Home CALCIO Fiorentina Calcio Calcio: Viola di male in peggio ..2° stop al Franchi..2° consecutivo : Fiorentina Roma 2-4

Bed And Breakfast

cover.jpg
 
logo_err.jpg
Calcio: Viola di male in peggio ..2° stop al Franchi..2° consecutivo : Fiorentina Roma 2-4 PDF Stampa E-mail
Scritto da Di Paolo Caselli,Alessandro Coppini;Stefano Ballerini Servizio fotografico di Giacomo Morini   
Domenica 05 Novembre 2017 18:13

FIRENZE STADIO " ARTEMIO FRANCHI"

2° stop al Franchi il 2° consecutivo ..di male in peggio..

Si fa segnare sempre quelli che non hanno mai segnato e che non segneranno mai più Gerson ( 2!!!!)  e Manolas

FIORENTINA- ROMA 2-4 Gerson 2, Veretout, Simeone, Manolas, Perotti

Di Paolo Caselli

FORMAZIONI

FIORENTINA

FIORENTINA: Sportiello, Biraghi, Astori, Pezzella, Gaspar, Badelj (dal 28' Sanchez), Veretout, Benassi, Chiesa( dal 74' Babacar), Gil Dias ( dal 82' Eysseric), Simeone.

A disposizione Dragowski,  Cerofolini,  Milenkovic,  Vitor Hugo, Cristoforo, Sanchez, Eysseric,  Saponara, Zekhnini, Lo Faso,Babacar.

Allenatore Stefano Pioli

ROMA

Alisson, Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov, Pellegrini ( dal 71' Strootman) Gonalons, Nainggolan, Gerson ( dal 82' Defrel) Dzeko, El Shaarawy (dal 20' Perotti)

A disposizione Skorupski, Lobont, Juan Jesus, Moreno, Castan, Emerson Palmieri, Strootman, De Rossi, Perotti, Under, Defrel.

All.: Eusebio Di Francesco.

Arbitro Marco Di Bello di Brindisi

 

Ammoniti Pezzella (F), Gonalons (R)

Pioggia, terreno in buone condizioni nonostante la pioggia abbondante delle ultime ore.

Spettatori 23000, da Roma 2300 tifosi.

Fiorentina in completo viola, Roma in completo bianco con risvolti giallorossi.

In " Curva Fiesole" protesta di 5' contro le sanzioni prese in considerazione di striscioni apparsi in precedenti occasioni.

Roma squadra di altra cilindrata per una Fiorentina, brava a rimanere in partita, di piu', francamente con questi giocatori e' chiedere troppo.

IL PUNTO (e qualche virgola...)
Analisi semiseria delle cose viola di Alessandro Coppini QUANDO UN UOMO CON LA PISTOLA INCONTRA UN UOMO COL FUCILE...

“.....l’uomo con la pistola è un uomo morto” sibila un vendicativo Clint Eastwood ad un impaurito Gian Maria Volontè nella frase cult di “Per un pugno di dollari”. Nel film la regola trova la sua eccezione, ma in genere chi ha più mezzi primeggia. La Roma di oggi è troppo superiore alla Fiorentina per aspettarsi un risultato finale diverso dal 4 a 2 finale per i giallorossi. In realtà i viola hanno tenuto testa agli avversari per tutto il primo tempo, quando hanno subito due goal in fotocopia (evanescente Biraghi nell’opporsi a Gerson, che naturalmente segna i suoi primi goal italiani a Firenze) ma hanno reagito prima con l’unico vero combattente della truppa (Veretout) e poi con quello che sta diventando un marchio di fabbrica di Simeone, il colpo di testa rubando il tempo all’avversario e piazzando la palla sul palo opposto. Anzi potrebbero chiudere in vantaggio i gigliati, perché proprio sul finire della prima frazione di gioco, Chiesa colpisce la traversa, sbagliando forse a non servire Simeone solo al centro dell’area. Ma nella ripresa il nuovo vantaggio giallorosso (troppo fermi gli undici viola sul calcio d’angolo e fortunata la deviazione involontaria di spalla di Manolas) paralizza i giocatori di Pioli, che non rientrano più in partita e subiscono addirittura il poker. Fatto sta che si sono scontrate alcune debolezze individuali con la forza di un collettivo impressionante. Biraghi non difende efficacemente e la sua qualità migliore sembra il cross (suo l’assist a Simeone). Sportiello sembra rassegnato sui due piazzati di Gerson, e Badelj ha una giornata pessima. Per il resto c’è poco da rimproverare ad una squadra che ci mette tutto quello che ha. Chiesa si spolmona e infatti esce per esaurimento di forze, Veretout è un combattente, Gil Dias ha buone giocate anche se sbaglia il 3 a 3, Gaspar è la sorpresa di giornata ed è molto efficace marcando a uomo El Sharawy. Ma dall’altra parte c’è una superiorità evidente anche (se non soprattutto) dal punto di vista fisico, con tutti i giallorossi che arrivano prima degli avversari, e con un Naingolan ed un Kolarov mostruosi. Se poi si pensa che la Roma nella ripresa mette dentro i “panchinari” Strootman, Defrel e Perotti, mantenendo tra le “riseve” De Rossi, i discorsi finiscono qui. Dopo il quarto goal giallorosso, un tifoso viola per tirarsi su il morale, e imitando più o meno volontariamente l’Igor di “Frankestein Junior”, dice che “potrebbe andare peggio...potrebbe piovere...”. Dopo 30 secondi l’acqua, che aveva dato una tregua per una ventina di minuti, riprende a scendere a catinelle, il pubblico sfolla, e i giocatori viola assomigliano sempre più a pulcini bagnati....

