesanti che permettono ai nero-azzurri di risalire al 2° posto a quota 29 a -2 dal capo-classifica Napoli.
Vantaggio internista al minuto 36° Cross di Candreva Icardi fa "specchietto per le allodole" veronesi "velando" per Borja Valero che mette dentro "piccionando" la difesa veronese.
Nella ripresa buon Verona che assalta l'Inter..ed al 57° arriva il rigore scaligero con un uscita "maldestra di Handanovic al limite su Cerci gavillucci va a rivedersi l'"istant replay" dal Var ed assegna il rigore, ma con una "sosta insopportabile " di quasi 5 minuti. Entra Pazzini per Kean per la "bisogna" gol del "pazzo" 1-1. 21 rigori realizzati su 22 per Pazzini !!!
ma al 67 su azione d'angolo la difesa del Verona si "dimentica" Perisic che dai 16 metri scarica un blinde imprendibile per Nicolas. 2-1 Poi una lunga sequenza di sostituzioni e ammonizioni: ben 4. Al 95° il coreano Lee si "tuffa" in area internista giustamente ammonito da Gavillucci.
Poi la fine che rimette l' Inter seconda a 29 punti dietro i 31 juventini e davanti alla Juve ed alla Lazio che ne hanno 28. Roma a 24.

30.10. 20:45 Finale Verona 1 - 2 Inter
29.10. 20:45 Torino Cagliari 2 : 1
29.10. 15:00 Crotone Fiorentina 2 : 1
29.10. 15:00 Napoli Sassuolo 3 : 1
29.10. 15:00 Sampdoria Chievo 4 : 1
29.10. 15:00 Spal Genoa 1 : 0
29.10. 15:00 Udinese Atalanta 2 : 1
29.10. 12:30 Benevento Lazio 1 : 5
28.10. 20:45 Roma Bologna 1 : 0
28.10. 18:00 Milan Juventus 0 : 2

Classifica:

1. Napoli 11 10 1 0 32:8 31
2. Inter 11 9 2 0 22:8 29
3. Juventus 11 9 1 1 33:10 28
4. Lazio 11 9 1 1 31:12 28
5. Roma 10 8 0 2 17:5 24
6. Sampdoria10 6 2 2 22:13 20
7. Fiorentina 11 5 1 5 19:13 16
8. Milan 11 5 1 5 16:16 16
9. Torino 11 4 4 3 16:18 16
10. Atalanta 11 4 3 4 18:15 15
11. Chievo 11 4 3 4 14:19 15
12. Bologna 11 4 2 5 9:12 14
13. Udinese 11 4 0 7 18:22 12
14. Cagliari 11 3 0 8 9:20 9
15. Crotone 11 2 3 6 8:21 9
16. Spal 11 2 2 7 9:19 8
17. Sassuolo 11 2 2 7 6:19 8
18. Genoa 11 1 3 7 10:17 6
19. Verona 11 1 3 7 7:24 6
20. Benevento 11 0 0 114: 29 0

 
Calcio: i 2 anticipi in Serie A: Vincono la Juventus a San Siro, la Roma che batte il Bologna PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Sabato 28 Ottobre 2017 21:40

CALCIO: 11° TURNO CHE INIZIA CON I 2 SQUILLI DEI BIANCONERI E DEI GIALLO-ROSSI

Serie A: Milan-Juventus 0-2, Higuain riaggancia "provvisoriamente" il Napoli che domani riceve il Sassuolo.
BUM…BUM…"SUPER PIPITA" E IL MILAN RICROLLA A SAN SIRO
Montella di nuovo a rischio

MILAN-JUVENTUS 0-2
Milan (3-4-2-1): G. Donnarumma; Zapata, Romagnoli , Rodriguez ; Abate (16' st Antonelli ), Kessie , Biglia (16' st Locatelli ), Borini; Suso, Calhanoglu (32' st André Silva ); Kalinic. A disp.: Storari, A. Donnarumma, Gomez, Musacchio, Paletta, Mauri, Zanellato, Montolivo, Cutrone. All.: Montella
Juventus (4-2-3-1): Buffon ; Lichtsteiner (20' st Barzagli ), Rugani , Chiellini, Asamoah (26' st Alex Sandro ); Pjanic, Khedira (36' st Matuidi ); Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain. A disp.: Szczesny, Pinsoglio, De Sciglio, Sturaro, Marchisio, Bentancur, Douglas Costa, Bernardeschi. All.: Allegri
Arbitro: Valeri
Marcatori: 23' Higuain (J), 19' st Higuain (J)
Ammoniti: Kessie (M), Zapata (M)

Note: Spettatori 80.000 circa San Siro esaurito.

