Home
cover.jpg
 
logo_err.jpg
Calcio: Gli Esordienti A 2001 viola vincono il "Memorial Baldi" PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Domenica 30 Dicembre 2012 20:20

Gli Esordienti A Prov 2001  Lonzi  centrano un altro successo

Il " Memorial Baldi" disputato allo Stadio Nelli a Montemurlo si tinge di Viola: Empoli travolto 6-1

Nella semifinale la Fiorentina aveva sconfitto il Coiano 9-0 Bongiorni 2, Polo Bini, Pardera, Fiorini, Le Rose, Burgassi, Nencini .

 

Montemurlo- Gli Esordienti A viola 2001 si aggiudicano il "Memorial Baldi" sconfiggendo con punteggio tennistico l'Empoli: 6-1 recita il risultato finale .

Nel primo tempo i viola andavano a segno 3 volte: Pierozzi Niccolò, Polo, Bonini.

Nel secondo la Fiorentina arrotondava segnando altri 2 gol con Buffa e Fioravanti

Nel terzo a gara ormai segnata divisione della posta con un 1-1: Per i viola a segno Edoardo Pierozzi.

Ultimo aggiornamento Domenica 30 Dicembre 2012 20:21
 
Copyright © 2015 FirenzeViolaSuperSport. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

Editoriale

di Stefano Ballerini

 

* "LA STECCA DELLO STADIO"

Dal discorso di Dario Nardella a Moena del 19 Luglio sono passati 215 giorni. E siamo entrati nel Febbraio 2015..ma qualcosa mi dice che....nonostante quanto è riportato qua sotto...

IL PROSSIMO STADIO :  UN "POSSIBILE PASSO AVANTI: LA GIUNTA DI FIRENZE SI E' ESPRESSA FAVOREVOLMENTE;  AL LAVORO ANCHE UN SUPER CONSULENTE .

Ai famosi 210 + 90 = 300 giorni, passati 215 ne mancherebbero dunque 85, ma del nuovo Stadio per ora manco l'ombra. Chiacchere tante...troppe, fatti...nonostante la novità di giornata, per adesso "diciamo" ...pochini

Oggi Eugenio Giani rilancia la "difficoltà" viola ad accollarsi il ricollocamento della Mercafir . Andiamo verso "problemoni" . Date retta a me....

Domenica 8 Febbraio nel "post" Fiorentina Atalanta, Andrea Della Valle ha detto che al momento continuano ad esserci problemi, che bisogna continuare ad avere pazienza ma che assolutamente entro l'estate la famiglia Della Valle si aspetta di avere una risposta definitiva...

Noi "purtroppo" ribadiamo:" SIAMO ASSOLUTAMENTE CERTI CHE LO STADIO A FIRENZE ...SE LO SI FARA' CI VORRANNO...ANNI E PERTANTO .....

E sono dei giorni scorsi  l'altro le notizie che i progetti per i nuovi stadi di Roma e Milan saranno pronti   nel breve volgere dei prossimi 3 mesi.

Il "sogno" dunque di Andrea Della Valle di poter essere il 2° Presidente  a farsi lo Stadio di proprietà stanno andando " a farsi benedire": la Juve già ce l'hà; l'Udinese lo avrà pronto per l'inizio del prossimo campionato; se lo sta costruendo in "corso d'opera".

Roma e Milan se lo faranno prima della Fiorentina ( questo è certo) .

Fossimo in Andrea Della Valle andremmo a Palazzo Vecchio a "prendere pubblicamente per il collo" chi di dovere.

COMPORTAMENTO DI PALAZZO VECCHIO DAL PLASICO DEL "FOUR SEASON" AD OGGI SEMPLICEMENTE : VERGOGNOSO !!!!!!

E qualche giorno fa intervistato dal Corriere Fiorentino, il sindaco di Firenze Dario Nardella parla delle sue sfide per il 2015 e tra queste affrontava  anche la questione Mercafir.

Lo stadio nuovo, un tormento…?

«Siamo in dirittura d’arrivo sulla proposta della Fiorentina. Il 7 gennaio, dopo l’Epifania, daremo la nostra risposta».
È ottimista?
«Prudenzialmente ottimista».