 

Il Film della gara a cura di Giacomo Morini

 

Fiorentina-Roma 2-4: io l’ho vista così (Loro più forti in campo e in panchina, ma Pioli non c’entra)

Scritto da: Francesco Matteini

Firenze- Dalla fiera del gol la Fiorentina torna senza neanche un punticino. Tutto come previsto, per quanto riguarda il risultato. La Roma è troppo più forte in campo e ‘troppissimo’ più forte in panchina. Per loro entra Perotti, per noi Sanchez. Come mangiare in un ristorante stellato o alla mensa aziendale. Hai voglia ad essere di bocca buona, la differenza si sente. Però i viola hanno almeno venduto cara la pelle. Nessuno finora era riuscito a segnare un gol alla Roma in trasferta, stavolta ne hanno presi due. Certo, è una magra consolazione, che però denota una reazione. L’atteggiamento svagato di Crotone è stato subito riposto nello sgabuzzo dei brutti   ricordi. La grinta è tornata a galla, ma se dall’altra parte c’è Nainggolan anche un ringhio viene trasformato in un guaito.

Sportiello 5 – Plurimpallinato dalla Roma. Del secondo gol neanche si accorge, come un’iniezione con Pic: già fattoooo?

Gaspar 5 – Non prende neanche una boccata d’aria oltre la metà campo. Cancella El Shaarawy dal campo e continua a marcarlo anche quando va in panchina lasciando via libera a Perotti.

Pezzella 6 – Controlla Dzeko senza indulgere in ricami: quando c’è da spazzare non se lo fa ripetere.

Astori 5 – La lucidità completamente persa a Crotone è ancora da recuperare come il senno dell’Orlando furioso finito sulla Luna.

Biraghi 4 – Può bastare un cross-assist per la sufficienza? No. Trasforma un Gerson qualsiasi in quello che trionfò nel Brasile campione del mondo nel 1970. Scruta Manolas che segna di spalla. Sempre in ritardo o fuori posizione.

Badelj 5 – Tre quarti della responsabilità del primo gol giallorosso è sua. Perde palla cincischiando inutilmente e spiazzando i compagni. Soffre il gioco sprint degli avversari e anche dei compagni.

Veretout 6,5 – Puntuale nell’inserimento e preciso nel tocco per il suo primo gol su azione. Recupera palloni e scodella qualche lancio da regista.

Benassi 5,5 – Lavoro oscuro di pressing e contrasto anche se arginare la prepotenza di Nainggolan è mission impossible. Scarso contributo alla fase d’attacco.

Dias 5 – Assist perfetto per Veretout, fine delle note positive. Spesso anticipato, fisicamente messo sotto. I suoi tiri tracciano parabole insidiose quanto i bouquet lanciati dalle spose novelle.

Chiesa 5,5 – Appena si presenta una mezza occasione tira in porta, forse anche troppo. Dopo la traversa di Crotone stavolta ci si mette il palo tra lui e il gol.

Simeone 6 – Manolas gli toglie l’aria e gli allunga il passo. Alla prima distrazione del difensore si vendica con un colpo di testa magistrale, ma non concede bis.

Sanchez 5 – Gli altri corrono con la lingua di fuori, lui passeggia come un pensionato al parco, gli manca solo il cane al guinzaglio.

