Home

Bed And Breakfast

cover.jpg
 
logo_err.jpg
Calcio: si sta per scatenare un asta per Milenkovic: ma serviranno non meno di 30 milioni...!!! PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Venerdì 20 Aprile 2018 11:09

Calcio mercato...in prospettiva ..

PANTALEO CORVINO POTREBBE RIFARE IL COLPO...PER NIKOLA MILENKOVIC, LA FIORENTINA FISSA IL PREZZO: PER FARLO ...EVENTUALMENTE PARTIRE  CI VORRANNO NON MENO DI  30 MILIONI !!!

La Viola l'aveva pagato 6: sarebbe un altra "pazzesca "plus-valenza"

Nicola Milenkovic a destra

di Stefano Ballerini

Firenze- Pur nel triste e deludente "post Spal e sopratutto Lazio"( 1 punto in 2 partite con la fine super striscia positiva niente aggancio al Milan, Atalanta che ci sopravanza, sampdoria che ci riprende e niente 100° vittoria per Poli...)  La Fiorentina trova un "ancora di salvezza" nel proprio prossimo portafoglio ( se davvero servirà..); se qualcuno vorrà Nikola Milenkovic, il bravo e forte difensore arrivato in estate dal Partizan per 6 milioni di euro, adesso per farlo partire ce ne vorranno non meno di 30 !!!

Secondo "diversi segnali di fumo e tam tam ricorrenti"  infatti, il 20enne difensore  (già 11 presenze per lui in campionato) avrebbe già parecchi estimatori soprattutto in Liga, e il club viola avrebbe già fissato il prezzo: ci vogliono non meno 30 milioni per portarlo via, prezzo che consentirebbe alla società di realizzare una enorme plus valenza.

 
Calcio:già il dubbio nel "post" Spal..ieri le conferme:effetto Astori e pozione magica svanita ? PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Giovedì 19 Aprile 2018 08:50

Calcio: svanito l'effetto Astori ?

Lo dicevo io: Già nella conferenza stampa con la Spal volevo fare una domanda "scherzosa" al tecnico viola, ma Luca Di Francesco non mi dette la parola
TEMEVO ED E' PURTROPPO REALTA,' CHE "IL PANORAMIX VIOLA" SI SIA DIMENTICATO DI "RIMPOLPARE" LA POZIONE MAGICA....
E così tra Spal e Lazio stiamo "gettando alle ortiche quasi tutto" pur restando in bazzica per l'Europa, ma dobbiamo vincere al "Mapei Stadium" e poi in casa col Cagliari......

Firenze- Che serataccia ieri sera...Lazio...stramaledetta Lazio...arbitro Damato inverecondo Fiorentina però "pivellina"!!! Non voglio più vedere Dragowski: meglio Cerofolini e meglio il sottoscritto.

