Home NUOTO Nuoto Fondo e Gran Fondo Nuoto: Partiti i Mondiali di Barcellona;male gli azzurri del fondo 5 Km

Ultime notizie

Bed And Breakfast

cover.jpg
 
logo_err.jpg
Nuoto: Partiti i Mondiali di Barcellona;male gli azzurri del fondo 5 Km PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Sabato 20 Luglio 2013 14:48

Nuoto: Aperti Mondiali a Barcellona: Male purtroppo il fondo azzurro

Mondiali. 5 Km fem. Grimaldi 7^, la fiorentina Bruni 10^
Nella 5 km maschile peggio…16. Federico Vanelli  24° il livornese Luca Ferretti

La partenza della gara di Fondo 5 Km :


Barcellona- Imbottigliate. Martina Grimaldi e Rachele Bruni non riescono ad esprimere la loro velocità, intrappolate nel gruppo che naturalmente si forma nel bacino raccolto al Moll De La Fusta di Barcellona, stretto tra barche e passeggiata. le 2 azzurre finiscono rispettivamente al 7° e decimo posto. Avrebbero dovuto raggiungere la testa della gara il prima possibile. Ma sono state precedute dalla statunitense Haley Danita Anderson e dalla brasiliana Poliana Okimoto Cintra, rispettivamente oro in 56'34"2 e argento in 56'34"4. Dal gruppone che segue spunta la mano dell'altra brasiliana Ana Marcela Cunha, bronzo in 56'44"7. Ci aveva provato anche la Rebecca Wilke Mann, 16 anni e un personale da 15'5 ma, ancora troppo giovane ed inesperta, finisce inghiottita dal gruppo quando comincia a spalleggiare per le posizioni che contano. Martina Grimaldi tocca settima in 56'46"3 dopo aver raggiunto anche la seconda posizione a metà gara. Decima Rachele Bruni in 56'48"1, quinta alla prima boa.
Piuttosto amareggiata la nostra fiorentina Rachele Bruni; anche lei nuoterà la dieci chilometri, ma rispetto a Martina Grimaldi ha una velocità di base più sviluppata e meno tenuta. La voglia di riscatto alimentata dai due ori europei consecutivi a Eilat 2011 e Piombino 2012 dopo il quarto posto ai mondiali di Shanghai 2011 è rimasta inespressa. "Sono delusa - racconta la 22enne fiorentina, tesserata per Esercito e Forum SC ed allenata da Fabrizio Antonelli - Sono rimasta intrappolata nella seconda parte di gara. Ho cercato vanamente uno spazio utile per aumentare ritmo, ma ogni volta che provavo a spostarmi verso l'esterno mi ritrovavo al centro. Mi aspettavo di più, inutile nasconderlo. Ora proverò a resettare la gara e a preparare al meglio la dieci chilometri. Nel pomeriggio già abbiamo un allenamento".

Seguono i risultati delle Azzurre
1. Haley Danita Anderson (USA) 56'34"2
2. Poliana Okimoto Cintra (Bra) 56'34"4
3. Ana Marcela Cunha (Bra) 56'44"7
7. Martina Grimaldi 56'46"3
10. Rachele Bruni 56'48"1

