Home CALCIO Dirette Testuali Calcio:E' un Europa League bellissima; 2 vittorie ed 1 pareggio; le 3 italiane in testa nei 3 gironi

Ultime notizie

Bed And Breakfast

cover.jpg
 
logo_err.jpg
Calcio:E' un Europa League bellissima; 2 vittorie ed 1 pareggio; le 3 italiane in testa nei 3 gironi PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Giovedì 28 Settembre 2017 23:32

EUROPA LEAGUE: 2 VITTORIE ED UN PAREGGIO: SI RAFFORZA IL 3° POSTO DEL RANKING UEFA
IL MILAN E LA LAZIO VINCONO IN CASA, L'ATALANTA PRENDE UN PUNTO D'ORO A LIONE.
Le 3 ITALIANE IN TESTA NEI RISPETTIVI GIRONI: E' UN RECORD BELLISSIMO

 

di Stefano Ballerini

Europa League, San Siro trema, ma il "Diavolo alla fine la svanga" al 94'
"IL DIAVOLO CUTRONE "FA ANCORA LE PENTOLE".. AL 94° !!
Sul 2-0 i rossoneri si addormentano, ci ripensa il "centravanti tascabile; Il Viola Acosty in gol a San Siro il migliore del Rjeka.

MILAN-RIJEKA 3-2
Milan (3-5-2): Donnarumma ; Musacchio , Bonucci , Romagnoli ; Abate , Kessie (26' st Mauri ), Locatelli , Calhanoglu (1' st Bonaventura ), Borini ; Cutrone , André Silva (37' st Suso ).
A disp.: Storari, Rodriguez, Paletta, Kalinic. All.: Montella
Rijeka (4-2-3-1): Sluga ; Vesovic , Zuparic , Elez , Zuta ; Misic , Bradaric ; Kvrzic (13' st Acosty ), Pavicic (26' st Males) , Heber ; Puljic (35' st Crnic ).
A disp.: Prskalo, Mavrias, Matei, Gavranovic. All.: Kek
Arbitro: Grinfeld (Israele)
Marcatori: 14' André Silva (M), 8' st Musacchio (M), 39' st Acosty (R), 45' st rig. Elez (R), 49' st Cutrone (M)
Ammoniti: Bradaric, Elez (R)
Espulsi: -

Milano- Nel secondo match della fase a gironi d'Europa League, il Milan fa "sussultare" San Siro al minuto 94. I ragazzi di Montella salvano il proprio Mister vincendo all'ultimo respiro contro il Rijeka dell'ex viola Acosty a segno a 6 dalla fine prima del pareggio di Elez al 90°. Poi ci deve ripensare il "baby terribile" Cutrone ( per Kalinic si fa dura…) con i rossoneri che riescono a confermarsi in vetta al Gruppo D con sei punti. A San Siro finisce dunque 3-2 per i rossoneri, che volano sul 2-0 grazie ad André Silva e Musacchio dando l'impressione di poter far goleada, ma poi vanno in stallo/tilt venendo incredibilmente ripresi nel finale dai croati: Acosty accorcia all'84', Elez infila il 2-2 addirittura su rigore al 90'. Al 94', però, Cutrone non perdona un altra volta sotto porta impallinando definitivamente Sluga salvando la panchina a Montella.

 

Europa League: E' una "Dea" stratosferica…
OCCHIO A QUESTA ATALANTA CHE STA FACENDO L'IMPRESA: LIONE FERMATO IN CASA SULL' 1-1
Ottima gara dei nerazzurri in Francia: una punizione del Papu regala il primo posto nel Gruppo E

LIONE-ATALANTA 1-1
Olympique Lione (4-2-3-1): Lopes ; Tete , Marcelo , Morel , Mendy ; Ndombele , Tousart ; Traoré (40 'st Cornet ), Fekir , Aouar (24' st Depay ); Mariano Diaz (24' st Maolida ). A disp.: Gorgelin, Rafael, Diakhaby, Ferri. All.: Genesio
Atalanta (3-5-2): Berisha ; Masiello , Caldara , Palomino ; Hateboer , Cristante (1' st Castagne ), De Roon , Freuler , Spinazzola ; Petagna (16' st Ilicic ), Gomez . A disp.: Gollini, Bastoni, Kurtic, Orsolini, Corneluis. All.: Gasperini
Arbitro: Siebert (Germania)
Marcatori: 45' Traoré (OL), 12' st Gomez (A)
Ammoniti: De Roon (A), Cristante (A), Tete (OL), Ilicic (A)