Laddove dovevamo fare 6 punti nelle ultime 2 gare casalinghe di seguito con Spal e Lazio, ecco che portiamo a casa un "sol miserrimo" ( come dice giustamente il Prof. Belloli) punto.
Siamo a 51 potevamo benissimo essere a 56 aver superato il Milan e l'Atalanta staccato la Sampdoria. Invece siamo retrocessi in 8° posizione ripresi da una Doria "ultimamente imbarazzante".
Allora mi torna di "stretta attualità" il "peccato" di non aver potuto fare a Stefano Pioli nel "post" Spal ( eppure mi ero subito prenotato) la domanda :" Il Panoramix viola non aveva rimpolpato a dovere la pozione magica ed ecco che anche la Lazio ( pur come mi dice il Fido Caselli, essere squadra superiore) ne approfitta ed in un Mercoledi stramaledetto per come odio profondamente la Lazio i tifosi laziali ed i Giornalisti ( Giornalisti è termine troppo forte..canta balle..cantastorie..fate votis) biancazzurri prima ci rimontano un 2-0 poi un 3-2 ed in 3 "stramaledetti minuti" ci fanno lo scherzetto di violarci ancora una volta il Franchi.
Dunque siamo "condannati" a rifarci "senza se e senza ma" ad andare a vincere sabato al "Mapei Stadium" laddove mancheranno Pezzella e Chiesa, e poi battere al Franchi il Cagliari aspettando di vedere come si evolverà nei prossimi 180 minuti la classifica.
Ma "che peccato"..niente 7° ed ° vittoria consecutiva, niente record di vittorie, Pioli che deve aspettare ancora per festeggiare le 100 vittorie, niente sorpasso al Milan, nessun guadagno sull'Atalanta, aver negato al popolo viola (55.000 presenze nelle ultime 2 gare) rinnovati sogni ed entusiasmi e addirittura vederci ripresi da una Sampdoria "al limite del la lessatura in ebollizione" ma capece al nostro contrario di battere il Bologna al 93°
Prima di Fiorentina Lazio avevo pubblicato le ultime statistiche che già prima della scesa sul prato fiorentino vedevano la Lazio "pericolosamente agguerrita" negli ultimi precedenti a Firenze. "Così purtroppo è stato..
Peccato la "sciocchezza" di Marco Sportiello in apertura sostituito da un Dragowski "inguadabile" ( mi permetto di porre la mia candidatura a portiere di riserva viola…ritenendomi molto più affidabile di questo "druido" che vorrebbe fare il titolare ( forse nemmeno nella Rondinella farebbe la differenza…molto meglio Cerofolini).
Peccato perché la serata di ieri iniziata con il rigore per il Toro poi però stampata sulla traversa dal "Gallo" Belotti, poi proseguita  male con l'espulsione del nostro portiere, ma che di seguito, si era messa al meglio con la paritetica espulsione del laziale Murgia, addirittura regalandoci  un  l'1-2 da "sogno" di un "super" Veretout,. Poi nei 6 minuti finali del 1° tempo l'incredibile riaccosto bianco-celeste...da incubo.  Veretout riallungava ancora, ma ancora in "un più che preoccupante quattr' e quattr'otto , eccì il nuovo pareggio laziale ed i l'incredibile sorpasso romano.
Adesso come detto VINCERE COL SASSUOLO, VINCERE COL CAGLIARI PER POTER FARE UN NUOVO "PUNTO DELLA SITUAZIONE.
Ma Fiorentina, che negli anni continua a buttare alle ortiche occasioni ed occasioni per cercare di tornar grande. PECCATO PECCATO E PECCATO !!!!

Ultimo aggiornamento Giovedì 19 Aprile 2018 11:08
 
Calcio: "LIVE" FIORENTINA LAZIO finale amarissimo 3-4 3 Veretout ( Rig) PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Mercoledì 18 Aprile 2018 18:38

Calcio al Franchi la Fiorentina vorrebbe mettere  nel mirino Atalanta e Milan; ma occhio ai biancazzurri...

LIVE: FIORENTINA LAZIO 3-3: VANIFICATO IN 6 MINUTI IL 2-0 INIZIALE MA VERETOUT CALA LA TRIPLETTA : 3-2 MA PAREGGIA FELIPE ANDERSON 3-3 !! MA LUIS ALBERTO  CI SUPERA 3-4 !!!

Dentro Gil Dias al posto di Saponara; Eysseric al posto di Benassi; nella Lazio ha recuperato Immobile

Purtroppo non ci basta un "mostruoso" Jordan Veretout..!!!

FIORENTINA: Sportiello, Milenkovic, Hugo, Pezzella, Biraghi, Veretout, Dabo, Chiesa, Eysseric ( 8° pt Dragowski) , Gil Dias ( 79° saponara) , Simeone ( st Falcinelli) . A disp. Dragowski, Cerofolini, Laurini, Saponara, Benassi, Ranieri, Gori, Gaspar, Hristov, Olivera, Cristoforo, Falcinelli. All. Pioli

LAZIO: Strakosha, De Vrij ( pt Felipe Anderson) , Lukaku, Pezzini, Paolo, Immobile, Luis Alberto, Milinkovic, Caceres, Filipe Luiz, Marusic. A disp. Guerrieri, Vargic, Almeida, Basta, Felipe Anderson, Crecco, Wallace, Quissanga, Lulic, Caicedo, Di Gennaro, Murgia. All. Inzaghi

Arbitro Damato di Barletta

Reti: 16°-30° (Rig)  Veretout; Luis Alberto 40° Caceres 45° 54° Veretout 22° Felipe Anderson 24° Luis Alberto

Note espulsi in avvio Sportiello e Murgia e al 36° Inzaghi

MA IL VAR SERVE DAVVERO?

