Home

Ultime notizie

cover.jpg
 
logo_err.jpg
Calcio: Gli Esordienti A 2001 viola vincono il "Memorial Baldi" PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Domenica 30 Dicembre 2012 20:20

Gli Esordienti A Prov 2001  Lonzi  centrano un altro successo

Il " Memorial Baldi" disputato allo Stadio Nelli a Montemurlo si tinge di Viola: Empoli travolto 6-1

Nella semifinale la Fiorentina aveva sconfitto il Coiano 9-0 Bongiorni 2, Polo Bini, Pardera, Fiorini, Le Rose, Burgassi, Nencini .

 

Montemurlo- Gli Esordienti A viola 2001 si aggiudicano il "Memorial Baldi" sconfiggendo con punteggio tennistico l'Empoli: 6-1 recita il risultato finale .

Nel primo tempo i viola andavano a segno 3 volte: Pierozzi Niccolò, Polo, Bonini.

Nel secondo la Fiorentina arrotondava segnando altri 2 gol con Buffa e Fioravanti

Nel terzo a gara ormai segnata divisione della posta con un 1-1: Per i viola a segno Edoardo Pierozzi.

Ultimo aggiornamento Domenica 30 Dicembre 2012 20:21
 
Copyright © 2015 FirenzeViolaSuperSport. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

Editoriale

di Stefano Ballerini

 

* "LA STECCA DELLO STADIO": 75 GIORNI FA  SONO SCADUTI I 210 GIORNI + 90 = 300 DI NARDELLA CHE DA 75  GIORNI  E' UFFICIALMENTE PIU' BUGIARDO DEL SUO PREDECESSORE RENZI !!! VERGOGNAAAAAAA-

NARDELLA: SEI FUORI DI 75  GIORNI...!!! DI FATTO UN ANNO INTERO  + 10 GIORNI  19 Luglio 2014/ 29 Luglio 2015

Ed a Radio Blù qualche tempo fa il Sindaco di Firenze tornava a parlare dello Stadio......

Ai microfoni di Radio Blu è intervenuto il sindaco di Firenze Dario Nardella, che torna a parlare della questione del nuovo stadio. Ecco quello che ha detto : “Lo stadio si fa. Per quello che riguarda i tempi dipende tutto dai Della Valle che devono presentare un progetto che sarà costoso”.

RISPOSTA SECCA: I DELLA VALLE DI PROGETTI NE HANNO GIA' PRESENTATI DUE, MA IL COMUNE LI HA SEMPRE BOCCIATI: VERGOGNATEVIIIIIIIIII !!!

ANDREA DELLA VALLE FATTI SENTIRE CON QUESTI VERGOGNOSI BUROCRATI COMUNISTI !!!

Ed ancora pochi giorni fa  Nardella ancora  "falloforeggiava " ." Non siamo mai stati così vicini al nuovo Stadio" ...si rispondiamo noi....che ...non nascerà mai ... !!!

E ORA C'E'  UN NUOVO OSTACOLO: IL CONTRO RICORSO DI BANCA UNIPOL: L'AFFARE SI RICOMPLICA "MALEDETTAMENTE" E SONO DI OGGI 10 GIUGNO LE PROBLEMATICHE "INSORMONTABILI" DELLO SPOSTAMENTO DELLA MERCAFIR SU "ALTRI" 18.000 MQ....!!!

VERGOGNAAAAAAAAAA !!!

Agenda dell'10  Luglio  2015: Ricordate queste parole di qualche giorno fa ? “Stadio? Mai stati così vicino come adesso. Fiorentina ha già iniziato a lavorare sul progetto definitivo”. Questa una breve battuta rilasciata dal sindaco di Firenze Dario Nardella nel corso di una lunga intervista concessa a La Nazione.

MA CHE CI PIGLI "PE' SELLINO ?????

 

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella salito a Moena "ci " annunciava : Ad oggi mancano 210 giorni + 90 per apporre il primo mattone del nuovo Stadio di Firenze" ...!!! ( Pinocchio...one !!)

