Home CALCIO Dirette Testuali

Ultime notizie

Bed And Breakfast

cover.jpg
 
logo_err.jpg
Dirette Testuali
Calcio: Anderson "grazia" l'Inter che si salva "in barca": 0-0 PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Sabato 30 Dicembre 2017 19:59

Calcio: nel 1° posticipo grande "chanches" laziale sprecata a San Siro

ANDERSON A 2 METRI DALLA PORTA SPALANCATA  METTE FUORI: UNA BRUTTISSIMA INTER SALVA "IN BARCA"

INTER-LAZIO 0-0
Inter (4-2-3-1): Handanovic ; Cancelo (37' st Dalbert), Ranocchia, Skriniar, Santon; Vecino, Gagliardini; Candreva (27' st Joao Mario ), Borja Valero (40' st Brozovic ), Perisic; Icardi. A disp.: Padelli, Berni, Karamoh, Eder, Nagatomo, Lombardoni, Pinamonti. All.: Spalletti
Lazio (3-5-1-1): Strakosha; Bastos, De Vrij, Radu; Marusic, Parolo  Leiva, Milinkovic-Savic (38' st Nani), Lulic (13' st Lukaku ); Luis Alberto (20' st Felipe Anderson); Immobile. A disp.: Guerrier, Vargic, Patric, Basta, Wallace, Luiz Felipe, Neto, Jordao, Murgia. All.: S. Inzaghi
Arbitro: Rocchi
Marcatori: -
Ammoniti: Santon (I), Vecino (I), Radu (L)

Milano- Se Spalletti mangia il panettone a Milano lo deve ad Anderson che a porta spalancata a meno di 5 dalla fine tocca mollemente in assoluta superficialità un cross da deporre facilmente nel sacco neroazzurro. Nel 1° posticipo della 19°  ed ultima di andata, Inter e Lazio finisce 0-0. Gara intensa e con diverse occasioni quella di San Siro dove a sfiorare il gol sono stati Perisic e Anderson. Più intensa e propositiva la squadra di Inzaghi mentre quella di Spalletti riparte piano dopo due sconfitte consecutive in campionato. I nerazzurri  con uno score preoccupante di 1 punto nelle ultime 4 gare con l'uscita inframezzata dalla Coppa Italia, restano terzi in classifica a 41 punti, i biancocelesti (con una gara in meno) quinti a 37.

 
Calcio:Europa League:l'Atalanta "fa la Dea" col Lione1-0; Il Milan ko a Ryeka, la Lazio ko a Waregem PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Giovedì 07 Dicembre 2017 22:35

Ultimo turno di Europa League :per adesso 1 notizia bellissima ed una "rosso-nerissima"..
EUROPA LEAGUE: ATALANTA-LIONE 1-0; RYEKA MILAN 2-0
Petagna "dona il 1° posto"; Puljic e Gavranovic rovinano il cammino europeo dei rossoneri

pur già qualificati ai sedicesimi

La Lazio stava  perdendo a Waregem 1-0 ....gol annullato a Palombi; poi 2-0, ma

Caicedo prima e Lucas Leiva dicevano di una doppia rimonta sul  2-2...ma Iseka sigla

il 3-2 finale.

 

RIJEKA-MILAN 2-0
Rijeka (4-2-3-1): Sluga; Vesovic, Zuparic, Elez, Zuta; Males, Pavicic; Acosty (31' st Puncec ),

Gavranovic (35' st Crnic ), Kvrzic (40' st Mavrias ); Puljic . A disp.: Prskalo, Lepinjica, Santek,

Celikovic. All.: Kek .
Milan (3-5-2): Storari; Zapata, Paletta, Romagnoli; Calabria, Zanellato (30' st Abate ), Biglia

Locatelli Antonelli (35' st Forte ); Cutrone, André Silva. A disp.: A. Donnarumma, Montolivo,

Bonucci, Abate, Musacchio, Forte, Gabbia. All.: Gattuso
Arbitro: Vad (Ungheria)
Marcatori: 7' Puljic, 2' st Gavranovic
Ammoniti: Males (R); Andre Silva, Antonelli (M)
Espulsi: nessuno

Ryeka- Mamma mia che "razza" di Milan…Mister Gattuso non porta davvero bene:

1° punto concesso al Benevento, 1° vittoria e 1° sconfitta della sua gestione concessi

al Ryeka.