Ma dopo la sconfitta di Parma la notizia positiva per i tifosi viola ecco che puntuale giunge da Palazzo Vecchio.

La Giunta Comunale  ha dato  l’ok alla proposta, al progetto per la realizzazione del nuovo Stadio presentato dalla Fiorentina il 14 luglio scorso e poi inviato il 20 settembre ai soggetti che prendono parte alla conferenza dei servizi.

Sul Nuovo stadio, ecco Nardella: "Oggi  la giunta si è espressa favorevolmente sul progetto Stadio :
Adesso tocca alla Fiorentina presentare un nuovo progetto pensando anche alla riqualificazione del Mercato Ortofrutticolo  sul progetto Della Valle"

Firenze-Il  Mercoledi 7 gennaio 2015  potrebbe essere catalogato  come il "D-day" decisivo: dopo che era stata annunciata per oggi la risposta favorevole del Comune, stamattina è arrivata la risposta decisiva da cui si riparte: è la  una svolta per il futuro del nuovo stadio di Firenze. Lo conferma il sindaco Dario Nardella . «Oggi  noi abbiamo preso una decisione importantissima. Abbiamo fatto  bene il nostro lavoro: la giunta comunale si è riunita  e, si è espressa favorevolmente  sul progetto presentato dalla Fiorentina e sulla dichiarazione di interesse pubblico dell'opera fatto dal club gigliato» ha ribadito il primo cittadino che, al momento non ha in programma nuovi incontri con il patron della Fiorentina Andrea Della Valle ma la Fiorentina adesso deve pensare a presentare un nuovo progetto dando il loro beneplacito alle nostre intenzioni pensando però anche parallelamente alla "riqualificazione" del Mercato Ortofriutticolo.

Ora tocca dunque alla Fiorentina e al Comune mettere la palla in gol. Lo faranno!
Il futuro del calcio è nei nuovi impianti» ha detto Renzi ricordando anche la candidatura italiana alle Olimpiadi 2024.

Il via libera –dunque finalmente c’è. Pur condizionato a una serie di prescrizioni. La prima: che la Fiorentina assicuri una soluzione per il mercato ortofrutticolo. In buona sostanza la società viola si dovrà impegnare a cercare un terreno e a pagarlo per permettere il trasloco del mercato ortofrutticolo.

Ma oggi 10 Gennaio ecco il comunicato viola:

Nota informativa sulle decisioni della Giunta Comunale in merito all'interesse pubblico per realizzazione del nuovo stadio

Firenze- La Fiorentina prende atto della decisione con cui la Giunta Comunale ha dichiarato l’interesse pubblico per la realizzazione del nuovo stadio esprimendo parere positivo rispetto al piano di fattibilità e al piano economico finanziario presentato il 14 luglio.

Per massima chiarezza e per non confondere le idee a cittadini e tifosi, contrariamente a quanto affermato da qualche organo di stampa la Fiorentina non può allo stato esprimere alcuna valutazione sui termini della delibera poiché non ne conosce il contenuto. Le nostre osservazioni saranno rese pubbliche non appena avremo avuto occasione di esaminare il documento. Chiariamo peraltro fin d’ora che il progetto non intende ledere i diritti, o gli interessi, di nessuno e che quindi la sua realizzazione è subordinata all’individuazione di soluzioni che consentano da un lato di salvaguardare tutti gli interessi coinvolti e, dall’altro, di rispettare l’equilibrio economico - finanziario dell’iniziativa, come richiesto dalla normativa vigente.