Da quel  discorso di Dario Nardella a Moena del 19 Luglio sono passati 375 giorni. Un anno intero + 9 giorni  E Si perchè siamo arrivati anche al 29  Luglio 2015  con i viola di Paulo Sousa  che dopo aver  battuto il Benfica 5-4 dopo i calci di rigore ( 0-0 al 90°) , sono  per tornati in Italia, avendo conosciuto il loro primo avversario in campionato: il Milan, attendendo il Barcellona per il 3° turno viola dell'I.C.C a Firenze.  Ora come ora  sono  altre problematiche fresche di giornata che non faranno certamente piacere ai Della Valle già "incazzati" per le faccende viola...!!  Qualcosa mi dice che....nonostante quanto è riportato qua sotto...

IL PROSSIMO STADIO :  UN "POSSIBILE PASSO AVANTI: LA GIUNTA DI FIRENZE SI ERA ESPRESSA FAVOREVOLMENTE;

Ma ad oggi sono 75 i giorni "in sforo" dopo che erano scaduti ufficialmente quei  300 giorni annunciati a Moena ( la foto sopra) Continua  il conteggio "stecca" dei giorni "dello sforo": +75 ...375 un anno intero + 10 giorni : Nardella continua, giorno dopo giorno a tagliare  anche lui  traguardi davvero poco lusinghieri !!

Ma del nuovo Stadio per ora manco l'ombra.

Chiacchere tante...troppe, fatti...nonostante la novità di giornata, per adesso "diciamo" ...pochini.. per non dire POCHI stabilendo: NULLA !!

Ma nonostante questo Noi proseguiamo con la nostre "stecca"...vediamo dove andiamo a finire...

7 Luglio 2015: annotiamo:

Stadio Milan, fumata bianca: è arrivato il via libera

Nel "classico quattro e quattr'otto" il Milan avrà il suo Stadio; a Firenze il Comune prende "pe sellino" i Della Valle , i tifosi viola, Noi giornalisti ormai da 11 anni..da quel famoso plastico del "Four Season".

Fondazione Fiera Milano ha accettato l'offerta dei rossoneri. Barbara Berlusconi: "Giornata storica"

 

Stadio Milan, fumata bianca: è arrivato il via libera

Fumata bianca per il nuovo stadio del Milan al Portello. Il Comitato esecutivo di Fondazione Fiera Milano, dopo sei mesi di trattative, ha finalmente rotto gli indugi e deciso di accettare l'offerta del club rossonero dando di fatto il via libera alla costruzione del nuovo impianto davanti a casa Milan nell'area della vecchia Fiera milanese. Barbara Berlusconi è insomma riuscita a realizzare il suo sogno regalando al Diavolo un nuovo stadio.

Ci dispaice per l'Andrea Della Valle..pensiero:" Saremo il 2° Club a farci lo Stadio..."

Caro Andrea  uscite allo scoperto e "infamate il Comune di Firenze: Dominici-Renzi,adesso Nardella; 11 anni di "prese pe sellino" 11 anni di "prese per il culo" , 11 anni di bugie, di ostacoli, di preclusioni, 11 anni di "Rosiconi" 11 anni di vane attese, di progetti " rimbalzati; dopo il "muro di gomma di Ustica ecco il 2° Muro di Gomma sullo Stadio di Firenze . Un film "sconvolgente, inimmaginabile, allucinante, incomprensibile, vergognoso.

 

A Firenze invece  c' è di mezzo anche il "contro ricorso" di Banca Unipol: altro ostacolo . Nardella faccia chiarezza. ...ci stiamo stancando.... !!!

Da un "tenebroso"  16 Giugno  si insinua adesso un altro  dubbio.....

Firenze- Nel primo pomeriggio del 16 Giugno  si è tenuto un importante incontro tra il Comune di Firenze ed i vertici della Mercafir per fare il punto della situazione sul futuro del CAP (Centro Alimentare Polivalente) in relazione al progetto per il nuovo stadio della Fiorentina (e le opere connesse). Erano presenti il Sindaco Dario Nardella e l’Assessore al Bilancio Lorenzo Perra. Come noto, il progetto presentato al Comune dalla Fiorentina prevederebbe  il trasloco altrove dei capannoni dell’ingrosso alimentare e per questo l’Amministrazione di Palazzo Vecchio ha pubblicato un bando per individuare un terreno atto ad ospitare i nuovi mercati generali.