Milano- Altra grande prova di forza della Juventus, che vince 2-0 ri-espugnando San Siro contro il Milan ri-agganciando seppur momentaneamente in vetta il Napoli.
Grande protagonista della gara "bum..bum "super" Pipita Gonzalo Higuain, autore di due prodezze che stendono un Milan capace solo di partire " a raffica" durando però solo un quarto d'ora comunque giocando alla pari con i bianconeri per tutto il primo tempo, sia pur prendendo il gol del vantaggio al 23°. Il Pipita sblocca al match al 23°.
Alla fine del primo tempo Buffon salvava su Kalinic con l'aiuto della traversa.
La Juve andava in controllo del match chiudendolo al 64' sembre con una grande conclusione "chirurgica" del Pipita che non dava scampo a Donnarumma.
La panchina di Montella torna a traballare…più che pericolosamente…

 

Serie A: nel 2° anticipo decide l'egiziano…
LA ROMA TROVA IL 3° 1-0 LIQUIDANDO ANCHE IL BOLOGNA COL MINIMO SCARTO:
All'Olimpico decide una magia dell'attaccante. Gol annullato a Dzeko. Giallorossi alla terza vittoria di fila

ROMA-BOLOGNA 1-0
Roma (4-3-3): Alisson; Florenzi, Fazio, Juan Jesus, Bruno Peres (25' st Moreno); Pellegrini, De Rossi, Strootman; Defrel (14' st Perotti), Dzeko, El Shaarawy (38' st Gerson). A disp.: Skorupski, Lobont, Castan, Kolarov, Nainggolan, Gonalons, Schick, Under. All.: E. Di Francesco
Bologna (4-3-3): Da Costa; Krafth, Helander, Gonzalez, Masina; Poli (36' st Donsah), Pulgar, Nagy (12' st Falletti); Verdi, Petkovic (40' st Destro), F. Di Francesco. A disp.: Santurro, Ravaglia, De Maio, Brignani, Maietta, Crisetig, Petkovic, Frabotta, Krejci, Okwonkwo. All.: Donadoni
Arbitro: Fabbri
Marcatori: 33' El Shaarawy (R)
Ammoniti: Poli (B), Pulgar (B), Petkovic (B), De Rossi (R), Helander (B)

Roma- 1+1+1 sempre per 1-0 fanno sempre indiscutibilmente 9 punti…
Nel secondo anticipo dell'11° giornata di Serie A, la Roma batte ancora per 1-0 il Bologna all'Olimpico rimanendo in coabitazione nei "quartieri altissimi" della classifica.
Stavolta a decidere la sfida con i rossoblù di Donadoni ( entrati in una triplice crisi) è una magia di El Shaarawy al 33' del primo tempo: sinistro di piatto al volo che batte imparabilmente il rientrante Da Costa. Annullato un gol a Dzeko nella ripresa per un fuorigioco millimetrico.
Terza vittoria di fila per Di Francesco che sale a 24 punti in classifica con una gara in meno. Terzo ko consecutivo per Donadoni.
E domenica prossima "intrigante" sfida con la Fiorentina al Franchi.

 
Calcio: Europa League: Lazio e Atalanta "belle" by night; il Milan ri-stecca a San Siro PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Venerdì 20 Ottobre 2017 06:11

Serata di Europa League: 2 successi di Lazio in avvio di serata e dell'Atalanta a Reggio Emilia; Il Milan bloccato a San Siro dai greci dell'AEK.

Europa League, Milan-Aek Atene finisce senza reti
UN MILAN DELUDENTE ANCHE IN COPPA l'AEK ATENE PORTA VIA UN COMODO 0-0
Il portiere dei greci Anestis protagonista di serata. Fischi per i rossoneri

MILAN-AEK ATENE 0-0
Milan (3-5-2): G. Donnarumma; Musacchio, Bonucci, Rodriguez; Calabria, Suso (38' st Borini), Locatelli, Çalhanoglu, Bonaventura (27' st Kessie); Andre Silva (17' st Kalinic), Cutrone. A disp.: Storari, Montolivo, Biglia, Paletta. All.: Montella
Aek Atene (3-4-1-2): Anestis; Vranjes, Tzanetopoulos, Bakakis; Lopes, Simoes, Johansson, Galo; Mantalos (47' st Galanopoulos); Lazaros (18' st Araujo), Livaja (31' st Bakasetas). A disp.: Tsintotas, Ajdarevic, Klonaridis, Giannoutsos. All.: Jimenez
Arbitro: Ekberg (Svezia)
Ammoniti: Locatelli (M); Simoes, Mantalos, Livaja (A)
Espulsi: nessuno

 

Milano- In un catino "preda di una grande umidità" si placa leggermente, ma non sparisce, la crisi del Milan. Nella terza giornata di Europa League, i rossoneri non sono riusciti ad andare oltre uno spento 0-0 a San Siro contro l'AEK Atene salendo a quota 7 punti in classifica. Dopo un primo tempo avaro di emozioni e con i greci vicini al gol dopo una frittata Musacchio-Donnarumma, nella ripresa il Milan per 10-15 minuti hanno dettaro legge sfiorando il gol negato solo dalle prodezze di un "risorto" Anestis, sceso in campo travolto dalla critica greca, ma a san Siro autore della "classica" partita della vita.Molti i tentativi di Cutrone e Suso che sono stati smorzati da Anestis. Rossoneri ancora fuori dal campo tra i fischi.