Finisce infatti con una sconfitta il gironcino di Europa League del Milan. I rossoneri di

Gattuso,pur già sicuri del primato nel Gruppo D, sono stati battuti 2-0 sul campo del

Rijeka già eliminato. Prestazione invereconda…le seconde linee milaniste sono andate

subito sotto per la punizione all'incrocio dei pali di Puljic all'attenti penti via al 7'.

La reazione è tutta concentrata in un pallonetto sbagliato da Cutrone, mentre a inizio

ripresa è arrivato il raddoppio di Gavranovic.

Milan comunque ai sedicesimi, ma che il "Diavolo"

si muova a fare i punti saviezza in campionato perché "questo" Milan da l'impressione

di non esserci per davvero !!

 

Europa League, Atalanta-Lione 1-0: Mister Gasperini porta i suoi al 1° posto... primo

nel girone
A Reggio Emilia decide un gol di Petagna al 10':
i nerazzurri restano imbattuti e vincono il Gruppo E

ATALANTA-LIONE 1-0
Atalanta (3-4-2-1) : Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Hateboer, Cristante (41' st De Roon),

Freuler, Spinazzola; Ilicic (37' st Palomino), Gomez; Petagna (31' st Kurtic).

A disp.: Gollini, Castagne, Orsolini, Cornelius. All.: Gasperini
Lione (4-2-3-1): Lopes; Rafael, Marcelo, Diakhaby, Mendy; Ferri, Ndombele;

Cornet (45' Geubbels), Fekir, Depay (23' st Aouar); Mariano Diaz (30' st Gouiri).

A disp.: Gorgelin, Tete, Marcal, Tousart. All.: Genesio
Arbitro: Eskov (Rus)
Marcatori: 10' Petagna (A)
Ammoniti: Freuler (A), Toloi (A)

Reggio Emilia- E andiamoooo grandissima Dea !!! Ancora al "Mapei Stadium" di Reggio

Emilia ( Impianto porta fortuna) con ancora tanti tifosi al seguito, l'Atalanta batte anche

il Lione 1-0 nell'ultimo turno di Europa League e chiude addirittura al primo posto il

Gruppo E.
Decide la gara un gol di Petagna in avvio al minuto 10' che sfrutta una deviazione

acrobatica di Hateboer imprimendo il tocco decisivo di testa a battere Lopes.

I bergamaschi soffrono il giusto con il Lione che chiede un rigore per un fallo di

mano in area della "Dea" con concesso. I bergamaschi così riescono nell'impresa

di chiudere la fase a gironi senza sconfitte. Gasperini, timbra i sedicesimi da testa di

serie, 4 vittorie e 2 pareggi.

E. League, i giovani biancazzurri perdono l'imbattibilità in Europa
ZULTE WAREGEM LAZIO 3-2.
In Belgio i biancocelesti chiudono con una sconfitta indolore la fase a gironi: decide

una prodezza di Iseka

ZULTE WAREGEM-LAZIO 3-2
Zulte Waregem (3-4-1-2): Bostyn; Heylen, de Fauw, Baudry; Walsh (42' st Saponjic),

Doumbia (1' st De Sart), Kaya, Madu (1' st Hamalainen); Coopman; de Pauw,

Leya Iseka. A disp. Leali, de Smet, Cordaro, Kastanos. All. Dury.
Lazio (3-5-2): Vargic; Patric, Luiz Felipe (19' st Wallace), Bastos; Basta,

Miceli (10' st Leiva), Murgia, Crecco (10' st Felipe Anderson), Lukaku; Palombi,

Caicedo. A disp. Guerrieri, Armini, Marusic. All. Inzaghi.
Arbitro: Kalogeropoulos (GRE)
Marcatori: 6' De Pauw (W), 15' st Heylen (W), 22' st Caicedo (L), 31' Leiva (L),

38' st Iseka (W)
Ammoniti: Walsh (W)
Espulsi: -

Waregem- La Lazio perde "sul più bello" l'imbattibilità in Europa perdendo l'ultimo

match a Warewgem, chiudendo con una sconfitta indolore l'ultimo turno della fase a

gironi di E. League.

Con la qualificazione al primo posto già in cassaforte, in Belgio la squadra

di Inzaghi scende con una formazione imbottita di giovani perdendo 3-2 con lo Zulte

Waregem pur dopo essere riuscita a rimontare il 2-0 dei padroni di casa. De Pauw

apre le marcature al 6' di testa, poi Heylen raddoppia i conti al 60' sugli sviluppi di un

corner con un Vargic "non perfettibile". Caicedo al 67' e Leiva al 76' riaprono il match,

ma poi Iseka chiude la gara con una perla di sinistro all'83' in girata dal limite.

