Home CALCIO Fiorentina Calcio Calcio: tutte le ultime news viola: domani sera Fiorentina Chievo

Bed And Breakfast

cover.jpg
 
logo_err.jpg
Calcio: tutte le ultime news viola: domani sera Fiorentina Chievo PDF Stampa E-mail
Scritto da La Redazione   
Sabato 25 Agosto 2018 10:11

Calcio: Statistiche viola di Fiorentina Chievo: “sarebbe” dominio viola, ma attenzione ai clivensi degli ex viola D’Anna in panchina e Seculin in porta con Sorrentino ancora out


FIORENTINA-CHIEVO, Tutti i numeri della partita


Il terreno di gioco del Franchi avrà per sempre una valenza particolare per il Chievo Verona. E’ proprio lì dove i gialloblu hanno giocato, e perfino vinto, la prima partita in Serie A della propria storia calcistica. Il 26 agosto 2001, Perrotta e Marazzina siglarono le reti che consentirono ai veneti di espugnare Firenze (risultato 2-0).

MAI UN PAREGGIO – Il dato che balza agli occhi in Fiorentina-Chievo è che non c’è mai stato un pareggio al Franchi tra queste due squadre e siamo ormai già a 13 precedenti. La Fiorentina vince da cinque partite di fila e nelle ultime tre non ha neanche preso gol. L’ultimo successo gialloblu risale al 1 aprile del 2012, quando Pellissier e Rigoni (all’88’) fecero un bello scherzetto ai gigliati (2-1 il risultato finale per gli ospiti).

STATISTICHE OPTA

Il Chievo ha vinto solo una delle ultime 12 partite contro la Fiorentina in Serie A (2N, 9P).

Nei 14 precedenti giocati a Firenze nella massima serie, Fiorentina e Chievo non hanno mai pareggiato: 11 vittorie toscane (incluse tutte le ultime sei) e tre successi veneti.

Il Chievo ha trovato il gol in tutte le ultime sei partite disputate in Serie A: tre vittorie e tre sconfitte nel parziale.

La Fiorentina ha chiuso lo scorso campionato con due sconfitte: non perde tre partite consecutive in Serie A dall’aprile 2015.

La Fiorentina ha perso le ultime due partite d’esordio in Serie A: solo una volta nella sua storia ha trovato la sconfitta alla prima uscita stagionale per più campionati di fila. (all’inizio degli anni ’50).

La Fiorentina è la squadra che ha subito più gol su sviluppi di punizione indiretta nella scorsa Serie A: sette, uno in meno di quanti ne ha realizzati in totale il Chievo su palla inattiva (otto, record negativo nello scorso campionato).

11 degli ultimi 13 gol realizzati dal Chievo in Serie A sono arrivati nei secondi tempi.

Cinque degli ultimi sette gol della Fiorentina nella scorsa Serie A hanno visto la partecipazione di Giovanni Simeone (quattro reti, un assist).

Mancherà per squalifica Jordan Veretout: nello scorso campionato la Fiorentina ha perso le uniche due partite in cui il francese non è sceso in campo (subendo otto gol).

In gol nella prima partita di questo campionato, Emanuele Giaccherini non trova la rete in due presenze consecutive in Serie A dal gennaio 2016 (quando vestiva la maglia del Bologna).



30 match  
Vittorie Fiorentina 18 Vittorie Chievo 9  Pareggi 3 a Verona
Vittorie in Coppa Italia 2 Fiorentina
43 vol viola 24 Chievo


2016/2017 Serie A Fiorentina vs Chievo Verona 1-0
2017 Chievo Vr-Fiorentina 2-1
21-01-17 Chievo Fiorentina 0-3  
11-01-2017 TIM CUP   Fiorentina Chievo 1-0
28-08-2016 Fiorentina Chievo 1-0
30-04-2016  Chievo Fiorentina 0-0
20-12-2015 Fiorentina Chievo 2-0
31-05-2015  Fiorentina Chievo 3-0
18-01-2015 Chievo Fiorentina 1-2
16-03-2014 Fiorentina Chievo 3-1
08-01-2014 Fiorentina Chievo 2-0
27-10-2013 Chievo Fiorentina 1-2
03-03-2013 Fiorentina Chievo 2-1
21-10-2012 Chievo Fiorentina 1-1
01-04-2012 FIORENTINA CHIEVO 1-2
06-11-2011 Chievo Fiorentina 1-0
13-03-2011 Chievo Fiorentina 0-1
07-11-2010 Fiorentina Chievo 1-0
25-04-2010 FIORENTINA CHIEVO 0-2
14-01-2010 Fiorentina Chievo 3-2 TIM CUP
13-12-2009 Chievo Fiorentina 2-1
22-02-2009 Fiorentina Chievo 1-0
2008-09 Chievo Fiorentina 2-1
2008-09 Fiorentina Chievo 0-2
2007 -08 Chievo Fiorentina  0-1
2007-08 Fiorentina Chievo 1-0
2005-06 Chievo Fiorentina 1-2
2005-06 Fiorentina Chievo 2-0
2004-05 Fiorentina Chievo 2-0
2004-05 Fiorentina Chievo 1-2
2001-02 Ritorno Chievo Fiorentina 2-2
2001/2002 Serie A Fiorentina vs Chievo Verona 0-2



LA PRIMA SFIDA A FIRENZE
2001/2002 Serie A Fiorentina vs Chievo Verona 0-2
L’ULTIMA SFIDA A FIRENZE
2016/2017 Serie A Fiorentina vs Chievo Verona 1-0 Biraghi



Calcio: "Pre" Chievo....ipotesi di formazione viola

La Fiorentina che vedremo domani sera contro il Chievo non dovrebbe riservare grandi sorprese rispetto all'undici visto durante tutta l'estate.

Quindi in porta il nuovo arrivato Lafont, difesa confermata mentre il centrocampo sarà il reparto maggiormente rivisitato. Non ci sarà lo squalificato Veretout quindi i tre davanti alla difesa saranno Benassi, Norgaard e Gerson, due terzi sono nuovi.

In attacco però ci sarà, probabilmente, la sorpresa più grande con Eysseric verso una maglia da titolare e sia Pjaca che Mirallas in panchina.

Ricapitolando: Lafont, Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi, Gerson, Norgaard, Benassi, Chiesa, Simeone, Eysseric.


Calcio: l’attesa viola…
LA FAMIGLIA DELLA VALLE AL FRANCHI INSIEME A 25.000 TIFOSI VIOLA ,TUTTO PRONTO PER LA CACCIA AI PRIMI 3 PUNTI STAGIONALI

Sta per iniziare la stagione della Fiorentina 2018/19, con tante aspettative e molta curiosità su una squadra che riparte dallo zoccolo duro della passata stagione e che vuole puntare all'Europa.

Si parte domani sera alle 20.30 al 'Franchi' contro un Chievo ostico che ha dato filo da torcere alla super Juve di Cristiano Ronaldo, ma la Fiorentina ha solo un risultato a disposizione, la vittoria.

Intanto i viola potranno contare su una buona cornice di pubblico, infatti al 'Franchi' sono attese 25 mila persone, compreso Andrea Della Valle che dopo la visita dei giorni scorsi al centro sportivo 'Davide Astori' ha dato appuntamento proprio a domani sera in tribuna.

Da domani si fa sul serio, si gioca per i punti e la Fiorentina dovrà dimostrare sul campo che può davvero puntare ad un obiettivo importante come il ritorno in Europa.


Sta per iniziare la stagione della Fiorentina 2018/19, con tante aspettative e molta curiosità su una squadra che riparte dallo zoccolo duro della passata stagione e che vuole puntare all'Europa.

Si parte domani sera alle 20.30 al 'Franchi' contro un Chievo ostico che ha dato filo da torcere alla super Juve di Cristiano Ronaldo, ma la Fiorentina ha solo un risultato a disposizione, la vittoria.

Intanto i viola potranno contare su una buona cornice di pubblico, infatti al 'Franchi' sono attese 25 mila persone, compreso Andrea Della Valle che dopo la visita dei giorni scorsi al centro sportivo 'Davide Astori' ha dato appuntamento proprio a domani sera in tribuna.

Da domani si fa sul serio, si gioca per i punti e la Fiorentina dovrà dimostrare sul campo che può davvero puntare ad un obiettivo importante come il ritorno in Europa.

Andiamo con il “count-down” viola: Domani sera ore 20.30 Fiorentina Chievo..

Domani sera l'esordio della Fiorentina in campionato e a prendere la parola è Federico Chiesa attraverso il Corriere della Sera: "Ho passato un'estate serena perché d'accordo con la società avevo già deciso di rimanere a Firenze. E' la scelta migliore per me. Quest'anno dobbiamo crescere insieme io e la Fiorentina.