 

Europa League, Atalanta-Apollon 3-1: qualificazione a un passo
ATALANTA: IL SOGNO CONTINUA: ANCHE L'APOLLON LIMASSOL TRAVOLTO A REGGIO 3-1
A Reggio Emilia decidono Ilicic, Petagna e Freuler. Ciprioti in gol con Schembri. Gasp in testa al gruppo E con 7 punti

 

Reggio Emilia -Continua il "volo da sogno" di una splendida Atalanta plasmata e messa in campo meravigliosamente bene da Mister Gasparini. Nel terzo turno di Europa League l'Atalanta batte 3-1 l'Apollon ancora in un Mapei Stadium di Reggio Emilia ribollente di uno straordinario tifo atalantino, e si conferma in vetta al Gruppo E con 7 punti. Sblocca la gara un super ispirato Josip Ilicic autore anche poi dell'assist a Froiler per il gol del 3-1. Gol dello sloveno facile facile da due passi al 12' su assist di Spinazzola. Nella ripresa all'inatteso pareggio dei ciprioti firmato da Schembri ; ma di li a poco replicavano impagabilmente Petagna di testa al 19' prima e e Freuler con un bel tiro incrociato due minuti dopo liberato dall'assist di Ilicic poi fatto uscire da gasperini per una "clamorosa standing-ovation" ultra meritata, Gran partita dei nerazzurri che hanno creato tante palle-gol e che con questo 3-1 "vedono la qualificazione in un girone che non prometteva niente di buono poco dopo il sorteggio di Nyon.

 

Europa League, Nizza-Lazio 1-3: Inzaghi & Soci a punteggio pieno

UNA LAZIO BELLA DA IMPAZZIRE: BALO & SOCI STESI IN CASA 3-1
All'Allianz Riviera Balo porta avanti i francesi, poi Caicedo e Milinkovic (doppietta) ribaltano il risultato

NIZZA-LAZIO 1-3
Nizza (3-5-1-1): Cardinale ; Marlon , Dante , Le Marchand ; Burner , Lees-Melou (25' st Plea ), Mendy , Walter , Jallet (42' st Srarfi ); Sneijder ; Balotelli .
A disp.: Benitez, Sarr, Souquet, Koziello, Lusamba. All.: Favre
Lazio (3-5-1-1): Strakosha ; Bastos , Luiz Felipe , Radu ; Patric , Murgia , Di Gennaro (13' st Luis Alberto ), Milinkovic , Lulic ; Nani (13' st Immobile ); Caicedo (30' st Leiva ).
A disp.: Vargic, de Vrij, Crecco, Parolo. All.: Inzaghi
Arbitro: Thompson (Sco)
Marcatori: 4' Balotelli (N), 5' Caicedo (L), 21' st Milinkovic (L), 45' st Milinkovic (L)
Ammoniti: Mendy (N), Luiz Felipe (L)
Espulsi: -

Nizza- "Quanto sei bella Lazio"….quando è sera…"Continua infatti il "Magic.moment" dei biancazzurri anche all'Allianz Riviera dove la squadra di Inzaghi batte il Nizza 3-1 e resta in vetta al Gruppo K a punteggio pieno, "blindando" di fatto il passaggio del turno.
Nel primo tempo era proprio il più atteso..lui "super" Mario Balotelli, ad aprire le marcature all'"attenti-pronti-via 240 secodi di testa, 1-0.
L'urlo del vantaggio francese durava solo altro 60 secondi; al 5° Caicedo agguantava il pareggio dopo solo 54 secondi e Radu subito dopo metteva paura centrando una traversa a due passi da un disastroso Cardinale.
Nella ripresa decideva il match l'uno-due" di Milinkovic-Savic con una doppietta (65' e 90').
Lazio prima davvero ad un passo dal timbrare la vittoria del Gruppo K.

 

 
Calcio In Europa League 2 vittorie ed un pareggio del nostro trio italiano PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Giovedì 19 Ottobre 2017 21:38

Serata di Europa League: 2 successi di Lazio in avvio di serata e dell'Atalanta a Reggio Emilia; Il Milan bloccato a San Siro dai greci dell'AEK.