Stavolta il gol del 3-2 è imparabile per l'estremo laziale.

Ultimo aggiornamento Lunedì 11 Dicembre 2017 17:05
 
Calcio: Il Napoli tradisce l'Ital-calcio: perde a Rotterdam 2-1 e va in Europa League PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Mercoledì 06 Dicembre 2017 22:17


Calcio: Partenopei  deludenti lontano dal San Paolo
FEYENOORD- NAPOLI 2-1: AZZURRI CHE SCIVOLANO IN EUROPA LEAGUE
Jorgensen e St Juste ribaltano l'immediato vantaggio illusorio di Zielinski.

Sarri chiude terzo nel Gruppo F, e da adesso pensano solo al Campionato

FEYENOORD-NAPOLI 2-1
Feyenoord (4-3-3): Vermeer; Nieuwkoop (30' st St Juste), Van Beek, Tapia, Malacia; Armabat,

Toornstra, Vilhena; Berghuis (26' st Larsson), Jorgensen, Boetius. A disp.: Jones, Diks,

Basacikoglu, Hansson, Kramer. All.: Van Bronckhorst.
Napoli (4-3-3): Reina; Maggio (20' st Mario Rui), Albiol, Koulibaly, Hysaj; Allan (15' st Rog),

Diawara, Hamsik; Callejon (29' st Ounas), Mertens, Zielinski. A disp.: Sepe, Chiriches,

Jorginho, Giaccherini. All.: Sarri.
Arbitro: Oliver (Inghilterra)
Marcatori: 2' Zielinski (N), 33' Jorgensen (F), 45' st St Juste (F)
Ammoniti: St Juste (F); Zielinski (N)
Espulsi: 38' st Vilhena (F) per somma di ammonizioni


Rotterdam- Iil calcio italiano"non fa il tanto atteso non c' è due senza tre"..

l Napoli infatti è stato eliminato dalla Champions League. Niente miracolo per gli azzurri

di Sarri che, pur partiti con il piede sull'acceleratore andando subito in gol alla prima

palla utile con Zielinski ma non aiutati dal Manchester City sconfitto dallo Shakhtar

Donestk, hanno raccolto purtroppo la terza sconfitta in trasferta nel girone.

Napoli agli Ottavi fino alla magia di Bernard al 26'. Da li in poi dopo il pareggio

olandese è tutta una gara in salita.

La complica la notizia del gol a porta vuota di Ismaily su errore di Ederson al 32' e

non può bastare il rigore di Aguero al 92' firmano il 2-1

che regala agli ucraini la qualificazione agli ottavi di finale assieme ai Citizens.
Al "De Kuip" , invece dopo l'immediato vantaggio di Zielinski al 2', ha vinto il

Feyenoord 2-1 con le reti di Jorgensen al 33' e di St Juste al 90' col Napoli proteso

all'attacco. Il Napoli sarà così la quarta squadra italiana in corsa in Europa League

con il trio già qualificato composto da Atalanta Lazio e Milan.

Ultimo aggiornamento Lunedì 11 Dicembre 2017 17:33
 
Calcio: Martedi di Champions "magico" per Juventus e Roma; domani ci proverà il Napoli PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Martedì 05 Dicembre 2017 22:09

Calcio: "Martedi da Leoni " in Champions; le 2 italiane agli Ottavi; Domani tocca al Napoli

Un gol di Perotti nella ripresa stende gli azeri. E' anche primo posto per il pareggio in Chelsea-Atletico
LA ROMA RIBALTA IL PRONOSTICO: QARABAG BATTUTO 1-0; ELIMINATO L'ATLETICO MADRID !!!

Roma- Suona a tutto volume Antonello Venditti "Roma Roma Romaaaa" .. il popolo romanista

lo canta a squarcia gola, la Società giallorossa festeggia una giornata storica: passaggio "

a sorpresa" agli Ottavi e "Si" al nuovo Stadio. Nell'ultima giornata della fase a gironi di

Champions League, davanti a 40.000 spettatori ( un po' pochi a dire il vero trattandosi di

un match assolutamente decisivo) la Roma supera 1-0 il Qarabag e si qualifica agli ottavi

come prima del girone eliminando l'Atletico Madrid. . Primo tempo avaro di emozioni

all'Olimpico: la conclusione più pericolosa è di Nainggolan che impegna Sehic in pieno

recupero. I giallorossi trovano il gol-vittoria al 53' grazie a Perotti, bravo a iniziare l'azione

e a chiuderla di testa a porta vuota dopo una respinta di Sehic su Dzeko.

