Home

Ultime notizie

Bed And Breakfast

cover.jpg
 
logo_err.jpg
Notizie Nazionali


Nuoto: Il bilancio degli ultimi Mondiali in "Corta" di Istambul : 2 Ori e 2 Argenti per l'Italia PDF Stampa E-mail
Scritto da Riccardo Ricci   
Mercoledì 19 Dicembre 2012 21:41

Il Bilancio degli ultimi campionati del Mondo in vasca corta tenutisi ad Istambul
Per il Nuoto Azzurro : 2 Ori e 2 Argenti

Fabio Scozzoli Ilaria Bianchi

 

Firenze- A pochi giorni dal termine dei campionati mondiali di nuovo in vasca corta  vogliamo fare  un riepilogo delle gare svolte. L'appuntamento iridato in vasca lunga, ricordiamo, è fissato per fine luglio a Barcellona.

200 stile uomini.
Bel duello tra Lochte e Biedermann. Alla fine l'ha spuntata l'americano, che ha chiuso  in 1'41"92, quindici centesimi meglio del tedesco. Terzo l'altro statunitense Dwyer.

200 farfalla donne.
L'ungherese Hosszu ha recuperato 6 decimi negli ultimi 50 metri alla cinese Jiao e ha fatto sua una gara molto bella e combattuta. Il sul tempo, 2' 02"20, è il nuovo record europeo. Terza Jemma Lowe.

400 misti domne.
Ancora un testa a testa tra una cinese, quella Ye Shiwen che è stata una delle sorprese a Londra, e un'europea. Ha vinto quest'ultima, come nella gara precedente. In questo caso si è trattato dell'inglese Miley, che ha stabilito il nuovo record europeo in 4'23"14. Terza la Hosszu.

4x100 stile uomini.
La gara era difficile, con avversari agguerriti e la staffetta italiana aveva molto più di un conto in sospeso dopo le delusioni e le polemiche londinesi. I tempi degli azzurri sono stati ottimi. Dotto ha lanciato la staffetta con un eccellente 46"84. Marco Orsi ha stampato un fantastico 45"94 in faccia a tutte le polemiche, cui anche lui aveva comunque contribuito; in ogni caso aveva in corpo anche tanta rabbia a spingerlo. Santucci ha completato la terza frazione in 47"46 e Magnini ha chiuso in 46"83 in modo da conquistare un argento dietro gli imprendibili statunitensi, ma davanti all'Australia e alla Russia, per la quale si segnala comunque la prima frazione di Morozov: 45"52.

4x200 stile donne.
Alice Mizzau, Alice Nesti, Diletta Carli e Federica Pellegrini hanno chiuso con un ottimo sesto posto in 7'46"01 con il record italiano stracciato di settantanove centesimi. I tempi delle azzurre: Alice Mizzau 1'57"23, Alice Nesti 1'56"76 (in batteria aveva nuotato  quaranta centesimi più velocemente, ma è comunque vicino al personale non lanciato) proiezione al di sotto del personale di 1'56"74 ma peggiore dell' 1'56"36 delle batterie, Diletta Carli 1'57"71, Federica Pellegrinil 1'54"31 (terzo tempo complessivo.)
Il podio è così composto: Stati Uniti 7’39”25, Russia 7’42”77, Cina 7’43”26.

400 misti uomini.
Attenzione ai nuovi mististi che provengono dal Giappone. In questa gara vince Seto in 3'59"15, quinto uomo al mondo a scendere sotto i quattro minuti, battendo Cseh e Verraszto.

50 rana donne.
Quella della lituana Meylutite si conferma vera gloria. Vince questa gara in 29"44 davanti alla giamaicana Atkinson e all'australiana Katsoulis.

100 dorso uomini.
Finale al cardiopalma con Grevers e Donets attaccati fino all'arrivo. Vince il primo per due centesimi, in 49"89. Terzo il brasiliano Guido.

100 rana uomini.
Niente può ripagare una delusione olimpica, ma resta il fatto che Scozzoli ha sbagliato solo quella finale importante, negli ultimi anni. Dopo essere passato in 26"66 non si è fatto  superare dal ritorno di Dugonijc e ha conquistato la prima medaglia mondiale italiana in vasca corta. Per l'atleta emilliano si tratta del record italiano in tessuto. Terzo lo statunitense Cordes, primo di quattro atleti racchiusi in cinque secondi.

100 farfalla uomini.
Un uomo solo al comando. Si tratta del sudafricano Chad Leclos, che ha vinto in 48"82, a trentatre centesimi dal record del mondo e comunque primatista mondiale in tessuto. Staccati di oltre settanta centesimi gli americani Shields e Lochte.

4x200 uomini.
Lochte ha lanciato la staffetta USA con uno strepitoso 1'41"17 ed è bastato questo tempo affinché nessuno potesse recuperare gli americani. Argento all'Australia. Bronzo alla Germania. Quinti gli azzurri, coi seguenti parziali: D'Arrigo 1'44"90, Di Giorgio 1'45"78, Maglia 1'44"01, Magnini 1'44"53.

100 stile donne.
Metti di essere in testa per tutta la gara, per di più quasi in apnea. Quando stai per raggiungere il traguardo e ti senti pronta per festeggiare, vedi un missile che ti sfreccia accanto e vince. Così è successo, più o meno, a Megan Romano, battuta da una rediviva Britta Steffen. Terza la cinese Tang.

200 dorso donne.
La russa zevina ha battuto la statunitense Brandon e la spagnola Da Rocha.