Obiettivo? Vincere con il Chievo perché l'esordio è sempre una gara difficile per tante ragioni. Per fortuna Andrea Della Valle è venuto a salutarci e a incoraggiarci. E' un punto di riferimento.

Io quest'anno so che devo migliorare e che ci si aspetta molto da me. Devo segnare di più e fare più assist e migliorare la mia fase difensiva. Mister Pioli mi ha dato tanti consigli su come interpretare il 4-3-3".

Domani sera l'esordio della Fiorentina in campionato e a prendere la parola è Federico Chiesa attraverso il Corriere della Sera: "Ho passato un'estate serena perché d'accordo con la società avevo già deciso di rimanere a Firenze. E' la scelta migliore per me. Quest'anno dobbiamo crescere insieme io e la Fiorentina.

Obiettivo? Vincere con il Chievo perché l'esordio è sempre una gara difficile per tante ragioni. Per fortuna Andrea Della Valle è venuto a salutarci e a incoraggiarci. E' un punto di riferimento.

Io quest'anno so che devo migliorare e che ci si aspetta molto da me. Devo segnare di più e fare più assist e migliorare la mia fase difensiva. Mister Pioli mi ha dato tanti consigli su come interpretare il 4-3-3".


Piccole considerazioni di Marko Pjaca….
Marko Pjaca è arrivato a Firenze con tante aspettative e la 10 sulle spalle ma non è ancora pronto a scendere in campo vista una condizione fisica carente.

Intanto però il giocatore in prestito dalla Juventus si è raccontato a Sportmediaset: "Quello che ho visto sino ad oggi di Firenze è bellissimo, spero di innamorami di questa città. La squadra e la società mi hanno accolto molto bene.

Infortunio? Ora sono più forte, specie di testa. Sto bene e sono pronto poi vedremo quanto riuscirò a giocare.

Contro la Juventus sarà certamente una gara particolare anche per me perché sono stato a Torino un anno e mezzo. Ora però gioco nella Fiorentina e voglio vincere quella partita".


Considerazione: Avere 18.000/con la speranza che poi alla fine possano essere 20.000 tifosi viola “fidelizzato” può essere un incentivo ??

Il superamento della quota abbonati – più di 18.000 - rispetto all’anno scorso quando le tessere furono 17.235, dimostra un moderato aumento di fiducia da parte dei tifosi viola nei confronti della Società ma non certo un entusiastico consenso.
Su tutti, gli acquisti in prestito di Pjaca e Gerson evidenziano come anche in questa sessione di mercato si sia ragionato, ‘in Fiorentina’, in termini di breve durata ovvero per l’arco di una stagione piuttosto che per un ciclo più lungo.
Del resto la fabbrica della plusvalenza produce stabilità societaria ma induce all’abbandono il tifoso divenuto cliente al quale, in quanto tale, interessa più lo spettacolo rispetto all’appartenenza di per sé ai colori viola. Se una volta, risalendo alla fine degli anni settanta, l’acquisto di Zagano conduceva all’amara ironia o al sarcastico affetto di chi però si disinteressava bellamente degli altrui acquisti di rilievo, adesso, i ragazzini di oggi, giocano alle partite della Playstation forti di una conoscenza enciclopedica che li rende bramosi dei migliori calciatori, pronti ad assistere alla televisione a pagamento alle prestazioni di Ronaldo e compagnia di minor talento ma di nome, tanto che oramai le classi scolastiche stanno progressivamente perdendo il monocolore viola a favore di strisciate loro sì vincenti.
La sola reale via d’uscita, dunque, per un risveglio realmente gigliato delle nuove generazioni, ci sembra restituire al popolo viola la capacità, oltre che la voglia, di sognare. Sognare in grande, sicuramente qualcosa in più del settimo posto valido per l’accesso ai preliminari di Europa League. Un aspetto su cui la proprietà, da qualche anno molto attenta ai simboli e alle tradizioni e perciò meritoria nel tenere vivo il legame col passato, deve per forza riflettere e agire di conseguenza affinché il calcio a Firenze non langua o, citando illustri parole, anonimamente “vivacchi”.


“Pre-pre” Chievo: ha parlato in nostro nuovo nr 1: Alban Lafont

Al QS de La Nazione ha parlato il nuovo titolare in porta della Fiorentina: Alban Lafont, e le attese su di lui sono molto alte: "Conosco la tradizione della Fiorentina in merito ai portieri e un pizzico di pressione sicuramente c'è ma è anche uno stimolo per fare meglio.

Sono felice dell'apprezzamento dei tifosi ma la stagione deve ancora iniziare. La Fiorentina è una squadra storica con una grande tradizione. Io ho scelto Firenze per la storia della squadra, il bellissimo stadio e i tifosi molto calorosi.

Pioli è un tecnico molto esigente, crede che i suoi giocatori siano i migliori e quindi chiede molto da noi".

Fiorentina, Eysseric, Gerson e Norgaard in campo dal primo minuto con il Chievo?

Di Francesco Russo

Dopo l'ultima amichevole giocata ieri ad Arezzo e vinta per 2-1, la Fiorentina di Stefano Pioli attende il Chievo per la seconda giornata di campionato. Il precampionato ha lasciato intuire un po' quali saranno le intenzioni del tecnico sulla formazione che scenderà in campo nella serata di domenica. Tante sono le ipotesi che sono state prese in considerazione, ma la più affascinante riguarda il terzo uomo che comporrà la linea d’attacco gigliata. E se alla fine partisse titolare Eysseric? Questa è la domanda da porsi a tre giorni dall'esordio viola. Il francesino è stato a lungo chiacchierato durante la sessione estiva del calcio mercato. Ma alla fine è rimasto a Firenze. Si era parlato di un possibile ritorno in Ligue 1 e su di lui si erano fatte avanti il Sant'Etienne, il Nantes e il Lione, però alla fine è rimasto alla corte di Pioli. E il tecnico emiliano sembra proprio intenzionato ad utilizzarlo tra i titolari contro il Chievo. Gli indizi che portano a questa considerazioni sono almeno due. La società per prima cosa ha preferito cedere un altro giocatore che ricopre quasi lo stesso ruolo di Eysseric: Riccardo Saponara. Perciò l’unico giocatore con un profilo ibrido che possa stare tra attacco e centrocampo è proprio l’ex Nizza. Ma l'indizio più importante è sicuramente un altro. Se prendiamo in mano le note con le formazioni ufficiali delle amichevoli svolte dalla Fiorentina da Moena ad Arezzo, ci accorgiamo che Eysseric è partito sempre o quasi nella formazione titolare. Oltretutto risultando tra i più positivi. Anche nell’incontro di ieri sera contro l'Arezzo Pioli lo ha schierato a fianco di Simeone e Chiesa e il fantasista transalpino ha pure siglato il gol del vantaggio gigliato.
Un discorso analogo a questo potrebbe essere fatto per due centrocampisti: Norgaard e Gerson. Dato ormai per assodato che i tre di difesa saranno Pezzella, Hugo e Milenkovic. A centrocampo insieme a Biraghi, Benassi, i volti nuovi dovrebbero essere proprio quelli del danese e del brasiliano, entrambi, come Eysseric, quasi sempre impiegati nell’undici di partenza nelle amichevoli estive. Il primo non ha proprio convinto gli addetti ai lavori, ma sembra lui destinato a sostituire lo squalificato Veretout, che deve finire di scontare la squalifica rimediata nei minuti finali della partita casalinga contro il Cagliari dello scorso anno. Il danese, impiegato nel 4-3-3 come centrocampista basso, ad onor del vero, è sempre stato molto preciso e ordinato a centrocampo. Pur non facendo vedere cose eccelse e dovendo ancora migliorare l’intesa con i propri compagni di reparto, potrebbe essere un valore aggiunto in mediana. E c’è da aggiungere che alla fine il pre season con la sua nuova squadra è valso la chiamata in Nazionale con la Danimarca, impegnata nella National Cup. Il ballottaggio sarà sicuramente con Dabo e capiremo solo domenica sera se Pioli gli preferirà il francese. Infine dobbiamo soffermarci su Gerson, che in questi giorni si è preso la maglia numero otto, lasciata libera dalla partenza di Saponara. Il carioca dovrebbe garantire quelle verticalizzazioni a centrocampo che si sono viste anche nell’amichevole contro l’Atletico Bilbao (suo l’assist per uno splendido gol di Eysseric, poi annullato). Profondità e rapidità di pensiero, viste ieri sera in terra aretina, sono le caratteristiche principali del gioiellino brasiliano di proprietà della Roma; qualità che Pioli vuole sfruttare a fondo nella parte iniziale di questa stagione. E Pjaca? E Mirallas? I due fiori all’occhiello della campagna acquisti di Corvino, relegati in panchina? Vedremo, perché fino all’ultimo regnerà incertezza sulla formazione gigliata. Quindi adesso non resta che attivare il conto alla rovescia, aspettare le 20:30 di domenica e sperare che le parole di Pioli rilasciate qualche giorno fa al Corriere dello Sport siano di buon auspicio: “Vedrete una buona Fiorentina!” I tifosi viola incrociano le dita, ma sotto sotto credono che il loro tecnico abbia proprio ragione!


