Home

Ultime notizie

Bed And Breakfast

cover.jpg
 
logo_err.jpg
Tavarnelle A1/M


Pallamano A2/M Altra grande vittoria di prestigio del Tavarnelle a Rubiera PDF Stampa E-mail
Scritto da Uff Stampa tavarnelle   
Lunedì 02 Marzo 2015 15:03

PALLAMANO SERIE A2:  COLPACCIO DI CHIANTIBANCA TAVARNELLE
Vince in casa del Rubiera 27-28 e conquista il secondo posto in classifica.

Tavarnelle- Dopo il successo casalingo dei chiantigiani contro la prima della classe Nonantola della settimana scorsa , c'era molta aspettativa per questa gara che poteva ridisegnare il vertice di questo girone. E così è stato.
Il Tavarnelle parte subito in quarta e non concede niente agli avversari; difesa attenta e veloci contropiedi consentono ai biancoverdi di tenere in pugno la partita per ben 20 minuti quando il tabellone segna un 5-11 che costringe il tecnico rubierese Agazzani a chiamare un time-out “necessario”.
Gli emiliani si riorganizzano e stringono le maglie difensive. Gli ultimi dieci minuti del primo tempo vedono il Rubiera più concreto e Tavarnelle soffre un po'. Si va negli spogliatoi su un 12-14 che lascia aperto l'incontro.
La seconda parte è una girandola scoppiettante di belle azioni di gioco da ambo le parti; l'incontro si fa interessante e il punteggio rimane sempre in bilico: il Tavarnelle rimane comunque in vantaggio  di una o due lunghezze fino al 48'. Il Rubiera dal canto suo risponde con determinazione senza mai mollare e finalmente si porta sul pareggio (23-23).
Gli ultimi minuti sono emozionanti e tesissimi; si combatte ad armi pari, punto a punto. Per ben due volte Tavarnelle si trova sotto, ma rimedia al 56' Pierattoni infilando freddamente prima un rigore (25-25) e poi su azione (26-26); a pochi secondi dal fischio finale Petrangeli trafigge con una girella il portiere emiliano (26-27) ma c'è tempo per subire un rigore e Corradini non sbaglia (27-27); Varvarito indovina un gol che porta il Tavarnelle sul 27-28 finale e Vucci in porta salva il risultato proprio sul fischio della sirena.
Entusiasmo dei tifosi tavarnellini che per l'occasione hanno noleggiato anche un pullman, applausi per tutti anche dai tifosi emiliani: una bella partita, un bello spettacolo di sport e di pubblico.
Il tecnico Pelacchi alle stelle: “ ...gran bella partita, giocata ad alto ritmo da entrambe le squadre. Noi bene quasi tutto il primo tempo, poi nel secondo tempo abbiamo sofferto di più, pur giocando ad armi pari. I ragazzi hanno creduto fino in fondo senza mollare mai. Stiamo lavorando bene e il collettivo funziona. Ci meritiamo questo secondo posto...”
Nel frattempo il Nonantola sembra un po' vacillare perdendo ancora in casa proprio con il fanalino di coda Follonica che, invece, sta crescendo. Il Faenza, prossimo avversario del Tavarnelle in casa (Domenica 8 marzo ore 18,00) ha perso contro il Modena.
Ma la classifica dice che ChiantiBanca Tavarnelle è secondo a sei punti dalla prima e sopra il Rubiera di due lunghezze: tutto può ancora succedere...

TAVARNELLE: Vucci Ste., Ciani, Lastrucci, Silei, Bevanati 2, Pierattoni 8, Varvarito 7, Vermigli 3, Provvedi F. 6, Petrangeli 1, Beiwinkel 1, Vucci Si., Corti, Provvedi L.
All.: Pelacchi.
RUBIERA: Benci 5, Corradini 6, Martini, Pertoldi 2, Ruozzi, Fantuzzi, Fiori, Giovanardi 6, Patroncini 3, Salati, Bartoli, Ferretti 5, Seghizzi, Hila.
All.: Agazzani.

ARBITRI: Piffanelli-Gentile

LA CLASSIFICA: Nonantola 33, Tavarnelle 27, Rubiera 25, Modena 24, Faenza 10, Follonica 7.