Europa League, Milan-Aek Atene finisce senza reti
UN MILAN DELUDENTE ANCHE IN COPPA l'AEK ATENE PORTA VIA UN COMODO 0-0
Il portiere dei greci Anestis protagonista di serata. Fischi per i rossoneri

MILAN-AEK ATENE 0-0
Milan (3-5-2): G. Donnarumma; Musacchio, Bonucci, Rodriguez; Calabria, Suso (38' st Borini), Locatelli, Çalhanoglu, Bonaventura (27' st Kessie); Andre Silva (17' st Kalinic), Cutrone. A disp.: Storari, Montolivo, Biglia, Paletta. All.: Montella
Aek Atene (3-4-1-2): Anestis; Vranjes, Tzanetopoulos, Bakakis; Lopes, Simoes, Johansson, Galo; Mantalos (47' st Galanopoulos); Lazaros (18' st Araujo), Livaja (31' st Bakasetas). A disp.: Tsintotas, Ajdarevic, Klonaridis, Giannoutsos. All.: Jimenez
Arbitro: Ekberg (Svezia)
Ammoniti: Locatelli (M); Simoes, Mantalos, Livaja (A)
Espulsi: nessuno

 

Milano- In un catino "preda di una grande umidità" si placa leggermente, ma non sparisce, la crisi del Milan. Nella terza giornata di Europa League, i rossoneri non sono riusciti ad andare oltre uno spento 0-0 a San Siro contro l'AEK Atene salendo a quota 7 punti in classifica. Dopo un primo tempo avaro di emozioni e con i greci vicini al gol dopo una frittata Musacchio-Donnarumma, nella ripresa il Milan per 10-15 minuti hanno dettaro legge sfiorando il gol negato solo dalle prodezze di un "risorto" Anestis, sceso in campo travolto dalla critica greca, ma a san Siro autore della "classica" partita della vita.Molti i tentativi di Cutrone e Suso che sono stati smorzati da Anestis. Rossoneri ancora fuori dal campo tra i fischi.

 

Europa League, Atalanta-Apollon 3-1: qualificazione a un passo
ATALANTA: IL SOGNO CONTINUA: ANCHE L'APOLLON LIMASSOL TRAVOLTO A REGGIO 3-1
A Reggio Emilia decidono Ilicic, Petagna e Freuler. Ciprioti in gol con Schembri. Gasp in testa al gruppo E con 7 punti

 

Reggio Emilia -Continua il "volo da sogno" di una splendida Atalanta plasmata e messa in campo meravigliosamente bene da Mister Gasparini. Nel terzo turno di Europa League l'Atalanta batte 3-1 l'Apollon ancora in un Mapei Stadium di Reggio Emilia ribollente di uno straordinario tifo atalantino, e si conferma in vetta al Gruppo E con 7 punti. Sblocca la gara un super ispirato Josip Ilicic autore anche poi dell'assist a Froiler per il gol del 3-1. Gol dello sloveno facile facile da due passi al 12' su assist di Spinazzola. Nella ripresa all'inatteso pareggio dei ciprioti firmato da Schembri ; ma di li a poco replicavano impagabilmente Petagna di testa al 19' prima e e Freuler con un bel tiro incrociato due minuti dopo liberato dall'assist di Ilicic poi fatto uscire da gasperini per una "clamorosa standing-ovation" ultra meritata, Gran partita dei nerazzurri che hanno creato tante palle-gol e che con questo 3-1 "vedono la qualificazione in un girone che non prometteva niente di buono poco dopo il sorteggio di Nyon.

 

Europa League, Nizza-Lazio 1-3: Inzaghi & Soci a punteggio pieno

UNA LAZIO BELLA DA IMPAZZIRE: BALO & SOCI STESI IN CASA 3-1
All'Allianz Riviera Balo porta avanti i francesi, poi Caicedo e Milinkovic (doppietta) ribaltano il risultato

NIZZA-LAZIO 1-3
Nizza (3-5-1-1): Cardinale ; Marlon , Dante , Le Marchand ; Burner , Lees-Melou (25' st Plea ), Mendy , Walter , Jallet (42' st Srarfi ); Sneijder ; Balotelli .
A disp.: Benitez, Sarr, Souquet, Koziello, Lusamba. All.: Favre
Lazio (3-5-1-1): Strakosha ; Bastos , Luiz Felipe , Radu ; Patric , Murgia , Di Gennaro (13' st Luis Alberto ), Milinkovic , Lulic ; Nani (13' st Immobile ); Caicedo (30' st Leiva ).
A disp.: Vargic, de Vrij, Crecco, Parolo. All.: Inzaghi
Arbitro: Thompson (Sco)
Marcatori: 4' Balotelli (N), 5' Caicedo (L), 21' st Milinkovic (L), 45' st Milinkovic (L)
Ammoniti: Mendy (N), Luiz Felipe (L)
Espulsi: -

Nizza- "Quanto sei bella Lazio"….quando è sera…"Continua infatti il "Magic.moment" dei biancazzurri anche all'Allianz Riviera dove la squadra di Inzaghi batte il Nizza 3-1 e resta in vetta al Gruppo K a punteggio pieno, "blindando" di fatto il passaggio del turno.
Nel primo tempo era proprio il più atteso..lui "super" Mario Balotelli, ad aprire le marcature all'"attenti-pronti-via 240 secodi di testa, 1-0.
L'urlo del vantaggio francese durava solo altro 60 secondi; al 5° Caicedo agguantava il pareggio dopo solo 54 secondi e Radu subito dopo metteva paura centrando una traversa a due passi da un disastroso Cardinale.
Nella ripresa decideva il match l'uno-due" di Milinkovic-Savic con una doppietta (65' e 90').
Lazio prima davvero ad un passo dal timbrare la vittoria del Gruppo K.