ABBONAMENTI VIOLA: STACCATE 18.000 TESSERE
Il grande tifo dei fiorentini per la Fiorentina raggiunge quota 18000 abbonamenti

Come comunicato dal sito ufficiale della Fiorentina, Viola Channel, sono già più di 18.000 i tifosi che hanno acquistato l’abbonamento per la Stagione 2018/19.

ACF Fiorentina ricorda che sono ancora disponibili posti in Maratona con la tariffa ridotta “INSIEME”, che consente a gruppi da 2 a 4 persone di poter accedere a una tariffa scontata.

Ricordiamo infine che sarà possibile acquisire le tessere per il prossimo campionato fino a sabato 25 agosto.


SEMPRE “PRE” CHIEVO: ANDREA DELLA VALLE ARRIVATO A FIRENZE AL “DAVIDE ASTORI”

Il patron della Fiorentina Andrea Della Valle è arrivato al centro sportivo "Davide Astori" da pochi minuti.

Della Valle in questo pomeriggio fiorentino avrà modo di parlare con la squadra, con mister Pioli, e di conoscere i nuovi giocatori della Fiorentina, quelli che ancora non erano arrivati durante la sua visita a Moena.

Ancora da decidere se il patron ci sarà o meno domenica sera al "Franchi" contro il Chievo Verona ma certamente la sua visita oggi alla squadra sarà una carica in più per tutto il gruppo della Fiorentina.


PRE CHIEVO: PJACA PRONTO PER NAPOLI, MIRALLAS “FORSE” PER L’UDINESE

Non sarà certo al centro del progetto Fiorentina ma Eysseric sta dimostrando di essere uno dei pochi che almeno vede la porta. Ieri il gol a sigillare un pre campionato in cui è stato titolare indiscusso e senza rivali e anche contro ilk Chievo potrebbe essere proprio lui il titolare.

Del resto sia Pjaca che Mirallas sono ancora indietro di condizione e stanno recuperando con carichi di lavoro pesanti, tanto da renderli decisamente appesantiti sul campo.

Così il titolare della Fiorentina ad oggi è proprio quell'Eysseric che doveva partire nel corso dell'estate e rimasto soprattutto per mancanza di un'offerta decente (anche se in Francia il mercato è ancora aperto).

Intanto Pjaca scalpita ma la prima gara in cui potrebbe scendere in campo da titolare è quella contro il Napoli, dopo la sosta per le nazionali. Il croato d'altra parte è arrivato alla Fiorentina solo negli ultimi giorni di mercato e ha bisogno di costruirsi la condizione per tutta la stagione. Discorso simile anche per Mirallas.


Calcio: “Bruttine” le considerazioni post Arezzo e “pre” Chievo

Una brutta prestazione da parte della Fiorentina in un'amichevole di preparazione al campionato contro una squadra di Serie C.

I viola hanno sì vinto ma non convinto con l'Arezzo che sembrava addirittura averne di più ma il campionato di Serie A è già iniziato mentre quello di Serie C inizierà solo a metà settembre.

I dubbi sulla Fiorentina poi riguardano anche un gioco che francamente latita. Le squadre di Pioli non sono mai state spettacolari certamente quest'anno ci si aspetta un salto di qualità anche da parte sua.

La Fiorentina vista ieri e più in generale nelle amichevoli di rilievo non ha un gioco predefinito e non ha idee di gioco particolarmente esaltanti. Certamente c'è ancora il rodaggio da fare e la miglior Fiorentina la potremmo iniziare a vedere dopo la sosta e quindi dopo la terza giornata di campionato (seconda per i viola), ma la squadra vista ieri sera lascia molti dubbi.

Il Chievo Verona sarà il primo esame da non sbagliare. Loro arrivano dall'ottima prova contro la Juventus mentre la Fiorentina è un grandissimo punto interrogativo.

CALCIO: COL CHIEVO LA FAMIGLIA DELLA VALLE AL GRAN COMPLETO AL FRANCHI


Andrea Della Valle è atteso a Firenze in queste ore. Il patron della Fiorentina arriverà al centro sportivo "Davide Astori" sia per conoscere i volti nuovi da Moena ad oggi sia per caricare tutto il gruppo in vista dell'esordio in campionato di domenica sera in casa contro il Chievo Verona.

Ancora non è chiaro se Della Valle sarà presente alla partita ma visto il clima che si è respirato anche ieri sera ad Arezzo con tanti cori contro Della Valle e la società, difficilmente Andrea siederà in tribuna al "Franchi".

Intanto è importante che la proprietà si faccia vedere con il gruppo, il resto poi è secondario.

Calcio: 50° Torneo "Città di Vignola": la Fiorentina "a secco" dal 2012..

LA FIORENTINA SI PIAZZA AL 3° POSTO: SPAL BATTUTA 2-1

Doppietta di Nannelli nella ripresa intervallata dal provvisorio pareggio di Pessot



Stasera la finalissima: Sassuolo-Roma
50° Città di Vignola: la  "Finalina 3°-4°posto arride ai Viola
Fiorentina-Spal 2-1 L'esordio di Bocchio

Reti: 14’st, 39’st Nannelli (F), 29’st Pessot (S)

FIORENTINA: Brancolini, Pierozzi Edoardo (33’st Pierozzi Niccolò), Ponsi, Dutu, Lakti, Gillekens, Nannelli, Hanuljak (1’st Medja Beloko), Bocchio (9’st Kukovec), Toure Diawara (22’st Bigica), Koffi (9’st Simic). A disp.: Chiorra, Gelli, Gorgos, Fiorini, Meli, Servillo, Antzoulas. All. Bigica

SPAL: Fallani, Valesani (3’st Notaristefano), Farcas, Pessot, Aziz, Uzela (16’st Spina), Alessio, Minaj (32’st Clement), Chakir, Cuellar (9’st Nikolic), Biolcati (16’st Martina). A disp.: Campi, Coulange, Cannistrà, De Angelis, Mazzoni, Seri. All. Cottafava

Arbitro: Davolio di Modena (Al Sekran e Sponza di Modena)

Note: spettatori 100 circa; ammoniti Pierozzi Edoardo, Ponsi; angoli 3-2; recupero 0′, 5′

VIGNOLA: La Fiorentina conquista il terzo posto nella 50° edizione del “Città di Vignola” regolando allo scadere la Spal, dopo una partita molto equilibrata.

Parte subito forte la Fiorentina che nei primi due minuti di gioco ha due grossissime occasioni con Bocchio, la prima con un colpo di testa su traversone di Toure Diawara che colpisce la traversa, la seconda volta ottimamente imbeccato da Hanuljak a tu per tu con il portiere, bravo respingere nell’occasione. Al 17’ Gillekens calcia una punizione dai trenta metri, bella la risposta di Fallani che respinge la palla sul suo lato sinistro. Pronta ripartenza immediata della Spal, ottimo il cross di Alessio sul secondo palo dove Cuellar, con un bel colpo di testa, colpisce la traversa. Al 21’ su un errore difensivo viola, Chakir calcia dal limite dell’area, la palla termina di poco a lato. Al 25’ bellissima azione della spal l, cambio campo per Alessio che di prima serve Minaj, il suo diagonale termina di pochissimo a lato. Al 29’ altra occasione per la Fiorentina, calcio di punizione del solito Gillekens che termina di pochissimo a lato alla destra di Fallani. Al 35’ la Spal risponde con un bellissimo tiro di Chakir dal limite dell’area, anche in questa circostanza la palla però termina di poco a lato.