Ma le tre offerte presentate dai privati non rispecchiano le indicazioni richieste (essere ubicato all’interno del territorio comunale, avere una superficie di almeno 15 ettari e una consona viabilità). “Il Sindaco – ha dichiarato il presidente di Mercafir Angelo Falchetti – ha presentato il suo programma di lavoro, riportando l’esito del primo bando e chiarendo che l’Amministrazione continuerà a cercare anche altre possibili soluzioni, ma soprattutto ha dato un termine ultimo in cui prendere una decisione definitiva. A ottobre verrà sciolto il nodo. Il nostro compito – ha aggiunto Falchetti – sarà quello di valutare le opzioni ed entrare nel merito, poi a ottobre si decide”.

Ci vorranno dunque altri quattro mesi, ( 120 giorni in più oltre i 33 di sforo  cui siamo arrivati oggi 17 Giugno 2015)  dunque e poi nel caso in cui non venga trovata una soluzione che venga accolta dai grossisti, si procederà alla riqualificazione del mercato ortofrutticolo nel comparto nord dell’area Mercafir. Lo riporta ilsitodifirenze.it.

COME A RIBADIRE PURTROPPO CHE LO STADIO DEI DELLA VALLE A FIRENZE NON SORGERA' MAI....!!!

DA OGGI IL NOSTRO SINDACO CHE QUANDO ERA IL MIGLIOR ASSESSORE ALLO SPORT CHE FIRENZE AVESSE MAI AVUTO, IO "ADORAVO"  E' UFFICIALMENTE PIU' BUGIUARDO DEL SUO PREDECESSORE RENZI !!!

Ultimissima del 18 Marzo: L'ultima di Dario Nardella ......

“Abbiamo già fatto una serie di incontri da quando la Fiorentina ha manifestato pubblicamente, sulla base della legge vigente, l’intenzione di realizzare uno stadio. Noi sappiamo che abbiamo in città opere pubbliche rilevanti e che la realizzazione di queste opere pubbliche deve avvenire con il rigoroso rispetto delle leggi e delle procedure”. Lo ha detto il sindaco Dario Nardella rispondendo al patron gigliato Andrea Della Valle che ieri sera aveva annunciato nel post partita di Fiorentina-Milan la volontà di fare un incontro proprio con il primo cittadino di Firenze dopo i due ricorsi fatti al Tar sull’area della Mercafir, quest’ultima da tempo designata da Palazzo Vecchio per la realizzazione del nuovo stadio.

Per la serie...Lo Stadio a Firenze non lo faranno mai...vogliamo scommettere ?

Oggi 13 Marzo arrivano nuove notizie "poco rassicuranti" :

Nuovo stadio, assalto legale a Palazzo Vecchio. Entro pochi giorni gli avvocati Sandro Guerra e Ciro Benelli depositeranno il ricorso al Tar per conto dei grossisti della Mercafir, chiedendo l’annullamento della delibera del 7 gennaio, con la quale la giunta Nardella dichiara l’interesse pubblico della proposta della Fiorentina.

Mentre già da alcuni giorni invece il gruppo Unipol, dopo aver già messo mano alle carte bollate per chiedere l’accesso alla documentazione viola che Palazzo Vecchio non vuol rendere pubblica, ha presentato un secondo ricorso al Tar chiedendo la stessa cosa: l’annullamento della delibera di gennaio. Per Palazzo Vecchio è quasi un accerchiamento. E la strada verso il nuovo stadio dei Della Valle, che hanno scelto di presentare entro un anno il progetto definitivo, diventa d’un colpo un percorso ad ostacoli. «Da qui non ci muoviamo», ripete il presidente dei grossisti Mercafir Guido Fanti. Che attraverso i legali contestano le procedure della delibera della giunta Nardella – dal mancato voto in consiglio comunale alla mancato percorso partecipativo con gli operatori del mercato – e soprattutto la violazione del principio del ‘legittimo affidamento’: solo due anni prima lo stesso Comune aveva destinato la parte nord della Mercafir agli operatori mentre la delibera dello scorso gennaio, spiegano Guerra e Benelli, rimuove la posizione del mercato precedentemente stabilita senza neppure prevedere un indennizzo.