Le altre problematiche sono di carattere squisitamente tecnico (e anche economico). Ma tutte saranno riepilogate nell’allegato alla delibera che  la giunta ha appena approvato.  La Fiorentina avrà 60 giorni di tempo per valutare e dare una risposta al sindaco come infatti asserisce nella comunicazione odierna.  Per realizzare la cittadella viola, secondo lo studio preliminare presentato dalla Fiorentina, la società viola investirà 305 milioni e 800mila euro. Lo stadio sarà una struttura completamente coperta che potrà accogliere 40mila persone: con caratteristiche identiche agli stadi più moderni europei, risponderà a standard di altissimo livello qualitativo. Il modello da cui maggiormente trae ispirazione ricalca quello dell’Allianz Arena di Monaco di Baviera.
La prima pietra dovrebbe dunque essere posta nel 2016. Una data lontanissima ..che dovrebbe voler dire che prima del 2018 lo Stadio non potrà essere consegnato ed inaugurato, se non ci saranno nel frattempo "altri paletti" in mezzo.
Le parole di Andrea Della Valle dunque, come avevamo anticipato si tradurranno in " amara attualità".
La Fiorentina non sarà la 2° Società a farsi lo Stadio.
La Juventus è stata la prima, l'Udinese che se lo sta costruendo sarà la 2°, la Roma che lo dovrebbe avere tra 2 anni, la 3°. Poi il Milan dovrebbe cominciare a costruirselo dopo la fine dell'Expo e sarà la 4° ; l'Inter entrando nella proprietà di San Siro, lo "sbasserà" levando il 3° anello ( lavori in un certo senso brevi) e sarà la 5°. La Fiorentina "forse sarà la 6°….Forse…speriamo...  

Stefano Ballerini e la sua Redazione

Ciclismo: doping, Mauro Santambrogio ancora positivo

Il 30enne comasco, appena rientrato dopo una squalifica per Epo, è risultato positivo al testosterone

Firenze- "Ahridaglie !!!"Eccone un altro...Il ciclista  Mauro Santambrogio è ri-caduto ancora una volta nella rete del doping. Il 30enne ciclista comasco, che il 2 novembre scorso aveva appena finito di scontare una squalifica per aver assunto Epo al Giro d'Italia del 2013, è stato trovato nuovamente positivo al testosterone in un controllo fuori competizione effettuato il 22 ottobre 2014. In attesa delle controanalisi Santambrogio è stato sospeso e ora rischia una lunghissima squalifica.

Santambrogio avrebbe potuto  tornare a correre all'inizio del 2015, dopo aver avuto la "fortuna"di ritrovare  una nuova squadra, l'Amore&Vita disposta a dargli nuovamente fiducia. Sembrava davvero pentito per aver barato e assunto Epo al Giro del 2013, tanto che aveva vuotato il sacco presso la Circ, la commissione di riforma del ciclismo voluta dal presidente Uci, Brian Cookson, vedendosi ridotta di 18 mesi la squalifica.

Ivano Fanini, Patron dell'Amore&Vita, era pronto a scommettere sulla voglia di rivalsa del 30enne. "Santambrogio con noi non farà soltanto il corridore - aveve dichiarato - considerata la sua storia, diventerà anche il paladino della lotta al doping".

Parole piene d'affetto e di stima, prima della doccia gelata della nuova positività. E se anche le controanalisi sul campione B confermeranno la positività al testosterone, per Santambrogio la carriera in sella a una bici sembra davvero finita qui. Nel peggiore dei modi.

PUBBLICHIAMO COMUNQUE LA DIFESA DI SANTAMBROGIO PUBBLICATA SULLE AGENZIE STAMPA:

"Stavolta sento di avere  la coscienza pulita,dunque  vi voglio raccontare come stanno le cose, poi ovviamente ognuno è libero di pensare, di giudicare e anche di darmi addosso. Come sapete al tempo dei fatti ero ancora sospeso, ancora non sapevo se qualcuno mi avrebbe offerto la possibilità di tornare a correre, così l'estate scorsa ho deciso di affrontare un problema fisico delicato. Il 7 luglio scorso mi sono sottoposto ad una visita dall'urologo: soffro da tempo di problemi di erezione, prostatite, varicocele sinistro, ipotestosteronemia come riporta il certificato che mi è stato redatto. Quando il 22 ottobre sono venuti gli ispettori per effettuare controlli, ho detto subito di essere stato in cura per i problemi che vi ho descritto, prima ancora che effettuassero i prelievi ho mostrato il certificato, loro lo hanno fotografato e poi hanno svolto il loro compito" Le controanalisi ? "Non le richiedo, non ci penso nemmeno perché è ovvio quale può essere il risultato".