200 rana uomini.
Il fuoriclasse ungherese Gyurta ha vinto in modo strepitoso: primi cinquanta in 58"59 e tempo finale, record del mondo in tessuto, 2'01"35. A un secondo e mezzo Jamieson, inglese, e Sinkevich, russo.

50 farfalla donne.
Doppietta cinese. Ha prevalso la Lu in 25"14 sulla Jiao  (25"28). Bronzo alla Ottesen.

400 stile uomini.
Un altro caso di atleta uscito con le ossa rotte a Londra che ha vinto a Istanbul (fermo restando che la vasca corta è meno appetita della lunga, che l'anno post olimpico è il meno importante del quadriennio e che ovviamente tutti preferiscono non ritrovarsi delusi proprio alle Olimpiadi.) Biedermann, con uno dei suoi recuperi nel finale, ha battuto il cinese Hao col tempo di 3'39"15. Niente di che, come tempo, ma va segnalato l'ultimo cento in 52"64. Terzo si è piazzato Glaesner.

400 stile donne.
Spagna sugli scudi. Melanie Costa Shmid prima in 4'01"18. A due centesimi la Sutton e a sei la Boyle,

50 stile uomini,
Ha vinto il russo Morozov in 20"55, quinta prestazione mondiale. Secondo Manaudou, il fratello di Laure. Terzo Ervin, la cui storia meriterà un racconto. In questa gara un buon Marco Orsi è giunto quinto e Bocchia ottavo.

100 misti donne.
Bella impresa della lituana Meylutite, che ormai aumenta il numero di gare in cui la fa da protagonista. Suo l'argento dietro alla Hosszu, che per vincere ha dovuto fare un tempo stellare, primo all time in tessuto: 58"49.

200 misti.
Record del mondo e gara magistrale. Ryan Lochte ha vinto in 1'49"63 scavando un solco con gli avversari, compreso quel To che lo aveva sfidato dopo aver vinto la coppa del mondo e che è finito fuori dal podio. L'argento è andato a Cseh. Il bronzo a Seto. Da rimarcare la sontuosità della gara di Lochte, che volava nell'acqua e ai centocinquanta era addirittura in linea per scendere sotto l'1'49".

4x100 mista donne.
Danimarca sorpendente. Nielsen (personal best in prima frazione:56"73), Pedersen, Ottesen, Blume assicurano la vittoria, con record europeo, alla nazione scandinava. Il tempo è stato di 3'49"87. Seconde sono arrivate le australiane e terze le americane. Settima l'Italia con Barbieri, Boggiatto, Bianchi (miglior tempo a farfalla tra tutte le concorrenti) e Pellegrini.

100 rana donne.
Meylutite su tutte: 1'03"52 significa vittoria, record europeo assoluto e mondiale in tessuto.
Le pur ottime prestazioni di Pedersen e Atkinson non sono bastate per battere la lituana.

50 dorso uomini,
Vittoria di  Hurley, australiano, im 23"04, davanti a Grevers e Donets.

50 farfalla
Oro a Nicholas Santos, che con 22"22 che ha sconfitto per quattro centesimi Le Clos. Terzo Shields.

200 misti donne.
Grandissima gara. La cinese Ye Shiwen e l'ungherese Katinka Hosszu si sono affrontate spalla a spalla arrivando vicinissime al record mondiale gommato di 2'04"60, che appartiene a Julia Smit. Ha vinto la cinese, di quattro centesimi oltre il record, lasciando a soli otto centesimi la Hosszu. Terza, a tre minuti di distacco, l'inglese Miley.

4x100 stile donne.
L'Australia è stata in testa solo nella seconda frazione, grazie alla Guehrer, ma poi non c'è stata storia e non le è rimasto che accontentarsi dell'argento. Stati Uniti sul gradino più alto del podio con 3'31"01. Terza la Danimarca, a poche bracciate dal secondo posto.

100 stile uomini.
A parte il russo Morozov, dominatore della vasca corta, che ha stravinto in 45"56, si è assistito a una lotta serrata per le altre due posizioni del podio. D'Orsogna. Lagunov e Luca Dotto sono arrivati praticamente appaiati, ma il tocco sulla piastra ha favorito i primi due (46"80 il tempo dell'australiano D'Orsogna, argento, e 46"81 quello di Lagunov, bronzo.) A tre centesimi dal bronzo è rimasto Dotto, che conferma comunque di essersi ripreso dai problemi fisici. Per il futuro azzurro resta una delle sicurezze a livello mondiale.

50 dorso donne.
Successo per la Zhao nuotando in 25"95. Seconda la Smoliga. Terza la Urbanczyk.
.
200 dorso uomini.
Il polacco Kawecki ricorderà per sempre il giorno in cui è riuscito a battere super Ryan Lochte, approfittando sì di una conduzione di gara non impeccabile dell'americano, ma comunque bravo a dare il massimo e a cogliere l'occasione. 1'48"48 il tempo vincente, due centesimi meglio di Lochte. Terzo Murphy.
.
200 rana donne.
La danese Pedersen ha confermato i favori del pronostico, vincendo in 2'16"o8, nuovo record europeo. Seconda l'americana Sogar, che ha dato vita a un bel duello con la danese, salvo perdere un secondo al terzo cinquanta. Terza la Watanabe.

100 misti uomini.
Dopo aver battuto il record del mondo in semifinale il giorno prima e dopo la sconfitta nei 200 dorso, Ryan Lochte ha conquistato l'oro nei cento misti, nuotando in 51"21, e ha poi regalato la medaglia al pubblico. Dirà che lo fa perché si ricorda di quando da piccolo i nuotatori snobbavano le richieste di autografi o altri gesti d'affetto o riconoscenza nei confronti dei tifosi. Ricordiamo, a tal proposito, la sua presenza costante a firmare autografi durante i mondiali di Roma nel 2009.
In questa gara secondo è arrivato To e terzo Bowell.