 

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 19 Ottobre 2017 21:39
 
Calcio: 2° serata di Champions: che belle la Roma a Londra e la Juve allo "Stadium" PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Mercoledì 18 Ottobre 2017 21:37

Calcio: che serata per le nostre due squadre
LA JUVENTUS VINCE NEI PRESSI DELLA  "ZONA CESARINI"; LA ROMA DA SPETTACOLO A LONDRA
2 GIRONI CHE POTREBBERO DARCI 2 QUALIFICAZIONI DOPO L'"IMPASSE" DEL NAPOLI IERI A MANCHESTER.

di Stefano Ballerini

CHELSEA-ROMA 3-3
Chelsea (3-5-2): Courtois, Azpilicueta, Christensen, Cahill; Zappacosta (32' st Rudiger), Bakayoko, David Luiz (12' st Pedro), Fabregas, Alonso; Hazard (35' st Willian), Morata. A disp.: Caballero, Scott, Kenedy, Batshuayi. All.: Conte
Roma (4-3-3): Alisson; Bruno Peres, Fazio, Juan Jesus, Kolarov; Nainggolan, Gonalons, Strootman (38' st Florenzi); Gerson (28' st Pellegrini), Dzeko, Perotti (43' st El Shaarawy). A disp.: Skorupski, H. Moreno, De Rossi, Under. All.: Di Francesco
Arbitro: Skomina (Slo)
Marcatori: 11' David Luiz (C), 37' Hazard (C), 40' Kolarov (R), 19' st Dzeko (R), 25' st Dzeko (R), 30' st Hazard (C)
Ammoniti: Bakayoko (C)
Espulsi:
Note:

Londra- Spettacolo, gol, errori ed emozioni , gara davvero non adatta ai deboli di coronarie. A Stamford Bridge va in scena una partita di rara bellezza. Una bellissima indomita Roma strappa un prezioso 3-3 contro il Chelsea pur con tante recriminazioni per aver sfiorato più lei la vittoria anche nel finalissimo più che il Chelsea dopo aver raggiunto il pareggio sul 3-3. I giallorossi danno vita ad un grande inizio partita, ma in 25 minuti vanno sotto 0-2 per i gol di David Luiz (11') e Hazard (37'), con i londinesi più favoriti da errori individuali giallorossi, che per loro bravura. Ma la Roma da Londra  non aveva davvero voglia di tornare sia battuta che a "mani nude": era prima Kolarov al 40' dà il la alla rimonta 2-1; poi altri due splendidi gol di Dzeko (64' e 70') firmano il clamoroso sorpasso. Ma la gara non era finita… Hazard al 75' era trovato purtroppo troppo solo di testa firmando il 3-3 che lasciava l'amaro in bocca, perché ancora Dzeko schiacciava sotto misura un gran colpo di testa che faceva la "barba al palo" della porta londinese di Courtois intento a "recitare le preghiere della sera" Blues che adesso salvatisi da una sconfitta casalinga che avrebbe inziato a preoccupare Mister Antonio Conte, conducono il girone a 7 punti, Roma che segue a 5, con adesso staccato l'Atletico Madrid. Grandissima partita, grandissimo spettacolo, enorme cuore giallorosso, ma che e quante recriminazioni per 3 punti buttati via…!!

 

All' "Allianz-Stadium" i bianconeri vanno di rimonta concretizzata in extremis..
LA JUVENTUS VINCE DI RIMONTA CON LO SPORTING: 2/2 CON I PORTOGHESI: A TORINO E' 2-1
Autogol di Alex Sandro, poi pareggia Pijanic su punizione e Manzdukic a 6 dalla fine firma il sorpasso

 

JUVE-SPORTING 2-1
Juve (4-2-3-1): Buffon; Sturaro (38' st Douglas Costa), Benatia (1' st Barzagli), Chiellini, Alex Sandro; Pjanic, Khedira (16' st Matuidi); Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain.
A disp.: Szczęsny, Asamoah, Bentancur, Bernardeschi. All.: Allegri
Sporting (4-2-3-1): Rui Patricio; Piccini, Coates, Mathieu, Fabio Coentrao (33' st Jonathan Silva); Carvalho, Battaglia (40' st Doumbia); Martins (30' st Palhinha), Fernandes, Acuna; Dost.
A disp.: Salin, André Pinto, Bruno César, Podence. All.: Jorge Jesus
Arbitro: Michael Oliver (Ing)
Marcatori: 12' aut. Alex Sandro (J), 28' Pjanic (J), 39' st Mandzukic (J)
Ammoniti: Sturaro, Chiellini (J); Coates, Fernandes (S)
Espulsi: -

