Home CALCIO Fiorentina Calcio Calcio: Fiorentina Sassuolo 3-0 Simeone-Veretout-Chiesa; viola a quota 21

Bed And Breakfast

cover.jpg
 
logo_err.jpg
Calcio: Fiorentina Sassuolo 3-0 Simeone-Veretout-Chiesa; viola a quota 21 PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Lunedì 04 Dicembre 2017 09:02

Calcio: la Fiorentina torna alla vittoria

FIORENINA SASSUOLO 3-0 A 21 PUNTI SI STA MEGLIO

Simeone Veretout, Chiesa ...tris smazzato

Servizio di Fabio Fallai, Alessandro Coppini, Francesco Matteini;

Servizio fotografico di Giacomo Morini

FIORENTINA: SPORTIELLO, LAURINI (VITOR HUGO 30" st), PEZZELLA,

ASTORI, BIRAGHI, BENASSI, BADELJ, VERETOUT, CHIESA, SIMEONE

(SAPONARA 40" st),

THEREAU (BABACAR 30" st)

A disposizione: Dragowski, Cerofolini, Gaspar, Milenkovic, Vitor Hugo,

Maxi Olivera, Cristoforo, Sanchez, Eysseric, Saponara, Gil Dias,

Babacar, Zekhnini

SASSUOLO: CONSIGLI, ACERBI, CANNAVARO, GOLDANIGA, PELUSO,

MISSIROLI, MAGNANELLI, GAZZOLA (LIROLA 19" st), POLITANO

(RAGUSA 34" st),

MATRI, BERARDI (FALCINELLI 12" st)

A disposizione: Marson, Pegolo, Lirola, Sensi, Rogerio, Mazzitelli, Cassata,

Scamacca, Pierini, Falcinelli, Ragusa

Arbitra l'incontro il Sig. MASSA - Assistenti arbitrali: MELI e CALIARI - Quarto uomo:

FOURNEAU - VAR: FABBRI e TASSO

MARCATORI: SIMEONE 32" pt (F); VERETOUT 42" pt (F); CHIESA 25" ST (F);

AMMONITI: BENASSI 39" pt (F); BERARDI 10" st (S); MAGNANELLI 26" st (S);

CANNAVARO 40" st (S);

NOTE: 23.398 spettatori di cui 6.163 paganti per un incasso di € 312.056,00

Bentornato e ben ritrovato Beppe Iachni

 

Obiettivo raggiunto: 3 punti conquistati, conferma del gioco, grandi gol degli attaccanti

eaggancio alle altre squadre in lotta per il settimo posto.

Pioli può essere soddisfatto sia del gioco di squadra che della prestazione dei singoli,

finalmente senza sbavature.

IL PUNTO (e qualche virgola!)
Analisi semiseria delle cose viola a cura di Alessandro "Coppins" Coppini

PIU’ IMPORTANTE DI QUEL CHE SEMBRA

La Fiorentina fa semplicemente quello che doveva, vincere contro un dimesso Sassuolo.

Tutto scontato? No perché proprio in occasioni come questa i viola avevano fallito.

Si pensa soprattutto alla partita di Verona col Chievo e quella sciagurata di Crotone.

Se poi si pensa a come la squadra è stata raggiunta sul pareggio dall’Atalanta

(ultimo secondo e soprattutto due rigori negati), i rimpianti per una classifica che poteva

essere migliore non mancano. Prendiamo comunque con soddisfazione i tre punti, anche

se (ad essere severi, forse troppo) il modo col quale sono stati ottenuti lascia ancora

qualche perplessità. Sono belle le azioni che portano ai goal, con pregiate giocate dei

singoli.

Laurini crossa in modo perfetto per Simeone che segna con quello che sta diventando un

marchio di fabbrica, il colpo di testa in anticipo. Il raddoppio è un contropiede da manuale

con l’assist perfetto di Thereau per un Veretout che arriva a 2000 all’ora per realizzare

con rabbia.