Babacar 6 – Arduo togliere le castagne dal fuoco in una gara così: ci prova senza successo.

Eysseric sv

Pioli 6 – I valori in campo della Roma sono tremendamente superiori a quelli della Fiorentina. Quelli in panchina ancora di più. La gara sembra nen preparata per tattica e atteggiamento della squadra. Gli svarioni dei singoli fanno la differenza.

Arbitro Di Bello & C. 6 – Difficoltà zero, problemi zero, errori gravi zero.

Commento Sky Di Marzio 6,5 – In sintonia col ritmo di una gara spettacolare. Onofri 5“Gil Dias è una spina nel fianco della Roma”: come no! E’ più credibile la storia delle scie chimiche.

Finisce qui senza ulteriori possibili emozioni. Per la Roma 13° vittoria consecutiva esterna( Record dei Tecord) per la Fiorentina 2° sconfitta interna al Franchi e 2° di seguito dopo Crotone: di male in ...peggio !!!

87' Gol Roma, rubata palla a Veretout sulla trequarti, palla servita a Perotti che entra in area da sinistra e scarica in porta.

Nell' azione di Kolarov sulla sinistra, tutto lo strapotere fisico e tecnico della Roma, Fiorentina leggera, ai suoi massimi livelli, poco per le grandi.

Fase caotica della gara, la Roma pare attenta e pronta a sfruttare le fasce, dove Florenzi adesso ha di fronte Babacar.

L' uscita di Chiesa per Babacar porta la Fiorentina a giocare a due punte, certo con Chiesa si perde dinamismo e cerniera tra i reparti.

La Fiorentina prova a proporsi in avanti, la Roma aspetta il contropiede per chiuderla.

Tante occasioni nate da palle perse sulla trequarti.

Ma in difesa la Roma lascia a desiderare, se vuol portare via i tre punti da Firenze, la deve chiudere, mentre la Fiorentina deve continuare nel suo gioco veloce sulle fasce.

Pressing giallorossi sui portatori di palla, la Roma non vuol ripetere gli errori del Primo Tempo.

Fiorentina- Roma 2-3

49' Gol Roma, angolo da destra, la "spizza" Dzeko, palla che rimbalza addosso a Mano ad e fortunatamente premia il difensore romanista.

Roma riparte come era partita ad inizio gara, Di Francesco, vuole assolutamente la vittoria!

Secondo Tempo

Adesso l' inerzia è tutta per la Fiorentina, la sua velocità mette in crisi una Roma che appare compassata, superficiale quasi, specialmente nei due centrocampisti, Pellegrini e Gonalons.

Fiorentina- Roma 2-2

39' GOOOOL FIORENTINA, cross di Biraghi, Simeone " brucia" Fazio e batte di testa Allison alla sua destra.

Bella gara perché le due squadre hanno modi diversi di interpretare il calcio.

La Roma pressando alta po' lasciare spazi per le volate di Chiesa o Gol Dias, ma e' la squadra di Di Francesco a gestire la gara.

Fiorentina che si po' rendere pericolosa soltanto con errori romanisti, Veretout e Chiesa vicini al pari con tiri susseguenti ad errori dei centrali giallorossi.

Fiorentina- Roma 1-2

30'  Gol Roma, Simeone sbaglia il controllo davanti ad Allison, El Shaarawy serve ancora Besson che " fredda" Sportiello da destra sul primo palo.

Roma da grande squadra, pressa, riparte e con Kolarov regista di fascia, trova soluzioni che trovano El Shaarawy,  Pellegrini, la testa di Dzeko, e centrocampisti pronti al tiro.

Nelle ultime due azioni lo specchio della partita, Roma potente, padrona del campo, Dzeko decisivo come pivot, Fiorentina che riparte dalle fasce innescate soprattutto da Benassi.

Roma aggressiva sui portatori di palla viola, Fiorentina leggera tende a lanciare il pallone, ma ne' nel gioco aereo, ne' in velocità i viola si fanno preferire ai loro avversari.

Il gioco tra le linee degli avanti della Roma, po' essere la chiave per creare problemi alla difesa viola.

Aumenta la forza della pioggia, il campo tiene bene per ora.

Partita aperta, Roma fa densità nel centrocampo viola, la Fiorentina riparte dalle ali con la velocità di Chiesa e Gil Dias.

Questo di Veretout è il primo gol subito dalla Roma in trasferta, per la Fiorentina il ventunesimo consecutivo in casa.