Male…malissimo i 2 azzurri della 5 Km: Federico Vanelli esce dal campo gara al Moll De La Fusta di Barcellona con tanta esperienza ma con un deludente 16° posto; peggio va al nostro livornese e più esperto  Luca Ferretti che finisce 24° e con l'occhio sinistro gonfio e un taglio sullo zigomo medicato in infermeria. La 5 chilometri maschile non riserva soddisfazioni agli azzurri che non trovano lo spunto per uscire dal gruppo che inseguiva il tunisimo Oussama Mellouli, medaglia d'oro in 53'30"4, il canadese Eric Hedlin, argento in 53'31"6, e il tedesco Thomas Lurz, bronzo in 53'32"2.
La gara femminile aveva indicato la tattica da seguire. Peraltro molto semplice. Partire a bomba, mantenere il ritmo e avvicinare le boe con un margine di vantaggio per non essere risucchiati dalla tonnara. Sia Vanelli sia Ferretti ci hanno provato. Ma lo specchio d'acqua prevalentemente piatto e stretto ha agevolato il compito dei "velocisti".
Vanelli si è piazzato 16esimo in 53'42"3, dopo essere stato quarto alla prima boa; Ferretti più giù, 24esimo in 53'47"1 (decimo alla boa).
"Più che nuoto in acque libere mi sembrava di nuotare in una mega piscina - racconta Ferretti, 28enne livornese tesserato per la Marina Militare e il Nuoto Livorno e allenato da Stefano Franceschi - Dobbiamo abituarci a questa tipologia di specchio d'acqua: è televisiva, raccolta e agevola la visione daglia spalti, ma per noi non è il massimo. Purtroppo ho subito immediatamente un colpo, ma era una tonnara, non ne faccio una colpa a nessuno. Ho cercato di nuotare fuori dal gruppo per evitare di trovarmi schiacciato, ma non ci sono riuscito. Giovedì c'è il team event. Proveremo a riscattare questo risultato negativo".
"Era importante capire il momento giusto per partire, ma soprattutto trovarsi nella posizione giusta. Purtroppo non sono riuscito a fare nessuna delle due cose". Schietto e sincero, l'esordiente Vanelli non appare deluso, ma cosciente di ciò che l'aspetta nel prosieguo della carriera. "L'ambizione è imparare il più velocemente possibile dalle esperienze, crescere come atleta e, perché no, conquistare il prima possibile una medaglia internazionale - sottolinea il 22enne lodigiano di Zelo Buon Persico, tesserato per il CC Aniene ed allenato da Emanuele Sacchi - Volavano tante botte. Quelle le ho scansate. Ma forse avrei dovuto anche darle. A metà gara ero in buona posizione. Poi sono stato risucchiato dal gruppo e non sono riuscito più ad uscire".

Il commento del cittì il piombinese Massimo Giuliani: "Sapevamo che le cinque chilometri sarebbero state molto veloci e tecniche, con pochi agenti atmosferici che avrebbero potuto influire o condizionare la gara. Il mare si è presentato piatto e caldo. Peraltro il bacino molto stretto non ha aiutato sorpassi ed era determinante stare davanti. Sia le ragazze sia i ragazzi ci sono riusciti nel primo tratto, poi sono stati risucchiati e schiacciati dal gruppo. Avrebbero dovuto trovare una posizione più congeniale per sfruttare la loro velocità. Non nascondo che speravamo in qualcosa di più in termini di piazzamenti e magari in una medaglia nel settore femminile, pertanto il primo bilancio è leggermente sotto le aspettative. Buona, comunque, la prova dell'esordiente Vanelli; ottime le indicazioni ricevute da Grimaldi e Bruni per la 10 chilometri e da Ferretti per il team event. Il mondiale è appena cominciato".

Seguono i risultati degli Azzurri
1. Oussama Mellouli (Tun) 53'30"4
2. Eric Hedlin (Can) 53'31"6
3. Thomas Lurz (Ger) 53'32"2
16. Federico Vanelli 53'42"3
24. Luca Ferretti 53'47"1

 
Copyright © 2019 FirenzeViolaSuperSport. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

Facebook

Segui FirenzeViolaSupersport
su Facebook.

Editoriale

di Stefano Ballerini

L'Isola d'Elba nel dramma :

Ci ha lasciato Fabio Bardelloni

CI HA LASCIATO FABIO BARDELLONI  ELBA 97 CALCIO A 5.