Ed è ancora Thereau che lancia perfettamente a metà delle ripresa Chiesa, che

ha ancora la forza e la lucidità per trovare un tiro di precisone per un palo-goal. Quello

che manca in queste partite, con avversari inferiori è prendere decisamente in mano la

gara e vincerla dominando col gioco. Altre indicazioni riguardano un Simeone che da

sempre più l’idea di essere una efficacissima seconda punta. Quando Pioli schiera

Babacar negli ultimi 15 minuti, dagli spalti si ha l’idea di una coppia perfetta: il Cholito

più brevilineo, scattante, forte nel dribbling, perfetto di testa, Baba, più fisico, fa a

sportellate con chiunque, tiene alta la squadra, e ha un gran tiro (anche se oggi non si

vede).

Se la classifica migliorerà portando maggior tranquillità all’ambiente, può darsi che Pioli

trovi il coraggio (almeno in certe partite) di schierarli insieme fin dall’inizio. Thereau è

prezioso nel gioco di sponda e negli assist, Veretout non fa rimpiangere troppo Vecino,

rispetto al quale ha movimenti meno belli ma più grinta. Laurini ha un bel calcio che

rende non banali i suoi cross, Chiesa da l’idea di poter sempre squarciare la partita, e

Badelj, anche se con discontinuità, detta tempi e geometrie. Ora un altro appuntamento

in apparenza proibitivo in trasferta al San Paolo.

Ma mercoledì prossimo il Napoli si giocherà il passaggio del turno Champions a

Rotterdam e per una squadra con la rosa corta certi sforzi potrebbero essere pagati

cari: staremo a vedere!

FIORENTINA, BENASSI: "NAPOLI? CI SARA' DA SOFFRIRE"

Firenze- “Vittoria che ci serviva tantissimo”. Così il giocatore della Fiorentina, Benassi

dopo l'importante risultato ottenuto contro il Sassuolo. “Da domani si pensa già a

domenica, la nostra forza deve essere la squadra. L'obiettivo è giocare uniti e compatti,

così i risultati arriveranno.

Napoli? Prepariamola al meglio, sappiamo che ci sarà da soffrire, è una

grande squadra”. La Fiorentina incontrerà il Napoli domenica 10 dicembre al

San Paolo.

LE PAGELLE VIOLA DI FABIO FALLAI

SPORTIELLO 6 - Presente quando serve, mai seriamente impegnato.

LAURINI 6,5 - Controllo con autorevolezza la fascia destra e offre un gran pallone per

la testa di Simeone

ASTORI 6 - Qualche incertezza nella costruzione, ma sfiora il gol più volte

PEZZELLA 6,5 - Come Astori, ma con molta più grinta

BIRAGHI 6 - Prestazione sufficiente: non ha mai sofferto

VERETOUT 7 - Polmone della squadra, incontenibile in fase di proposizione, autore

di un bel gol. Il francese si conferma un ottimo acquisto

CHIESA 6,5 - Si fa trovare quando innescato con metronomo da Thereau. Sempre

volenteroso

BENASSI 6 - Sufficienza di incoraggiamento ma potrebbe fare meglio

THEREAU 7 - Segna, fa assiste, crea gioco. Ha solo un tempo ma in quel tempo fa

la differenza

SIMEONE 6,5 - Gran gol di testa e assist anche per lui. Inizia in sordina ma esce

la classe

PIOLI 6,5 - Pochi minuti per Babacar e Saponara, ma la formazione titolare gli

dà ragione su tutto

Fiorentina-Sassuolo 3-0: io l’ho vista così (Piatto ben cucinato

con una squadra che non è né carne né pesce)

Scritto da: Francesco Matteini

L’abbraccio tra Chiesa e Thereau dopo il gol (foto Galassi-Grazie )

La Fiorentina fa il salto in lungo e con la vittoria sul Sassuolo passa dal 12° al 7° posto

in un sol balzo.

Sarà così per tutto il campionato. Alti e bassi, inevitabili per una squadra che

non è né carne né pesce. Oggi però è stato un piatto casalingo, tradizionale, senza

ingredienti esotici o soprese. Ben cucinato e altamente digeribile. Due gol nel primo

tempo, un ritocco nella ripresa.