100 farfalla donne
Chi segue il nuoto, le gare, i forum conosce da tempo le qualità di Ilaria Bianchi. Ha seguito anche i suoi alti e bassi, le promesse che rischiava di non mantenere, alcuni risultati ottimi, la mancanza di continuità, alcune stagioni non felici. Quest'anno ha rischiato di finire sul podio già a Londra, dove è arrivata quinta e a Istanbul ha sbaragliato la concorrenza, per di più in quella vasca corta che non ama particolarmente.
Ai cinquanta era quarta in 26"76, ma il secondo cinquanta in 29"37 le ha assicurato un oro bellissimo e storico. L'Italia non ne aveva mai conquistati in vasca corta e esce da Istanbul con due.
Seconda è arrivata Liu Zoge. Terza la Lowe. Brava anche la Di Pietro, settima: sta tornando anche lei a livelli d'elite.

50 rana uomini.
Con Scozzoli fuori per la febbre, l'oro se l'è preso il norvegese Hetland in 26"30 su Dugonijc e Manaudou. L'azzurro avrebbe probabilmente avuto vita facile: possiamo dirlo.

50 stile donne.
Niente da fare per la Steffen. Si è imposta la Herasimenia in 23"64, seguita da Halsall e Ottesen.

200 farfalla uomini.
Ha vinto il giapponese Kaneda con 1"51"01, seguito da Laszlo Cseh e Svortsov.

1500 stile uomini.

14"30"01 Glaesner, 14"31"13  Paltrinieri, 14"36"93  Pal Joensen. Splendido argento per l'azzurro, che ha condotto la gara a lungo, ma poi è stato superato da un avversario più esperto e forte. Avrà modo e tempo di conquistare il gradino più alto del podio, prima o poi. Intanto Greg ha conquistato il secondo argento per l'Italia in questi mondiali.

200 stile donne.
Gara in tono minore, tanto che anche una Pellegrini in formato ridotto avrebbe potuto vincerla. La Schmitt ha rischiato di andare fuori nelle batterie e ha vinto con un tempo non trascendentale: 1'53"59. Tempo comunque sufficiente per lasciare a debita distanza la Hosszu e la Costa Schmid.

.4x100mista uomini.
Hanno vinto gli Usa con 3"21"03 davanti alla Russia e all'Australia. Italia squalificata per cambio errato di Orsi.

IL BILANCIO FINALE AZZURRO  per la nazionale italiana è buono. Scozzoli, Peltrinieri, Ilaria Bianchi, la staffetta maschile veloce hanno conquistato le medaglie che potevamo aspettarci. Dotto ci è andato vicinissimo. Chi doveva raggiungere almeno la finale lo ha fatto: Orsi in primis. Le altre staffette si sono ben comportate. La Barbieri ha migliorato ancora il personale. La Pellegrini non è affatto in disarmo e piuttosto altre staffettiste si poteva pensare che dessero qualcosa in più, visti non tanto i precedenti loro record quanto fatto vedere la stagione scorsa. Hanno tempo per rifarsi, comunque, anche perché la 4x200sl attualmente non poteva andare a medaglia. Alcuni atleti sono in ripresa, come la Di Pietro. Hanno deluso, se vogliamo, Di Tora e Lestingi. Non resta che augurarci che la stagione in vasca lunga porti a quei miglioramenti che tutti auspicavano dopo Londra e che garantiscano un quadriennio di progresso costante tra nuove e vecchie leve.

 
Nuoto: Mondiali "in corta" di Istambul chiusi con altri 2 SQUILLI azzurri PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Lunedì 17 Dicembre 2012 11:28

Chiusi i Mondiali di Istanbul " in corta" La Bianchi diventa "grande"

La campionessa d'Europa vince i 100 farfalla col record italiano.
Argento di Paltrinieri nei 1500. Quarto posto di Dotto nei 100 stile libero.

Chiudiamo con 2 Ori, 2  Argenti

ISTANBUL - I Mondiali 2 in corta" di Istambul si chiudono con altri 2 squilli azzurri.
Il primo è davvero storico è ci dice che Ilaria Bianchi è medaglia d'oro nei 100 farfalla in 56"13, record italiano e migliore prestazione stagionale mondiale.
Il secondo ci annuncia l'Argento di "Greg" Gregorio Paltrinieri d'argento nei 1500.
L'undicesima edizione dei campionati mondiali di nuoto in vasca corta si chiudono ad Istanbul con tanta Italia da raccontare: come a Shanghai 2006 per ben due volte sul gradino più alto del podio, ma per la prima volta nella storia in gare individuali.
Gli Azzurri conquistano due ori e due argenti, stabiliscono quattro record italiani e migliorano venti primati personali. Un consuntivo di grande prospettiva, che sarebbe potuto essere ancora più consistente se consideriamo l'influenza che non ha consentito a Fabio Scozzoli di inseguire il podio dei 50 rana e partecipare alla 4x100 mista, i 4/100 che dividono Luca Dotto dall'argento dei 100 stile libero, 3/100 dal bronzo, e la scelta di Federica Pellegrini di nuotare solo le staffette.
Dopo la prima e storica medaglia d'oro in una gara individuale ai mondiali di vasca corta, conquistata per l'Italia da Fabio Scozzoli nei 100 rana, si torna sul gradino più alto del podio con Ilaria Bianchi che vince i 100 farfalla in 56"13, record italiano e migliore prestazione stagionale mondiale.