 
Pallamano A2/M Il Tavarnelle ChiantiBanca....sbanca Follonica PDF Stampa E-mail
Scritto da Uff.Stampa Pallamano Tavarnelle   
Lunedì 02 Febbraio 2015 13:30

Pallamano: Siamo tornati noi e il Tavarnelle vola anche in trasferta...

PALLAMANO SERIE A2: CHIANTIBANCA TAVARNELLE VINCE IN TRASFERTA A FOLLONICA 31-23

Bevenati e Varvarito "sugli scudi"

6 fermi immagine da Follonica

 

TAVARNELLE: Vucci St., Ciani, Graziosi 1, Silei 3, Bevanati 5, Pierattoni 3, Varvarito 6, Vucci Si., 1, Vermigli 2, Provvedi F. 3, Corti 1, Beiwinkel 1, Petrangeli 3, Provvedi L. 2.
All.: Pelacchi.
FOLLONICA: Giovani, Guidoni 2, Alonso 3, Boschi, Esposito 1, Reneaud 1, Maiella 3, Totti 2, Carli, Monciatti, Guzzo 5, Spinicci, Caruso, Martellini 6.
All.: Berti.
Esclusioni 2 minuti: Follonica 8 + 2 rossi; Tavarnelle 4.
ARBITRI: Borgi, Paccosi.

Follonica- Finalmente un risultato positivo in trasferta per i biancoverdi del Chiantibanca Tavarnelle che nel gelido pomeriggio maremmano di domenica riscaldano i tifosi accorsi in buon numero ad incitarli anche a Follonica.
Una partita che poteva risultare insidiosa, se si tiene conto della crisi di una squadra che doveva essere protagonista del campionato ed invece si ritrova come fanalino di coda sull'orlo della retrocessione. Il Follonica, alla disperata ricerca di punti e di soluzioni per emergere dal pantano, continua a raccogliere giocatori a destra e a manca, rispolverando anche vecchie conoscenze, ma la strada non è certo quella giusta. Lo spettacolo che ha offerto ai suoi sostenitori, in vistoso calo numerico, è triste e patetico.
I giovani chiantigiani hanno gestito la gara con sicurezza, velocità e cervello.
Il punteggio è sempre stato in vantaggio per Tavarnelle e la prima frazione si chiude con un 10-16 che già parla chiaro.
Nella ripresa il Follonica sembra reagire e assesta subito un 3-0 che accorcia le distanze, ma è solo un fuoco di paglia e mister Pelacchi riesce a tamponare ogni pericolo in difesa e a imprimere quello slancio alla squadra che consentirà di prendere il largo fino al 49' sul + 9 (17-26).
C'è spazio per tutta la rosa convocata per entrare in campo e marcare: tutti, ad eccezione dei portieri hanno realizzato almeno un goal. Il Follonica non può che esprimersi con alcune buone realizzazioni di Martellini e il neo acquisto Guzzo, infarcite da tante scorrettezze e scontri inutili e brutti da vedere (due i cartellini rossi: Alonso e Giovani).
L'incontro si chiude con un perentorio 23-31 che poteva essere anche incrementato, ma le indicazioni dalla panchina erano di non spingere ulteriormente per evitare qualche botta di troppo.
Buona la direzione di Borgi e Paccosi.
Consolidato il terzo posto del Tavarnelle ad un solo punto dal Rubiera che ha perso il derby col Modena.
Ora una sosta e poi domenica 15 febbraio arriva a Tavarnelle la capolista Nonantola, che ha vinto con il Faenza per 31-23.

La classifica: Nonantola 33, Rubiera 22, Tavarnelle 21, Modena 18, Faenza 10, Follonica 4.



