Home CALCIO Fiorentina Calcio Calcio: Fiorentina Milan 1-1: così l'ha commentata il nostro Alessandro "Coppins" Coppini

Ultime notizie

Bed And Breakfast

cover.jpg
 
logo_err.jpg
Calcio: Fiorentina Milan 1-1: così l'ha commentata il nostro Alessandro "Coppins" Coppini PDF Stampa E-mail
Scritto da di Alessandro"Coppins" Coppini   
Sabato 30 Dicembre 2017 19:35

Calcio Ultima di andata

IL MILAN SCIPPA AI VIOLA 2 PUNTI MOLTO IMPORTANTI

IL PUNTO (e qualche virgola )
Analisi semiseria delle cose viola Di Alessandro "Coppins" Coppini
UN ANNO IN 94 MINUTI

Firenze- Riassumono perfettamente l’anno viola che sta finendo i 90 regolamentari e i 4 di recupero della gara contro il Milan. Il ridimensionamento voluto dalla campagna acquisti-cessioni è il risultato dell’allontanamento (fisico ed economico) della proprietà, cominciato già nel 2016. Tutto ciò consegna ai tifosi una squadra di un livello medio che la gara di oggi conferma. I rossoneri, nonostante le spese folli, sono squadra modesta e dovrebbero essere stanchi dopo i tempi supplementari di mercoledì scorso in Coppa Italia. Eppure la Fiorentina gioca una gara alla camomilla per 40 minuti facendosi pericolosa solo con due tiri (Simeone e Gil Dias) verso lo scadere della prima frazione. Periodo nel quale Banti commette un errore colossale, non mostrando il rosso a Romagnoli per un intervento killer su Simeone: l’espulsione dovrebbe essere comminata non per la chiara occasione da rete (discutibile) ma per la violenza del fallo (incontestabile). Comunque 0 a 0: tanta sterilità dipende in buona parte dalle prove sottotono di Thereau (non una novità purtroppo), dalla misteriosa e irritante impalpabilità di Benassi, dal minor contributo di Veretout, e dalla leggerezza di Gil Dias. E soprattutto dall’assenza di Chiesa, dal quale la squadra in questa stagione dimostra di dipendere troppo. Entra nella ripresa il talento viola, si schiera esterno alto ma incide poco sulla gara. Forse è veramente affaticato (ma a vent’anni sarebbe grave) forse il tanto criticato partire dalla linea della difesa (che appunto toglierebbe energie) gli è più congeniale perché gli permette di avere più campo e prendere velocità. La squadra comunque sale di tono, e segna un bel goal con Simeone. Bravo l’argentino ma evidente l’errore di Bonucci, come evidente quello di Sportiello (appena tre minuti dopo) che respinge corto e confeziona un assist per il pareggio rossonero. Peccato, perché tenere il vantaggio per un’altra manciata di minuti avrebbe forse significato i tre punti. La partita sottolinea anche l’immaturità di Simeone, specialista di testa ma ancora troppo fragile nel dribbling e nelle conclusioni. Badelj riassume al meglio i tanti giocatori viola andati altrove: in questa squadra è indispensabile, mentre in compagini più ambiziose sarebbe uno dei tanti. Bene i cosiddetti gregari di difesa, Biraghi e Laurini che si stanno facendo largo tra lo scetticismo generale. Ancora buona la prova di Hugo negli ultimi 20 minuti: Pioli deve per forza trovare il modo di far giocare lui e (alternandoli) Milenkovic, dato che sono i 4 centrali in rosa i difensori più forti. Il mister rispecchia perfettamente l’annata in corso: pacato, serio, gran lavoratore, adatto a gestire il gruppo senza scossoni, a dare una certa solidità soprattutto difensiva alla squadra, ma con pochissime idee in grado di cambiare la gara, scarsa fantasia e nessun coraggio nella gestione delle sostituzioni, troppo attaccato al suo schema prediletto. Insomma un allenatore che fa rendere 6 e mezzo una squadra che 6 e mezzo lo vale, ma che non è capace di aggiungere di suo il mezzo punto in più che cambierebbe le cose. In conclusione il difficile campionato che tutti prevedevano, per valori tecnici e difficoltà ambientali, sta andando forse meglio del previsto, con la squadra in piena corsa per lo scudetto di A2 (sesto posto) e una piccola solida base di giocatori sulla quale costruire la squadra. Per i sogni aspettiamo il 2018, che sicuramente ne porterà. Intanto auguri a tutti: buon anno!