Nel finale prima Manolas esalta Sehic, poi Dzeko manca in diagonale largo il 2-0 Lunedì

11 il sorteggio.
IL TABELLINO

ROMA-QARABAG 1-0
Roma (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Nainggolan, De Rossi,

Strootman; El Shaarawy (27' st Gerson), Dzeko, Perotti (36' st Pellegrini). A

disp.: Skorupski, Juan Jesus, H. Moreno, Gonalons, Schick. All.: Di Francesco
Qarabag (4-5-1): Sehic; Medvedev, Rzezniczak, Yunuszade, Guerrier; Izmailov

(31' st Quintana), Míchel, Garayev, Richard Almeida, Madatov (40' st Ramazanov);

Ndlovu (40' st Sheydaev). A disp.: Kanibolotsky, Amirguliev, Huseynov, Diniyec.

All.: Gurbanov
Arbitro: Stieler (Ger)
Marcatori: 8' st Perotti (R)
Ammoniti: Guerrier (Q), Míchel (Q), Dzeko (R), Yunuszade (Q), Rzezniczak (Q)
Espulsi:
Note:

Champions, In terra greca i bianconeri timbrano il passaggio agli Ottavi
Olympiacos-Juve 0-2: Allegri agli ottavi
Ai bianconeri bastano le reti di Cuadrado e Bernardeschi per regolare i greci

OLYMPIACOS-JUVE 0-2
Olympiacos (4-3-3): Proto; Elabdellaoui, Engels, Nikolaou, Koutris; Tachtsidis, Romao,

Odjidja (20' st Fortounis); Pardo, Djurdjevic (26' st Ben Nabouhane), Sebà (1' st Marin).
A disp.: Choutesiotis, Botía, Gillet, Androutsos. All.: Lemonis
Juventus (4-3-2-1): Szczesny; De Sciglio, Barzagli (24' st Rugani), Benatia, Alex Sandro;

Khedira, Matuidi; Cuadrado (38' st Bernardeschi), Dybala (22' st Pjanic), Douglas Costa;

Higuain.
A disp.: Pinsoglio, Asamoah, Marchisio, Mandzukic. All.: Allegri
Arbitro: Borbolan (Spa)
Marcatori: 15' Cuadrado (J), 44' st Bernardeschi (J)
Ammoniti: Koutris, Djurdjevic, Nikolaou (O); Benatia (J)
Espulsi: -

Atene- Con un gol per tempo la Juve nell'ultima giornata del gruppo D di Champions

League supera l'Olimpyakos Pireo e passa per 2° dietro il Barcellona qualificandosi per

gli Ottavi. Ad Atene la squadra di Allegri conferma di aver ritrovato la "via maestra" e

dopo l'1-0 a Napoli con cui ha riaperto il suo campionato, mette a referto anche il

passaggio in Champions. Cuadrado rompe gli indugi "quasi subito" al 15' su perfetto

assist di Alex Sandro, poi i bianconeri si vedono protetti a ripetizione dalle belle parate

di Szczesny. Nella ripresa greci vicini al pareggio con Ben Nabouhane centra un palo in

coabitazione con Rugani , poi Bernardeschi entrato per Cuadrado al 38° chiude il match

all'89' con un sinistro a giro da destra a sinistra.

Ultimo aggiornamento Lunedì 11 Dicembre 2017 17:10
 
Calcio: i 2 anticipi del 15° turno: vince la Roma, poi la Juve espugna il "San Paolo" 1-0 al Napoli PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Venerdì 01 Dicembre 2017 22:46

Calcio: i 2 anticipi del 15° turno

di Stefano Ballerini

Big-Match deciso da colui che non doveva nemmeno essere convocato...
NAPOLI-JUVENTUS: 0-1 LA DECIDE IL PIPITA: CAMPIONATO RIAPERTO
Il grande ex chiude il contropiede decisivo al 1° vero assalto al 13'. Primo ko interno per Sarri, Juve che risale a -1