Ultimo aggiornamento Lunedì 02 Febbraio 2015 15:18
 
Pallamano A2/M:Bella vittoria del Tavarnelle ChiantiBanca sul Modena 36-30 PDF Stampa E-mail
Scritto da Uff.Stampa Tavarnelle Pallamano   
Lunedì 26 Gennaio 2015 10:48

PALLAMANO SERIE A2: CHIANTIBANCA TAVARNELLE SI IMPONE 36-30 SUL MODENA

 

TAVARNELLE: Vucci St., Ciani, Graziosi, Silei, Bevanati 8, Pierattoni 6, Varvarito 5, Vucci Si. 1, Vermigli 3, Provvedi F. 7, Petrangeli 4, Borgianni 2, Corti, Beiwinkel.
All.: Pelacchi, Tomei.
MODENA: Resci, Caselli, De Andrea, Natale, Barbieri 9, Jahollari I. 3, Dondi 1, Friggieri 3, Jahollari E. 3, Mattioli 1, Pieracci 2, Rolli 2, Sorrentino 6, Vincenzi.
All.: Sgarbi.
ARBITRI: Nicolella-Rispoli.

Tavarnelle- Al giro di boa il campionato di serie A2, si riparte con la prima giornata di doppia andata.
Tutto più facile in casa, di fronte al pubblico che è veramente l'ottavo giocatore, per i biancoverdi di mister Pelacchi: c'è da rimediare la brutta figura di sabato scorso a Faenza ed è l'occasione per scavalcare il Modena che ha gli stessi 15 punti.
La partenza è al rallentatore e gli emiliani ne approfittano subito conducendo l'incontro fino al 13' : un veloce Barbieri infila ben cinque reti e trascina i suoi compagni fino a + 4  (5-9). Da questo momento, però, i padroni di casa si danno una scossa e con un break di 6-0 riprendono il bandolo della matassa: precise azioni in attacco e una difesa attenta consentono al Tavarnelle di ribaltare il punteggio fino al 20-14 dello scadere del primo tempo.
Nella seconda frazione l'atteggiamento delle squadre non cambia; chiantigiani sicuri, emiliani frastornati e confusi. Il gap si mantiene costante, anzi raddoppia: al 38' siamo sul 25-17, al 44' sul 29-21. Quando l'incontro sembra ormai chiuso, il Modena ha un guizzo d'orgoglio e assesta un parziale di 5-0 riportandosi sul 29-26 e al 42' addirittura sul 30-28, dando l'impressione di poter recuperare la partita. Ci pensano Petrangeli e Bevanati con una doppietta a testa a rimediare, poi Vucci Vermigli e Borgianni fanno chiudere la gara con un perentorio 36-30 che ricarica veramente il gruppo: 18 punti in classifica, terzo posto in solitario sono un buon viatico per la trasferta di domenica prossima a Follonica.
Da sottolineare il buon affiatamento di tutta la squadra, il rientro di capitan Graziosi, e l'inserimento del giovanissimo Borgianni dall'Under 16 senza complessi e timori con due reti all'attivo.
Gara corretta, anche grazie all'ottima direzione della coppia arbitrale Nicolella-Rispoli.

Gli altri incontri del girone C. Rubiera-Nonantola: 20-31; Faenza Follonica: 34-33 rig.
LA CLASSIFICA: Nonantola 30, Rubiera 22, Tavarnelle 18, Modena 15, Faenza 10, Follonica 4.

LE GIOVANILI: l'Under 20 dopo la vittoria con il Fiorentina per 22-19 guida la classifica a punteggio pieno, l'Under 16 sabato fallisce il match contro l'Olimpic 29-36 e spreca l'occasione di agguantare il primo posto, l'Under 14 vince 30-25 contro il Pontassieve con una prova convincente.

Ultimo aggiornamento Lunedì 26 Gennaio 2015 10:51
 
Pallamano: A2/M .Per "un punto Tavarnelle perse la cappa"..Faenza Tavarnelle 27-26 PDF Stampa E-mail
Scritto da Ufficio Stampa Tavarnelle Pallamano   
Lunedì 19 Gennaio 2015 09:32

PALLAMANO SERIE A2: ChiantiBanca Tavarnelle torna a mani vuote da Faenza
FAENZA-TAVARNELLE CHIANTI BANCA 27-26

Non basta il "decino" di "super bum bum" Pierattoni

TAVARNELLE: Ciani, Di Lorenzo, Borgianni, Vucci, Provvedi F. 10, Pierattoni 5, Vermigli 3, Varvarito 2, Beiwinkel 2, Bevanati 2, Lastrucci 1, Petrangeli 1, Corti, Provvedi L.
All.: Pelacchi, Tomei
FAENZA: Farolfi, Sami G., Garnero, Fadda 8, Folli 10, Lega, Bucci 1, Bartoli, Alpi 1, Tramonti 2, Chiarini 1, Morelli, Ceroni, Rotaru 4.
All.: Regnoli.
ARBITRI: Dalla Mora, Giuliante.