Nuoto: Mondiali di Istanbul. Finali 5^ giornata. Risultati degli Azzurri

Seguono i risultati degli Azzurri nelle finali della quinta e ultima giornata dell'undicesima edizione dei campionati mondiali di nuoto in vasca corta, a Istanbul.

100 STILE LIBERO M
RI 46"26 di Filippo Magnini, 12 dic 2009 agli euroindoor di Istanbul
1. Vladimir Morozov 45"65
2. Tommaso D'Orsogna (Aus) 46"80
3. Evgeny Lagunov 46"81
4. Luca Dotto 46"84 (pp 46"68 nel 2010)

50 DORSO F
nessun'atleta italiana qualificata

200 DORSO M
nessun atleta italiana qualificato

200 RANA F
nessun'atleta italiana iscritta

100 MISTI M
nessun atleta italiano iscritto

100 FARFALLA F
prec. RI 56"40 di Ilaria Bianchi, 25 nov 2012 agli euroindoor di Chartres
1. Ilaria Bianchi 56"13 RI
2. Liu Zige (Cin) 56"58
3. Jemma Lowe (Gbr) 56"66
7. Silvia Di Pietro 58"14
(pp 57"47 nel 2009; pp in tessuto 57"62 in semifinale)

50 RANA M
nessun atleta italiano qualificato

50 STILE LIBERO F
nessun'atleta italiana iscritta

200 FARFALLA M
nessun atleta italiano iscritto

1500 STILE LIBERO - SERIE VELOCE
RI 14'24"21 di Federico Colbertaldo, 13 dic 2008 agli euroindoor di Rijeka
1. Mads Glaesner (Dan) 14'30"01
2. Gregorio Paltrinieri (Ita) 14'31"13
(pp 14'27"78 serie veloce euroindoor 2012)
3. Pal Joensen (Far) 14'36"93
12. Gabriele Detti 14'49"29 nell'ultima serie lenta del mattino
(pp 14'45"72 serie veloce euroindoor 2012)

200 STILE LIBERO F
nessun'atleta italiana qualificata

4X100 MISTA M
RI 3'28"52 della Nazionale in batteria
con Mirco Di Tora 51"78, Mattia Pesce 58"89, Matteo Rivolta 50"92 e Marco Orsi 46"93
Italia squalificata per cambio anticipato di Orsi (-0"04)
con Di Tora 52"36, Pesce 58"14, Rivolta 51"60, Orsi -0"04
1. Stati Uniti 3'21"03
2. Russia 3'22"86
3. Australia 3'24"77


 
Nuoto: ad Istambul la 4° giornata ancora senza medaglie per gli azzurri, ma domani..... PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Sabato 15 Dicembre 2012 20:44

Nuoto: Mondiali di Istanbul. Semifinali e finali 4^ giornata. Risultati degli Azzurri
Seconda giornata senza medaglie Magnini eliminato nei 100 m sl
Scozzoli messo ko dall'influenza
Seguono i risultati degli Azzurri nelle semifinali e FINALI della quarta giornata dell'undicesima edizione dei campionati mondiali di nuoto in vasca corta, in svolgimento a Istanbul.

Sabato 15 dicembre
semifinali e FINALI

100 RANA F
nessun'atleta italiana qualificata

50 DORSO M
nessun atleta italiano qualificato

50 dorso F
RI 26"77 di Elena Gemo, 13 dic 2008 agli euroindoor di Rijeka
14. Arianna Barbieri 27"42 eliminata
(pp 26"98 finale euroindoor 2012)

100 sl M
RI 46"26 di Filippo Magnini, 12 dic 2009 agli euroindoor di Istanbul
2. Luca Dotto 46"83 qualificato alla finale di domenica
(pp 46"68 nel 2010)
12. Filippo Magnini 47"61 eliminato
(pp in tessuto 46"52 nel 2005)

50 sl F
nessun'atleta italiana iscritta

50 FARFALLA M
nessun atleta italiano qualificato

100 farfalla F
RI 56"40 di Ilaria Bianchi, 25 nov 2012 agli euroindoor di Chartres
1. Ilaria Bianchi 56"60 qualificata alla finale di domenica
6. Silvia Di Pietro 57"62 qualificata alla finale di domenica
(pp 57"47 nel 2009; prec. in tessuto 58"36 in batteria)

100 misti M
nessun atleta italiano iscritto

200 MISTI F
nessun'atleta italiana qualificata

50 rana M
RE+RI 26"11 di Fabio Scozzoli, 4 ago 2011 agli assoluti di Ostia
11. Mattia Pesce 26"86 eliminato
(pp 26"83 nelle batterie)
Fabio Scozzoli non partito a causa della debilitazione fisica dovuta all'influenza che ha da venerdì

4x100 STILE LIBERO F
Nazionale non iscritta

consulta i risultati ufficiali

MEDAGLIERE ITALIA (1 - 1 - 0)

ORO (1)

100 rana M
Fabio Scozzoli 57"10

ARGENTO (1)

4x100 sl M
Italia 3'07"07
con Dotto 46"84, Orsi 45"94, Santucci 47"46, Magnini 46"83

RECORD ITALIANI (2)

4x200 sl F
Nazionale 7'46"01 in finale
con Mizzau 1'57"23 pp (prec. 1'58"30), Nesti 1'56"76, Carli 1'57"71, Pellegrini 1'54"31