Fiorentina- Roma 1-1

9' GOOOOOL FIORENTINA, Gil Dias supera Kolarov, pallone largo per Veretout, che batte Allison con un sinistro preciso.

La fisicità, la corsa, il maggior tasso tecnico romanista hanno determinato questo avvio veemente della squadra di Di Francesco..

Fiorentina - Roma 0-1

5'Gol Roma, Badelj perde un pallone sanguinoso, Naingolan serve El Shaarawy  che proprio da posizione centrale serve Besson a destra, Biraghi chiude in ritardo

Dzeko tende ad allargarsi per favorire gli inserimenti, soprattutto in zona tiro di El Shaarawy.

Roma che inizia la partita all' attacco, Fiorentina che prova con lanci lunghi di saltare il centrocampo giallorossi.

Gil Dias parte a destra con Chiesa a sinistra.

Fiorentina che attacca da sinistra verso destra, Sportiello inizia la partita sotto la " Fiesole".

Primo Tempo

Ultimo aggiornamento Lunedì 06 Novembre 2017 13:36
 
Copyright © 2018 FirenzeViolaSuperSport. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

Facebook

Segui FirenzeViolaSupersport
su Facebook.

Editoriale

di Stefano Ballerini

L'Isola d'Elba nel dramma :

Ci ha lasciato Fabio Bardelloni

CI HA LASCIATO FABIO BARDELLONI  ELBA 97 CALCIO A 5.

CIAO FABIO CI MANCHERAI..!!! TI PENSEREMO E RICORDEREMO SEMPRE GIOCANDO E VIVENDO GIORNI TREMENDI SENZA DI TE NEL TUO RICORDO PERENNE.

di Stefano Ballerini

Portoferraio- Martedi 1° Maggio ora di pranzo...

doveva essere un giorno di festa dove alfine

del pomeriggio ci si sarebbe dovuti ritrovare

a San Giovanni per dare inizio alla "settimana

decisiva" in casa Elba 97. Sabato era in

programma ( era...)  gara 1 del Play Out tra

Elba 97, la tua Elba 97 e Bergamo.

Invece caro Fabio tutta l'Elba sgomenta

apprendecome una freccia al cuore che

Te ci hai appena lasciati...!!

Quella svolta a destra da Valle di Lazzaro

verso Procchiodopo essere andato a trovare

la tua fidanzatina. Piove,una pioggerellina

uggiosa la prima da 20 giorni a questa

parte; in sella alla sua moto "Motard 125

intraprendevi  una strada bagnata viscida

"quasi saponata", un asfalto usurato, 13

chilometri da percorrere con attenzione

massima...E invece una sbandata, un attimo

di disattenzione ( le prime ipotesi al vaglio

dei Carabinieri di Portoferraio), una caduta

rovinosa, drammatica, "definitiva". Fabio

Bardelloni ci lascia così in una maniera

inaspettatamente drammatica. 17 anni

speranza dello sport portoferraiese con la

"sua/nostra Elba 97 Calcio a 5 nelle  cui fila

da Allievo, quest'anno facendo autentici passi

da gigante arriva a giocare in Serie B ,

conquistandosi al pari dell'amico Ivan Gatto,

la convocazione nella Selezione Regionale

Allievi con "meta" verso l'inclusione nei 13

convocati finali per il Torneo delle Regioni che

conquistavi  sorretto dallo sforzo di tutti Noi

delegati ad accompagnarvi settimanalmente

tra Montecatini Poggibonsi, Firenze, soffredo,

( con quell'infortunio all'alluce che poteva

anche impedirti di vivere questa importante

esperienza) ma guadagnandosi la stima dei

tecnici della Selezione. Era appena tornato da

Perugia dove aveva disputato le 3 partite

segnando anche un gol con i 2 realizzati da

Ivan Gatto.

Adesso a 5 giorni dalla prima delle 2 partite che

da sole varrebbero una stagione intera, questa

immane tragedia, che pone ovviamente tutto in

secondo piano; Fabione mi ero affezzionato a Te

ed a Ivan; se non c'era l'appuntamento alla

trasferta infrasettimanale, quasi ci stavo male,

mi mancava "un qualcosa". Ti/vi avevo portato

Io a Coverciano per salire sul Pullman per Perugia

fiero assieme a tutta l'Elba 97 di avervi "caricato"

ben 2 nostri tesserati.  E Voi ci avete dato

dimostrazione di meritarvi quelle attenzioni: 2 gol

di Ivan un gol tuo, si inutili alfine della classifica

finale, ma importanti per il morale ed il blasone

societario che delle 3 Api elbane: Avere 2 nostri

ragazzi nella massima competizione nazionale

Allievi vederli anche andare in gol, aveva significato

tanto...tantissimo. Adesso però il "fato" ha appena

tirato il "suo rigo fatale"; quella svolta a destra,

quel rettilineo, questo schianto...e TE CI LASCI

COSI' ATTONITI DISPERATI.