6 fermi immagine dal Palasport di Faenza

Faenza- Che peccato...che gran peccato...!!! Il mal di trasferta colpisce ancora la giovane compagine tavarnellina che a Faenza spreca un ghiotta occasione per distaccare l'inseguitrice Modena anch'essa perdente in casa contro la prima Nonantola (33-31). Purtroppo la squadra dimostra una doppia personalità offrendo un'immagine spavalda tra le proprie mura di casa e al contrario in trasferta sembra intimorita e senza idee.
Nel primo tempo la gara sembra essere sotto controllo anche se il Faenza vuole far subito capire che non sarà una passeggiata. Fadda, Rotaru e l'inossidabile Folli spingono i padroni di casa sul 6-3, ma Varvarito, Beiwinkel e Vermigli mettono una pezza e riportano il punteggio sulla parità.  Fino alla prima metà del tempo è un'altalena di goal e l'incontro si mantiene su una parità sostanziale.
I minuti successivi, come al solito infarciti da grossolani errori in difesa e da scarse offensive danno l'occasione ai soliti Rotaru e Folli di riportare il Faenza sul 13-11.  Al 29' il giovane Lastrucci accorcia le distanze e si va negli spogliatoi su un 13-12 che tiene in gioco i chiantigiani.
Nella ripresa sembra che i biancoverdi possano veramente farcela; nonostante ancora troppe sviste e leggerezze Tavarnelle arriva al 12' su un + 3 (16-19) grazie a ben tre rigori (infallibile Pierattoni nelle realizzazioni). Ma Folli e Rotaru in stato di grazia recuperano (19-19 al 16'). Da questo momento in poi è un susseguirsi di incertezze e di esclusioni da ambo gli schieramenti: si passa da un provvisorio vantaggio del Tavarnelle per 21-23 alla parità del 27' (25-25). Ad un minuto dal fischio finale il tabellone indica di nuovo un'esasperante parità (26-26). A soli 5 secondi dalla fine il solito Folli, grazie anche ad una esclusione di Lorenzo Provvedi che sbilancia la difesa, indovina il tiro vincente e l'incontro si chiude con la vittoria del Faenza (27-26). Una vittoria disperatamente cercata che ricarica l'ambiente faentino ma che demoralizza un po' quello tavarnellino.
Sotto tono un po' tutti, a niente è servito il buon recupero anche di Francesco Provvedi che al pari di Folli del Faenza ha centrato ben dieci reti.
Adesso coach Pelacchi dovrà riflettere molto durante la settimana: domenica prossima in casa c'è da affrontare il Modena in uno scontro diretto che sancirà un terzo posto importantissimo nella logica della salvezza.


Gli altri incontri: Nonantola-Modena 33-31, Rubiera-Follonica 33-28.

CLASSIFICA: Nonantola 27, Rubiera 22, Modena 15, Tavarnelle 15, Faenza 8, Follonica 3.


LE GIOVANILI:
Bene l'Under 20 che supera in casa il Prato 30-22 mantenendo il primato in classifica; la doppia sfida in trasferta contro l'Arezzo ha visto perdente l'Under 14 per 18-31 mentre l'Under 16 ha vinto per 22-35. L'Under 16 affronterà sabato prossimo la capolista Olimpic in palestra “Biagi” a Tavarnelle alle ore 21,00 in un big match che potrebbe, in caso di vittoria, far riagganciare alla formazione biancoverde la vetta.


Ultimo aggiornamento Lunedì 19 Gennaio 2015 09:46
 
Pallamano A2/M: Faenza Tavarnelle 27-26 PDF Stampa E-mail
Scritto da Uff Stampa Tavarnelle Pallamano   
Lunedì 19 Gennaio 2015 09:29

PALLAMANO SERIE A2: ChiantiBanca Tavarnelle torna a mani vuote da Faenza

FAENZA-TAVARNELLE CHIANTI BANCA 27-26 27-26

Non basta il "decino" di "super bum bum" Pierattoni !!