di Alessandro "Coppins "Coppini

A vedere quanti errori vengono corretti in ogni partita dal mezzo tecnologico, verrebbe da dire di si. Però la risposta precisa si potrebbe dare solo facendo (a fine campionato) un conteggio degli errori contro e di quelli a favore di ogni squadra. Ci si accorgerebbe forse che le cose sarebbero andate come sempre, con sbagli che alla fine si compensano. Di certo il VAR influenza gli arbitri e rende le partite meno spontanee. Il direttore di gara (come Damato stasera) sembra fischiare tutto con più leggerezza, perché tanto poi la tecnologia lo aiuterà. In altre situazioni invece il fischio resta muto in attesa del collega addetto alle riprese televisive. E poi, dopo una rete o un rigore non c’è più spontaneità: ci si ferma in attesa di un verdetto che viene fuori dal campo, campo che perde perciò la sua supremazia simbolica e sostanziale. Insomma una gran confusione. Che non evita gli errori più gravi, molto spesso compiuti dai giocatori. Sportiello per esempio sbaglia dopo 7 minuti un’uscita, tocca con la mano e viene espulso. E’ la madre di tutti gli errori, perché Dragowski subentra ed ha responsabilità su almeno tre dei quattro i goal laziali. Però è anche l’autore del rinvio sul quale Chiesa si invola verso la porta biancoceleste, per essere poi atterrato da Murgia, che viene espulso. Decisone dell’arbitro probabilmente influenzata dal precedente rosso al portiere gigliato. Comunque è magistrale la punizione di Veretout per il vantaggio viola. Il francese realizza poi anche il rigore del momentaneo due a zero. Eccolo l’errore più grave di Damato, che il VAR non può correggere: il fallo in area su Biraghi è da cartellino giallo, e lo compie il già ammonito Luiz Felipe che perciò andava espulso. Continua la sagra degli errori, stavolta della difesa viola e soprattutto del portiere, che permettono alla Lazio di rimontare il doppio svantaggio: 2 a 2 all’intervallo. Al quinto della ripresa la dimostrazione che il mezzo televisivo, richiedendo comunque l’interpretazione umana, può risultare impreciso: tira Gil Dias, rimpallo, sfera che arriva a Simeone che segna. In fuorigioco per l’addetto al VAR, ma le immagini sono molto, molto discutibili. Poi un assolo straordinario di Veretout riporta i viola in vantaggio. Sul 3 a 2 sbaglia forse anche Pioli, che potrebbe inserire Benassi e Saponara per Gil Dias e Simeone (inconcludenti) coprendosi un pò meglio. Invece la Lazio mantiene il comando del gioco e ribalta il punteggio con il 4 a 3 finale. Insomma partita confusa, e magari (se “spogliata” del tifo) pure divertente. Tutto sommato, anche se in modo “pazzo”, vince la squadra con più qualità: che però schiera qualche giocatore magari fortissimo ma insopportabile. Come Milinkovic Savic, che al fischio finale, invece di andare a festeggiare davanti al proprio pubblico, si gira verso la Maratona, portandosi le mani dietro alle orecchie e irridendo i tifosi viola: come diceva l’ineguagliabile Vujadin Boskov : “Testa di giocatore buona solo per portare cappello!”

dal Franchi servizio fotografico di Giacomo Morini

Stefano Pioli:" Sconfitta dura da digerire"

dalla sala stampa "Manuela Righini" dello Stadio "Artemio Franchi"

Di Paolo Caselli

"Partita non facile da giudicare, è stata la serata degli errori, sprecata una grande occasione.

Lazio squadra forte  noi ci siamo abbassati troppo, sbagliate due situazioni in fase difensive, grande spirito, grande generosità, brutta sconfitta, interrotta la nostra striscia positiva, adesso c'è da dimostrare di essere squadra.

Decisioni arbitrali arbitrarie, sul rigore su Biraghi c'era ammonizione su Luiz Felipe già ammonito.

Oggi siamo stati poco lucidi, abbiamo fatto fatica a metterci bene in campo, subite due reti su palla inattiva.

Dovevamo essere più compatti, sbagliata qualche ripartenza.

Benassi stanco e accusava dolori alla caviglia.

Discussioni a fine partita, niente di particolare."

Simone Inzaghi:" Vittoria di tutto il gruppo!"

di Paolo Caselli

" I ragazzi son stati bravissimi, ho detto all'arbitro che aveva sbagliato tre decisioni su tre, ho protestato col quarto uomo Abisso e l'arbitro mi ha espulso, di arbitri non parlo più, rimane la splendida prestazione dei miei ragazzi.

Continuiamo a parlare di arbitri, la VAR doveva aiutare, invece spezzetta troppo il gioco, ci dobbiamo abituare, ma voglio sottolineare ancor di più la prestazione dei ragazzi.

Anderson e Luis Alberto potrebbero giocare assieme, ma la vittoria di stasera è di tutti, mi dispiace per Murgia, ragazzo che vuole continuare a migliorare, in difesa, poi, se ne prendiamo tre  se poi ne facciamo quattro bene.