Fabio rimarrai sempre nei nostri ricordifaremo

tutto nel tuo ricordo; siamo vicini ai tuoi Genitori

a tua sorella alla tua fidanzatina. Se ci sarà da

fare qualcosa Io ci sarò sempre.

Te dall'alto proteggici, guidaci, "dacci un segno";

Noi ti penseremo sempre.

Non vale però lasciarci così, in un 1° Maggio 2018

di festa tramutatasi in immane tragedia.

CIAO FABIONE TI RICORDO..TI RICORDIAMO

COSI'... UN BACIO !!!!. STEFANO

Firenze- Altra "immane perdita" nel mondo sportivo fiorentino"

PURTROPPO  CI HA LASCIATO CHIARA BAGLIONI

Alcune belle immagini di Chiara Baglioni.

Marina di Campo- Alzatomi per controllare

posta e facebook sono rimasto "di sasso":

apprendo che nella notte ci ha lasciato la

mia amica Chiara Baglioni . E' una

"Maledetta Primavera": prima Davide Astori,

poi Emiliano Mondonico, adesso Chiara

Baglioni.

Ma che sta succedendo, perchè "tutte a noi" ??.

Sapevo che aveva avuto un problema,

ma non avevo notizie da qualche tempo,

oltretutto sono più all'Elba che a Firenze.

L'ultimo ricordo di Chiara era a Moena,

Lei sempre carina, affabile gentile brava

perfetta sul lavoro; ci hanno unito tantissime

partite sia della Primavera che della Viola; per

qualche tempo avevo collaborato con Saverio

Pestuggia a Fisport ( alla Redazione di

ViolaNews.com le nostre più sentite

Condoglianze) per cui ci vedevamo e ci

sentivamo spesso. Adesso rimane solo il

grandissimo ricordo la stravolgente tristezza

per non averla più con Noi tutti; Niente sarà

come prima. Personalmente da oggi tutto

quelo che farà la Mia Redazione di Firenze

ViolaSupersport/FirenzeViolaSuperSportLive.com

ed Elbasport.com sarà dedicato a Lei.

Alla sua Famiglia, le nostre più sentite

Condoglianze; ci stringiamo a Voi nel caro

struggente ricordo di Chiara RIP

Stefano Ballerini, Paolo Caselli, Fabio Fallai,

Alessandro Coppini, Giacomo Morini e

rispettive Famiglie .

D'ORA IN POI TUTTO IN MEMORIA DI NICCOLO'

D'ora in poi tutto il nostro lavoro sarà legato

anche al ricordo di Niccolò Ciatti ( RIP)

----------------------------------------------------------

LA MEGA BUGIA DI NARDELLA: 2317 giorni !!

Ad oggi dal famoso 19 Luglio 2014 di Nardella

a Moena:" Oggi siamo arrivati alla data più

vicina all'apposizione della 1° pietra del

nuovo Stadio dei Della Valle alla Mercafir;

mancano 300 giorni 210 di carte dei

Geometri e 90 legali". Da li ad oggi sono

passati 1431 giorni, siamo passati per

una riunione di amici in Palazzo Vecchio

per la presentazione dell'ennesimo plastico

di uno Stadio che LI NON SORGERA' MAI

con la Banca Unipol da ME MANDATA IN

DIRETTA SU RADIO FIESOLE 2 giorni

prima :" Siamo molto incazzati...tutti

parlano dei nostri terreni di Castello; ma

nessuno mai ce li ha chiesti; alla Mercafir

NON LI DAREMO MAI". Postilla...La Mercafir

rimarrà alla Mercafir perlomeno per altri 9

anni; quei terreni di castello per fare il

trasloco non ci sono piu'; li ha comprati

Firenze Aeroporti Medicei per i nuovi

parcheggi dell'Aeroporto. Faremo

l'Aereoporto e dall'"attacco-stacco" della

nuova pista dientro la Caserma dei

Carabinieri per un raggio di 10 chilometri

non ci potrà essere ne la Mercafir stessa

NE TANTOMENO UNO STADIO:

DEREGULATION AVIAZIONE CIVILE . CIT !!!!