Pericoli per la porta di Sportiello praticamente a zero. Supremazia

tecnica, tattica e perfino fisica. La formazione titolare se la cava quasi sempre, se c’è da

cambiare una pedina dall’inizio o per rovesciare una partita son dolori. Il pareggio di

domenica scorsa con la Lazio è stato soprattutto una flebo al morale. La tripletta rifilata

al Sassuolo lo è invece soprattutto per la classifica. Domenica prossima c’è da provare

lo sgambetto al Napoli, tanto non abbiamo nulla da perdere.

Sportiello 6 – Solo lavoro di routine.

Laurini 7 –Tempestivo nelle chiusure e vispo nei contripiede. Cross al bacio per Simeone.

Pezzella 6 – Un paio di sviste che si fa perdonare con altrettanti interventi decisivi.

Tenta la va del gol ma non è fortunato.

Astori 6,5 – Lucido e attento, duetta con Badelj da centrocampista basso aggiunto.

Biraghi 6 – Non ha macchie sulla coscienza, ma neanche buone azioni.

Badelj 6,5 – Ogni tanto si appisola, ma nel complesso organizza al meglio la manovra,

soprattutto quando è conservativa.

Veretout 7,5 – Rapido, audace, reattivo: si fa trovare nel posto giusto al momento

giusto per batter a rete, e non è un caso.

Benassi 6,5 – Molto lavoro di raccordo, interdizione e pressing, anche se a scapito

degli inserimenti.

Thereau 7,5 – Migliora la condizione fisica e il suo apporto alla manovra offensiva

porta sapienza, verticalità e forza fisica. Assist perfetti per Veretout e Chiesa.

Chiesa 8 – Le azioni più pericolose lo vedono sempre protagonista. Segna con un

tocco di precisione anziché la botta secca: scelta di lucidità.

Simeone 6,5 – Stacco imperioso per un bel gol di testa. Prima e dopo molto impegno

ma scarsa efficacia.

Babacar 6 – Dà una mano alla squadra senza sudare.

Hugo 6 – Rinforza il blocco difensivo nella fase finale.

Saponara sv

Pioli 7 – L’atteggiamento della squadra è giusto: massima concentrazione per tutta

la durata della partita, anche dopo il doppio vantaggio.

Arbitro Banti & C. 5,5 – Un solo errore macroscopico: non valuta una plateale

trattenuta su Pezzella in area del Sassuolo. Solo il risultato già acquisito non accende i

riflettori sull’episodio.

Commento Sky Tecca-Pellegrini 5 – Accompagnano una partita mai in bilico

accreditando il Sassuolo di un paio di palle gol inesistenti.

LA SALA STAMPA DI STEFANO PIOLI

Stefano Pioli

Firenze- Le prime parole di Stefano Pioli dopo il bel 3-0 rifilato al Sassuolo arrivano dai

microfoni di Premium Sport arrivano le parole del tecnico gigliato : “C’è ancora da fare

e da crescere, la squadra ha buone qualità. Veretout è una sorpresa, non è facile per i

giocatori di altre nazionalità inserirsi così velocemente e bene. Simeone ha dimostrato

qualità, Chiesa si conferma. Veretout è una situazione veramente difficile da aspettarsi.

Gli altri si stanno integrando e stanno capendo. Hugo è da considerarsi adesso all’altezza

di tutti gli altri compagni. Dobbiamo essere bravi e continuare a fare bene. L’Inter? Faccio

i complimenti alla squadra per ciò che sta facendo. L’anno scorso c’erano grandi giocatori

che non hanno ottenuto i risultati che meritavano. Forse porto bene quando vado via, a

Inzaghi è successo lo stesso con la Lazio. Anche la Fiorentina potrà togliersi grandi

soddisfazioni se continuerà a crescere. Sapevamo che il Sassuolo si sarebbe chiuso e ci

avrebbe aspettato, se non avessimo avuto l’intensità giusta avremmo avuto maggiori

difficoltà. Napoli? Giocheremo con un squadra fortissima, metteremo in campo le nostre

armi e le nostre qualità sapendo che saremo destinati a soffrire tanto.

Lo abbiamo fatto bene  anche con la Lazio, ci prepareremo al meglio per la prossima

trasferta. Babacar e Simeone?