Difficile trovare il migliore in campo, tutti bravi, anche chi non è  entrato, veramente un bel gruppo.

Leiva e Milinkovic in mediana base per farci vincere la partita."

 

LE PAGELLE VIOLA:

FIORENTINA: Sportiello, ( La sua gara più breve in carrierà 7 minuti ; la combina grossa lascia la Fiorentina in 10 pur con una chiamata arbitrale "fiscalissima"  5
Milenkovic, un gran salvataggio al minuto 28 su un "contropiedissimo" laziale ; ci prova "sbiecamente" nella ripresa 6
Hugo primo tempo incerto  nel finale colpisce di testa troppo centrale mancando il 4-4. 5
Pezzella: un gran salvataggio davanti a Dragowski sul tiro di De Vrij ; ma l'ammonizione che gli farà saltare sassuolo gli toglie mezzo punto : 6
Biraghi, una botta altissima in chiusura di 1° tempo ; 48 minuti "debolucci"
Veretout GRANDISSIMA PARTITA CON UNA SUPER TRIPLETTA PUNIZIONE GRANDISSIMA TECICA PORTA LA FIORENTINA IN VANTAGGIO 7 RADDOPPIA REALIZZANDO IL RIGORE ANDANDO DI DOPPIETTA POI SEGNA CON UN AZIONE PERSONALE  IL 3-2 : ammonito al 48°  8
Dabo: partita sufficiente 6 "stiracchiato"
Chiesa: furetto scatenato spreca un occasionissima al 12 davanti a Strakosha… prova una giochessa di tacco al 65°, poi viene ammonito e salterà Sassuolo; nel finale cerca Dabò da destra anticipato in extremis . 6-
Eysseric  ( Aveva avio canches dall'inizio, la malasorte lo colpisce  per far posto a Dragowski ( 8° pt Dragowski che salva bene su De Vrij su Luiz Felipe ma rimane immobile sulla punizione di Luis Alberto e la combina grossa sul pareggio di Caceres; para su Marusic  4
Gil Dias "battezzato" in "un ultra-dubbio" nel finale di 1° tempo, poi più fumo che arrosto  5.5 ( st Saponara non da segni apprezzabili SV)
Simeone. Spreca al 26° Spara un bolide al 32° è bravissimo Strakosha a negargli il gol ; gli annullano un gol "forse validissimo"  poi è disturbato da Chiesa, 6.5 (st Falcinelli al solito inutile..ERA MEGLIO SE CI TENEVAMO BABACAR ... SV)
A disp. Dragowski, Cerofolini, Laurini, Saponara, Benassi, Ranieri, Gori, Gaspar, Hristov, Olivera, Cristoforo, Falcinelli.
All. Pioli: Impazzisce di rabbia sul fallo di Sportiello; va "via di testa all' 1-2 di Veretout. Va via di cervello sulla' 1-2 laziale in 6 minuti nel finale dei primi 45 minuti; si esalta al 3-2 di Veretout, rischia l'infarto sulla' 1-2 di Anderson e Felipe; Impazzisce di rabbia assistendo e dovendo "deglutire" questa sconfitta clamorosa: dall'agganciare il Milan a retrocedere  dietro l'Atalanta ed essere ripresi dalla Sampdoria !! MERCOLEDI DANNATAMENTE NEGATIVO MALEDETTA LAZIO MALEDETTI TIFOSI LAZIALI !!!

Fiorentina-Lazio 3-4: io l’ho vista così (Un frullato di emozioni che lascia l’amaro in bocca)

Scritto da: Francesco Matteini

Non è bastata la tripletta di Veretout per batter la Lazio (foto Galassi / GRAZIE )

Firenze- Sette gol, rigori dati e negati, fuorigioco, espulsioni, punizioni gioiello, Var pluriprotagonista, tanta tensione e la partita che si trasforma da subito in una battaglia. Un frullato di emozioni che lascia l’amaro in bocca. La Fiorentina prima si fa rimontare poi addirittura superare. La sconfitta, prevedibile sulla carta data la differenza di qualità fra le due formazioni, in realtà risulta immeritata. I viola si confermano apprezzabili come compagine, assai meno come singoli. La squadra nel suo complesso merita la sufficienza, la prova della maggior parte dei giocatori, no.

Sportiello 4 – Uscita scriteriata e fallo di mano fuori area che gli costa l’espulzione.