TAVARNELLE: Ciani, Di Lorenzo, Borgianni, Vucci, Provvedi F. 10, Pierattoni 5, Vermigli 3, Varvarito 2, Beiwinkel 2, Bevanati 2, Lastrucci 1, Petrangeli 1, Corti, Provvedi L.
All.: Pelacchi, Tomei
FAENZA: Farolfi, Sami G., Garnero, Fadda 8, Folli 10, Lega, Bucci 1, Bartoli, Alpi 1, Tramonti 2, Chiarini 1, Morelli, Ceroni, Rotaru 4.
All.: Regnoli.
ARBITRI: Dalla Mora, Giuliante.

6 fermi immagine dal Palasport di Faenza

 

Faenza..Che peccato..!! Il mal di trasferta colpisce ancora la giovane compagine tavarnellina che a Faenza spreca un ghiotta occasione per distaccare l'inseguitrice Modena anch'essa perdente in casa contro la prima Nonantola (33-31). Purtroppo la squadra dimostra una doppia personalità offrendo un'immagine spavalda tra le proprie mura di casa e al contrario in trasferta sembra intimorita e senza idee.
Nel primo tempo la gara sembra essere sotto controllo anche se il Faenza vuole far subito capire che non sarà una passeggiata. Fadda, Rotaru e l'inossidabile Folli spingono i padroni di casa sul 6-3, ma Varvarito, Beiwinkel e Vermigli mettono una pezza e riportano il punteggio sulla parità.  Fino alla prima metà del tempo è un'altalena di goal e l'incontro si mantiene su una parità sostanziale.
I minuti successivi, come al solito infarciti da grossolani errori in difesa e da scarse offensive danno l'occasione ai soliti Rotaru e Folli di riportare il Faenza sul 13-11.  Al 29' il giovane Lastrucci accorcia le distanze e si va negli spogliatoi su un 13-12 che tiene in gioco i chiantigiani.
Nella ripresa sembra che i biancoverdi possano veramente farcela; nonostante ancora troppe sviste e leggerezze Tavarnelle arriva al 12' su un + 3 (16-19) grazie a ben tre rigori (infallibile Pierattoni nelle realizzazioni). Ma Folli e Rotaru in stato di grazia recuperano (19-19 al 16'). Da questo momento in poi è un susseguirsi di incertezze e di esclusioni da ambo gli schieramenti: si passa da un provvisorio vantaggio del Tavarnelle per 21-23 alla parità del 27' (25-25). Ad un minuto dal fischio finale il tabellone indica di nuovo un'esasperante parità (26-26). A soli 5 secondi dalla fine il solito Folli, grazie anche ad una esclusione di Lorenzo Provvedi che sbilancia la difesa, indovina il tiro vincente e l'incontro si chiude con la vittoria del Faenza (27-26). Una vittoria disperatamente cercata che ricarica l'ambiente faentino ma che demoralizza un po' quello tavarnellino.
Sotto tono un po' tutti, a niente è servito il buon recupero anche di Francesco Provvedi che al pari di Folli del Faenza ha centrato ben dieci reti.
Adesso coach Pelacchi dovrà riflettere molto durante la settimana: domenica prossima in casa c'è da affrontare il Modena in uno scontro diretto che sancirà un terzo posto importantissimo nella logica della salvezza.


Gli altri incontri: Nonantola-Modena 33-31, Rubiera-Follonica 33-28.

CLASSIFICA: Nonantola 27, Rubiera 22, Modena 15, Tavarnelle 15, Faenza 8, Follonica 3.


LE GIOVANILI:
Bene l'Under 20 che supera in casa il Prato 30-22 mantenendo il primato in classifica; la doppia sfida in trasferta contro l'Arezzo ha visto perdente l'Under 14 per 18-31 mentre l'Under 16 ha vinto per 22-35. L'Under 16 affronterà sabato prossimo la capolista Olimpic in palestra “Biagi” a Tavarnelle alle ore 21,00 in un big match che potrebbe, in caso di vittoria, far riagganciare alla formazione biancoverde la vetta.