Ripresa che parte a ritmi bassi, ma la prima occasione è di quelle pesanti. Difatti al 14′ si sblocca il risultato a favore della Fiorentina, lesto e bravo Nannelli a ribadire in rete un traversone dalla destra di Medja Beloko trafiggendo con un secco piatto destro l’incolpevole Fallani. Al 22′ punizione tagliata di Medja Beloko, la palla colpisce l’ennesima traversa. Al 29′ la Spal trova il gol del pareggio sugli sviluppi di un calcio d’angolo dove, sul secondo palo, interviene Pessot con un piatto sinistro al volo, che non lascia scampo a Brancolini. Al 33′ bellissima azione personale dello scatenato Medja Beloko che salta un paio di avversari, entra in area e colpisce di prima intenzione, la palla sbatte sul palo interno e ritorna al centro dell’area piccola dove Simic spara clamorosamente alto. Il pareggio non accontenta nessuno ed infatti, all’ultimo giro d’orologio, gran gol di Nannelli che con un tiro a giro dal limite del vertice sinistro dell’area di rigore, manda la palla nel sette regalandosi la doppietta personale. I viola nel finale rischiano addirittura di realizzare la terza rete, retropassaggio errato della retroguardia spallina, interviene Kukovec che si invola solitario la porta, ma il suo tiro viene respinto di piedi da Fallani. Nel recupero da segnalare una punizione calciata dai 25 metri di Nikolic, ma il tiro è troppo debole e Brancolini agguanta senza particolari problemi.

A questo punto l’attenzione va verso la finalissima di stasera quando Sassuolo e Roma, calcio d’inizio ore 20.40, si sfideranno per portare a casa l’ambitissimo trofeo finale. Serata che vedrà la presenza di Arrigo Sacchi, ex Ct della Nazionale, di Katia Serra, madrina della manifestazione, ed altri ospiti a sorpresa.

La Fiorentina sempre al comando dell'Albo d'Oro con 10 successi ma non lo vince dal 2012 quando vinse in finale 1-0 sul sassuolo. Poi arrivarono prima la sconfitta con il Parma, 2 sconfitte con l'Inter, la sconfiitta con la Spal ai Quarti, quest'anno l'eliminazione in semifinale per mano del Sassuolo.

Risultati al 50° "Torneo Città di Vignola"

Quarti: Fiorentina Bologna 6-5 ( 2-2) dcr

Semifinale: Sassuolo Fiorentina 2-0

Finalina 3°-4°posto: Fiorentina Spal 2-1




Arezzo, Stadio " Città di Arezzo"
Amichevole Arezzo- Fiorentina 0-2

30'Eysseric, 74' Veretout, 81' Persano


Gara dedicata alla memoria di Bruno Beatrice, centrocampista che ha militato nella Fiorentina dal 1973 al 1976 collezionando 72 presenze e 1 gol.


La sua morte prematura è avvenuta proprio ad Arezzo il 16 dicembre 1987 a soli 39 anni, la Procura di Firenze ha aperto un' inchiesta sul decesso su richiesta della moglie, la signora Gabriella Bernardini.

FORMAZIONI

Arezzo

Pelagotti, Foglia, Brunori (dal 72' Persano), Cutolo, Serrotti, Luciani, Pinto, Bruschi (dal 32' Keqi, dal 63' Belloni), Tassi (dall'85' Sbarzella), Sala, Borghini (dal 65'Belvisi).

A disposizione Melgratti, Zappella, Varutti, Buglio, Fracassini, Ubirti, Belvisi, Danese, Persano, Stefanec, Keqi, Abdallah, Sbarzella, Bellini.

Allenatore Alessandro Dal Canto.

FIORENTINA

Lafont, Milenkovic, Biraghi, Pezzella, Vitor Hugo,Norgaard, Eysseric,Benassi, Gerson, Simeone,Chiesa

FIORENTINA Secondo Tempo

Dragowski, Ghidotti, Laurini, Ceccherini, Dabo, Diks, Hancko, Veretout, Montiel, Sottil, , Fernandez, Graciar, Vlahovic ( dal 73' Graiciar)

Allenatore Stefano Pioli

Arbitro Giacomo Lencioni di Lucca

Assistenti Aladino- Salvadori.

Serata calda, terreno in non buone condizioni.

Spettatori 4670

Fiorentina in completo bianco, Lafont in verde del Quartiere di San Giovanni, Arezzo in maglia amaranto con pantaloncini neri.

1' In memoria dell'ex presidente dell'Arezzo, Narciso Terziani.

Presente in tribuna, il direttore generale dell'area tecnica della Fiorentina, Pantaleo

Corvino e il Presidente della società viola, Mario Cognigni.


Sgambata fuori porta per la squadra di Pioli, due squadre per i due tempi.

Nel primo buono Norgaard, malino le punte, nel secondo bene Veretout e Sottil, male gli altri, chi pensava ad un Edimilson Fernandez in versione Badelj ha visto un'altra cosa.

Da domenica col Chievo si farà sul serio.

42' Hancko tenta il cross da sinistra, tutto da dimenticare.

40' Uscita di Dragowski su Serrotti.

37' Sottil da sinistra offre un assist per Edimilson Fernandez che spara alto.

36' Gol Arezzo, Persano lanciato in contropiede supera in velocità Laurini e batte Dragowski in uscita.

34' Goffo intervento di Ceccherini che libera Persano, Dragowski a terra, ribatte.

Gol Fiorentina, Veretout su rigore spiazza Pelagotti

28' Fallo di mano in area di Belvisi su incursione di Sottil

26' Buon pallone filtrante di Edimilson Fernandez, Vlahovic in ritardo.

23' Buona progressione di Montiel, che nell'azione successiva non arriva su cross di Vlahovic.

19' Sala in angolo su Edimilson Fernandez.

13' Incursione da destra di Brunori, di piede para Dragowski.

12' Fallo di Dabo su Brunori al limite dell'area, punizione amaranto, respinto dalla barriera il tiro di Cutulo.

11' Luciani contrato in angolo da Ceccherini, sul cross pronta uscita di Dragowski.

7' Ingenuità di Ceccherini, punizione per l'Arezzo dal vertice destro dell'area viola, Cutolo la calcia come peggio non si puo'.

6' Bel pallone di Veretout in mezzo all'area Armerina, Montiel in ritardo.

4' Ancora Sottil da sinistra, Vlahovic manca l'appuntamento con il pallone.

3' Cutolo da sinistro, corto il suo cross, esce Dragowski e para.

2' Cross da sinistra di Hancko, il tocco di Veretout, bloccato senza problemi dal portiere amaranto.

2' Ancora Sottil in mezzo da sinistra, libera Belvisi in angolo.

1' Sottil lancia Vlahovic, uscita pronta di Pelagotti.

Secondo Tempo

Fine Primo Tempo.

45' Angolo da destra di Biraghi, Pelagotti respinge di pugno.

44' Ancora Chiesa da destra, lungo il suo cross, in area amaranto il solo Simeone.

41' Chiesa da destra, troppo sul portiere.

39' Gerson, buon pallone in area non raccolto ne' da Simeone ne' da Chiesa.

37' Pezzella chiude in angolo su incursione di Luciani.

34' Arezzo in avanti spreca un buon contropiede, chiusura di Pezzella.

32' Tiro di Cutolo, sinistro senza pretese.

30' Gol Fiorentina, recupero di grinta di Simeone che serve Gerson, dell'apertura sulla sinistra per Eysseric che con un tiro secco batte Pelagotti.

28' Gerson liberato da Chiesa, preferisce il cross al tiro, Simeone manca il tap-in.

26' Gerson tenta il filtrante per Eysseric, Luciani intervento risolutore.

24' Chiesa tenta di liberare con un colpo di tacco Simeone, rimpallato.

22' Buona azione di Sala da destra, Hugo chiude in fallo laterale.

18' Punizione da sinistra per la Fiorentina, spreca Eysseric.

15'Uscita alta di Lafont su incursione da destra di Luciani.

13' Dalla curva viola si alza il coro per Davide Astori.

13' Bell'azione della Fiorentina, Simeone deposita in rete, ma e6in fuorigioco.

11' Buona azione dell'esterno amaranto Bruschi, il tiro da dimenticare.

9' Sinistro dal limite di Simeone, di poco a lato.

7' Lafont esce senza problemi su di un'incursione amaranto.

4' Lancio di Gerson, splendido stop di Simeone, la sua conclusione parata da Pelagotti.

1' Vitor Hugo, pessimoin disimpegno, primo angolo, senza esito per l'Arezzo.

Primo Tempo


GERSON HA STREGATO STEFANO PIOLI

Da quando è arrivato alla Fiorentina Gerson ne è diventato un titolare e Pioli sembra davvero rimasto stregato dal giocatore della Roma.

Il brasiliano è già un titolare della Fiorentina e salvo colpi di testa del giocatore lo sarà per gran parte della stagione.