NAPOLI-JUVENTUS 0-1

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui (31' st Maggio); Allan (22' st Zielinski), Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne (31' st Ounas). A disp.: Sepe, Rafael, Chiriches, Scarf, Maksimovic, Rog, Diawara, Giaccherini, Leandrinho. All.: Sarri.
Juventus (4-3-2-1): Buffon; De Sciglio (38' st Barzagli), Benatia, Chiellini, Asamoah; Khedira (22' st Marchisio), Pjanic, Matuidi; Dybala, Douglas Costa (34' st Cuadrado); Higuain. A disp.: Szczesny, Pinsoglio, Rugani, Bentancur, Alex Sandro, Sturaro, Bernardeschi. All.: Allegri
Arbitro: Orsato
Marcatori: 13' Higuain
Ammoniti: Mertens, Mario Rui (N); Chiellini (J)
Espulsi: nessuno


Napoli- "El segna semper Lu". Gonzalo Higuain colui che da grande ex lunedì pareva non poter essere nemmeno convocato, poi sbarcato a Fuorigrotta segna addirittura il gol decisivo che sbanca "il San Paolo" riaprendo il campionato. Arriva alla quindicesima di campionato una partita che potrebbe far ri-scrivere una nuova pagina fondamentale della stagione. Al San Paolo di Napoli,pieno come un uovo sin da metà pomeriggio in attesa di una sfida che se vinta dagli azzurri avrebbe dato vita alla "fuga per lo scudetto", è la Juventus di Max  Allegri che  riesce a far un scherzetto  non da poco davvero indigesto per i tifosi partenopei imponendosi capitalizzando al massimo lo 0-1 firmato da Higuain al 13'…praticamente all' "attenti-pronti-via". E' stato proprio il grande ex a concludere in rete un contropiede perfetto infliggendo al Napoli la prima sconfitta in campionato. Con questa vittoria i bianconeri si riportano a -1 dagli azzurri di Sarri. Gode l'Inter, gode la Roma che staca aspettando "solo" questo risultato dopo aver battuto la Spal 3-1, forse gode la metà e passa di tifosi italiani bianco-neri: campionato riaperto.

Serie A: I giallorossi tornano alla vittoria e guardano da vicino la nuova testa della classifica
ROMA-SPAL 3-1: MA TUTTO TROPPO FACILE DALL'IMMEDIATO 11 CONTRO 10 GIALLOROSSO
Per la squadra di Mister Di Francesco a segno con Dzeko dopo "tempo immemore" , Strootman e Pellegrini. Gara condizionata dall'espulsione di Felipe dopo 11'.

ROMA-SPAL 3-1
Roma (4-3-3): Alisson; Florenzi, Juan Jesus, Manolas , Kolarov (30' st Emerson ); Strootman, Gonalon (16' st Gerson ), Pellegrini; Ünder (19' st Schick ), Dzeko, El Shaarawy. A disp.: Skorupski, Lobont, Peres, Castan, Fazio, H. Moreno, Antonucci. All.: Di Francesco
Spal (3-5-2): Gomis; Cremonesi, Vicari, Felipe; Lazzari, Rizzo, Grassi (25' st Schiavon), Viviani, Mattiello; Paloschi (33' st Borriello ), Bonazzoli (20' Mora ). A disp.: Marchegiani, Oikonomou, Poluzzi, Vitale, Bellemo, Schiattarella, Floccari. All.: Semplici
Arbitro: Abisso
Marcatori: 19' Dzeko, 32' Strootman (R), 8' st Pellegrini (R), 11' st Viviani
Ammoniti: Gonalons (R), Grassi (S), Schiavon (S)
Espulsi: All'11' Felipe (S) per fallo su Dzeko (chiara occasione da gol)
Note: Al 10' st Alisson (R) para un rigore a Viviani

Roma- Nel primo anticipo della 15a giornata di Serie A la Roma torna alla vittoria, dopo il "pari buttato al Ferraris genoano battendo 3-1 all'Olimpico la Spal di Mister Semplici. Gara subito in discesa per i giallorossi: Felipe si aggrappa a Dzeko lanciato a rete e viene espulso dopo 11'. Il bosniaco a "secco" da "tempo immemore" la sblocca al 19', poi Strootman raddoppia (32'). Nella ripresa Pellegrini fa tris al 53'. Il gol della bandiera degli ospiti è di Viviani, che si fa parare si il rigore-cucchiaio da Alisson ma segna sulla ribattuta (55'). Esordisce Patrik Schick che sfiora subito il gol denotando passi da gigante verso il pieno recupero tanto da poter essere considerato l'acquisto già innestato del mercato di riparazione. Alla fine di Napoli-Juventus 0-1 per i giallo-rossi la festa era doppia…classifica dice infatti di: Napoli 38 Juventus 37, Inter 36, Roma 34 ( una partita in meno da recuperare a Genova con la Sampdoria e dunque "ipoteticamente" la Roma potrebbe dirsi seconda a patto di battere la "Doria")

 
«InizioPrec.12345Succ.Fine»

Pagina 1 di 5
Copyright © 2018 FirenzeViolaSuperSport. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

Facebook

Segui FirenzeViolaSupersport
su Facebook.