* Anche Unipol però, che ha presentato ricorso attraverso la controllata Nit (‘Nuove iniziative toscane’), cioè la società titolare dei permessi a costruire sui terreni di Castello, chiede l’annullamento della delibera in ragione di un danno presunto. Quale? Quello di aver previsto la cittadella viola alla Mercafir, cioè un centro commerciale di 77mila metri quadrati, paragonabile per dimensioni ai Gigli, appena al di là della strada, di viale XI Agosto, quando lo stesso Palazzo Vecchio aveva sottoscritto assieme a Fonsai (oggi passata nelle mani del gruppo bolognese) il Piano di recupero esecutivo (Pue) che prevedeva a Castello 42mila metri quadrati di commerciale. Quasi una ‘concorrenza sleale’.

Lla Repubblica

Ma oggi un altra "clamorosa" novità

Si farà il nuovo stadio alla Mercafir. Ok della Fiorentina: ecco i 18 milioni

Il progetto del nuovo stadio nell'area Mercafir

Firenze, 28 febbraio 2015 - UN ALTRO ostacolo scavalcato. La Fiorentina dà l’ok alle prescrizioni imposte da Palazzo Vecchio per realizzare la cittadella viola nell’area Mercafir. E, tra le due opzioni possibili, sceglie di presentare entro un anno il progetto definitivo, tendendo conto degli obblighi previsti (l’ipotesi scartata prevedeva invece la presentazione di un progetto preliminare aggiornato nel termine di 90 giorni). Una soluzione solo apparentemente più lunga: in realtà, passando direttamente al progetto definitivo, si saltano alcuni passaggi burocratici che ruberebbero all’iter altro tempo prezioso. Il primo, più oneroso, tra i paletti imposti, farsi carico dei costi per trovare una nuova casa ai mercati generali: circa 18 milioni di euro. Che fanno lievitare l’investimento complessivo per la realizzazione del nuovo stadio, della galleria commerciale e delle strutture ricettive a oltre 320 milioni di euro.

L’ACCORDO C’È. La notizia del via libera in arrivo da parte della Fiorentina ha cominciato a diffondersi ieri mattina ed è rimbalzata per l’intera giornata, mescolandosi ai silenzi di Palazzo Vecchio, in attesa di un comunicato ufficiale da parte della società viola che a sera inoltrata non è ancora arrivato. L’accordo c’è ed è giunto sull’onda dell’entusiasmo per il passaggio agli ottavi di finale in eurocoppa, accompagnato da una sottile delusione per il sorteggio maligno che anche il tifoso viola di casa a Palazzo Chigi, commenta così: «Ma di tutte... proprio la Roma!», è il tweet del premier Matteo Renzi.

UN OSTACOLO superato, dunque. Ma di là ci sono montagne. Magari pure verdi. Ma sempre problemi da sormontare sono. Per la realizzazione del nuovo stadio il percorso è in salita, nonostante la volontà di Palazzo Vecchio e della famiglia Della Valle di arrivare in fondo, serviranno tempo, pazienza e soldi. «Per la posa della prima pietra», se tutto andrà bene, «bisognerà aspettare tre anni», ha puntualizzato l’assessore all’Urbanistica Elisabetta Meucci rispondendo alla domanda diretta del consigliere comunale di Forza Italia Jacopo Cellai in commissione Bilancio.

SALTA dunque il cronoprogramma indicato dalla Fiorentina nel progetto presentato il 14 luglio scorso a Palazzo Vecchio dov’era prevista la conclusione dei lavori entro il 2018. Probabilmente, invece, quello sarà l’anno in cui i lavori potranno iniziare. Poi ne serviranno due tondi per la realizzazione delle strutture. C’è il nodo della Mercafir da sciogliere. Già lunedì il Comune pubblicherà il bando per la ricerca del terreno su cui far sorgere la nuova sede dei mercati generali. La Mercafir scalpita, a quest’ora le ruspe sarebbero già al lavoro se la Fiorentina non avesse modificato il suo progetto chiedendo al Comune di occupare l’intera area, anche la parte destinata al mercato: la società ha due milioni fermi in cassa per il piano di recupero. E ha fretta di svilupparsi.