4x100 mista F
Nazionale 3’55”66 in batteria
con Barbieri 57”94 pp (prec. pp 58”02 nelle batterie dei 100 dorso), Boggiatto 1’07”23, Bianchi 56”75, Pellegrini 53”74

PRIMATI PERSONALI (18)

200 sl M
Andrea Mitchell D'Arrigo 1'45"15 in batteria
Andrea Mitchell D'Arrigo 1'44"90  nella prima frazione della 4x200, finale

100 rana M
Mattia Pesce 58"86 in batteria
Mattia Pesce 58"69 in semifinale

100 dorso F
Arianna Barbieri 58"02 in batteria
Arianna Barbieri 57”94 nella prima frazione della staffetta in finale

100 farfalla M
Matteo Rivolta 51"19 in batteria
Matteo Rivolta 51"10 in semifinale

100 dorso M
Mirco Di Tora 51"47 pp in tessuto, in semifinale

200 sl F
Alice Mizzau 1'57"23 nella prima frazione della staffetta in finale

100 rana M
Fabio Scozzoli 57"10 pp in tessuto, oro in finale

50 dorso M
Mirco Di Tora 23”81 pp in tessuto, in batteria

50 farfalla M
Matteo Rivolta 23”74 in batteria

400 sl F
Alice Nesti 4’05”55 in batteria

100 farfalla F
Silvia Di Pietro 58"36 pp in tessuto, in batteria
Silvia Di Pietro 57"62 pp in tessuto, in semifinale

200 misti F
Stefania Pirozzi 2'11"91

50 rana M
Mattia Pesce 26"83



 
Nuoto: 3° giornata ad Istambul: Oggi solo un 5° posto per gli azzurri PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Venerdì 14 Dicembre 2012 22:38

Nuoto: Mondiali di Istanbul. Semifinali e finali 3^ giornata. Risultati degli Azzurri

Mondiali di Istanbul Orsi solo quinto tra gli sprinter

L'azzurro chiude i 50 stile libero in 21"23, ottavo Bocchia in 21"58. La 4x100 mista femminile, autrice del record italiano in batteria in 3'55"66, si ferma al settimo posto in 3'56"12. Mondiale di Lochte nei 200 misti
Seguono i risultati degli Azzurri nelle semifinali e FINALI dell'undicesima edizione dei campionati mondiali di nuoto in vasca corta, in svolgimento a Istanbul. La staffetta femminile 4 x 200 mix solo settima con la livornese Chiara Boggiatto.


50 dorso M
RI 23"45 di Mirco Di Tora, 11 dic 2009 agli euroindoor di Istanbul
14. Mirco Di Tora 23"82 eliminato
(pp 23"81 in batteria)

100 STILE LIBERO F
nessun'italiana qualificata

50 farfalla M
nessun italiano qualificato

200 DORSO F
nessun'italiana iscritta

200 RANA M
nessun italiano iscritto

50 FARFALLA F
nessun'italiana qualificata

400 STILE LIBERO M
nessun italiano qualificato

100 rana F
nessun'italiana qualificata

400 STILE LIBERO F
nessun'italiana qualificata

50 STILE LIBERO M
RI 20"93 di Marco Orsi, 10 dic 2009 agli euroindoor di Istanbul
1. Vladimir Morozov (Rus) 20"55
2. Florent Manaudou (Fra) 20"88
3. Anthony Ervin (Usa) 20"99
5. Marco Orsi 21"23
(pp 20"93 nel 2009; in tessuto 21"00 nel 2010)
8. Federico Bocchia 21"58
(pp 21"27 semifinali euroindoor 2012)

100 MISTI F
nessun'italiana iscritta

200 MISTI M
nessun italiano iscritto

4x100 MISTA F
RI 3’55”66 della Nazionale in batteria
con Barbieri 57”94 pp (prec. pp 58”02 nelle batterie dei 100 dorso), Boggiatto 1’07”23, Bianchi 56”75, Pellegrini 53”74
prec. RI 3'57"58 della Nazionale, 17 dicembre 2010 ai mondiali indoor di Dubai
con Gemo, Boggiatto, Giacchetti, Masini Luccetti
1. Danimarca 3'49"87
2. Australia 3'50"88
3. Stati Uniti 3'51"43
7. Italia 3'56"12
con Barbieri 58"25, Boggiatto 1'07"60, Bianchi 56"14, Pellegrini 54"13

consulta i risultati ufficiali

MEDAGLIERE ITALIA (1 - 1 - 0)

ORO (1)

100 rana M
Fabio Scozzoli 57"10

ARGENTO (1)

4x100 sl M
Italia 3'07"07
con Dotto 46"84, Orsi 45"94, Santucci 47"46, Magnini 46"83

RECORD ITALIANI (2)

4x200 sl F
Nazionale 7'46"01 in finale
con Mizzau 1'57"23 pp (prec. 1'58"30), Nesti 1'56"76, Carli 1'57"71, Pellegrini 1'54"31

4x100 mista F
Nazionale 3’55”66 in batteria
con Barbieri 57”94 pp (prec. pp 58”02 nelle batterie dei 100 dorso), Boggiatto 1’07”23, Bianchi 56”75, Pellegrini 53”74

PRIMATI PERSONALI (14)

200 sl M
Andrea Mitchell D'Arrigo 1'45"15 in batteria
Andrea Mitchell D'Arrigo 1'44"90  nella prima frazione della 4x200, finale

100 rana M
Mattia Pesce 58"86 in batteria
Mattia Pesce 58"69 in semifinale

100 dorso F
Arianna Barbieri 58"02 in batteria
Arianna Barbieri 57”94 nella prima frazione della staffetta in finale