Torino- Dopo gli ultimi colpi a vuoto in campionato in Coppa la Juve cercava la vittoria "rilancio". E ci sono voluti 84 minuti di sofferenza  (fino al 39° della ripresa) per vedere concretizzarsi  i tre punti preziosi per la Juve nella terza gara di Champions League. C' è voluto un altro gol per merito del solito indomito Mandzukic a far esplodere lo Stadium preoccupato di un possibile 3° match al rallentatore da parte dei ragazzi di Mister Allegri.
La squadra di "Acciuga" Allegri per battere 2-1 lo Sporting Lisbona e scavalcarlo in classifica deve tirar fuori un  match davvero più difficoltoso del previsto. Al 12' infatti gli uomini di Jorge Jesus passavano in vantaggio grazie a un autogol di Alex Sandro. Riannodata la partita, ritrovata la calma e la concentrazione poi il rientrante Pjanic pareggiava i conti al 29' con una perfetta punizione a battere Rui Patricio. Nella ripresa Juve all'assalto per trovare una vittoria fondamentale; e dai e dai, alla fin fine Mandzukic firmava la rete che decideva il match all'84' su perfetto assist di Douglas Costa facendo esplodere l'urlo liberatorio dello "Stadium".

Qarabağ
0
FINE
Atlético Madrid
0
Anderlecht
0
FINE
PSG
4
Juventus
2
FINE
Sporting
1
Benfica
0
FINE
Manchester United
1
Barcellona
3
FINE
Olympiacos
1
Chelsea
3
FINE
Roma
3
Bayern Monaco
3
FINE
Celtic
0
CSKA Mosca
0
FINE
Basilea
2

 

 
«InizioPrec.123456Succ.Fine»

Pagina 3 di 6
Copyright © 2022 FirenzeViolaSuperSport. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

Facebook

Segui FirenzeViolaSupersport
su Facebook.

Editoriale

di Stefano Ballerini

L'Isola d'Elba lo ricorderà per sempre

Fabio Bardelloni vive sempre in tutti Noi..

FABIO BARDELLONI  SARAI RICORDATO DA TUTTA  L'ELBA  E DA TUTTI NOI DELL'ELBA 97 CALCIO A 5 DA TUTTI GLI SPORTIVI ELBANI CHE TI HANNO VOLUTO BENE.

CIAO FABIO CI STAI MANCANDO SEMPRE..!!! TI PENSEREMO E RICORDEREMO SEMPRE GIOCANDO E VIVENDO GIORNI TREMENDI SENZA DI TE NEL TUO RICORDO PERENNE.

di Stefano Ballerini

Portoferraio- Era un Martedi 1° Maggio ora di pranzo...

doveva essere un giorno di festa dove alfine

del pomeriggio ci si sarebbe dovuti ritrovare

a San Giovanni per dare inizio alla "settimana

decisiva" in casa Elba 97. Sabato era in

programma ( era...)  gara 1 del Play Out tra

Elba 97, la tua Elba 97 e Bergamo.

Invece caro Fabio tutta l'Elba sgomenta

apprendecome una freccia al cuore che

Te ci hai appena lasciati...!!

Quella svolta a destra da Valle di Lazzaro

verso Procchiodopo essere andato a trovare

la tua fidanzatina. Piove,una pioggerellina

uggiosa la prima da 20 giorni a questa

parte; in sella alla sua moto "Motard 125

intraprendevi  una strada bagnata viscida

"quasi saponata", un asfalto usurato, 13

chilometri da percorrere con attenzione

massima...E invece una sbandata, un attimo

di disattenzione ( le prime ipotesi al vaglio

dei Carabinieri di Portoferraio), una caduta

rovinosa, drammatica, "definitiva". Fabio

Bardelloni ci lascia così in una maniera

inaspettatamente drammatica. 17 anni

speranza dello sport portoferraiese con la

"sua/nostra Elba 97 Calcio a 5 nelle  cui fila

da Allievo, quest'anno facendo autentici passi

da gigante arriva a giocare in Serie B ,

conquistandosi al pari dell'amico Ivan Gatto,

la convocazione nella Selezione Regionale

Allievi con "meta" verso l'inclusione nei 13

convocati finali per il Torneo delle Regioni che

conquistavi  sorretto dallo sforzo di tutti Noi

delegati ad accompagnarvi settimanalmente

tra Montecatini Poggibonsi, Firenze, soffredo,

( con quell'infortunio all'alluce che poteva

anche impedirti di vivere questa importante

esperienza) ma guadagnandosi la stima dei

tecnici della Selezione. Era appena tornato da

Perugia dove aveva disputato le 3 partite

segnando anche un gol con i 2 realizzati da

Ivan Gatto.