CIAO FABIO CI MANCHERAI..!!! TI PENSEREMO E RICORDEREMO SEMPRE GIOCANDO E VIVENDO GIORNI TREMENDI SENZA DI TE NEL TUO RICORDO PERENNE.

di Stefano Ballerini

Portoferraio- Martedi 1° Maggio ora di pranzo...

doveva essere un giorno di festa dove alfine

del pomeriggio ci si sarebbe dovuti ritrovare

a San Giovanni per dare inizio alla "settimana

decisiva" in casa Elba 97. Sabato era in

programma ( era...)  gara 1 del Play Out tra

Elba 97, la tua Elba 97 e Bergamo.

Invece caro Fabio tutta l'Elba sgomenta

apprendecome una freccia al cuore che

Te ci hai appena lasciati...!!

Quella svolta a destra da Valle di Lazzaro

verso Procchiodopo essere andato a trovare

la tua fidanzatina. Piove,una pioggerellina

uggiosa la prima da 20 giorni a questa

parte; in sella alla sua moto "Motard 125

intraprendevi  una strada bagnata viscida

"quasi saponata", un asfalto usurato, 13

chilometri da percorrere con attenzione

massima...E invece una sbandata, un attimo

di disattenzione ( le prime ipotesi al vaglio

dei Carabinieri di Portoferraio), una caduta

rovinosa, drammatica, "definitiva". Fabio

Bardelloni ci lascia così in una maniera

inaspettatamente drammatica. 17 anni

speranza dello sport portoferraiese con la

"sua/nostra Elba 97 Calcio a 5 nelle  cui fila

da Allievo, quest'anno facendo autentici passi

da gigante arriva a giocare in Serie B ,

conquistandosi al pari dell'amico Ivan Gatto,

la convocazione nella Selezione Regionale

Allievi con "meta" verso l'inclusione nei 13

convocati finali per il Torneo delle Regioni che

conquistavi  sorretto dallo sforzo di tutti Noi

delegati ad accompagnarvi settimanalmente

tra Montecatini Poggibonsi, Firenze, soffredo,

( con quell'infortunio all'alluce che poteva

anche impedirti di vivere questa importante

esperienza) ma guadagnandosi la stima dei

tecnici della Selezione. Era appena tornato da

Perugia dove aveva disputato le 3 partite

segnando anche un gol con i 2 realizzati da

Ivan Gatto.

Adesso a 5 giorni dalla prima delle 2 partite che

da sole varrebbero una stagione intera, questa

immane tragedia, che pone ovviamente tutto in

secondo piano; Fabione mi ero affezzionato a Te

ed a Ivan; se non c'era l'appuntamento alla

trasferta infrasettimanale, quasi ci stavo male,

mi mancava "un qualcosa". Ti/vi avevo portato

Io a Coverciano per salire sul Pullman per Perugia

fiero assieme a tutta l'Elba 97 di avervi "caricato"

ben 2 nostri tesserati.  E Voi ci avete dato

dimostrazione di meritarvi quelle attenzioni: 2 gol

di Ivan un gol tuo, si inutili alfine della classifica

finale, ma importanti per il morale ed il blasone

societario che delle 3 Api elbane: Avere 2 nostri

ragazzi nella massima competizione nazionale

Allievi vederli anche andare in gol, aveva significato

tanto...tantissimo. Adesso però il "fato" ha appena

tirato il "suo rigo fatale"; quella svolta a destra,

quel rettilineo, questo schianto...e TE CI LASCI

COSI' ATTONITI DISPERATI.

Fabio rimarrai sempre nei nostri ricordifaremo

tutto nel tuo ricordo; siamo vicini ai tuoi Genitori

a tua sorella alla tua fidanzatina. Se ci sarà da

fare qualcosa Io ci sarò sempre.

Te dall'alto proteggici, guidaci, "dacci un segno";

Noi ti penseremo sempre.

Non vale però lasciarci così, in un 1° Maggio 2018

di festa tramutatasi in immane tragedia.

CIAO FABIONE TI RICORDO..TI RICORDIAMO

COSI'... UN BACIO !!!!. STEFANO

Firenze- Altra "immane perdita" nel mondo sportivo fiorentino"

PURTROPPO  CI HA LASCIATO CHIARA BAGLIONI

Alcune belle immagini di Chiara Baglioni.

