Home CALCIO Fiorentina Calcio Calcio: "LIVE" FIORENTINA INTER St 3-3 Aut.De Vrji,Vecino,Poltano,Perisic(rig) Muriel Veretout(rig)

Ultime notizie

Bed And Breakfast

cover.jpg
 
logo_err.jpg
Calcio: "LIVE" FIORENTINA INTER St 3-3 Aut.De Vrji,Vecino,Poltano,Perisic(rig) Muriel Veretout(rig) PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Domenica 24 Febbraio 2019 19:27

Si va a chiudere il 25° turno

IL BIG-MATCH E' AL FRANCHI: FIORENTINA INTER 3-3 Simeone con l'ultimo tocco in autogol di De Vrij, poi Vecino, poi Politano ; nella ripresa il rigore di Perisic; ci rilancerebbe Biraghi, ma la Var....ce lo annulla !!! GRANDISSIMO GOL DI MURIEL PER IL 2-3 ; VERETOUT PAREGGIA AL 101°SU RIGORE !!!!

Viola senza Pezzella e Milenkovic ( in panca per un influenza in extremiss) : giocano Ceccherini e Laurini con Simeone; Muriel comincia dalla panchina

 

FIORENTINA-INTER 3-3

Fiorentina (4-3-1-2): Lafont; Laurini (33' st Dabo), Ceccherini, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi (13' st Pjaca), Edimilson, Veretout; Gerson; Chiesa, Simeone (13' st Muriel).
A disp.: Terracciano, Branocolini, Milenkovic, Hancko, Norrgaard, Graiciar. All.: Pioli
Inter (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Dalbert (17' st Asamoah); Vecino, Brozovic; Politano (31' st Candreva), Nainggolan (44' st Borja Valero), Perisic; Martinez.
A disp.: Padelli, Miranda, Ranocchia, Cedric, Gagliardini, Joao Mario. All.: Spalletti
Arbitro: Abisso
Marcatori: 1' aut. De Vrij (I), 6' Vecino (I), 40' Politano (I), 7' st rig. Perisic (I), 29' st Muriel (F), 56' st rig. Veretout (F)
Ammoniti: Lafont, Dabo (F); Nainggolan, Skriniar, Politano, Brozovic (I)
Espulsi: -
Note: Spettatori 33.000 circa

Note: Spettatori 33.000 circa per un incasso di 612.000 euro

Stefano Pioli in sala Stampa

Fiorentina, Pioli: "Se gli arbitri li fischiano, significa che li ritengono rigori"

Il tecnico viola dopo il pari con l'Inter: "Si è visto molto Var, forse persino troppo"

Firenze- Un pari arrivato nel recupero (e che recupero!) con un rigore contestatissimo al termine di una partita in cui il Var e l'arbitro Abisso sono stati protagonisti forse ancor più di Fiorentina e Inter. E allora, proprio dal penalty realizzato da Veretout che ha regalato il 3-3 alla Viola (decisione quella di Abisso che le immagini certo non chiariscono, anzi...) deve partire Stefano Pioli nell'immediato post-partita. E l'allenatore viola esce dall'impasse con un professione di estremo realismo: "Si è visto troppo Var, oggi. Io certi falli non li considererei, ma se gli arbitri fischiano questi rigori significa che per loro ci sono".

Andrea Della Valle "Che carattere. Bravi ragazzi!"

Firenze- Il commento di Andrea Della Valle al termine di Fiorentina - Inter : "Che carattere, bravi ragazzi. Non meritavamo di perdere. Abbiamo fatto un bel primo tempo, poi tanti episodi che hanno rallentato il gioco. Ma non abbiamo mollato, fino alla fine. E adesso pensiamo all’Atalanta. Sono contento per i ragazzi e per i tifosi, è una bella soddisfazione avere una squadra che ci crede sempre fino in fondo"

LA SALA STAMPA D LUCIANO SPALLETTI

 

Inter, Mister Spalletti è furioso: "Non era rigore: tutti abbiamo visto che l'ha presa di petto. Tutti!"

Il tecnico nerazzurro contro l'arbitro Abisso: "Evidentemente non ha saputo sopportare certe pressioni"

Firenze- Luciano Spalletti non l'ha presa bene. Lui come tutta l'Inter. Perché il rigore fischiato dall'arbitro Abisso che ha poi permesso a Veretout di pareggiare, chiudento Fiorentina-Inter sul 3-3, è realmente inspiegabile. Inspiegabile perché D'ambrosio colpisce nettamente con il petto il pallone calciato da Chiesa e perché, oltretutto, pochi secondi prima c'è anche un chiaro fallo dell'esterno viola sul difensore nerazzurro. "Non ci possono essere dubbi, assolutamente" ha sbottato l'allenatore dell'Inter. "Tutti hanno visto che l'ha colpita con il petto. Tutti! Ma cosa ha visto l'arbitro? Troppe pressioni, evidentemente, pressioni che non ha saputo affrontare. E queste sono partite decisive. Bisogna essere al livello per serate come questa".

Neppure il passare dei minuti placa la rabbia di Spalletti. Anzi, se possibile la aumenta: "Non mettiamo i dubbi. Non parliamo di dubbi. Non usiamo i condizionali. L’arbitro a me non ha detto niente: io con lui non ho parlato. D'Ambrosio non l’ha toccata di mano. Ma di che si parla, questi sono risultati fondamentali per i nostri obiettivi. E’ tutto davanti agli occhi, senza il dubbio. In panchina eravamo in 40 e tutti si è visto che l’ha presa di petto. C’è un condizionamento sull’arbitro, poi uno si fa montare addosso: allora non ha il livello per starci dentro. Questo strumento (il Var) dà la possibilità di rivedere le cose, in casa fischiano tutto. La Fiorentina è forte, ha fatto una grande partita, è in un buon momento, ti mettono in difficoltà in ripartenza: prestazione di livello per personalità da parte nostra, abbiamo tenuto palla, la squadra si è compattata. Senza Icardi c’era bisogno di portare qualcosa di più individualmente, la squadra ha condizione, ha nella testa il percorso che deve fare per l’obiettivo"