100 farfalla M
Matteo Rivolta 51"19 in batteria
Matteo Rivolta 51"10 in semifinale

100 dorso M
Mirco Di Tora 51"47 pp in tessuto, in semifinale

200 sl F
Alice Mizzau 1'57"23 nella prima frazione della staffetta in finale

100 rana M
Fabio Scozzoli 57"10 pp in tessuto, oro in finale

50 dorso M
Mirco Di Tora 23”81 pp in tessuto, in batteria

50 farfalla M
Matteo Rivolta 23”74 in batteria

400 sl F
Alice Nesti 4’05”55 in batteria

 
Nuoto" 3° mattina di batterie ad Istambul: Record Italiano della 4 x 100 mista/ F PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Venerdì 14 Dicembre 2012 15:14

Nuoto: Mondiali di Istanbul. Batterie 3^ giornata. Record italiano della 4x100 mista femminile. Finali dalle 18

"Fermo immagine" nel dorso dai Mondiali "in corta"  Istambul

Istambul- Terza giornata di gare a Istanbul, dove sono in svolgimento fino a domenica 16 dicembre gli undicesimi campionati del mondo in vasca da 25 metri. Anche oggi semifinali e finali dalle 18 in diretta su Raisport1 e in differita su Eurosport con Orsi e Bocchia qualificati alla finale dei 50 stile libero. Nell'ultima gara in programma, la staffetta 4x100 mista femminile, le azzurre hanno stabilito il record italiano con 3'55"66 (Barbieri col personale di 57"94, Boggiatto 1'07"23, Bianchi 56"75 e Pellegrini 53"74). Formazione confermata in finale. Nelle prime due giornate una medaglia d’oro, una d’argento, un record italiano e 10 primati personali.

Così gli azzurri nelle batterie

50 dorso M
11. Mirco Di Tora 23”81 primato personale in tessuto, in semifinale
(precedente pp in tessuto 23"93 nel 2010)
20. Damiano Lestingi 24”25 eliminato
(pp 23"57 nel 2009; in tessuto 23"96 nel 2010)

RI 23"45 di Mirco Di Tora, 11 dic 2009 agli euroindoor di Istanbul

200 dorso F
nessun'atleta italiana iscritta

50 farfalla M
20. Matteo Rivolta 23”74 primato personale, eliminato
(precedente pp 23"91 nel 2012)

RI 23"21 di Marco Belotti, 21 dic 2009 a Civitavecchia    

100 rana F
27. Chiara Boggiatto 1’08”17 eliminata
(pp 1'06"56 nel 2009; in tessuto 1'06"98 nel 2005)

RI 1'05"68 di Ombretta Plos, 12 dic 2008 agli euroindoor di Rijeka

400 sl M
9. Andrea Mitchell D'Arrigo 3’42”49 primo degli eliminati
(pp 3'42"32 finale euroindoor 2012)
11. Gabriele Detti 3’42”97 eliminato
(pp 3'41"66 finale euroindoor 2012)

RI 3'37"57 di Emiliano Brembilla, 10 dic 2009 agli euroindoor di Istanbul

200 misti M
nessun atleta italiano iscritto

400 sl F
10. Alice Nesti 4’05”55 primato personale, eliminata
(precedente pp 4'06"86 nel 2011)
13. Diletta Carli 4’06”38 eliminata
(pp 4'04"99 batterie euroindoor 2012)

RI 3'57"59 di Federica Pellegrini, 6 mar 2011 a Ostia

200 rana M
nessun atleta italiano iscritto

4x100 mista F
6. Nazionale 3’55”66 record italiano, in finale
Barbieri 57”94 primato personale (precedente pp 58”02 in batteria 100 dorso, Boggiatto 1’07”23, Bianchi 56”75, Pellegrini 53”74

Precedente RI 3'57"58 della Nazionale il 17 dicembre 2010 ai mondiali indoor di Dubai - Gemo, Boggiatto, Giacchetti, Masini Luccetti

Ore 18 - semifinali e FINALI

50 dorso M
Di Tora
100 STILE LIBERO F
50 farfalla M
200 DORSO F
200 RANA M
50 FARFALLA F
400 STILE LIBERO M
100 rana F
400 STILE LIBERO F
50 STILE LIBERO M
Orsi e Bocchia
100 MISTI F
200 MISTI M
4x100 MISTA F
Italia

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 6 di 13
Copyright © 2019 FirenzeViolaSuperSport. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

Facebook

Segui FirenzeViolaSupersport
su Facebook.

Editoriale

di Stefano Ballerini

L'Isola d'Elba nel dramma :

Ci ha lasciato Fabio Bardelloni

CI HA LASCIATO FABIO BARDELLONI  ELBA 97 CALCIO A 5.

CIAO FABIO CI MANCHERAI..!!! TI PENSEREMO E RICORDEREMO SEMPRE GIOCANDO E VIVENDO GIORNI TREMENDI SENZA DI TE NEL TUO RICORDO PERENNE.

di Stefano Ballerini

Portoferraio- Martedi 1° Maggio ora di pranzo...

doveva essere un giorno di festa dove alfine

del pomeriggio ci si sarebbe dovuti ritrovare

a San Giovanni per dare inizio alla "settimana

decisiva" in casa Elba 97. Sabato era in

programma ( era...)  gara 1 del Play Out tra

Elba 97, la tua Elba 97 e Bergamo.

Invece caro Fabio tutta l'Elba sgomenta

apprendecome una freccia al cuore che

Te ci hai appena lasciati...!!