Marina di Campo- Alzatomi per controllare

posta e facebook sono rimasto "di sasso":

apprendo che nella notte ci ha lasciato la

mia amica Chiara Baglioni . E' una

"Maledetta Primavera": prima Davide Astori,

poi Emiliano Mondonico, adesso Chiara

Baglioni.

Ma che sta succedendo, perchè "tutte a noi" ??.

Sapevo che aveva avuto un problema,

ma non avevo notizie da qualche tempo,

oltretutto sono più all'Elba che a Firenze.

L'ultimo ricordo di Chiara era a Moena,

Lei sempre carina, affabile gentile brava

perfetta sul lavoro; ci hanno unito tantissime

partite sia della Primavera che della Viola; per

qualche tempo avevo collaborato con Saverio

Pestuggia a Fisport ( alla Redazione di

ViolaNews.com le nostre più sentite

Condoglianze) per cui ci vedevamo e ci

sentivamo spesso. Adesso rimane solo il

grandissimo ricordo la stravolgente tristezza

per non averla più con Noi tutti; Niente sarà

come prima. Personalmente da oggi tutto

quelo che farà la Mia Redazione di Firenze

ViolaSupersport/FirenzeViolaSuperSportLive.com

ed Elbasport.com sarà dedicato a Lei.

Alla sua Famiglia, le nostre più sentite

Condoglianze; ci stringiamo a Voi nel caro

struggente ricordo di Chiara RIP

Stefano Ballerini, Paolo Caselli, Fabio Fallai,

Alessandro Coppini, Giacomo Morini e

rispettive Famiglie .

D'ORA IN POI TUTTO IN MEMORIA DI NICCOLO'

D'ora in poi tutto il nostro lavoro sarà legato

anche al ricordo di Niccolò Ciatti ( RIP)

----------------------------------------------------------

LA MEGA BUGIA DI NARDELLA: 1461 giorni !!

Ad oggi dal famoso 19 Luglio 2014 di Nardella

a Moena:" Oggi siamo arrivati alla data più

vicina all'apposizione della 1° pietra del

nuovo Stadio dei Della Valle alla Mercafir;

mancano 300 giorni 210 di carte dei

Geometri e 90 legali". Da li ad oggi sono

passati 1461 giorni, siamo passati per

una riunione di amici in Palazzo Vecchio

per la presentazione dell'ennesimo plastico

di uno Stadio che LI NON SORGERA' MAI

con la Banca Unipol da ME MANDATA IN

DIRETTA SU RADIO FIESOLE 2 giorni

prima :" Siamo molto incazzati...tutti

parlano dei nostri terreni di Castello; ma

nessuno mai ce li ha chiesti; alla Mercafir

NON LI DAREMO MAI". Postilla...La Mercafir

rimarrà alla Mercafir perlomeno per altri 9

anni; quei terreni di castello per fare il

trasloco non ci sono piu'; li ha comprati

Firenze Aeroporti Medicei per i nuovi

parcheggi dell'Aeroporto. Faremo

l'Aereoporto e dall'"attacco-stacco" della

nuova pista dientro la Caserma dei

Carabinieri per un raggio di 10 chilometri

non ci potrà essere ne la Mercafir stessa

NE TANTOMENO UNO STADIO:

DEREGULATION AVIAZIONE CIVILE . CIT !!!!

Le  3 stecche dello Stadio "secondo" Nardella

( ad oggi Giovedi  Giugno 19 Luglio 2018 dal 19

Luglio 2014 a Moena sono 1461 ) e quella secondo

Mario Cognigni sono 725

LA NUOVA "CONTRO STECCA" DELLO

STADIO "FANTASMA" DEI DELLA VALLE:

Dopo l'amichevole "contraddittorio con Mario

Cognigni a Moena "volendo" seguire il "

ragionamento viola iniziammo a tenere la

"contro-stecca dello Stadio:

il 23 Luglio  2016 iniziava il nostro nuovo

conteggio:

Sono passati 725  giorni.... Proseguiremo.