 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 9 di 11
Copyright © 2019 FirenzeViolaSuperSport. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

Facebook

Segui FirenzeViolaSupersport
su Facebook.

Editoriale

di Stefano Ballerini

L'Isola d'Elba nel dramma :

Ci ha lasciato Fabio Bardelloni

CI HA LASCIATO FABIO BARDELLONI  ELBA 97 CALCIO A 5.

CIAO FABIO CI MANCHERAI..!!! TI PENSEREMO E RICORDEREMO SEMPRE GIOCANDO E VIVENDO GIORNI TREMENDI SENZA DI TE NEL TUO RICORDO PERENNE.

di Stefano Ballerini

Portoferraio- Martedi 1° Maggio ora di pranzo...

doveva essere un giorno di festa dove alfine

del pomeriggio ci si sarebbe dovuti ritrovare

a San Giovanni per dare inizio alla "settimana

decisiva" in casa Elba 97. Sabato era in

programma ( era...)  gara 1 del Play Out tra

Elba 97, la tua Elba 97 e Bergamo.

Invece caro Fabio tutta l'Elba sgomenta

apprendecome una freccia al cuore che

Te ci hai appena lasciati...!!

Quella svolta a destra da Valle di Lazzaro

verso Procchiodopo essere andato a trovare

la tua fidanzatina. Piove,una pioggerellina

uggiosa la prima da 20 giorni a questa

parte; in sella alla sua moto "Motard 125

intraprendevi  una strada bagnata viscida

"quasi saponata", un asfalto usurato, 13

chilometri da percorrere con attenzione

massima...E invece una sbandata, un attimo

di disattenzione ( le prime ipotesi al vaglio

dei Carabinieri di Portoferraio), una caduta

rovinosa, drammatica, "definitiva". Fabio

Bardelloni ci lascia così in una maniera

inaspettatamente drammatica. 17 anni

speranza dello sport portoferraiese con la

"sua/nostra Elba 97 Calcio a 5 nelle  cui fila

da Allievo, quest'anno facendo autentici passi

da gigante arriva a giocare in Serie B ,

conquistandosi al pari dell'amico Ivan Gatto,

la convocazione nella Selezione Regionale

Allievi con "meta" verso l'inclusione nei 13

convocati finali per il Torneo delle Regioni che

conquistavi  sorretto dallo sforzo di tutti Noi

delegati ad accompagnarvi settimanalmente

tra Montecatini Poggibonsi, Firenze, soffredo,

( con quell'infortunio all'alluce che poteva

anche impedirti di vivere questa importante

esperienza) ma guadagnandosi la stima dei

tecnici della Selezione. Era appena tornato da

Perugia dove aveva disputato le 3 partite

segnando anche un gol con i 2 realizzati da

Ivan Gatto.

Adesso a 5 giorni dalla prima delle 2 partite che

da sole varrebbero una stagione intera, questa

immane tragedia, che pone ovviamente tutto in

secondo piano; Fabione mi ero affezzionato a Te

ed a Ivan; se non c'era l'appuntamento alla

trasferta infrasettimanale, quasi ci stavo male,

mi mancava "un qualcosa". Ti/vi avevo portato

Io a Coverciano per salire sul Pullman per Perugia

fiero assieme a tutta l'Elba 97 di avervi "caricato"

ben 2 nostri tesserati.  E Voi ci avete dato

dimostrazione di meritarvi quelle attenzioni: 2 gol

di Ivan un gol tuo, si inutili alfine della classifica

finale, ma importanti per il morale ed il blasone

societario che delle 3 Api elbane: Avere 2 nostri

ragazzi nella massima competizione nazionale

Allievi vederli anche andare in gol, aveva significato

tanto...tantissimo. Adesso però il "fato" ha appena

tirato il "suo rigo fatale"; quella svolta a destra,

quel rettilineo, questo schianto...e TE CI LASCI

COSI' ATTONITI DISPERATI.

Fabio rimarrai sempre nei nostri ricordifaremo

tutto nel tuo ricordo; siamo vicini ai tuoi Genitori

a tua sorella alla tua fidanzatina. Se ci sarà da

fare qualcosa Io ci sarò sempre.