Al Corriere dello Sport Pioli ha parlato così: "Gerson è un giocatore di qualità, tanta qualità". Per il tecnico ha tutto per essere un titolare importante della Fiorentina.

Gerson rappresenta dunque il presente della Fiorentina mentre sul futuro non c'è certezza visto che è arrivato in prestito secco dalla Roma (formula che ha lasciato perplessi tanti ma che probabilmente nel corso della stagione vedrà nuove evoluzioni).

La Fiorentina scenderà in campo ad Arezzo per un'amichevole in vista della gara contro il Chievo Verona di domenica sera.

Pioli punterà sull'undici che molto probabilmente rivedremo poi al 'Franchi' proprio nella gara di campionato.

Così spazio ai nuovi e a centrocampo non partirà titolare neanche contro l'Arezzo Veretout (che tornerà dalla squalifica solo dopo la sosta) e al suo posto giocherà Norgaard che farà reparto con Benassi e Gerson.

In attacco Pioli punterà su Pjaca per capire come sta e a che punto è la sua crescita in vista del Chievo. Se il croato dovesse dare le giuste risposte allora potrebbe partire titolare anche in campionato, altrimenti spazio ad uno tra Mirallas e Eysseric.


Calcio: Stefano Pioli”ringrazio la Società per il buon mercato”
Stefano Pioli al Corriere dello Sport ha parlato della sua nuova Fiorentina: "C'è molta fiducia perché la società, che ringrazio davvero, ha tenuto tutti i migliori e ripartiamo da una base solida.

Il mercato ci ha portato quei giocatori di qualità di cui avevo bisogno per la mia idea di calcio e per il 4-3-3 che sarà il nostro modulo di partenza.

Allenare una squadra così giovane è stimolante - ha concluso il tecnico - Abbiamo tutti fiducia sulla stagione che sta per iniziare".

Calcio: considerazioni di mercato chiuso di Pantaleo Corvino

Intervistato a Sky, il direttore generale dell’area tecnica della Fiorentina Pantaleo Corvino ha rilasciato queste dichiarazioni:

“La Fiorentina quest’anno parte con il dolore per la perdita del nostro capitano, Davide è sempre con noi, il primo a credere nella squadra. Siamo la squadra più giovane del campionato, nata da un’idea dell’anno scorso e condivisa con noi anche da Davide. L’anno scorso abbiamo iniziato un nuovo ciclo, siamo molto fiduciosi per il futuro. Abbiamo fatto sforzi importanti, grazie alla proprietà, nel tenere i giocatori migliori, speriamo per il meglio. Mi auguro di vedere una Fiorentina migliore dell’anno scorso, sarebbe un premio al lavoro del nostro mister Pioli e per la città di Firenze,che segue con tanta passione la sua squadra, oltre che per la proprietà”


Calcio: incroci viola al Franchi: ancora il Chievo avversario nr 1
Fiorentina, ancora il Chievo invitato alla festa di compleanno!

Di Francesco Russo

Un altro compleanno con il Chievo. Era già accaduto in due circostanze. Nella stagione 2006-07 i viola incrociarono i clivensi sempre ad agosto. Era la festa dei novant'anni viola, la gara si giocò il 28, poche ore prima del giorno del compleanno gigliato, che è il 29. In quell'occasione a festeggiare fu la Fiorentina che, grazie al gol di Sanchez alla mezz'ora del primo tempo, riuscì a strappare i primi tre punti del campionato. La parata di tutti i campioni a termine del match fu il modo migliore per festeggiare questa signora dai capelli bianchi, ormai novantenne che si chiama Fiorentina. Un'altra partita però giocata molti anni fa riporta alla luce ricordi nefasti. Era il 26 agosto del 2001. La Fiorentina di Mancini aveva terminato la stagione precedente con la vittoria della Coppa Italia e le cessioni di Toldo e Rui Costa furono gli ultimi tentativi per risollevare la società di Cecchi Gori che stava affondando. Alla prima giornata di campionato, che si giocò proprio il 26 agosto di diciassette anni fa, al Franchi si presentò il rampante Chievo Verona. La seconda squadra del capoluogo veneto, arrivata terza nel precedente campionato di Serie B, era approdata nella massima serie. La squadra allenata da un ancora poco famoso Gigi Del Neri sbancò il Franchi con un perentorio 2-0 targato Perrotta (proprio lui, Simone Perrotta, che dopo vestirà la casacca della Roma e che con la Nazionale nel 2006 vincerà i mondiali di Germania) e Marazzina. Il Chievo che si presentò a Firenze con una maglia celestina affrontò una Fiorentina che per festeggiare il settanciquesimo anno di età scese in campo la casacca storica a riquadri bianco rossi e con i pantaloni neri. Non portò molta fortuna quel giorno la maglia con i colori della città di Firenze (andrà meglio nel 2012 quando al Franchi la Fiorentina batté la Juve Stabia in Coppa Italia per 2-0 sempre indossando la casacca bicolore del '26), i viola persero e alla fine del campionato la società di Vittorio Cecchi Gori fallì. Il Chievo di Del Neri che, oltre a Perrotta e Marazzina, aveva in rosa calciatori del calibro di Lupatelli, Manfredini e Corradi fu la rivelazione di quel campionato.
I veneti arrivarono quinti in classifica e ottennero la qualificazione per la successiva Coppa Uefa. C'è da ricordare che in difesa giocava l'attuale allenatore della squadra gialloblu Lorenzo D'Anna (presente anche tra i titolari che espugnarono il Franchi nel 2001 e che dal 1992 al 1994 aveva vestito senza tanta fortuna proprio la maglia della Fiorentina). L'attuale tecnico dei veneti è subentrato a Maran a tre giornate dalla fine, riuscendo a centrare l'obiettivo salvezza. Sabato scorso alla prima giornata ha ben figurato contro la Juventus di Cristiano Ronaldo. I bianconeri ce l'hanno fatta solo a tempo scaduto grazie al gol di Bernardeschi e il fenomeno portoghese non è riuscito ad andare in gol, anche a causa delle numerose prodezze di Sorrentino, che forse non sarà in campo domenica proprio per aver rimediato un bruttissimo colpo in uno scontro con CR7. Ovvio che il primo della lista da tenere sott'occhio dai difensori gigilati sarà Emanuele Giaccherini. L'uomo di Stia con la Juve si è guadagnato il rigore del momentaneo sorpasso e lo ha pure trasformato. In più non si deve sottovalutare l'altra punta che ha bucato la porta di Skorupski, Stepinski. Il calciatore polacco, come il portiere della squadra di Allegri, lo scorso anno ha segnato cinque reti in ventidue presenze e in questa stagione si è presentato con un magistrale colpo di testa, che è valso l'1-1. Sarà anche la gara dell'ex Nenad Tomovic, che ha già affrontato la Fiorentina per due volte nella scorsa stagione, battendola al Bentegodi per 2-1 e perdendo al Franchi per 1-0. Per la Fiorentina di Pioli invece l'incontro di domenica sera segnerà l'esordio in gare ufficiali, dopo il rinvio della gara di esordio contro la Sampdoria per i tragici fatti di Genova. Dunque ad attendere la Fiorentina per un altro compleanno, il 26 agosto 2018, ritorna ancora il Chievo, stavolta la vecchietta di anni ne compie novantadue e farà di tutto per ottenere i primi tre punti della stagione.


LA PRESENTAZIONE DI EDIMILSON

Edimilson Fernandez Ribeiro 15 aprile 1996 e' un calciatore svizzero di origini portoghesi e capoverdiane, alto 1,90.

Centrocampista, proviene in prestito dal West Han dove in due stagioni ha giocato 28 partite non realizzando gol.

Con la Nazionale maggiore Svizzera conta, fino a questo momento 3 presenze senza gol.



Antognoni presenta il centrocampista svizzero, che puo' ricoprire vari ruoli, possente, ma di ottima tecnica.

Cosa spinge un giocatore della Premier a venire in Italia?

La mia esperienza in premier è qualcosa che accresce la mia esperienza.

Pronto per giocare anche domenica.

Si lavoro con questo obiettivo, se non sara'pronto per questa domenica sarà per la prossima.

Ruolo preferito

Ruolo è il n.8

Dovresti essere il sostituto di Badelj, ti senti di sostituirlo.

Certo, mi sento pronto nonostante la mia giovane sta'.

Hai avuto modo di parlare con Ogbonna e rivedi in Veretout, Mark Noble.

Sto guardando tutti i miei compagni, li sto imparando a conoscere.

Vedi Firenze come tappa di passaggio?

Sono in prestito, voglio lavorare sodo e magari rimanere qua.