Giochiamo con Thereau che è un giocatore offensivo. Saponara sta crescendo. Sulle

sue qualità non ci sono tanti dubbi. Oggi abbiamo impedito ai nostri avversari di farci

male domenica prossima le cose saranno diverse”.

Massa fischia la fine: FIORENTINA 3 - SASSUOLO 0

93" Prova il tiro da fuori Badelj, alto

90" 4 minuti di recupero

89" Angolo per il Sassuolo: para Sportiello

87" Ancora angolo per il Sassuolo: contropiede viola e Chiesa al tiro conquista l'angolo

85" Esce Simeone ed entra Saponara

84" Angolo per il Sassuolo: niente di fatto

80" Ammonito Cannavaro per un duro intervento su Babacar

79" Esce Politano per Ragusa

78" Velo di Babacar per Simeone, che si gira e tira, ma il tiro è lento e centrale.

Para Consigli

75" Angolo per il Sassuolo: la Fiorentina sostituisce Laurini per Vitor Hugo e

Thereau per Babacar

71" Ammonito Magnanelli per proteste

70" Grande azione di Thereau che lancia in porta Chiesa che con un diagonale secco

batte per la terza volta Consigli. FIORENTINA 3 - SASSUOLO 0

68" Angolo per il Sassuolo: libera Astori

64" Esce anche Gazzola ed entra Lirola nel Sassuolo

64" Contropiede viola: Veretout guadagna un altro angolo. Conclusione di testa di

Astori fuori di poco

62" Iachini sostituisce Berardi con Falcinelli

60" Biraghi per la testa di Astori: miracolo di Consigli in angolo. Ancora angolo, testa

di Pezzella e nuovo miracolo del portiere emiliano

59" Angolo per la Fiorentina: incidente a Cannavaro colpito al petto dal pallone

57" Cross di Veretout per la testa di Thereau: alto di poco

55" Ammonito Berardi per proteste per un fallo non sanzionato a suo favore

53" Fiorentina lenta e Sassuolo più aggressivo: Benassi tira dal limite dell'area ma

Consigli, attento, blocca

50" Doppio calcio d'angolo per il Sassuolo: colpo di testa di Peluso, blocca Sportiello

Squadre in campo per il secondo tempo

Una buona Fiorentina gestisce il pallone e trova due grandi gol con Simeone e Veretout,

costringendo comunque il Sassuolo a giocare sempre di rimessa. Molto controllo palla,

uso quasi esclusivo della corsia destra, la Fiorentina sembra non trovare il guizzo

vincente ma colleziona 8 calci d'angolo nella prima mezzora.

Poi Laurini con un cross vincente offre a Simeone un difficile pallone che il Cholito

schiaccia in porta con determinazione.

Un gol alla sua maniera, un gol difficile ma molto bello, che riscatta una prestazione

fino ad allora non esaltante. Poi Simeone si veste della maglia di assistman e offre a

Thereau un pallone filtrante che il francese appoggia all'accorrente Veretout che

insacca il suo terzo gol con la maglia della Fiorentina.

Il Sassuolo reagisce e con Politano colpisce il palo (deviazione di piede di Sportiello):

finisce il primo tempo con la Fiorentina meritatamente in vantaggio.

Finisce il primo tempo: FIORENTINA 2 - SASSUOLO 0

45" 1 minuto di recupero. Politano colpisce dal limite ma Astori respinge di testa a

portiere battuto

42" Grande azione Simeone Thereau e Veretout e raddoppio della Fiorentina

FIORENTINA 2 - SASSUOLO 0

41" Fallo di Biraghi: punizione di Magnanelli, libera la difesa viola

40" Tiro da 40 metri di Acerbi, alto

39" Ammonito Benassi per trattenuta

37" Occasione Sassuolo: perde la palla Pezzella e Politano calcia in porta. Sportiello riesce

con il piede a deviare sul palo, salvando così il risultato

35" Ancora Laurini al cross ma stavolta la deviazione di Simeone è a lato

32" Grande gol di Simeone di testa, servito da un invitante cross di Laurini lanciato