E DA PARTE NOSTRA REPLICHIAMO:

Perchè non sia attua in tutta la stagione dall'inizio alla fine in tutte le gare il "TRIPLO CONTROLLO INCROCIATO: Sangue urine-capelli ? E' un metodo assolutamente infallibile .Tutti i corridori verrebbero controllati prima e dopo ogni gara in "ordine alfabetico"...tutti verrebbero scoperti con dovizia di certezza assoluta al 100/100% .

Di seguito, dopo le polemiche per il rilascio o meno della Licenza Uci alla Astana, per i problemi di "multi-doping" accusati nella squadra B, ci chiediamo :" Ma perchè nel mondo del ciclismo dove i problemi di Doping sono ancora clamorosamente frequenti e ricorrenti non si chiude questo sport dove continua a girare una montagna di soldi " inusitati" dirottandogli in tante altre discipline sportive più pulite e sane ?.

* Appello: Corona libero subito, Schettino all'Ergastolo "perenne"

Inaudito accanimento contro Fabrizio Corona che senza aver ammazzato nessuno, ferito nessuno, si è visto aumentare la pena , lui già detenuto da 2 anni.

Schettino reo di aver causato 32 morti, di abbandono della nave è ancora "beatamente" libero .

Ma da oggi forse c' è un anelito di "futura"giustizia: Per Schettino i Giudici di Grosseto infliggono una condanna a 16 anni ed un mese di arresto. La Pubblica accusa ne aveva chiesti 26 .

La Procura ottiene 16 anni ed un mese di arresto per Schettino

Finalmente...Il Pm ottiene 16 anni  di reclusione per Schettino

Grosseto... Finalmente ...! Era l'ora !! Dopo la durissima requisitoria della pubblica accusa al processo per il naufragio della Concordia la procura aveva  chiesto al tribunale di condannare Francesco Schettino a 26 anni di reclusione e a tre mesi di arresto.

PURTROPPO IERI E' ARRIVATA LA SENTENZA: SOLO 16 ANNI ED UN MESE DI ARRESTO !!!

UN AURENTICA VERGOGNA: NEMMENO 6 MESI PER OGNI VITTIMA DA LUI CAUSATA E PROBABILMENTE SCHETTINO  NON FARA' NEMMENO UN GIORNO DI CARCERE.

NE STA INVECE FACENDO GIA' DUE FABRIZIO CORONA CHE NON HA NE FERITO NE AMMAZZATO NESSUNO E DOPO CHE ANCHE TREZEGUET HA RITRATTATO LE ACCUSE PER CORONA:

L'ITALIA E' SCHIFATA; SBALORDITA, DELUSA ; CONTRARIATA; OFFESA; INCAZZATA, GIUSTIZIA ITAIANA CAROGNA: UNA SENTENZA "BESTIALE" SCHETTINO HA AVUTO "SOLO" 5 ANNI DI SOSPENSIONE DAL COMANDO, SENZA NEMMENO SUBIRE IL DREGRADAMENTO PUBBLICO.

VERGOGNAAA !! ITALIANI RIBELLIAMOCI..!!
FORMIAMO UN "GRUPPO" INTITOLATO: SCHETTINO CARCERE A VITA, CORONA LIBERO "SANTO" SUBITO" !!