Quella svolta a destra da Valle di Lazzaro

verso Procchiodopo essere andato a trovare

la tua fidanzatina. Piove,una pioggerellina

uggiosa la prima da 20 giorni a questa

parte; in sella alla sua moto "Motard 125

intraprendevi  una strada bagnata viscida

"quasi saponata", un asfalto usurato, 13

chilometri da percorrere con attenzione

massima...E invece una sbandata, un attimo

di disattenzione ( le prime ipotesi al vaglio

dei Carabinieri di Portoferraio), una caduta

rovinosa, drammatica, "definitiva". Fabio

Bardelloni ci lascia così in una maniera

inaspettatamente drammatica. 17 anni

speranza dello sport portoferraiese con la

"sua/nostra Elba 97 Calcio a 5 nelle  cui fila

da Allievo, quest'anno facendo autentici passi

da gigante arriva a giocare in Serie B ,

conquistandosi al pari dell'amico Ivan Gatto,

la convocazione nella Selezione Regionale

Allievi con "meta" verso l'inclusione nei 13

convocati finali per il Torneo delle Regioni che

conquistavi  sorretto dallo sforzo di tutti Noi

delegati ad accompagnarvi settimanalmente

tra Montecatini Poggibonsi, Firenze, soffredo,

( con quell'infortunio all'alluce che poteva

anche impedirti di vivere questa importante

esperienza) ma guadagnandosi la stima dei

tecnici della Selezione. Era appena tornato da

Perugia dove aveva disputato le 3 partite

segnando anche un gol con i 2 realizzati da

Ivan Gatto.

Adesso a 5 giorni dalla prima delle 2 partite che

da sole varrebbero una stagione intera, questa

immane tragedia, che pone ovviamente tutto in

secondo piano; Fabione mi ero affezzionato a Te

ed a Ivan; se non c'era l'appuntamento alla

trasferta infrasettimanale, quasi ci stavo male,

mi mancava "un qualcosa". Ti/vi avevo portato

Io a Coverciano per salire sul Pullman per Perugia

fiero assieme a tutta l'Elba 97 di avervi "caricato"

ben 2 nostri tesserati.  E Voi ci avete dato

dimostrazione di meritarvi quelle attenzioni: 2 gol

di Ivan un gol tuo, si inutili alfine della classifica

finale, ma importanti per il morale ed il blasone

societario che delle 3 Api elbane: Avere 2 nostri

ragazzi nella massima competizione nazionale

Allievi vederli anche andare in gol, aveva significato

tanto...tantissimo. Adesso però il "fato" ha appena

tirato il "suo rigo fatale"; quella svolta a destra,

quel rettilineo, questo schianto...e TE CI LASCI

COSI' ATTONITI DISPERATI.

Fabio rimarrai sempre nei nostri ricordifaremo

tutto nel tuo ricordo; siamo vicini ai tuoi Genitori

a tua sorella alla tua fidanzatina. Se ci sarà da

fare qualcosa Io ci sarò sempre.

Te dall'alto proteggici, guidaci, "dacci un segno";

Noi ti penseremo sempre.

Non vale però lasciarci così, in un 1° Maggio 2018

di festa tramutatasi in immane tragedia.

CIAO FABIONE TI RICORDO..TI RICORDIAMO

COSI'... UN BACIO !!!!. STEFANO

Firenze- Altra "immane perdita" nel mondo sportivo fiorentino"

PURTROPPO  CI HA LASCIATO CHIARA BAGLIONI

Alcune belle immagini di Chiara Baglioni.

Marina di Campo- Alzatomi per controllare

posta e facebook sono rimasto "di sasso":

apprendo che nella notte ci ha lasciato la

mia amica Chiara Baglioni . E' una

"Maledetta Primavera": prima Davide Astori,

poi Emiliano Mondonico, adesso Chiara

Baglioni.

Ma che sta succedendo, perchè "tutte a noi" ??.

Sapevo che aveva avuto un problema,

ma non avevo notizie da qualche tempo,

oltretutto sono più all'Elba che a Firenze.

L'ultimo ricordo di Chiara era a Moena,

Lei sempre carina, affabile gentile brava

perfetta sul lavoro; ci hanno unito tantissime

partite sia della Primavera che della Viola; per

qualche tempo avevo collaborato con Saverio

Pestuggia a Fisport ( alla Redazione di

ViolaNews.com le nostre più sentite

Condoglianze) per cui ci vedevamo e ci

sentivamo spesso. Adesso rimane solo il

grandissimo ricordo la stravolgente tristezza

per non averla più con Noi tutti; Niente sarà

come prima. Personalmente da oggi tutto

quelo che farà la Mia Redazione di Firenze

ViolaSupersport/FirenzeViolaSuperSportLive.com

ed Elbasport.com sarà dedicato a Lei.

Alla sua Famiglia, le nostre più sentite

Condoglianze; ci stringiamo a Voi nel caro

struggente ricordo di Chiara RIP

Stefano Ballerini, Paolo Caselli, Fabio Fallai,

Alessandro Coppini, Giacomo Morini e

rispettive Famiglie .

D'ORA IN POI TUTTO IN MEMORIA DI NICCOLO'

D'ora in poi tutto il nostro lavoro sarà legato

anche al ricordo di Niccolò Ciatti ( RIP)

----------------------------------------------------------

LA MEGA BUGIA DI NARDELLA: 1461 giorni !!