da Veretout. FIORENTINA 1 - SASSUOLO 0

30" Preme la Fiorentina, con tiro di Thereau ancora in angolo

29" Lancio di Badelj, testa di Chiesa e deviazione di Consigli in angolo

27" Contropiede Sassuolo: Matri calcia fuori reclamando una deviazione che l'arbitro

non vede

26" Buono spunto di Chiesa che lancia Thereau il cui tiro attraverso tutta la porta senza

alcun intervento da parte attaccanti e difensori

24" Berardi prende un pallone a centrocampo e tira in porta, altissimo

22" Simeone conquista il 5° calcio d'angolo: batte Veretout e blocca Consigli

17" Ottimo cross di Laurini in area, deviato in angolo. Batte Biraghi, testa di Thereau

ma Chiesa non arriva alla deviazione vincente

16" Molte palle perse a centrocampo per passaggi lenti e movimenti non sincronizzati:

manca un po' di determinazione nella Fiorentina

14" Palla filtrante di Simeone in area per Benassi che non riesce a stoppata e l'occasione

sfuma

10" Terzo angolo per la Fiorentina: Astori colpisce di testa e la palla esce di un soffio

9" Biraghi ferma Gazzola che lo atterra al limite dell'area viola: riparte la Fiorentina che

sfrutta prevalentemente la corsia destra con Laurini

5" Ancora angolo per la Fiorentina: Veretout per la testa di Benassi sul primo palo, ma la

deviazione non raggiunge Simeone

3" Thereau al tiro dal limite dell'area: il tiro è lento e bloccato a terra da Consigli

2" Matri vede Sportiello fuori dai pali e calcia quasi da centrocampo, ma il portiere viola

controlla e la palla esce sul fondo

1" Angolo per la Fiorentina: la palla finisce tra i piedi di Astori che però commette fallo

Spalti quasi pieni in Curva Fiesole, Maratona e Tribuna per  la presentazione ufficiale

delle squadre che entrano in campo al suono dell'inno della Fiorentina.

Ancora un caloroso augurio di Buon Compleanno a Narciso Parigi per i suoi 90 anni.

Grande NARCISO!!!

Il campo riporta ancora le righe della sfida di rugby della Nazionale, ma non sembra

aver sofferto e appare in buone condizioni.

Il pareggio del Milan a Benevento rende ancora più ghiotta la posta: vincere oggi

consentirebbe alla Fiorentina di restare nella scia delle squadre del Campionato A2

per la lotta per l'Europa.

Squadre in campo per il riscaldamento: giornata splendida, temperatura 9° gradi,

spalti ancora semivuoti

Formazione annunciata per la squadra di Pioli, alla ricerca dei 3 punti che da troppo

tempo mancano alla classifica della Fiorentina. Risponde Iachini, neo allenatore della

squadra di Squinzi, con un 3-4-2-1, rinunciando a Sensi e Falcinelli.

La squadra emiliana ha già sfatato il tabù del nuovo allenatore passando il turno in

Coppa Italia: e speriamo che la regola (nuovo allenatore, squadra vincente) sia già

stata confermata e la Fiorentina possa  conquistare i 3 punti che gli servono.

Formazioni ufficiali:

FIORENTINA: SPORTIELLO, LAURINI, PEZZELLA, ASTORI, BIRAGHI,

BENASSI, BADELJ, VERETOUT, CHIESA, SIMEONE, THEREAU

A disposizione: Dragowski, Cerofolini, Gaspar, Milenkovic, Vitor Hugo, Maxi

Olivera, Cristoforo, Sanchez, Eysseric, Saponara, Gil Dias, Babacar, Zekhnini

SASSUOLO: CONSIGLI, ACERBI, CANNAVARO, GOLDANIGA, PELUSO,

MISSIROLI, MAGNANELLI, GAZZOLA, POLITANO, MATRI, BERARDI

A disposizione: Marson, Pegolo, Lirola, Sensi, Rogerio, Mazzitelli, Cassata,

Scamacca, Pierini, Falcinelli, Ragusa

Arbitra l'incontro il Sig. MASSA - Assistenti arbitrali: MELI e CALIARI - Quarto uomo:

FOURNEAU - VAR: FABBRI e TASSO

Ultimo aggiornamento Lunedì 11 Dicembre 2017 17:47
 
Copyright © 2018 FirenzeViolaSuperSport. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

Facebook

Segui FirenzeViolaSupersport
su Facebook.