La 'bravata' del comandante che ordinò l'inchino davanti all'isola del Giglio, provocò 32 morti, era il 13 gennaio 2012. Per Schettino il Pm ha chiesto anche l'arresto per evitare "il pericolo di fuga nelle more del processo", poichè l'imputato dispone di molte relazioni all'estero. Escluse le attenuanti generiche Il pm Navarro ha formulato la richiesta di 26 anni di reclusione cumulando i reati di omicidio e lesioni colposi (reato più grave la morte della bambina Dayana Arlotti, 14 anni), di naufragio colposo (9 anni), abbandono di incapaci e della nave (delitti dolosi), 3 anni. La richiesta di tre mesi di arresto, su cui la procura invita il tribunale a decidere, è invece relativa alle contravvenzioni di omesse e false dichiarazioni all'autorità marittima. Richieste, tra le pene accessorie, anche l'interdizione perpetua dai pubblici uffici e quella dalla professione per 5 anni e 6 mesi. 'Futili motivi, Schettino unico responsabile' Anche se Francesco Schettino è incensurato, "il giudizio non è positivo circa la capacità di delinquere" e, tra ciò, "l'aver voluto fare un favore a un capo cameriere che gli aveva chiesto di passare vicino all'isola dove vivono la madre e la sorella" e aver voluto "fare una bravata per gli amici passando a pelo di scoglio al Giglio", cioè "futili motivi" che "ne fanno l'unico responsabile" del naufragio della Costa Concordia e delle conseguenze. Lo ha detto nella requisitoria il pm Maria Navarro. Le definizioni che si trovano in dottrina giuridica di "abile idiota" e "incauto ottimista" di colui che "si sente bravo e invece provoca una situazione di pericolo e un danno", "convivono benissimo in Schettino, quasi fosse bicefalo, tanto che per lui possiamo coniare il profilo dell'incauto idiota": lo ha detto il pm Stefano Pizza nel terzo giorno di requisitoria al processo sul naufragio. Questa l'udienza in cui l'accusa farà le richieste di condanna. Schettino stamani assente dall'aula. 'Dovere Schettino abbandonare nave per ultimo' - "Il dovere di abbandonare per ultimo la nave da parte del comandante non è solo un obbligo dettato dall'antica arte marinaresca, ma è un dovere giuridico che ha la sua fondatezza nel ridurre al minimo i danni alle persone": anche rilevando questo aspetto il pm Stefano Pizza ha proseguito la requisitoria al processo sul naufragio della Concordia ravvisando decine di profili di colpa a carico dell'imputato Francesco Schettino. Tra questi, non aver verificato che la rotta fosse sicura, non aver cercato informazioni sulla rotta né dai suoi ufficiali né dal radar, aver condotto la nave a 16 nodi tenendo la prua perpendicolare all'isola, aver dato ordini ad elevatissima frequenza al timoniere, "non aver seguito le buone regole dell'arte marinara per evitare il basso fondale", "mancato rilevamento del punto nave a intervalli regolari". E ancora, sempre tra le varie colpe, non aver disposto un "adeguato servizio di vedette", aver permesso che sul ponte di comando vi fossero "persone fonte di disturbo alla guardia". Pm, 'Dio abbia pietà di Schettino,noi non possiamo' "Dio abbia pietà di Schettino, perché noi non possiamo averne alcuna": così il pm Stefano Pizza ha concluso la sua parte di requisitoria al processo sul naufragio della Costa Concordia dopo aver elencato le colpe attribuite all'imputato. La richiesta di condanna sarà formulata più tardi dal pm Maria Navarro. Schettino, "Non scappo. Sono a disposizione dell'autorità giudiziaria, mi si dica quello che devo fare' Difensori Schettino, 'Quasi ergastolo, manco Pacciani' Quasi l'ergastolo, manco Pacciani. Siamo rimasti tutti quanti sorpresi", anche se "sulla pena avevamo delle avvisaglie. Ma il fatto che a distanza di tre anni si vada a chiedere l'arresto dopo che nel 2012 la Cassazione ha respinto" nel 2012 "la stessa richiesta degli stessi pm è la ciliegina sulla torta". Lo ha detto l'avvocato difensore di Francesco Schettino, avvocato Donato Laino, sulla richiesta di arresto.

APPELLO:  SCHETTINO IN GALERA A VITA, CORONA LIBERO ...SUBITO !!

Fabrizio Corona in carcere senza aver mai ammazzato ne ferito nessuno, Questo ancora libero  dopo aver "contribuito ad ammazzare 33 persone abbandonando la "sua" nave per primo !!!

VERGOGNAAAAAAAA GIUSTIZIA ITALIANA SCHIFOSAAAAAAAA MUOVERSI !!!!!!!

Presidente Napolitano intervenga subito. Ristabilisca la democrazia !!!

CORONA LIBERO SUBITO ; SCHETTINO IN GALERA A VITA !!!! VERGOGNAAAAAAA !!!!