Editoriale

di Stefano Ballerini

D'ORA IN POI TUTTO IN MEMORIA DI NICCOLO'

D'ora in poi tutto il nostro lavoro sarà legato

anche al ricordo di Niccolò Ciatti ( RIP)

----------------------------------------------------------

LA MEGA BUGIA DI NARDELLA: 2188 giorni !!

Le  3 stecche dello Stadio "secondo" Nardella

( oggi Giovedi   28 Dicembre    2017

sono 2188 )  e secondo Mario Cognigni

LA NUOVA "CONTRO STECCA" DELLO

STADIO "FANTASMA" DEI DELLA VALLE:

Dopo l'amichevole "contraddittorio con Mario

Cognigni a Moena "volendo" seguire il "

ragionamento viola iniziammo a tenere la

"contro-stecca dello Stadio:

il 23 Luglio  2016 iniziava il nostro nuovo conteggio:

Sono passati 515  giorni.... Proseguiremo.

LA 3° STECCA DEL "FANTOMATICO STADIO

DEI DELLA VALLE ...E DI NARDELLA

Adesso  iniziamo a tenere la 3° Stecca del Nuovo

Stadio "sempre più fantasma " dei Della Valle.

DA VENERDI 10 CON LA NUOVA PROMESSA FATTA

DA NARDELLA: 2019 1° Pietra del nuovo Stadio

Conteggio : da Venerdi 10 Marzo

ad Oggi Giovedi 28 Dicembre   sono 293  giorni.

Siamo ansiosi di vedere dove andremo a finire.

Intanto stiamo lavorando sul fronte BANCA UNIPOL

attendendo un documento dall'ufficio che sta

gestendo l'annosa questione dei terreni della

Mercafir.

In più a breve avremo un incontro con

l'"Entourage" della Presidenza degli Aeroporti

Toscana  Medicei Firenze e Pisa per dare il la alla

programmazione del progetto costruzione della

nuova Pista "parallela "all'autostrada di circa

3000 metri da Castello al Polo di Sesto Fiorentino.

Su quella "linea..cono" di ingresso o di decollo

secondo la "Deregulation" dell'Aviazione Civile non

ci possono essere impianti sportivi ne tantomeno

Stadi.

Se "tanto mi da tanto" credo che a documento

ricevuto se  sarà quello che dico Io sarò costretto

ad alzarmi ed a dare lettura pubblica di tutt'altra

verità. In Palazzo Vecchio .........

NON ME L'HANNO LASCIATA CHIEDERE ...

AVEVANO UNA PAURA MATTA TUTTI QUANTI

------------------------------------------------------------

LA "MEGA BUGIA DI NARDELLA IN ATTO DAL 19

LUGLIO 2014 A MOENA...300 giorni divenuti 2188

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella quel giorno

salito a Moena "ci " annunciava: Ad oggi mancano

210 giorni + 90 per apporre il primo mattone del

nuovo Stadio di Firenze" ...!!! ( Pinocchio...one !!)

Da quel  discorso di Dario Nardella a Moena

del 19 Luglio 2014 sono passati 2188   giorni.

E noi continueremo a tenere aggiornata la

"nostra stecca"

Stefano Ballerini e la sua Redazione.

 

E parallelamente apriamo la "contro stecca" del 3°

progetto dei Della Valle . Il 23 Luglio 2016  mi

sono permesso di mettermi " a tu per tu" con il

Presidente Operativo Mario Cognigni, mettendolo

sul "chi va là" dalle tante promesse finora

andate vane di Nardella.

I Della Valle asseriscono sicuri che lo Stadio

si farà li dove Nardella "asserirebbe": alla

Mercafir laddove però secondo noi e secondo

molti egli addetti ai lavori non si farà mai o se

"si farà" non prima di 6-7 anni.

Allora la stecca è partita: 23 Luglio 2016 -28

Dicembre 2017 fanno 490  giorni ogni giorno

l'aggiorneremo e vediamo dove andremo a

finire.

Da quell' incredibile 10 marzo in Palazzo

Vecchio sono 293.... E NOI CONTINUIAMO...!!!