Editoriale

di Stefano Ballerini

L'Isola d'Elba nel dramma :

Ci ha lasciato Fabio Bardelloni

CI HA LASCIATO FABIO BARDELLONI  ELBA 97 CALCIO A 5.

CIAO FABIO CI MANCHERAI..!!! TI PENSEREMO E RICORDEREMO SEMPRE GIOCANDO E VIVENDO GIORNI TREMENDI SENZA DI TE NEL TUO RICORDO PERENNE.

di Stefano Ballerini

Portoferraio- Martedi 1° Maggio ora di pranzo...

doveva essere un giorno di festa dove alfine

del pomeriggio ci si sarebbe dovuti ritrovare

a San Giovanni per dare inizio alla "settimana

decisiva" in casa Elba 97. Sabato era in

programma ( era...)  gara 1 del Play Out tra

Elba 97, la tua Elba 97 e Bergamo.

Invece caro Fabio tutta l'Elba sgomenta

apprendecome una freccia al cuore che

Te ci hai appena lasciati...!!

Quella svolta a destra da Valle di Lazzaro

verso Procchiodopo essere andato a trovare

la tua fidanzatina. Piove,una pioggerellina

uggiosa la prima da 20 giorni a questa

parte; in sella alla sua moto "Motard 125

intraprendevi  una strada bagnata viscida

"quasi saponata", un asfalto usurato, 13

chilometri da percorrere con attenzione

massima...E invece una sbandata, un attimo

di disattenzione ( le prime ipotesi al vaglio

dei Carabinieri di Portoferraio), una caduta

rovinosa, drammatica, "definitiva". Fabio

Bardelloni ci lascia così in una maniera

inaspettatamente drammatica. 17 anni

speranza dello sport portoferraiese con la

"sua/nostra Elba 97 Calcio a 5 nelle  cui fila

da Allievo, quest'anno facendo autentici passi

da gigante arriva a giocare in Serie B ,

conquistandosi al pari dell'amico Ivan Gatto,

la convocazione nella Selezione Regionale

Allievi con "meta" verso l'inclusione nei 13

convocati finali per il Torneo delle Regioni che

conquistavi  sorretto dallo sforzo di tutti Noi

delegati ad accompagnarvi settimanalmente

tra Montecatini Poggibonsi, Firenze, soffredo,

( con quell'infortunio all'alluce che poteva

anche impedirti di vivere questa importante

esperienza) ma guadagnandosi la stima dei

tecnici della Selezione. Era appena tornato da

Perugia dove aveva disputato le 3 partite

segnando anche un gol con i 2 realizzati da

Ivan Gatto.

Adesso a 5 giorni dalla prima delle 2 partite che

da sole varrebbero una stagione intera, questa

immane tragedia, che pone ovviamente tutto in

secondo piano; Fabione mi ero affezzionato a Te

ed a Ivan; se non c'era l'appuntamento alla

trasferta infrasettimanale, quasi ci stavo male,

mi mancava "un qualcosa". Ti/vi avevo portato

Io a Coverciano per salire sul Pullman per Perugia

fiero assieme a tutta l'Elba 97 di avervi "caricato"

ben 2 nostri tesserati.  E Voi ci avete dato

dimostrazione di meritarvi quelle attenzioni: 2 gol

di Ivan un gol tuo, si inutili alfine della classifica

finale, ma importanti per il morale ed il blasone

societario che delle 3 Api elbane: Avere 2 nostri

ragazzi nella massima competizione nazionale

Allievi vederli anche andare in gol, aveva significato

tanto...tantissimo. Adesso però il "fato" ha appena

tirato il "suo rigo fatale"; quella svolta a destra,

quel rettilineo, questo schianto...e TE CI LASCI

COSI' ATTONITI DISPERATI.

Fabio rimarrai sempre nei nostri ricordifaremo

tutto nel tuo ricordo; siamo vicini ai tuoi Genitori

a tua sorella alla tua fidanzatina. Se ci sarà da

fare qualcosa Io ci sarò sempre.