Ad oggi dal famoso 19 Luglio 2014 di Nardella

a Moena:" Oggi siamo arrivati alla data più

vicina all'apposizione della 1° pietra del

nuovo Stadio dei Della Valle alla Mercafir;

mancano 300 giorni 210 di carte dei

Geometri e 90 legali". Da li ad oggi sono

passati 1461 giorni, siamo passati per

una riunione di amici in Palazzo Vecchio

per la presentazione dell'ennesimo plastico

di uno Stadio che LI NON SORGERA' MAI

con la Banca Unipol da ME MANDATA IN

DIRETTA SU RADIO FIESOLE 2 giorni

prima :" Siamo molto incazzati...tutti

parlano dei nostri terreni di Castello; ma

nessuno mai ce li ha chiesti; alla Mercafir

NON LI DAREMO MAI". Postilla...La Mercafir

rimarrà alla Mercafir perlomeno per altri 9

anni; quei terreni di castello per fare il

trasloco non ci sono piu'; li ha comprati

Firenze Aeroporti Medicei per i nuovi

parcheggi dell'Aeroporto. Faremo

l'Aereoporto e dall'"attacco-stacco" della

nuova pista dientro la Caserma dei

Carabinieri per un raggio di 10 chilometri

non ci potrà essere ne la Mercafir stessa

NE TANTOMENO UNO STADIO:

DEREGULATION AVIAZIONE CIVILE . CIT !!!!

Le  3 stecche dello Stadio "secondo" Nardella

( ad oggi Giovedi  Giugno 19 Luglio 2018 dal 19

Luglio 2014 a Moena sono 1461 ) e quella secondo

Mario Cognigni sono 725

LA NUOVA "CONTRO STECCA" DELLO

STADIO "FANTASMA" DEI DELLA VALLE:

Dopo l'amichevole "contraddittorio con Mario

Cognigni a Moena "volendo" seguire il "

ragionamento viola iniziammo a tenere la

"contro-stecca dello Stadio:

il 23 Luglio  2016 iniziava il nostro nuovo

conteggio:

Sono passati 725  giorni.... Proseguiremo.

LA 3° STECCA DEL "FANTOMATICO STADIO

DEI DELLA VALLE ...E DI NARDELLA

Adesso  iniziamo a tenere la 3° Stecca del Nuovo

Stadio "sempre più fantasma " dei Della Valle.

DA VENERDI 10 CON LA NUOVA PROMESSA FATTA

DA NARDELLA: 2019 1° Pietra del nuovo Stadio

Conteggio : da Venerdi 10 Marzo ad Oggi Giovedi

19 Giugno 2018 sono 496  giorni.

Siamo ansiosi di vedere dove andremo a finire.

Intanto stiamo lavorando sul fronte BANCA UNIPOL

attendendo un documento dall'ufficio che sta

gestendo l'annosa questione dei terreni della

Mercafir.

In più a breve abbiamo gia avuto un incontro con

l'"Entourage" della Presidenza degli Aeroporti

Toscana  Medicei Firenze e Pisa per dare il la alla

programmazione del progetto costruzione della

nuova Pista "parallela "all'autostrada di circa

3000 metri da Castello al Polo di Sesto Fiorentino.

Su quella "linea..cono" di ingresso o di decollo

secondo la "Deregulation" dell'Aviazione Civile non

ci possono essere impianti sportivi ne tantomeno

Stadi.

Se "tanto mi da tanto" credo che a documento

ricevuto se  sarà quello che dico Io sarò costretto

ad alzarmi ed a dare lettura pubblica di tutt'altra

verità. In Palazzo Vecchio .........

NON ME L'HANNO LASCIATA CHIEDERE ...

AVEVANO UNA PAURA MATTA TUTTI QUANTI

------------------------------------------------------------

LA "MEGA BUGIA DI NARDELLA IN ATTO DAL 19

LUGLIO 2014 A MOENA...300 giorni divenuti ad

oggi 7 Maggio  2018 : 1461 !!!! MEGA BUGIA !!

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella quel giorno

salito a Moena "ci " annunciava: Ad oggi mancano

210 giorni + 90 per apporre il primo mattone del

nuovo Stadio di Firenze" ...!!! ( Pinocchio...one !!)

Da quel  discorso di Dario Nardella a Moena

del 19 Luglio 2014 sono passati ad oggi 19 Luglio

2018  4 anni esatti  2018 1461   giorni.!!!

E noi continueremo a tenere aggiornata la

"nostra stecca"

Stefano Ballerini e la sua Redazione.

 

E parallelamente apriamo la "contro stecca" del 3°

progetto dei Della Valle . Il 23 Luglio 2016  mi

sono permesso di mettermi " a tu per tu" con il

Presidente Operativo Mario Cognigni, mettendolo

sul "chi va là" dalle tante promesse finora

andate vane di Nardella.

I Della Valle asseriscono sicuri che lo Stadio

si farà li dove Nardella "asserirebbe": alla

Mercafir laddove però secondo noi e secondo

molti egli addetti ai lavori non si farà mai o se

"si farà" non prima di 6-7 anni.

Allora la stecca è partita: 23 Luglio 2016-19

Luglio 2018  fanno 725 giorni ogni giorno

l'aggiorneremo e vediamo dove andremo a

finire.

Da quell' incredibile 10 marzo in Palazzo

Vecchio ad oggi 19 Febbraio 2018 sono

496.... E NOI CONTINUIAMO...!!!

ma intanto al Sindaco Nardella,

all'Assessorato allo Sport vada il

più "FERVIDO"....VERGOGNATEVI

ASSOLUTAMENTE TUTTI  !!

Lo Stadio alla Mercafir NON SI FARA' MAI

STAMPATEVELO NEL CERVELLO

...SE CE L'AVETE !!!!