Te dall'alto proteggici, guidaci, "dacci un segno";

Noi ti penseremo sempre.

Non vale però lasciarci così, in un 1° Maggio 2018

di festa tramutatasi in immane tragedia.

CIAO FABIONE TI RICORDO..TI RICORDIAMO

COSI'... UN BACIO !!!!. STEFANO

Firenze- Altra "immane perdita" nel mondo sportivo fiorentino"

PURTROPPO  CI HA LASCIATO CHIARA BAGLIONI

Alcune belle immagini di Chiara Baglioni.

Marina di Campo- Alzatomi per controllare

posta e facebook sono rimasto "di sasso":

apprendo che nella notte ci ha lasciato la

mia amica Chiara Baglioni . E' una

"Maledetta Primavera": prima Davide Astori,

poi Emiliano Mondonico, adesso Chiara

Baglioni.

Ma che sta succedendo, perchè "tutte a noi" ??.

Sapevo che aveva avuto un problema,

ma non avevo notizie da qualche tempo,

oltretutto sono più all'Elba che a Firenze.

L'ultimo ricordo di Chiara era a Moena,

Lei sempre carina, affabile gentile brava

perfetta sul lavoro; ci hanno unito tantissime

partite sia della Primavera che della Viola; per

qualche tempo avevo collaborato con Saverio

Pestuggia a Fisport ( alla Redazione di

ViolaNews.com le nostre più sentite

Condoglianze) per cui ci vedevamo e ci

sentivamo spesso. Adesso rimane solo il

grandissimo ricordo la stravolgente tristezza

per non averla più con Noi tutti; Niente sarà

come prima. Personalmente da oggi tutto

quelo che farà la Mia Redazione di Firenze

ViolaSupersport/FirenzeViolaSuperSportLive.com

ed Elbasport.com sarà dedicato a Lei.

Alla sua Famiglia, le nostre più sentite

Condoglianze; ci stringiamo a Voi nel caro

struggente ricordo di Chiara RIP

Stefano Ballerini, Paolo Caselli, Fabio Fallai,

Alessandro Coppini, Giacomo Morini e

rispettive Famiglie .

D'ORA IN POI TUTTO IN MEMORIA DI NICCOLO'

D'ora in poi tutto il nostro lavoro sarà legato

anche al ricordo di Niccolò Ciatti ( RIP)

----------------------------------------------------------

LA MEGA BUGIA DI NARDELLA: 1461 giorni !!

Ad oggi dal famoso 19 Luglio 2014 di Nardella

a Moena:" Oggi siamo arrivati alla data più

vicina all'apposizione della 1° pietra del

nuovo Stadio dei Della Valle alla Mercafir;

mancano 300 giorni 210 di carte dei

Geometri e 90 legali". Da li ad oggi sono

passati 1461 giorni, siamo passati per

una riunione di amici in Palazzo Vecchio

per la presentazione dell'ennesimo plastico

di uno Stadio che LI NON SORGERA' MAI

con la Banca Unipol da ME MANDATA IN

DIRETTA SU RADIO FIESOLE 2 giorni

prima :" Siamo molto incazzati...tutti

parlano dei nostri terreni di Castello; ma

nessuno mai ce li ha chiesti; alla Mercafir

NON LI DAREMO MAI". Postilla...La Mercafir

rimarrà alla Mercafir perlomeno per altri 9

anni; quei terreni di castello per fare il

trasloco non ci sono piu'; li ha comprati

Firenze Aeroporti Medicei per i nuovi

parcheggi dell'Aeroporto. Faremo

l'Aereoporto e dall'"attacco-stacco" della

nuova pista dientro la Caserma dei

Carabinieri per un raggio di 10 chilometri

non ci potrà essere ne la Mercafir stessa

NE TANTOMENO UNO STADIO:

DEREGULATION AVIAZIONE CIVILE . CIT !!!!