Milenkovic 5 – Si dimentica di saltare in barriera sulla punizione gol di Luis Alberto. Si fa mangiare la pappa in capo da Caceres che segna di testa nonostante sia alto la metà. Un gran salvataggio su Immobile non basta per la sufficienza.

Pezzella 5 – Immobile spunta da ogni dove, barcolla ma non molla. Commette un fallo da rigore cancellato solo dal precedente fuorigioco rilevato dal Var. Sorpeso dalla deviazione di punta di Luis Alberto. Salva su De Vrij.

Hugo 6,5 – Il più attento del reparto. Anticipi e contrasti sempre efficaci. Tampona le assenze in zona di Biraghi.

Biraghi 6 – Subisce il fallo da rigore con una bella percussione. Ma a difendere lo si vede poco.

Dabo 5,5 – Il ritmo indiavolato della gara lo mette a disagio. Lui rispetta i limiti di velocità scrupolosamente.

Veretout 9 – Punizione al bacio, rigore chirurgico, azione travolgente per una tripletta da incorniciare. Dinamico e intraprendente, è sempre al posto giusto nel momento giusto. Sembra Braccio di Ferro dopo aver mangiato gli spinaci.

Dias 4,5 – Praticamente fa il terzino destro a (scarso) sostegno della difesa. Contro Lukaku, più robusto, più veloce e più tosto, più cattivo sono dolori. Qualche puntata in avanti senza discernimento.

Eysseric sv

Chiesa 6 – Corre come un pazzo a destra e a manca. Aggredisce palla e avversari. Talvolta egoista, talaltra miope. Ma è l’unica vera spina nel fianco della Lazio. Troppo nervoso.

Simeone 5,5 – Il Var gli cancella un gol di rapina per un fuorigioco che pare non esserci. Un altro se lo mangia.

Dragowski 5 – Quattro palloni da raccattare in fondo alla rete senza responsabilità evidenti in tre casi. Sul colpo di testa di Caceres poco reattivo: il pallone gli batte addosso e finisce dentro.

Falcinelli 4 – Ma ha toccato la palla almeno una volta?

Saponara sv – Pochi minuti senza birra e senza idee. E anche senza voto.

Pioli 6 – Affronta una squadra con un maggior tasso di qualità mettendola sul contropiede. Per tre/quarti di gara l’escamotage funziona, ma non basta. Ottine dal gruppo risultati migliori di quanto si immaginerebbe sommando le prove dei singoli. Si conferma la tradizione degli innesti dalla panchina che non cambiano mai in meglio l’esito della partita.

Arbitro Damato & C. 2 – Combina un arrosto dietro l’altro: due espulsioni sballate (in nessuno dei due casi c’era chiara occasione da gol); dimentica di ammonire e espellere per secondo giallo Luis Felipe dopo il fallo da rigore su Biraghi; non fischia un chiaro fallo su Chiesa lanciato a rete; ammonisce Veretout per un normalissimo intervento falloso e non Lukaku che a palla lontana strattona per terra Gil Dias; annulla dopo consultazione col Var il gol di Simeone che invece pare buono. Molti dubbi su altri episodi. Unica soluzione: pensione anticipata.

Commento Sky Gentile-Ambrosini 1 – Degni di Telelazio.

Calcio 32° turno andato agli archivi
CONTINUA LA SERIE NO DEI VIOLA A FIRENZE CON LA LAZIO: INCREDIBILE 3-4
La Juve pareggia a Crotone, Il Napoli batte l'Udinese; il Milan pareggia a Torino, L'Atalanta passa a Benevento la Sampdoria batte il Bologna  al 93°; Viola adesso 8° ripresi dalla Doria


Inter Cagliari 4-0
Benevento Atalanta 0-3
Crotone Juventus 1-1
Fiorentina Lazio 3-4
Napoli Udinese 4-2
Roma Genoa 2-1
Spal Chievo 0-0
Sampdoria-Bologna 1-0
Torino Milan 1-1
Verona Sassuolo 0-1

Classifica: Juventus 85, Napoli 81, Roma 64, Lazio 64, Inter 63, Milan 54, Atalanta 52, Fiorentina Sampdoria 51, Torino 47, Bologna 38, Genoa 38, Sassuolo 34, Udinese 33, Cagliari 32,  Chievo 31, Spal 29, Crotone 28, Verona 25, Benevento 14

Viola che tra Spal e Lazio vanificano tutto ciò che s'era fatto di bellissimo; da sognare di ristaccare l'Atalanta ed agguantare il Milan a farci recuperare punti dalla Sampdoria !!