Adesso a 5 giorni dalla prima delle 2 partite che

da sole varrebbero una stagione intera, questa

immane tragedia, che pone ovviamente tutto in

secondo piano; Fabione mi ero affezzionato a Te

ed a Ivan; se non c'era l'appuntamento alla

trasferta infrasettimanale, quasi ci stavo male,

mi mancava "un qualcosa". Ti/vi avevo portato

Io a Coverciano per salire sul Pullman per Perugia

fiero assieme a tutta l'Elba 97 di avervi "caricato"

ben 2 nostri tesserati.  E Voi ci avete dato

dimostrazione di meritarvi quelle attenzioni: 2 gol

di Ivan un gol tuo, si inutili alfine della classifica

finale, ma importanti per il morale ed il blasone

societario che delle 3 Api elbane: Avere 2 nostri

ragazzi nella massima competizione nazionale

Allievi vederli anche andare in gol, aveva significato

tanto...tantissimo. Adesso però il "fato" ha appena

tirato il "suo rigo fatale"; quella svolta a destra,

quel rettilineo, questo schianto...e TE CI LASCI

COSI' ATTONITI DISPERATI.

Fabio rimarrai sempre nei nostri ricordifaremo

tutto nel tuo ricordo; siamo vicini ai tuoi Genitori

a tua sorella alla tua fidanzatina. Se ci sarà da

fare qualcosa Io ci sarò sempre.

Te dall'alto proteggici, guidaci, "dacci un segno";

Noi ti penseremo sempre.

Non vale però lasciarci così, in un 1° Maggio 2018

di festa tramutatasi in immane tragedia.

CIAO FABIONE TI RICORDO..TI RICORDIAMO

COSI'... UN BACIO !!!!. STEFANO

Firenze- E'stata un altra "immane perdita" nel mondo sportivo fiorentino"

CHIARA BAGLIONI TI RICORDIAMO SEMPRE...!!

Alcune belle immagini di Chiara Baglioni.

Marina di Campo- Alzatomi per controllare

posta e facebook rimasi  "di sasso":

apprendo che nella notte ci ha lasciato la

mia amica Chiara Baglioni . E' una

"Maledetta Primavera": prima Davide Astori,

poi Emiliano Mondonico, quel giorno Chiara

Baglioni.

Ma che sta succedendo, perchè "tutte a noi" ??.

Sapevo che aveva avuto un problema,

ma non avevo notizie da qualche tempo,

oltretutto sono più all'Elba che a Firenze.

L'ultimo ricordo di Chiara era a Moena,

Lei sempre carina, affabile gentile brava

perfetta sul lavoro; ci hanno unito tantissime

partite sia della Primavera che della Viola; per

qualche tempo avevo collaborato con Saverio

Pestuggia a Fisport ( alla Redazione di

ViolaNews.com le nostre più sentite

Condoglianze) per cui ci vedevamo e ci

sentivamo spesso. Adesso rimane solo il

grandissimo ricordo la stravolgente tristezza

per non averla più con Noi tutti; Niente sarà

come prima. Personalmente da oggi tutto

quelo che farà la Mia Redazione di Firenze

ViolaSupersport/FirenzeViolaSuperSportLive.com

ed Elbasport.com sarà dedicato a Lei.

Alla sua Famiglia, le nostre più sentite

Condoglianze; ci stringiamo a Voi nel caro

struggente ricordo di Chiara RIP

Stefano Ballerini, Paolo Caselli, Fabio Fallai,

Alessandro Coppini, Giacomo Morini e

rispettive Famiglie .

D'ORA IN POI TUTTO IN MEMORIA DI NICCOLO'

D'ora in poi tutto il nostro lavoro sarà legato

anche al ricordo di Niccolò Ciatti ( RIP)

----------------------------------------------------------

LA MEGA BUGIA DI NARDELLA: 1461 giorni !!

Ad oggi dal famoso 19 Luglio 2014 di Nardella

a Moena:" Oggi siamo arrivati alla data più

vicina all'apposizione della 1° pietra del

nuovo Stadio dei Della Valle alla Mercafir;

mancano 300 giorni 210 di carte dei

Geometri e 90 legali". Da li ad oggi sono

passati 1461 giorni, siamo passati per

una riunione di amici in Palazzo Vecchio

per la presentazione dell'ennesimo plastico

di uno Stadio che LI NON SORGERA' MAI

con la Banca Unipol da ME MANDATA IN

DIRETTA SU RADIO FIESOLE 2 giorni

prima :" Siamo molto incazzati...tutti

parlano dei nostri terreni di Castello; ma

nessuno mai ce li ha chiesti; alla Mercafir

NON LI DAREMO MAI". Postilla...La Mercafir

rimarrà alla Mercafir perlomeno per altri 9

anni; quei terreni di castello per fare il

trasloco non ci sono piu'; li ha comprati

Firenze Aeroporti Medicei per i nuovi

parcheggi dell'Aeroporto. Faremo

l'Aereoporto e dall'"attacco-stacco" della

nuova pista dientro la Caserma dei

Carabinieri per un raggio di 10 chilometri

non ci potrà essere ne la Mercafir stessa

NE TANTOMENO UNO STADIO:

DEREGULATION AVIAZIONE CIVILE . CIT !!!!