Le  3 stecche dello Stadio "secondo" Nardella

( ad oggi Lunedi 17 Giugno 2018 dal 19 Luglio

2014 a Moena sono 1431 )  e quella secondo Mario

Cognigni.

LA NUOVA "CONTRO STECCA" DELLO

STADIO "FANTASMA" DEI DELLA VALLE:

Dopo l'amichevole "contraddittorio con Mario

Cognigni a Moena "volendo" seguire il "

ragionamento viola iniziammo a tenere la

"contro-stecca dello Stadio:

il 23 Luglio  2016 iniziava il nostro nuovo

conteggio:

Sono passati 684  giorni.... Proseguiremo.

LA 3° STECCA DEL "FANTOMATICO STADIO

DEI DELLA VALLE ...E DI NARDELLA

Adesso  iniziamo a tenere la 3° Stecca del Nuovo

Stadio "sempre più fantasma " dei Della Valle.

DA VENERDI 10 CON LA NUOVA PROMESSA FATTA

DA NARDELLA: 2019 1° Pietra del nuovo Stadio

Conteggio : da Venerdi 10 Marzo

ad Oggi Domenica  17 Giugno 2018 sono 442  giorni.

Siamo ansiosi di vedere dove andremo a finire.

Intanto stiamo lavorando sul fronte BANCA UNIPOL

attendendo un documento dall'ufficio che sta

gestendo l'annosa questione dei terreni della

Mercafir.

In più a breve avremo un incontro con

l'"Entourage" della Presidenza degli Aeroporti

Toscana  Medicei Firenze e Pisa per dare il la alla

programmazione del progetto costruzione della

nuova Pista "parallela "all'autostrada di circa

3000 metri da Castello al Polo di Sesto Fiorentino.

Su quella "linea..cono" di ingresso o di decollo

secondo la "Deregulation" dell'Aviazione Civile non

ci possono essere impianti sportivi ne tantomeno

Stadi.

Se "tanto mi da tanto" credo che a documento

ricevuto se  sarà quello che dico Io sarò costretto

ad alzarmi ed a dare lettura pubblica di tutt'altra

verità. In Palazzo Vecchio .........

NON ME L'HANNO LASCIATA CHIEDERE ...

AVEVANO UNA PAURA MATTA TUTTI QUANTI

------------------------------------------------------------

LA "MEGA BUGIA DI NARDELLA IN ATTO DAL 19

LUGLIO 2014 A MOENA...300 giorni divenuti ad

oggi 7 Maggio  2018 : 2317 !!!! MEGA BUGIA !!

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella quel giorno

salito a Moena "ci " annunciava: Ad oggi mancano

210 giorni + 90 per apporre il primo mattone del

nuovo Stadio di Firenze" ...!!! ( Pinocchio...one !!)

Da quel  discorso di Dario Nardella a Moena

del 19 Luglio 2014 sono passati ad oggi 7 Maggio

2018 2317   giorni.

E noi continueremo a tenere aggiornata la

"nostra stecca"

Stefano Ballerini e la sua Redazione.

 

E parallelamente apriamo la "contro stecca" del 3°

progetto dei Della Valle . Il 23 Luglio 2016  mi

sono permesso di mettermi " a tu per tu" con il

Presidente Operativo Mario Cognigni, mettendolo

sul "chi va là" dalle tante promesse finora

andate vane di Nardella.

I Della Valle asseriscono sicuri che lo Stadio

si farà li dove Nardella "asserirebbe": alla

Mercafir laddove però secondo noi e secondo

molti egli addetti ai lavori non si farà mai o se

"si farà" non prima di 6-7 anni.

Allora la stecca è partita: 23 Luglio 2016-7

Maggio 2018  fanno 625 giorni ogni giorno

l'aggiorneremo e vediamo dove andremo a

finire.

Da quell' incredibile 10 marzo in Palazzo

Vecchio ad oggi 19 Febbraio 2018 sono

344.... E NOI CONTINUIAMO...!!!

ma intanto al Sindaco Nardella, all'Assessorato

allo Sport vada il più "FERVIDO"....

VERGOGNATEVI ASSOLUTAMENTE TUTTI  !!

Lo Stadio alla Mercafir NON SI FARA' MAI

STAMPATEVELO NEL CERVELLO

...SE CE L'AVETE !!!!