97° E' finita..gara davvero incredibile..dal 2-0 al 2-2 negli ultimi 6 minuti del 1° tempo; poi viola ancora avanti con la triplettona di Veretout, ma Felioe Anderson e Luis Felipe la ribaltano in 3 minuti di follia.

96° fallo su Veretout punizione viola.. tutti avanti la recuperiamo..sale anche Dragowski ma c' è fallo in area laziale..

95° fallo viola in area laziale punizione lazio il Franchi fischia a "più non posso"...

94° Chiesa accellera da destra la centra per Dabò anticipato da Felipe  Anderson

93° Punizione viola altro pallone giocabile per cercare il pareggio...

Lazio che perde tempo, ma batte una punizione... partita davvero incredibile !!!!

92°Tocco sottoporta di Vitor Hugo troppo debole e centrale..para Strakosha..

91° Mischione sotto la Maratona  animi caldissimi.... ci sarà ancora recupero..fino al 96.30"

90° iniziano 5 di recupero..FORZAAAAAAAA !!!!

La partita termina qui per Ciro Immobile, sarò Felipe Caicedo (Lazio) a rimpiazzarlo.

84° Nikola Milenkovic (Fiorentina) ci prova dalla distanza ma non riesce ad inquadrare lo specchio, palla larga sulla sinistra.

82° Antonio Damato mostra il giallo per Luis Alberto (Lazio) che non ha nulla di cui meravigliarsi, l'entrata è stata davvero troppo decisa.

81°     Cartellino giallo! Se l'è proprio andata a cercare Federico Chiesa (Fiorentina). Antonio Damato lo ammonisce.

82° Luis Alberto (Lazio) finisce il sul taccuino dell'arbitro.

81°     Cartellino giallo! Se l'è proprio andata a cercare Federico Chiesa (Fiorentina). Antonio Damato lo ammonisce.

Il numero di angoli battuti in questa partita – 0:8.

79°.30"  Luis Alberto (Lazio) va a battere il corner ma non riesce a pescare un proprio compagno.

79°     Sostituzione. Riccardo Saponara (Fiorentina) rimpiazza Gil Bastiao Dias.

78° Federico Chiesa (Fiorentina) si arrabbia ma senza motivo. Ha deviato nettamente il pallone con la mano, l'arbitro era ben piazzato. Fallo.

77° Luis Alberto (Lazio) calcia un bel pallone liftato su punizione. Uno dei difensori stacca bene e allontana il pericolo.

76 Brutto intervento di Jordan Veretout (Fiorentina). L'arbitro fischia giustamente fallo. Lazio potrà sfruttare un calcio piazzato.

74° German Pezzella (Fiorentina) viene ammonito per aver atterrato un avversario. Facile chiamata questa per Antonio Damato.

72° INCREDIBILEEEEE  Gol! Il merito va a Luis Alberto (Lazio) che beffa Pezzella e batte Dragowski  3-4 !!

71° Cambio. Jordan Lukaku abbandona il campo e Senad Lulic (Lazio) entra in sostituzione.

70° Forze nuove in arrivo con Diego Falcinelli (Fiorentina) pronto ad entrare per Giovanni Simeone.

69°   Lazio che ci riprende ancora...  Il pallone è in rete e Felipe Anderson (Lazio) è il marcatore con qualche responsabilità di Dragowski

65° °  Contropiede Fiorentina in superiorità numerica, ma Simeone sbaglia completamente il passaggio per mettere Pezzella davanti a Strakosha...che occasione buttata !!!

64° Ciro Immobile (Lazio) si crea una buona occasione. Arriva sul limite e va alla conclusione ma il pallone esce sfiorando il palo destro.

63° Intervento troppo duro di Felipe Anderson (Lazio). Antonio Damato fischia fallo.

  • 61° NON È RIGORE, FUORIGIOCO DI IMMOBILE! Dopo quasi due minuti, Damato con l'ausilio del Var toglie il rigore alla Lazio per posizione irregolare di Immobile a inizio azione.

60° Rigore fischiato alla Lazio, ma la VAR SMENTISCE LA PESSIMA CHIAMATA DI DAMATO

54° VIOLA MERITATAMENTE ANCORA AVANTIIIIIII  Jordan Veretout (Fiorentina) termina la propria azione personale in area con un bel tiro che batte Thomas Strakosha all'angolino basso di destra. Punteggio ora di 3:2. TRIPLETTA PER "SUPER" JORDAN


50° Goool! GOL ANNULLATO A SIMEONE! Tiro di Gil Dias dal limite dell'area, deviazione di un difensore della Lazio che alza il pallone a campanile, Simeone insacca da distanza ravvicinata, ma il guardalinee sbandiera il fuorigioco (che non c'è...).