Le  3 stecche dello Stadio "secondo" Nardella

( ad oggi Giovedi  Giugno 19 Luglio 2018 dal 19

Luglio 2014 a Moena sono 1461 ) e quella secondo

Mario Cognigni sono 725

LA NUOVA "CONTRO STECCA" DELLO

STADIO "FANTASMA" DEI DELLA VALLE:

Dopo l'amichevole "contraddittorio con Mario

Cognigni a Moena "volendo" seguire il "

ragionamento viola iniziammo a tenere la

"contro-stecca dello Stadio:

il 23 Luglio  2016 iniziava il nostro nuovo

conteggio:

Sono passati 725  giorni.... Proseguiremo.

LA 3° STECCA DEL "FANTOMATICO STADIO

DEI DELLA VALLE ...E DI NARDELLA

Adesso  iniziamo a tenere la 3° Stecca del Nuovo

Stadio "sempre più fantasma " dei Della Valle.

DA VENERDI 10 CON LA NUOVA PROMESSA FATTA

DA NARDELLA: 2019 1° Pietra del nuovo Stadio

Conteggio : da Venerdi 10 Marzo ad Oggi Giovedi

19 Giugno 2018 sono 496  giorni.

Siamo ansiosi di vedere dove andremo a finire.

Intanto stiamo lavorando sul fronte BANCA UNIPOL

attendendo un documento dall'ufficio che sta

gestendo l'annosa questione dei terreni della

Mercafir.

In più a breve abbiamo gia avuto un incontro con

l'"Entourage" della Presidenza degli Aeroporti

Toscana  Medicei Firenze e Pisa per dare il la alla

programmazione del progetto costruzione della

nuova Pista "parallela "all'autostrada di circa

3000 metri da Castello al Polo di Sesto Fiorentino.

Su quella "linea..cono" di ingresso o di decollo

secondo la "Deregulation" dell'Aviazione Civile non

ci possono essere impianti sportivi ne tantomeno

Stadi.

Se "tanto mi da tanto" credo che a documento

ricevuto se  sarà quello che dico Io sarò costretto

ad alzarmi ed a dare lettura pubblica di tutt'altra

verità. In Palazzo Vecchio .........

NON ME L'HANNO LASCIATA CHIEDERE ...

AVEVANO UNA PAURA MATTA TUTTI QUANTI

------------------------------------------------------------

LA "MEGA BUGIA DI NARDELLA IN ATTO DAL 19

LUGLIO 2014 A MOENA...300 giorni divenuti ad

oggi 7 Maggio  2018 : 1461 !!!! MEGA BUGIA !!

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella quel giorno

salito a Moena "ci " annunciava: Ad oggi mancano

210 giorni + 90 per apporre il primo mattone del

nuovo Stadio di Firenze" ...!!! ( Pinocchio...one !!)

Da quel  discorso di Dario Nardella a Moena

del 19 Luglio 2014 sono passati ad oggi 19 Luglio

2018  4 anni esatti  2018 1461   giorni.!!!

E noi continueremo a tenere aggiornata la

"nostra stecca"

Stefano Ballerini e la sua Redazione.

 

E parallelamente apriamo la "contro stecca" del 3°

progetto dei Della Valle . Il 23 Luglio 2016  mi

sono permesso di mettermi " a tu per tu" con il

Presidente Operativo Mario Cognigni, mettendolo

sul "chi va là" dalle tante promesse finora

andate vane di Nardella.

I Della Valle asseriscono sicuri che lo Stadio

si farà li dove Nardella "asserirebbe": alla

Mercafir laddove però secondo noi e secondo

molti egli addetti ai lavori non si farà mai o se

"si farà" non prima di 6-7 anni.

Allora la stecca è partita: 23 Luglio 2016-19

Luglio 2018  fanno 725 giorni ogni giorno

l'aggiorneremo e vediamo dove andremo a

finire.

Da quell' incredibile 10 marzo in Palazzo

Vecchio ad oggi 19 Febbraio 2018 sono

496.... E NOI CONTINUIAMO...!!!

ma intanto al Sindaco Nardella,

all'Assessorato allo Sport vada il

più "FERVIDO"....VERGOGNATEVI

ASSOLUTAMENTE TUTTI  !!

Lo Stadio alla Mercafir NON SI FARA' MAI

STAMPATEVELO NEL CERVELLO

...SE CE L'AVETE !!!!