Te dall'alto proteggici, guidaci, "dacci un segno";

Noi ti penseremo sempre.

Non vale però lasciarci così, in un 1° Maggio 2018

di festa tramutatasi in immane tragedia.

CIAO FABIONE TI RICORDO..TI RICORDIAMO

COSI'... UN BACIO !!!!. STEFANO

Firenze- Altra "immane perdita" nel mondo sportivo fiorentino"

PURTROPPO  CI HA LASCIATO CHIARA BAGLIONI

Alcune belle immagini di Chiara Baglioni.

Marina di Campo- Alzatomi per controllare

posta e facebook sono rimasto "di sasso":

apprendo che nella notte ci ha lasciato la

mia amica Chiara Baglioni . E' una

"Maledetta Primavera": prima Davide Astori,

poi Emiliano Mondonico, adesso Chiara

Baglioni.

Ma che sta succedendo, perchè "tutte a noi" ??.

Sapevo che aveva avuto un problema,

ma non avevo notizie da qualche tempo,

oltretutto sono più all'Elba che a Firenze.

L'ultimo ricordo di Chiara era a Moena,

Lei sempre carina, affabile gentile brava

perfetta sul lavoro; ci hanno unito tantissime

partite sia della Primavera che della Viola; per

qualche tempo avevo collaborato con Saverio

Pestuggia a Fisport ( alla Redazione di

ViolaNews.com le nostre più sentite

Condoglianze) per cui ci vedevamo e ci

sentivamo spesso. Adesso rimane solo il

grandissimo ricordo la stravolgente tristezza

per non averla più con Noi tutti; Niente sarà

come prima. Personalmente da oggi tutto

quelo che farà la Mia Redazione di Firenze

ViolaSupersport/FirenzeViolaSuperSportLive.com

ed Elbasport.com sarà dedicato a Lei.

Alla sua Famiglia, le nostre più sentite

Condoglianze; ci stringiamo a Voi nel caro

struggente ricordo di Chiara RIP

Stefano Ballerini, Paolo Caselli, Fabio Fallai,

Alessandro Coppini, Giacomo Morini e

rispettive Famiglie .

D'ORA IN POI TUTTO IN MEMORIA DI NICCOLO'

D'ora in poi tutto il nostro lavoro sarà legato

anche al ricordo di Niccolò Ciatti ( RIP)

----------------------------------------------------------

LA MEGA BUGIA DI NARDELLA: 1461 giorni !!

Ad oggi dal famoso 19 Luglio 2014 di Nardella

a Moena:" Oggi siamo arrivati alla data più

vicina all'apposizione della 1° pietra del

nuovo Stadio dei Della Valle alla Mercafir;

mancano 300 giorni 210 di carte dei

Geometri e 90 legali". Da li ad oggi sono

passati 1461 giorni, siamo passati per

una riunione di amici in Palazzo Vecchio

per la presentazione dell'ennesimo plastico

di uno Stadio che LI NON SORGERA' MAI

con la Banca Unipol da ME MANDATA IN

DIRETTA SU RADIO FIESOLE 2 giorni

prima :" Siamo molto incazzati...tutti

parlano dei nostri terreni di Castello; ma

nessuno mai ce li ha chiesti; alla Mercafir

NON LI DAREMO MAI". Postilla...La Mercafir

rimarrà alla Mercafir perlomeno per altri 9

anni; quei terreni di castello per fare il

trasloco non ci sono piu'; li ha comprati

Firenze Aeroporti Medicei per i nuovi

parcheggi dell'Aeroporto. Faremo

l'Aereoporto e dall'"attacco-stacco" della

nuova pista dientro la Caserma dei

Carabinieri per un raggio di 10 chilometri

non ci potrà essere ne la Mercafir stessa

NE TANTOMENO UNO STADIO:

DEREGULATION AVIAZIONE CIVILE . CIT !!!!