No, attenzione, è stato annullato. Giovanni Simeone (Fiorentina) non è d'accordo ma il guardalinee è sicuro della sua chiamata per furoigioco.

49° Angolo battuto corto da Luis Alberto (Lazio) conclude Marusic para bene Dragowski

48° Luis Alberto (Lazio) calcia in mezzo la punizione che però viene respinta dalla difesa.

47° Jordan Lukaku (Lazio) mette un bellissimo filtrante in area ma la difesa allontana il pericolo. Bel lavoro di squadra e Lazio si guadagna un calcio d'angolo. Felipe Anderson imbuca per Immobile, Milenkovic capisce tutto e spazza via.

Occhio Lazio che ha iniziato meglio


47'
Intervento duro di Cristiano Biraghi (Fiorentina), l'arbitro fischia il fallo. Un calcio di punizione per Lazio. Non è una posizione auspicabile per un tiro diretto in porta.
46'
Fischio di Antonio Damato, il secondo tempo può cominciare.

----------------------------------------------------------------------------------------------------

45+ 3 Finisce il 1° tempo densissimo di emozioni: 2-2 Fiorentina  ripresa in 6 minuti dal 2-0 al 2-2 !!!! IN..CRE...DI..BI..LEEEEEE !!!

47° Antonio Damato mostra il giallo a Jordan Veretout (Fiorentina) per questo duro contrasto.

46.30" Biraghi spara altissimo

46° Gil Bastiao Dias (Fiorentina) è colto in fuorigioco. Decisione non facile ma corretta da parte dell'assistente dell'arbitro che ha alzato rapidamente la bandierina.

Martin Caceres (Lazio) stacca bene nel tentativo di colpire di testa il pallone calciato dalla bandierina da Luis Alberto. Il colpo di testa è preciso, non da scampo al portiere e termina in rete centralmente. 2:2!

42° Attacca la Lazio "a testa bassa" occhioooooo...Luis Alberto (Lazio) si incarica del corner ma il pallone trova la testa di un difensore.

40° Luis Alberto (Lazio) mostra tutta la sua abilità sui calci piazzati, soprattutto da questa distanza. Gran tiro e palla in rete sulla destra! gara riaperta peccato aver preso gol adesso

38° attacca la Lazio Lucas Leiva (Lazio) crossa in area dal corner ma niente panico per la difesa che interviene in sicurezza.

37° fallo su L. Leiva in area viola si consulta la Var: niente rigore

36° Inzaghi protesta vibratamente: Espulso anhe Lui !!!!

35° Lucas Leiva (Lazio) si fa strada a suon di dribbling ma uno dei difensori alla fine riesce a chiudere. Il pallone termina in out. Lazio batterà un calcio d'angolo.

34° Simeone  scappa e spara un bolide da fuori: para benissimo Strakosha

32° Luis Alberto di destro para  bene Dragowski a terra

30° Un fallo goffo di Luiz Felipe Ramos Marchi (Lazio). Antonio Damato fischia il fallo. Limpida decisione dell'arbitro. Rigore concesso per Fiorentina.....VERETOUTTTTTTTTTTT RADDOPPIA DI DOPPIETTA 2-0 !!!

29° MILENKOVIC SALVA TUTTO! Contropiede in campo aperto di Felipe Anderson, che serve a rimorchio Immobile per il tiro, chiude tutto il difensore viola.
28
Luiz Felipe Ramos Marchi (Lazio) si vede sventolare il giallo. E' meglio per lui fare attenzione adesso, un'altro fallo così e sarà rosso.
25'
Sostituzione eseguita. Stefan de Vrij è stato rimpiazzato da Felipe Anderson (Lazio).
25'
Il gioco viene interrotto, il guardialinee ha il braccio alzato. Fuorigioco di Jordan Lukaku (Lazio).

19° Luis Alberto (Lazio) batte un calcio d'angolo, ma il difensore  viola salta più alto  rinviando la palla lontano dalla porta.

18° Stefan de Vrij (Lazio) piomba sul rimbalzo e gira subito in porta ma il tiro viene parato. Lazio batterà un calcio d'angolo. Altro pericolo per la squadra avversaria.

16° VERETOUTTTTTTTTTTTTT BATTE STRAKOSHA REALIZZANDO UNA MAGNIFICA PUNIZIONE  E PORTA IN VANTAGGIO LA VIOLA ESPLODE IL FRANCHI !!!! SIAMO A PARI PUNTI COL MILAN  RI-SORPASSANDO L'ATALANTA !!!!