Lione- E' un Atalanta ancora in grande spolvero in Europa League; al 3-0 impartito all'Everton fa seguito un 1-1 d'oro a Lione che fa della truppa di Mister Gasperini la capolista di un Girone E che pareva davvero impossibile e che invece sta eleggendo nella "Dea" la squadra rivelazione. Dunque un pareggio d'oro per l'Atalanta a Lione. Nel secondo turno di Europa League, finisce 1-1 una gara intensa e giocata davvero bene dai nero-azzurri. Francesi in vantaggio proprio al 45' del primo tempo grazie a un tap-in vincente di Traoré, a cui Berisha aveva deviato il primo tentativo di tacco. I bergamaschi però non si perdono d'animo, si riorganizzano e trovano il pari nella ripresa poco dopo il 10° grazie a una punizione di Gomez al 12' che buca la barriera. I ragazzi di Gasperini sono adesso in testa al Gruppo E con 4 punti. Bravissimi !!

 

Calcio: in un Olimpico "insopportabilmente" ancora deserto, i biancazzurri regolano i belgi
E' UNA LAZIO CHE CANTA E PORTA LA CROCE ANCHE IN EUROPA : 2-0 AL WEREGEM
Primo timbro di Caicedo, poi ci ripensa "bum..bum" Immobile.

LAZIO-WAREGEM 2-0
LAZIO (3-5-1-1): Strakosha ; Patric , Luiz Felipe , Radu ; Marusic , Parolo , Di Gennaro (9' st Milinkovic ), Murgia , Lukaku (33' st Lulic ); Luis Alberto (9' st Immobile ); Caicedo . A disp.: Vargic, Crecco, Leiva, Nani. All. Inzaghi
WAREGEM (4-3-3): Leali ; De Fauw , Baudry (39' st Saponjic ), Heylen , Hamalainen ; Derijck , De Pauw (1' st Olayinka ), Doumbia ; Coopman , Leya Iseka , Kastanos (1' st Kaya ). A disp.: Bostyn, Walsh, Jensen, De Mets. All. Dury
Arbitro: Lechner (Aus)
Marcatori: 18' Caicedo (L), 45' st Immobile (L)
Ammoniti: Baudry, Leya Iseka (W)
Espulsi: --

Roma- In un Olimpico "insopportabilmente" ancora richiuso al pubblico, la Lazio batte il Waregem 2-0. Decidono il 1° timbro idi Caicedo al 18' pt e poi nel "finalissimo" il bis del solito Immobile Così la Lazio dopo il colpo olandese sale a 6 punti, tiene la testa del girone di Europa League col Nizza e sistema anche questa pratica-Waregem col minimo sforzo ma con qualche brivido di troppo nel finale di partita, quando il portiere biancaurro Strakosha evita un pareggio che avrebbe davvero saputo di beffa. Con gli inserimenti di Immobile prima di Milinkovic-Savic poi e di Lulic poi, i ragazzi di Inzaghi trovano la quadratura giusta prima che "bum..bum" Super Ciro -gol faccia ancora la sua parte: implacabile uomo-gol togliendo gli ultimi "patimenti"in "Zona Cesarini".

Ultimo aggiornamento Venerdì 29 Settembre 2017 07:03
 
Copyright © 2018 FirenzeViolaSuperSport. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

Facebook

Segui FirenzeViolaSupersport
su Facebook.

Editoriale

di Stefano Ballerini

D'ORA IN POI TUTTO IN MEMORIA DI NICCOLO'

D'ora in poi tutto il nostro lavoro sarà legato

anche al ricordo di Niccolò Ciatti ( RIP)

----------------------------------------------------------

LA MEGA BUGIA DI NARDELLA: 2239 giorni !!