Hai visto la Serie A, che campionato aspetti?

No, non ho avuto modo di vederla, ho sentito mio cugino (Gelson Fernandez ex Chievo).

Qual'e il tuo posto preferito in campo.

Preferisco la fase offensiva, ma sono un centrocampista a tutto campo.

Obiettivi della squadra.

Sono da poco qua, obiettivo portare la squadra in Europa.

Calcio: Storie di calcio mercato

DA ..SABATINI A PJACA PER FINIRE A ZAZA

E' stata una lunga estate di no quella di Walter Sabatini alla Sampdoria. L'ultimo in ordine di tempo è stato quello di Zaza che sembrava ad un passo da Genova e invece si è accasato al Torino.

Ma nei mesi estivi anche Marko Pjaca era finito nel mirino dei blucerchiati e anche in questo caso il giocatore ha preferito un'altra meta. D'altra parte Pjaca ha aspettato ad oltranza la Fiorentina nonostante altre offerte e la possibilità della Juventus di venderlo altrove.

Altro che Sampdoria lui voleva la Fiorentina e alla fine ha vinto lui anche se la formula con cui è arrivato lascia qualche dubbio.

Considerazioni tecniche viola:
FIORENTINA PIU’ COMPETITIVA, MA LA DIFESA E’ LA STESSA CON UN “ASTORI” IN MENO

tanti i giocatori nuovi anche nell'undici ideale di Stefano Pioli a partire dal portiere Lafont per passare poi ad almeno un centrocampista, Gerson, per finire con un attaccante tra Mirallas e Pjaca.

L'unico reparto che non avrà variazioni dalla passata stagione è la difesa con i quattro dell'anno scorso che saranno nuovamente presenti: Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi, saranno loro anche in questo campionato a comporre la linea difensiva della Fiorentina.

Una difesa atipica con un terzino destro particolarmente "bloccato" mentre quello sinistro sarà una vera e propria ala aggiunta all'attacco della Fiorentina.

Una linea collaudata per Pioli che sarà quindi il punto di partenza della nuova Fiorentina.


Calcio giovanile: delusione viola a Vignola
IL SASSUOLO CI RIBATTE IN SEMIFINALE 2-0 NIENTE FINALE
Rimarremo con i 10 titoli da “Leader” dell’Albo d’Oro

Calcio : semifinale 50° "Città di Vignola"; I viola dovranno ridare la a caccia alla  finale e di un titolo che sfugge da 2013

LA FIORENTINA RIMBALZA CONTRO IL SASSUOLO 0-2

Emiliano Bigica ci presentava  una formazione che  gioca solo per 9 minuti, poi preso il gol, la Viola sparisce..

Ma giochiamo un brutto 1° tempo andando negli spogliatoi sotto 1-0 col gol-sblocca partita di Manzari.

2-0 di Ferraresi 7° st

La Finale sarà contro  la vincente  di  Spal e Roma .

Prospettive viola
FIORENTINA DA SESTO/SETTIMO POSTO SE TUTTO GIRERA’ BENE

Ricomincia il Campionato. Se rileggiamo a grandi linee i risultati della stagione scorsa la Fiorentina è arrivata ottava, una posizione sotto a quella che avrebbe consentito i preliminari di Europa League, obiettivo di quest’anno secondo le parole di Andrea Della Valle. Le prime sei – Juventus, Napoli, Roma, Inter, Lazio, Milan – partono ancora, rosa alla mano, davanti alla squadra viola che se la dovrà giocare soprattutto, per il settimo posto, con Atalanta, Sampdoria e Torino. Questo naturalmente senza considerare la possibile crisi di una delle ‘grandi’ o l’inaspettato emergere di una delle ‘piccole’.
Per migliorare la sua classifica la Fiorentina dovrà vincere, come è logico, più partite: nella scorsa stagione ne vinse 16 come l’Atalanta e la Sampdoria, meno due del Milan e, per avere un’idea delle distanze, lontanissima dalla Juventus con 30 successi su 38 partite. Perderne meno e pareggiarne di più, dato che nella classifica parziale delle sconfitte la Fiorentina scala al nono posto con 13 battute d’arresto, superata anche dal Torino a 10.
Superata dalla Sampdoria, la Fiorentina è risultata nona insieme al Torino per i gol fatti, 54 (14 del capocannoniere viola Simeone), e ottava, ancora insieme ai granata, per i gol subiti, 46, tre in meno della Lazio ma tre in più del Genoa.


CORVINO AL LAVORO PER CERCARE DI CEDERE GLI “ESUBERI”: CRISTOFORO, MAXI OLIVERA E THEREAU


Tre giocatori praticamente impossibili da vendere: Cristoforo, Maxi Olivera e Thereau sono ancora a libro paga della Fiorentina nonostante non facciano assolutamente parte dei piani di Pioli.

Corvino sta provando a piazzarli e ormai lo si può fare solo all'estero, ma pare che praticamente nessuno li voglia (c'è da capirli).

Così, secondo il Corriere dello Sport, prende sempre più piede l'ipotesi della rescissione del contratto, con la Fiorentina che si dovrebbe mettere d'accordo con i calciatori per evitare di lasciare tanti milioni insieme ai giocatori.

C'è tempo ancora fino al 31 di agosto per i mercati esteri, dopo di che l'unica possibilità sarà quella della rescissione del contratto.

FINE CALCIO MERCATO : VIOLA POSSIBILE SORPRESA DEL CAMPIONATO IN GRADO DI LOTTARE PER L’EUROPA LEAGUE

A prendere l'undici titolare e ideale quella della Fiorentina è una squadra che ha tutte le caratteristiche e le possibilità di lottare per l'obiettivo dichiarato del settimo posto.

Lafont; Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi, Gerson, Veretout, Benassi, Chiesa, Simeone, Pjaca.

Questo undici qui può arrivare settimo, ha le carte in regola per farlo, ma se poi andiamo a vedere le riserve qualche dubbio viene eccome, specie a centrocampo dove Badelj non è stato praticamente sostituito. Infatti al posto del croato giocherà un Veretout ampiamente riadattato.

Quindi bisogna sperare che a nessuno dei titolari prenda neanche un raffreddore altrimenti sarà un problema per Pioli trovare il sostituto all'altezza.

Plauso comunque alla società che per una volta la promessa di non vendere i big l'ha mantenuta. La Fiorentina è praticamente l'unica del nostro campionato che non ha venduto nessun big.


Gabriel Bocchio felice di essere a Firenze

La Fiorentina ha ufficializzato l’arrivo in prestito di Gabriel Bocchio, attaccante brasiliano classe 2000.

Gli intermediari ed i suoi procuratori hanno postato su Instagram il momento della firma nella sede della Fiorentina, ringraziando il dg viola Carlos Freitas.

Queste le parole del moviola affidate ai social: “Sono felicissimo di far parte di una grande squadra di calcio Italiana“.


Calcio mercato viola in uscita
Esclusiva: Lecce, è fatta per il prestito di Venuti


Firenze- E’ un nuovo prestito che ci lascia tristi…Lorenzo Venuti riparte dal Lecce. Negli ultimi minuti il club giallorosso ha chiuso l’operazione in entrata con la Fiorentina per il prestito del terzino classe ’95. Protagonista la scorsa stagione a Benevento, su Venuti c’era anche il Palermo, ma il Lecce ha scavalcato la concorrenza e ha raggiunto le intese totali.

Calcio mercato viola :”colpaccio” in extremiss

CORVINO FA L'AFFARE: SAPONARA ALLA SAMPDORIA : SI ATTENDE L'UFFICIALITA' DELL'ACCORDO


Milano-Genova-Firenze- Fine mercato con volatona decisiva  decisiva della Sampdoria per Riccardo Saponara. A poco più di un’ora dalla fine del mercato estivo, il club blucerchiato ha trovato l’intesa con la Fiorentina per consegnare a mister Giampaolo il suo vecchio allievo ai tempi di Empoli. L’operazione, secondo quanto riporta Sky Sport, andrà in porto con la formula del prestito con diritto di riscatto fissato a 9 milioni di euro.
Secondo altre fonti sembrerebbe che l'affare per la Viola  possa essere  ancor più vantaggioso per i viola: 2 milioni per un prestito   oneroso e ben 9 per l’eventuale riscatto fra un anno.