LA PROSSIMA settimana ci saranno altri momenti importanti per il destino del nuovo stadio. Unipol, proprietaria dell’area di Castello, finalmente renderà pubblica la sua strategia. Dopo i colloqui con la famiglia Della Valle, con il sindaco Nardella, con il direttore generale di Palazzo Vecchio e responsabile del procedimento stadio Giacomo Parenti, dopo i ricorsi al Tar, Unipol si farà viva con la città. Potrebbe saltare fuori un accordo per far realizzare la Mercafir sul terreno di Castello. E magari cercare di realizzare, con la licenza a costruire 100mila metri cubi, almeno un centro commerciale con strutture ricettive satellite per la nuova cittadella viola.

di Ilaria Ulivelli

 

Ora  Eugenio Giani rilancia la "difficoltà" viola ad accollarsi il ricollocamento della Mercafir . Andiamo verso "problemoni" . Date retta a me....

Domenica 8 Febbraio nel "post" Fiorentina Atalanta, Andrea Della Valle ha detto che al momento continuano ad esserci problemi, che bisogna continuare ad avere pazienza ma che assolutamente entro l'estate la famiglia Della Valle si aspetta di avere una risposta definitiva...

Noi "purtroppo" ribadiamo:" SIAMO ASSOLUTAMENTE CERTI CHE LO STADIO A FIRENZE ...SE LO SI FARA' CI VORRANNO...ANNI E PERTANTO .....

E sono dei giorni scorsi  l'altro le notizie che i progetti per i nuovi stadi di Roma e Milan saranno pronti   nel breve volgere dei prossimi 3 mesi.

Il "sogno" dunque di Andrea Della Valle di poter essere il 2° Presidente  a farsi lo Stadio di proprietà stanno andando " a farsi benedire": la Juve già ce l'hà; l'Udinese lo avrà pronto per l'inizio del prossimo campionato; se lo sta costruendo in "corso d'opera".

Roma e Milan se lo faranno prima della Fiorentina ( questo è certo) .

Fossimo in Andrea Della Valle andremmo a Palazzo Vecchio a "prendere pubblicamente per il collo" chi di dovere.

COMPORTAMENTO DI PALAZZO VECCHIO DAL PLASICO DEL "FOUR SEASON" AD OGGI SEMPLICEMENTE : VERGOGNOSO !!!!!!

E qualche giorno fa intervistato dal Corriere Fiorentino, il sindaco di Firenze Dario Nardella parla delle sue sfide per il 2015 e tra queste affrontava  anche la questione Mercafir.

Lo stadio nuovo, un tormento…?

«Siamo in dirittura d’arrivo sulla proposta della Fiorentina. Il 7 gennaio, dopo l’Epifania, daremo la nostra risposta».
È ottimista?
«Prudenzialmente ottimista».

Ma dopo la sconfitta di Parma la notizia positiva per i tifosi viola ecco che puntuale giunge da Palazzo Vecchio.

La Giunta Comunale  ha dato  l’ok alla proposta, al progetto per la realizzazione del nuovo Stadio presentato dalla Fiorentina il 14 luglio scorso e poi inviato il 20 settembre ai soggetti che prendono parte alla conferenza dei servizi.

Sul Nuovo stadio, ecco Nardella: "Oggi  la giunta si è espressa favorevolmente sul progetto Stadio :
Adesso tocca alla Fiorentina presentare un nuovo progetto pensando anche alla riqualificazione del Mercato Ortofrutticolo  sul progetto Della Valle"

Firenze-Il  Mercoledi 7 gennaio 2015  potrebbe essere catalogato  come il "D-day" decisivo: dopo che era stata annunciata per oggi la risposta favorevole del Comune, stamattina è arrivata la risposta decisiva da cui si riparte: è la  una svolta per il futuro del nuovo stadio di Firenze. Lo conferma il sindaco Dario Nardella . «Oggi  noi abbiamo preso una decisione importantissima. Abbiamo fatto  bene il nostro lavoro: la giunta comunale si è riunita  e, si è espressa favorevolmente  sul progetto presentato dalla Fiorentina e sulla dichiarazione di interesse pubblico dell'opera fatto dal club gigliato» ha ribadito il primo cittadino che, al momento non ha in programma nuovi incontri con il patron della Fiorentina Andrea Della Valle ma la Fiorentina adesso deve pensare a presentare un nuovo progetto dando il loro beneplacito alle nostre intenzioni pensando però anche parallelamente alla "riqualificazione" del Mercato Ortofriutticolo.