Le  3 stecche dello Stadio "secondo" Nardella

( ad oggi Giovedi  Giugno 19 Luglio 2018 dal 19

Luglio 2014 a Moena sono 1461 ) e quella secondo

Mario Cognigni sono 725

LA NUOVA "CONTRO STECCA" DELLO

STADIO "FANTASMA" DEI DELLA VALLE:

Dopo l'amichevole "contraddittorio con Mario

Cognigni a Moena "volendo" seguire il "

ragionamento viola iniziammo a tenere la

"contro-stecca dello Stadio:

il 23 Luglio  2016 iniziava il nostro nuovo

conteggio:

Sono passati 725  giorni.... Proseguiremo.

LA 3° STECCA DEL "FANTOMATICO STADIO

DEI DELLA VALLE ...E DI NARDELLA

Adesso  iniziamo a tenere la 3° Stecca del Nuovo

Stadio "sempre più fantasma " dei Della Valle.

DA VENERDI 10 CON LA NUOVA PROMESSA FATTA

DA NARDELLA: 2019 1° Pietra del nuovo Stadio

Conteggio : da Venerdi 10 Marzo ad Oggi Giovedi

19 Giugno 2018 sono 496  giorni.

Siamo ansiosi di vedere dove andremo a finire.

Intanto stiamo lavorando sul fronte BANCA UNIPOL

attendendo un documento dall'ufficio che sta

gestendo l'annosa questione dei terreni della

Mercafir.

In più a breve abbiamo gia avuto un incontro con

l'"Entourage" della Presidenza degli Aeroporti

Toscana  Medicei Firenze e Pisa per dare il la alla

programmazione del progetto costruzione della

nuova Pista "parallela "all'autostrada di circa

3000 metri da Castello al Polo di Sesto Fiorentino.

Su quella "linea..cono" di ingresso o di decollo

secondo la "Deregulation" dell'Aviazione Civile non

ci possono essere impianti sportivi ne tantomeno

Stadi.

Se "tanto mi da tanto" credo che a documento

ricevuto se  sarà quello che dico Io sarò costretto

ad alzarmi ed a dare lettura pubblica di tutt'altra

verità. In Palazzo Vecchio .........

NON ME L'HANNO LASCIATA CHIEDERE ...

AVEVANO UNA PAURA MATTA TUTTI QUANTI

------------------------------------------------------------

LA "MEGA BUGIA DI NARDELLA IN ATTO DAL 19

LUGLIO 2014 A MOENA...300 giorni divenuti ad

oggi 7 Maggio  2018 : 1461 !!!! MEGA BUGIA !!

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella quel giorno

salito a Moena "ci " annunciava: Ad oggi mancano

210 giorni + 90 per apporre il primo mattone del

nuovo Stadio di Firenze" ...!!! ( Pinocchio...one !!)

Da quel  discorso di Dario Nardella a Moena

del 19 Luglio 2014 sono passati ad oggi 19 Luglio

2018  4 anni esatti  2018 1461   giorni.!!!

E noi continueremo a tenere aggiornata la

"nostra stecca"

Stefano Ballerini e la sua Redazione.

 

E parallelamente apriamo la "contro stecca" del 3°

progetto dei Della Valle . Il 23 Luglio 2016  mi

sono permesso di mettermi " a tu per tu" con il

Presidente Operativo Mario Cognigni, mettendolo

sul "chi va là" dalle tante promesse finora

andate vane di Nardella.

I Della Valle asseriscono sicuri che lo Stadio

si farà li dove Nardella "asserirebbe": alla

Mercafir laddove però secondo noi e secondo

molti egli addetti ai lavori non si farà mai o se

"si farà" non prima di 6-7 anni.

Allora la stecca è partita: 23 Luglio 2016-19

Luglio 2018  fanno 725 giorni ogni giorno

l'aggiorneremo e vediamo dove andremo a

finire.

Da quell' incredibile 10 marzo in Palazzo

Vecchio ad oggi 19 Febbraio 2018 sono

496.... E NOI CONTINUIAMO...!!!

ma intanto al Sindaco Nardella,

all'Assessorato allo Sport vada il

più "FERVIDO"....VERGOGNATEVI

ASSOLUTAMENTE TUTTI  !!

Lo Stadio alla Mercafir NON SI FARA' MAI

STAMPATEVELO NEL CERVELLO

...SE CE L'AVETE !!!!

E COSI' FU'...LO STADIO ALLA MERCAFIR NON

SI E' FATTO...NON SIFARA' MAI...

Caro Dario Nardella...ho vinto io..le bugie

spesso hanno le gambe lunghe...ma alla fine

vince sempre chi le bugie non le racconta !!