Calcio mercato viola al giovanile in uscita

PER UN GABRIEL BOCCHIO IN ARRIVO,  KEVIN BRIC  AL LECCE, E FRANCESCO SOLDANI AL BOLOGNA

Firenze- Quasi allo scadere delle fatidiche ore 20, da Via Carnesecchi, dalla Sede delle "Giovani Promesse" arriva la definizione di  tre operazioni per il settore giovanile. Dal Red Bull Futebol come anticipato nelle ultime 24 ore, arriva in prestito con diritto di riscatto l’attaccante classe 2000 brasiliano Gabriel Bocchio  che "molto presumibilmente" andrà a rinforzare il reparto avanzato a disposizione di Emiliano Bigica in Primavera. Ceduti invece in prestito due giovani, Kevin Bric al Lecce e Francesco Soldani al Bologna, entrambi classe 2001.


Una doppia bella notizia
GIOVANNI  GERMAN PEZZELLA CONVOCATI IN NAZIONALE ARGENTINA
Giovanni Simeone convocato nella albiceleste.

L'io Scalini ha diramato le convocazioni per le amichevoli con Guatemala e Colombia che si disputeranno negli Stati Uniti.
Los 29 convocados

​Arqueros: Sergio Romero, Gerónimo Rulli y Franco Armani.

Defensores: Gabriel Mercado, Marcos Acuña, Ramiro Funes Mori, Germán Pezzella, Eduardo Salvio, Nicolás Tagliafico, Walter Kanemann, Alan Franco, Leonel Di Plácido y Fabricio Bustos.

Volantes: Maximiliano Meza, Matías Vargas, Franco Cervi, Franco Vázquez, Giovani Lo Celso, Leandro Paredes, Santiago



Cessioni viola al giovanile
RICCARDO BARONI ALL’ENTELLA CHIAVARI
Ma la Fiorentina si tiene la “recompra”

Cessioni minori in casa Fiorentina con Corvino che deve sfoltire tanto la rosa viola (non solo quella di Pioli ma più in generale tutti i giovani che non hanno spazio a Firenze).

Questa mattina è stato il turno di Baroni, ex capitano della Fiorentina Primavera, classe 1998 che si accasa all'Entella. Di seguito il comunicato della Fiorentina:

ACF Fiorentina comunica di aver ceduto, a titolo definitivo con diritto di riacquisto, i diritti alle prestazioni sportive del calciatore Riccardo Baroni (classe 98’) alla Virtus Entella.

Cessioni minori in casa Fiorentina con Corvino che deve sfoltire tanto la rosa viola (non solo quella di Pioli ma più in generale tutti i giovani che non hanno spazio a Firenze).

Questa mattina è stato il turno di Baroni, ex capitano della Fiorentina Primavera, classe 1998 che si accasa all'Entella. Di seguito il comunicato della Fiorentina:

ACF Fiorentina comunica di aver ceduto, a titolo definitivo con diritto di riacquisto, i diritti alle prestazioni sportive del calciatore Riccardo Baroni (classe 98’) alla Virtus Entella.



Calcio viola in “possibile esubero”
RICCARDO SOTTIL AVREBBE CHIESTO LA CESSIONE

Riccardo Sottil ha chiesto la cessione alla Fiorentina visto che nella squadra di Pioli è chiuso da altri giocatori.

Il giovane può andare a giocare in Serie B, da dove sono arrivate alcune richieste, ma anche il Sassuolo si è fatto avanti con la Fiorentina. Una situazione ancora tutta in evoluzione.

Sottil dunque lascerà la Fiorentina in questi ultimi giorni di mercato. Stesso destino che potrebbe toccare anche a Eysseric ancora a Firenze ma il mercato francese chiude a fine mese e potrebbe dunque essere una cessione a mercato italiano chiuso in entrata.

Ciò significherebbe che la Fiorentina potrebbe vendere Eysseric senza avere la possibilità di trovare un sostituto.


PARLA GIOVANNI SIMEONE: “SULLA CARTA PIU’ FORTI DELL’ANNO SCORSO”…


Giovanni Simeone a La Gazzetta dello Sport ha raccontato la sua Fiorentina e le aspettative sulla stagione che sta per iniziare: "Sulla carta siamo più forti rispetto a un anno fa, ma anche Lazio, Milan, Atalanta e Torino sono cresciute. L’Europa deve essere un obiettivo, non un’ossessione.

Il tridente con Chiesa e Pjaca mi piace, Marko è entrato bene nel gruppo e nell’uno contro uno è uno spettacolo. Con Federico abbiamo fatto passi avanti anche nella conoscenza fuori dal campo.

Obiettivo personale? 15 gol. Mai visto un portiere così giovane con la qualità di Lafont. Noi squadra più giovane? Un dato bello e pericoloso".



EDIMILSON CONVINTO DA STEFANO PIOLI


A Le Matin Edimilson Fernandes ha spiegato la sua scelta di venire alla Fiorentina piuttosto che altrove: "Potevo scegliere tra Italia e Germania, ho preferito arrivare a Firenze. Qui potrò esprimermi al meglio per le qualità che ho.

Nella mia avventura in Inghilterra sono maturato e cresciuto. Ho parlato con Stefano Pioli, mi ha fatto capire che conta molto su di me.  Credo di poter trovare in Italia ciò che mi è mancato in Inghilterra".

 
Copyright © 2018 FirenzeViolaSuperSport. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

Facebook

Segui FirenzeViolaSupersport
su Facebook.

Editoriale

di Stefano Ballerini

L'Isola d'Elba nel dramma :

Ci ha lasciato Fabio Bardelloni

CI HA LASCIATO FABIO BARDELLONI  ELBA 97 CALCIO A 5.

CIAO FABIO CI MANCHERAI..!!! TI PENSEREMO E RICORDEREMO SEMPRE GIOCANDO E VIVENDO GIORNI TREMENDI SENZA DI TE NEL TUO RICORDO PERENNE.

di Stefano Ballerini

Portoferraio- Martedi 1° Maggio ora di pranzo...

doveva essere un giorno di festa dove alfine

del pomeriggio ci si sarebbe dovuti ritrovare

a San Giovanni per dare inizio alla "settimana

decisiva" in casa Elba 97. Sabato era in

programma ( era...)  gara 1 del Play Out tra

Elba 97, la tua Elba 97 e Bergamo.

Invece caro Fabio tutta l'Elba sgomenta

apprendecome una freccia al cuore che

Te ci hai appena lasciati...!!

Quella svolta a destra da Valle di Lazzaro

verso Procchiodopo essere andato a trovare

la tua fidanzatina. Piove,una pioggerellina

uggiosa la prima da 20 giorni a questa

parte; in sella alla sua moto "Motard 125

intraprendevi  una strada bagnata viscida

"quasi saponata", un asfalto usurato, 13

chilometri da percorrere con attenzione

massima...E invece una sbandata, un attimo

di disattenzione ( le prime ipotesi al vaglio

dei Carabinieri di Portoferraio), una caduta

rovinosa, drammatica, "definitiva". Fabio

Bardelloni ci lascia così in una maniera

inaspettatamente drammatica. 17 anni

speranza dello sport portoferraiese con la

"sua/nostra Elba 97 Calcio a 5 nelle  cui fila

da Allievo, quest'anno facendo autentici passi

da gigante arriva a giocare in Serie B ,

conquistandosi al pari dell'amico Ivan Gatto,

la convocazione nella Selezione Regionale

Allievi con "meta" verso l'inclusione nei 13

convocati finali per il Torneo delle Regioni che

conquistavi  sorretto dallo sforzo di tutti Noi

delegati ad accompagnarvi settimanalmente

tra Montecatini Poggibonsi, Firenze, soffredo,

( con quell'infortunio all'alluce che poteva

anche impedirti di vivere questa importante

esperienza) ma guadagnandosi la stima dei

tecnici della Selezione. Era appena tornato da

Perugia dove aveva disputato le 3 partite

segnando anche un gol con i 2 realizzati da

Ivan Gatto.

Adesso a 5 giorni dalla prima delle 2 partite che

da sole varrebbero una stagione intera, questa

immane tragedia, che pone ovviamente tutto in

secondo piano; Fabione mi ero affezzionato a Te

ed a Ivan; se non c'era l'appuntamento alla

trasferta infrasettimanale, quasi ci stavo male,

mi mancava "un qualcosa". Ti/vi avevo portato

Io a Coverciano per salire sul Pullman per Perugia

fiero assieme a tutta l'Elba 97 di avervi "caricato"

ben 2 nostri tesserati.  E Voi ci avete dato

dimostrazione di meritarvi quelle attenzioni: 2 gol

di Ivan un gol tuo, si inutili alfine della classifica

finale, ma importanti per il morale ed il blasone

societario che delle 3 Api elbane: Avere 2 nostri

ragazzi nella massima competizione nazionale

Allievi vederli anche andare in gol, aveva significato

tanto...tantissimo. Adesso però il "fato" ha appena

tirato il "suo rigo fatale"; quella svolta a destra,

quel rettilineo, questo schianto...e TE CI LASCI

COSI' ATTONITI DISPERATI.