Ora tocca dunque alla Fiorentina e al Comune mettere la palla in gol. Lo faranno!
Il futuro del calcio è nei nuovi impianti» ha detto Renzi ricordando anche la candidatura italiana alle Olimpiadi 2024.

Il via libera –dunque finalmente c’è. Pur condizionato a una serie di prescrizioni. La prima: che la Fiorentina assicuri una soluzione per il mercato ortofrutticolo. In buona sostanza la società viola si dovrà impegnare a cercare un terreno e a pagarlo per permettere il trasloco del mercato ortofrutticolo.

Il  10 Gennaio ecco il comunicato viola:

Nota informativa sulle decisioni della Giunta Comunale in merito all'interesse pubblico per realizzazione del nuovo stadio

Firenze- La Fiorentina prende atto della decisione con cui la Giunta Comunale ha dichiarato l’interesse pubblico per la realizzazione del nuovo stadio esprimendo parere positivo rispetto al piano di fattibilità e al piano economico finanziario presentato il 14 luglio.

Per massima chiarezza e per non confondere le idee a cittadini e tifosi, contrariamente a quanto affermato da qualche organo di stampa la Fiorentina non può allo stato esprimere alcuna valutazione sui termini della delibera poiché non ne conosce il contenuto. Le nostre osservazioni saranno rese pubbliche non appena avremo avuto occasione di esaminare il documento. Chiariamo peraltro fin d’ora che il progetto non intende ledere i diritti, o gli interessi, di nessuno e che quindi la sua realizzazione è subordinata all’individuazione di soluzioni che consentano da un lato di salvaguardare tutti gli interessi coinvolti e, dall’altro, di rispettare l’equilibrio economico - finanziario dell’iniziativa, come richiesto dalla normativa vigente.

Le altre problematiche sono di carattere squisitamente tecnico (e anche economico). Ma tutte saranno riepilogate nell’allegato alla delibera che  la giunta ha appena approvato.  La Fiorentina avrà 60 giorni di tempo per valutare e dare una risposta al sindaco come infatti asserisce nella comunicazione odierna.  Per realizzare la cittadella viola, secondo lo studio preliminare presentato dalla Fiorentina, la società viola investirà 305 milioni e 800mila euro. Lo stadio sarà una struttura completamente coperta che potrà accogliere 40mila persone: con caratteristiche identiche agli stadi più moderni europei, risponderà a standard di altissimo livello qualitativo. Il modello da cui maggiormente trae ispirazione ricalca quello dell’Allianz Arena di Monaco di Baviera.
La prima pietra dovrebbe dunque essere posta nel 2016. Una data lontanissima ..che dovrebbe voler dire che prima del 2018 lo Stadio non potrà essere consegnato ed inaugurato, se non ci saranno nel frattempo "altri paletti" in mezzo.
Le parole di Andrea Della Valle dunque, come avevamo anticipato si tradurranno in " amara attualità".
La Fiorentina non sarà la 2° Società a farsi lo Stadio.
La Juventus è stata la prima, l'Udinese che se lo sta costruendo sarà la 2°, la Roma che lo dovrebbe avere tra 2 anni, la 3°. Poi il Milan dovrebbe cominciare a costruirselo dopo la fine dell'Expo e sarà la 4° ; l'Inter entrando nella proprietà di San Siro, lo "sbasserà" levando il 3° anello ( lavori in un certo senso brevi) e sarà la 5°. La Fiorentina "forse sarà la 6°….Forse…speriamo...  

Stefano Ballerini e la sua Redazione