Ultimo aggiornamento Sabato 30 Dicembre 2017 19:46
 
Copyright © 2018 FirenzeViolaSuperSport. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

Facebook

Segui FirenzeViolaSupersport
su Facebook.

Editoriale

di Stefano Ballerini

D'ORA IN POI TUTTO IN MEMORIA DI NICCOLO'

D'ora in poi tutto il nostro lavoro sarà legato

anche al ricordo di Niccolò Ciatti ( RIP)

----------------------------------------------------------

LA MEGA BUGIA DI NARDELLA: 2188 giorni !!

Le  3 stecche dello Stadio "secondo" Nardella

( oggi Giovedi   28 Dicembre    2017

sono 2188 )  e secondo Mario Cognigni

LA NUOVA "CONTRO STECCA" DELLO

STADIO "FANTASMA" DEI DELLA VALLE:

Dopo l'amichevole "contraddittorio con Mario

Cognigni a Moena "volendo" seguire il "

ragionamento viola iniziammo a tenere la

"contro-stecca dello Stadio:

il 23 Luglio  2016 iniziava il nostro nuovo conteggio:

Sono passati 515  giorni.... Proseguiremo.

LA 3° STECCA DEL "FANTOMATICO STADIO

DEI DELLA VALLE ...E DI NARDELLA

Adesso  iniziamo a tenere la 3° Stecca del Nuovo

Stadio "sempre più fantasma " dei Della Valle.

DA VENERDI 10 CON LA NUOVA PROMESSA FATTA

DA NARDELLA: 2019 1° Pietra del nuovo Stadio

Conteggio : da Venerdi 10 Marzo

ad Oggi Giovedi 28 Dicembre   sono 293  giorni.

Siamo ansiosi di vedere dove andremo a finire.

Intanto stiamo lavorando sul fronte BANCA UNIPOL

attendendo un documento dall'ufficio che sta

gestendo l'annosa questione dei terreni della

Mercafir.

In più a breve avremo un incontro con

l'"Entourage" della Presidenza degli Aeroporti

Toscana  Medicei Firenze e Pisa per dare il la alla

programmazione del progetto costruzione della

nuova Pista "parallela "all'autostrada di circa

3000 metri da Castello al Polo di Sesto Fiorentino.

Su quella "linea..cono" di ingresso o di decollo

secondo la "Deregulation" dell'Aviazione Civile non

ci possono essere impianti sportivi ne tantomeno

Stadi.

Se "tanto mi da tanto" credo che a documento

ricevuto se  sarà quello che dico Io sarò costretto

ad alzarmi ed a dare lettura pubblica di tutt'altra

verità. In Palazzo Vecchio .........

NON ME L'HANNO LASCIATA CHIEDERE ...

AVEVANO UNA PAURA MATTA TUTTI QUANTI

------------------------------------------------------------

LA "MEGA BUGIA DI NARDELLA IN ATTO DAL 19

LUGLIO 2014 A MOENA...300 giorni divenuti 2188

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella quel giorno

salito a Moena "ci " annunciava: Ad oggi mancano

210 giorni + 90 per apporre il primo mattone del

nuovo Stadio di Firenze" ...!!! ( Pinocchio...one !!)

Da quel  discorso di Dario Nardella a Moena

del 19 Luglio 2014 sono passati 2188   giorni.

E noi continueremo a tenere aggiornata la

"nostra stecca"

Stefano Ballerini e la sua Redazione.

 

E parallelamente apriamo la "contro stecca" del 3°

progetto dei Della Valle . Il 23 Luglio 2016  mi

sono permesso di mettermi " a tu per tu" con il

Presidente Operativo Mario Cognigni, mettendolo

sul "chi va là" dalle tante promesse finora

andate vane di Nardella.

I Della Valle asseriscono sicuri che lo Stadio

si farà li dove Nardella "asserirebbe": alla

Mercafir laddove però secondo noi e secondo

molti egli addetti ai lavori non si farà mai o se

"si farà" non prima di 6-7 anni.

Allora la stecca è partita: 23 Luglio 2016 -28

Dicembre 2017 fanno 490  giorni ogni giorno

l'aggiorneremo e vediamo dove andremo a

finire.

Da quell' incredibile 10 marzo in Palazzo

Vecchio sono 293.... E NOI CONTINUIAMO...!!!