Le  3 stecche dello Stadio "secondo" Nardella

( ad oggi Giovedi  Giugno 19 Luglio 2018 dal 19

Luglio 2014 a Moena sono 1461 ) e quella secondo

Mario Cognigni sono 725

LA NUOVA "CONTRO STECCA" DELLO

STADIO "FANTASMA" DEI DELLA VALLE:

Dopo l'amichevole "contraddittorio con Mario

Cognigni a Moena "volendo" seguire il "

ragionamento viola iniziammo a tenere la

"contro-stecca dello Stadio:

il 23 Luglio  2016 iniziava il nostro nuovo

conteggio:

Sono passati 725  giorni.... Proseguiremo.

LA 3° STECCA DEL "FANTOMATICO STADIO

DEI DELLA VALLE ...E DI NARDELLA

Adesso  iniziamo a tenere la 3° Stecca del Nuovo

Stadio "sempre più fantasma " dei Della Valle.

DA VENERDI 10 CON LA NUOVA PROMESSA FATTA

DA NARDELLA: 2019 1° Pietra del nuovo Stadio

Conteggio : da Venerdi 10 Marzo ad Oggi Giovedi

19 Giugno 2018 sono 496  giorni.

Siamo ansiosi di vedere dove andremo a finire.

Intanto stiamo lavorando sul fronte BANCA UNIPOL

attendendo un documento dall'ufficio che sta

gestendo l'annosa questione dei terreni della

Mercafir.

In più a breve abbiamo gia avuto un incontro con

l'"Entourage" della Presidenza degli Aeroporti

Toscana  Medicei Firenze e Pisa per dare il la alla

programmazione del progetto costruzione della

nuova Pista "parallela "all'autostrada di circa

3000 metri da Castello al Polo di Sesto Fiorentino.

Su quella "linea..cono" di ingresso o di decollo

secondo la "Deregulation" dell'Aviazione Civile non

ci possono essere impianti sportivi ne tantomeno

Stadi.

Se "tanto mi da tanto" credo che a documento

ricevuto se  sarà quello che dico Io sarò costretto

ad alzarmi ed a dare lettura pubblica di tutt'altra

verità. In Palazzo Vecchio .........

NON ME L'HANNO LASCIATA CHIEDERE ...

AVEVANO UNA PAURA MATTA TUTTI QUANTI

------------------------------------------------------------

LA "MEGA BUGIA DI NARDELLA IN ATTO DAL 19

LUGLIO 2014 A MOENA...300 giorni divenuti ad

oggi 7 Maggio  2018 : 1461 !!!! MEGA BUGIA !!

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella quel giorno

salito a Moena "ci " annunciava: Ad oggi mancano

210 giorni + 90 per apporre il primo mattone del

nuovo Stadio di Firenze" ...!!! ( Pinocchio...one !!)

Da quel  discorso di Dario Nardella a Moena

del 19 Luglio 2014 sono passati ad oggi 19 Luglio

2018  4 anni esatti  2018 1461   giorni.!!!

E noi continueremo a tenere aggiornata la

"nostra stecca"

Stefano Ballerini e la sua Redazione.

 

E parallelamente apriamo la "contro stecca" del 3°

progetto dei Della Valle . Il 23 Luglio 2016  mi

sono permesso di mettermi " a tu per tu" con il

Presidente Operativo Mario Cognigni, mettendolo

sul "chi va là" dalle tante promesse finora

andate vane di Nardella.

I Della Valle asseriscono sicuri che lo Stadio

si farà li dove Nardella "asserirebbe": alla

Mercafir laddove però secondo noi e secondo

molti egli addetti ai lavori non si farà mai o se

"si farà" non prima di 6-7 anni.

Allora la stecca è partita: 23 Luglio 2016-19

Luglio 2018  fanno 725 giorni ogni giorno

l'aggiorneremo e vediamo dove andremo a

finire.

Da quell' incredibile 10 marzo in Palazzo

Vecchio ad oggi 19 Febbraio 2018 sono

496.... E NOI CONTINUIAMO...!!!

ma intanto al Sindaco Nardella,

all'Assessorato allo Sport vada il

più "FERVIDO"....VERGOGNATEVI

ASSOLUTAMENTE TUTTI  !!

Lo Stadio alla Mercafir NON SI FARA' MAI

STAMPATEVELO NEL CERVELLO

...SE CE L'AVETE !!!!