Le  3 stecche dello Stadio "secondo" Nardella

( oggi Domenica 18 Febbraio 2018

sono 2239 )  e secondo Mario Cognigni

LA NUOVA "CONTRO STECCA" DELLO

STADIO "FANTASMA" DEI DELLA VALLE:

Dopo l'amichevole "contraddittorio con Mario

Cognigni a Moena "volendo" seguire il "

ragionamento viola iniziammo a tenere la

"contro-stecca dello Stadio:

il 23 Luglio  2016 iniziava il nostro nuovo conteggio:

Sono passati 1081  giorni.... Proseguiremo.

LA 3° STECCA DEL "FANTOMATICO STADIO

DEI DELLA VALLE ...E DI NARDELLA

Adesso  iniziamo a tenere la 3° Stecca del Nuovo

Stadio "sempre più fantasma " dei Della Valle.

DA VENERDI 10 CON LA NUOVA PROMESSA FATTA

DA NARDELLA: 2019 1° Pietra del nuovo Stadio

Conteggio : da Venerdi 10 Marzo

ad Oggi Venerdi 16 Febbraio 2018 sono 344  giorni.

Siamo ansiosi di vedere dove andremo a finire.

Intanto stiamo lavorando sul fronte BANCA UNIPOL

attendendo un documento dall'ufficio che sta

gestendo l'annosa questione dei terreni della

Mercafir.

In più a breve avremo un incontro con

l'"Entourage" della Presidenza degli Aeroporti

Toscana  Medicei Firenze e Pisa per dare il la alla

programmazione del progetto costruzione della

nuova Pista "parallela "all'autostrada di circa

3000 metri da Castello al Polo di Sesto Fiorentino.

Su quella "linea..cono" di ingresso o di decollo

secondo la "Deregulation" dell'Aviazione Civile non

ci possono essere impianti sportivi ne tantomeno

Stadi.

Se "tanto mi da tanto" credo che a documento

ricevuto se  sarà quello che dico Io sarò costretto

ad alzarmi ed a dare lettura pubblica di tutt'altra

verità. In Palazzo Vecchio .........

NON ME L'HANNO LASCIATA CHIEDERE ...

AVEVANO UNA PAURA MATTA TUTTI QUANTI

------------------------------------------------------------

LA "MEGA BUGIA DI NARDELLA IN ATTO DAL 19

LUGLIO 2014 A MOENA...300 giorni divenuti ad

oggi 19 Febbraio 2018 : 2239 !!!! MEGA BUGIA !!

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella quel giorno

salito a Moena "ci " annunciava: Ad oggi mancano

210 giorni + 90 per apporre il primo mattone del

nuovo Stadio di Firenze" ...!!! ( Pinocchio...one !!)

Da quel  discorso di Dario Nardella a Moena

del 19 Luglio 2014 sono passati ad oggi 16 Febbraio

2018 2239   giorni.

E noi continueremo a tenere aggiornata la

"nostra stecca"

Stefano Ballerini e la sua Redazione.

 

E parallelamente apriamo la "contro stecca" del 3°

progetto dei Della Valle . Il 23 Luglio 2016  mi

sono permesso di mettermi " a tu per tu" con il

Presidente Operativo Mario Cognigni, mettendolo

sul "chi va là" dalle tante promesse finora

andate vane di Nardella.

I Della Valle asseriscono sicuri che lo Stadio

si farà li dove Nardella "asserirebbe": alla

Mercafir laddove però secondo noi e secondo

molti egli addetti ai lavori non si farà mai o se

"si farà" non prima di 6-7 anni.

Allora la stecca è partita: 23 Luglio 2016 -19

Febbraio 2018  fanno 541 giorni ogni giorno

l'aggiorneremo e vediamo dove andremo a

finire.

Da quell' incredibile 10 marzo in Palazzo

Vecchio ad oggi 19 Febbraio 2018 sono

344.... E NOI CONTINUIAMO...!!!

ma intanto al Sindaco Nardella, all'Assessorato

allo Sport vada il più "FERVIDO"....

VERGOGNATEVI ASSOLUTAMENTE TUTTI  !!

Lo Stadio alla Mercafir NON SI FARA' MAI

STAMPATEVELO NEL CERVELLO

...SE CE L'AVETE !!!!