LA 3° STECCA DEL "FANTOMATICO STADIO

DEI DELLA VALLE ...E DI NARDELLA

Adesso  iniziamo a tenere la 3° Stecca del Nuovo

Stadio "sempre più fantasma " dei Della Valle.

DA VENERDI 10 CON LA NUOVA PROMESSA FATTA

DA NARDELLA: 2019 1° Pietra del nuovo Stadio

Conteggio : da Venerdi 10 Marzo ad Oggi Giovedi

19 Giugno 2018 sono 496  giorni.

Siamo ansiosi di vedere dove andremo a finire.

Intanto stiamo lavorando sul fronte BANCA UNIPOL

attendendo un documento dall'ufficio che sta

gestendo l'annosa questione dei terreni della

Mercafir.

In più a breve abbiamo gia avuto un incontro con

l'"Entourage" della Presidenza degli Aeroporti

Toscana  Medicei Firenze e Pisa per dare il la alla

programmazione del progetto costruzione della

nuova Pista "parallela "all'autostrada di circa

3000 metri da Castello al Polo di Sesto Fiorentino.

Su quella "linea..cono" di ingresso o di decollo

secondo la "Deregulation" dell'Aviazione Civile non

ci possono essere impianti sportivi ne tantomeno

Stadi.

Se "tanto mi da tanto" credo che a documento

ricevuto se  sarà quello che dico Io sarò costretto

ad alzarmi ed a dare lettura pubblica di tutt'altra

verità. In Palazzo Vecchio .........

NON ME L'HANNO LASCIATA CHIEDERE ...

AVEVANO UNA PAURA MATTA TUTTI QUANTI

------------------------------------------------------------

LA "MEGA BUGIA DI NARDELLA IN ATTO DAL 19

LUGLIO 2014 A MOENA...300 giorni divenuti ad

oggi 7 Maggio  2018 : 1461 !!!! MEGA BUGIA !!

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella quel giorno

salito a Moena "ci " annunciava: Ad oggi mancano

210 giorni + 90 per apporre il primo mattone del

nuovo Stadio di Firenze" ...!!! ( Pinocchio...one !!)

Da quel  discorso di Dario Nardella a Moena

del 19 Luglio 2014 sono passati ad oggi 19 Luglio

2018  4 anni esatti  2018 1461   giorni.!!!

E noi continueremo a tenere aggiornata la

"nostra stecca"

Stefano Ballerini e la sua Redazione.

 

E parallelamente apriamo la "contro stecca" del 3°

progetto dei Della Valle . Il 23 Luglio 2016  mi

sono permesso di mettermi " a tu per tu" con il

Presidente Operativo Mario Cognigni, mettendolo

sul "chi va là" dalle tante promesse finora

andate vane di Nardella.

I Della Valle asseriscono sicuri che lo Stadio

si farà li dove Nardella "asserirebbe": alla

Mercafir laddove però secondo noi e secondo

molti egli addetti ai lavori non si farà mai o se

"si farà" non prima di 6-7 anni.

Allora la stecca è partita: 23 Luglio 2016-19

Luglio 2018  fanno 725 giorni ogni giorno

l'aggiorneremo e vediamo dove andremo a

finire.

Da quell' incredibile 10 marzo in Palazzo

Vecchio ad oggi 19 Febbraio 2018 sono

496.... E NOI CONTINUIAMO...!!!

ma intanto al Sindaco Nardella,

all'Assessorato allo Sport vada il

più "FERVIDO"....VERGOGNATEVI

ASSOLUTAMENTE TUTTI  !!

Lo Stadio alla Mercafir NON SI FARA' MAI

STAMPATEVELO NEL CERVELLO

...SE CE L'AVETE !!!!