Fabio rimarrai sempre nei nostri ricordifaremo

tutto nel tuo ricordo; siamo vicini ai tuoi Genitori

a tua sorella alla tua fidanzatina. Se ci sarà da

fare qualcosa Io ci sarò sempre.

Te dall'alto proteggici, guidaci, "dacci un segno";

Noi ti penseremo sempre.

Non vale però lasciarci così, in un 1° Maggio 2018

di festa tramutatasi in immane tragedia.

CIAO FABIONE TI RICORDO..TI RICORDIAMO

COSI'... UN BACIO !!!!. STEFANO

Firenze- Altra "immane perdita" nel mondo sportivo fiorentino"

PURTROPPO  CI HA LASCIATO CHIARA BAGLIONI

Alcune belle immagini di Chiara Baglioni.

Marina di Campo- Alzatomi per controllare

posta e facebook sono rimasto "di sasso":

apprendo che nella notte ci ha lasciato la

mia amica Chiara Baglioni . E' una

"Maledetta Primavera": prima Davide Astori,

poi Emiliano Mondonico, adesso Chiara

Baglioni.

Ma che sta succedendo, perchè "tutte a noi" ??.

Sapevo che aveva avuto un problema,

ma non avevo notizie da qualche tempo,

oltretutto sono più all'Elba che a Firenze.

L'ultimo ricordo di Chiara era a Moena,

Lei sempre carina, affabile gentile brava

perfetta sul lavoro; ci hanno unito tantissime

partite sia della Primavera che della Viola; per

qualche tempo avevo collaborato con Saverio

Pestuggia a Fisport ( alla Redazione di

ViolaNews.com le nostre più sentite

Condoglianze) per cui ci vedevamo e ci

sentivamo spesso. Adesso rimane solo il

grandissimo ricordo la stravolgente tristezza

per non averla più con Noi tutti; Niente sarà

come prima. Personalmente da oggi tutto

quelo che farà la Mia Redazione di Firenze

ViolaSupersport/FirenzeViolaSuperSportLive.com

ed Elbasport.com sarà dedicato a Lei.

Alla sua Famiglia, le nostre più sentite

Condoglianze; ci stringiamo a Voi nel caro

struggente ricordo di Chiara RIP

Stefano Ballerini, Paolo Caselli, Fabio Fallai,

Alessandro Coppini, Giacomo Morini e

rispettive Famiglie .

D'ORA IN POI TUTTO IN MEMORIA DI NICCOLO'

D'ora in poi tutto il nostro lavoro sarà legato

anche al ricordo di Niccolò Ciatti ( RIP)

----------------------------------------------------------

LA MEGA BUGIA DI NARDELLA: 1461 giorni !!

Ad oggi dal famoso 19 Luglio 2014 di Nardella

a Moena:" Oggi siamo arrivati alla data più

vicina all'apposizione della 1° pietra del

nuovo Stadio dei Della Valle alla Mercafir;

mancano 300 giorni 210 di carte dei

Geometri e 90 legali". Da li ad oggi sono

passati 1461 giorni, siamo passati per

una riunione di amici in Palazzo Vecchio

per la presentazione dell'ennesimo plastico

di uno Stadio che LI NON SORGERA' MAI

con la Banca Unipol da ME MANDATA IN

DIRETTA SU RADIO FIESOLE 2 giorni

prima :" Siamo molto incazzati...tutti

parlano dei nostri terreni di Castello; ma

nessuno mai ce li ha chiesti; alla Mercafir

NON LI DAREMO MAI". Postilla...La Mercafir

rimarrà alla Mercafir perlomeno per altri 9

anni; quei terreni di castello per fare il

trasloco non ci sono piu'; li ha comprati

Firenze Aeroporti Medicei per i nuovi

parcheggi dell'Aeroporto. Faremo

l'Aereoporto e dall'"attacco-stacco" della

nuova pista dientro la Caserma dei

Carabinieri per un raggio di 10 chilometri

non ci potrà essere ne la Mercafir stessa

NE TANTOMENO UNO STADIO:

DEREGULATION AVIAZIONE CIVILE . CIT !!!!

Le  3 stecche dello Stadio "secondo" Nardella

( ad oggi Giovedi  Giugno 19 Luglio 2018 dal 19

Luglio 2014 a Moena sono 1461 ) e quella secondo

Mario Cognigni sono 725

LA NUOVA "CONTRO STECCA" DELLO

STADIO "FANTASMA" DEI DELLA VALLE:

Dopo l'amichevole "contraddittorio con Mario

Cognigni a Moena "volendo" seguire il "

ragionamento viola iniziammo a tenere la

"contro-stecca dello Stadio:

il 23 Luglio  2016 iniziava il nostro nuovo

conteggio:

Sono passati 725  giorni.... Proseguiremo.

LA 3° STECCA DEL "FANTOMATICO STADIO

DEI DELLA VALLE ...E DI NARDELLA

Adesso  iniziamo a tenere la 3° Stecca del Nuovo

Stadio "sempre più fantasma " dei Della Valle.

DA VENERDI 10 CON LA NUOVA PROMESSA FATTA

DA NARDELLA: 2019 1° Pietra del nuovo Stadio

Conteggio : da Venerdi 10 Marzo ad Oggi Giovedi

19 Giugno 2018 sono 496  giorni.

Siamo ansiosi di vedere dove andremo a finire.

Intanto stiamo lavorando sul fronte BANCA UNIPOL

attendendo un documento dall'ufficio che sta

gestendo l'annosa questione dei terreni della

Mercafir.

In più a breve abbiamo gia avuto un incontro con

l'"Entourage" della Presidenza degli Aeroporti

Toscana  Medicei Firenze e Pisa per dare il la alla

programmazione del progetto costruzione della

nuova Pista "parallela "all'autostrada di circa

3000 metri da Castello al Polo di Sesto Fiorentino.

Su quella "linea..cono" di ingresso o di decollo

secondo la "Deregulation" dell'Aviazione Civile non

ci possono essere impianti sportivi ne tantomeno

Stadi.

Se "tanto mi da tanto" credo che a documento

ricevuto se  sarà quello che dico Io sarò costretto

ad alzarmi ed a dare lettura pubblica di tutt'altra

verità. In Palazzo Vecchio .........

NON ME L'HANNO LASCIATA CHIEDERE ...

AVEVANO UNA PAURA MATTA TUTTI QUANTI

------------------------------------------------------------

LA "MEGA BUGIA DI NARDELLA IN ATTO DAL 19

LUGLIO 2014 A MOENA...300 giorni divenuti ad

oggi 7 Maggio  2018 : 1461 !!!! MEGA BUGIA !!

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella quel giorno

salito a Moena "ci " annunciava: Ad oggi mancano

210 giorni + 90 per apporre il primo mattone del

nuovo Stadio di Firenze" ...!!! ( Pinocchio...one !!)

Da quel  discorso di Dario Nardella a Moena

del 19 Luglio 2014 sono passati ad oggi 19 Luglio

2018  4 anni esatti  2018 1461   giorni.!!!

E noi continueremo a tenere aggiornata la

"nostra stecca"

Stefano Ballerini e la sua Redazione.

 

E parallelamente apriamo la "contro stecca" del 3°

progetto dei Della Valle . Il 23 Luglio 2016  mi

sono permesso di mettermi " a tu per tu" con il

Presidente Operativo Mario Cognigni, mettendolo

sul "chi va là" dalle tante promesse finora

andate vane di Nardella.

I Della Valle asseriscono sicuri che lo Stadio

si farà li dove Nardella "asserirebbe": alla

Mercafir laddove però secondo noi e secondo

molti egli addetti ai lavori non si farà mai o se

"si farà" non prima di 6-7 anni.

Allora la stecca è partita: 23 Luglio 2016-19

Luglio 2018  fanno 725 giorni ogni giorno

l'aggiorneremo e vediamo dove andremo a

finire.

Da quell' incredibile 10 marzo in Palazzo

Vecchio ad oggi 19 Febbraio 2018 sono

496.... E NOI CONTINUIAMO...!!!

ma intanto al Sindaco Nardella,

all'Assessorato allo Sport vada il

più "FERVIDO"....VERGOGNATEVI

ASSOLUTAMENTE TUTTI  !!

Lo Stadio alla Mercafir NON SI FARA' MAI

STAMPATEVELO NEL CERVELLO

...SE CE L'AVETE !!!!