14° PEZZELLA SALVA SU DE VRIJ! Tiro a botta sicura dell'olandese in area di rigore, l'argentino respinge un paio di metri prima della linea con Dragowski battuto.

13° Testa di Luiz Felipe  para Dragowski

12° CHE OCCASIONE PER CHIESA DAVANTI A STRAKOSHA CHE PERO' SPRECA MALAMENTE

Inizio record al Franchi 2 espulsioni in 13 minuti a "memoria di cronista non era mai successo: squadre 10 contro 10

11° Fallo di Alessandro Murgia (Lazio) su Chiesa  L'arbitro sorprende tutti estraendo il cartellino rosso. Una decisione davvero severa questa e Alessandro Murgia (Lazio) si lamenta giustamente, ma ormai la decisione è stata presa.

7°ATTENZIONE SPORTIELO ESCE FUORI DALl'AREA CON LA MANO ...ESPULSO FIORENTINA IN 10 PER 83 MINUTI !!! GARA FALSATA !!! ENTRA DRAGOWSKI ESCE EYSSERIC !!!

5° Lucas Leiva beccato in off side

2° Prima conclusione laziale di Luis Alberto (Lazio) calcia in area di potenza dalla bandierina ma il pallone viene intercettato.

*Rigore per il Torino" ...ma Belotti lo stampa sulla traversa ....!!!

Ultimo aggiornamento Giovedì 19 Aprile 2018 11:11
 
Calcio: il 32° turno in infrasettimanale aperto dall'Atalanta che vince 3-0 a Benevento PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Mercoledì 18 Aprile 2018 18:28

Calcio: si è aperto il 33° turno in infrasettimanale.

BENEVENTO ATALANTA 0-3; LA "DEA"  IN BAZZICA PER L'EUROPA; LE "STREGHE" AD UN PASSO DALLA B

Benevento-  Si riapre la corsa in "Zona Europa League". L’Atalanta che scendeva in campo per prima torna a sorridere dopo tre turni senza vittorie e lo fa superando il fanalino di coda Benevento portandolo sul "ciglio del burrone" del rientro in Serie B, superando ( 52 a 51) la Fiorentina portandosi ad 1 unghezza dal Milan.   Nella 33ª giornata di Serie A al "Vigorito"  apriva le danze  Freuler (21’)  sbloccando  il risultato, il giovanissimo Barrow (49’) raddoppia con un tiro a giro e Gomez (67’) con un’azione personale cala il tris dopo un rigore sbagliato da de Roon. Per la Strega la retrocessione aritmetica è sempre più vicina, la Dea è a -1 dal sesto posto.

Adesso in campo le antagoniste dei nero-azzurri per un posto in Europa: Il Mila al "Grande Toro" contro i granata, la Fiorentina che deve rilanciare alla "Dea" contro la Lazio al "Franchi", la sampdoria che ospita il Bologna

IL TABELLINO

BENEVENTO-ATALANTA 0-3
Benevento (3-4-3): Puggioni ; Billong  (8’ st Sagna ), Djimsiti, Tosca  Venuti, Del Pinto, Viola, Lombardi  (8’ st Djuricic ); Brignola  Diabaté, Parigini (26’ st Iemmello). A disp: Brignoli, Gyamfi, Rutjens, Letizia, Sparandeo, Volpicelli, Cataldi, Sandro, Coda. Allenatore: De Zerbi
Atalanta (3-4-1-2): Berisha ; Mancini (1’ st Castagne), Caldara, Masiello; Hateboer, de Roon, Freuler, Gosens; Cristante; Petagna (1’ st Barrow ), Gomez  (44’ st Bastoni). A disp: Gollini, Rossi, Del Prato, Kulusevski, Haas, Lath, Cornelius. Allenatore: Gasperini
Arbitro: Ghersini di Genova
Marcatori: 21’ Freuler, 4’ st Barrow, 22’ st Gomez
Ammoniti: Petagna, Mancini, Tosca, Brignola.

Il programma

18.04. 18:00 Finale Benevento 0 - 3 Atalanta
18.04. 20:45 Crotone Juventus
18.04. 20:45 Fiorentina Lazio
18.04. 20:45 Napoli Udinese
18.04. 20:45 Roma Genoa
18.04. 20:45 Sampdoria Bologna
18.04. 20:45 Spal Chievo
18.04. 20:45 Torino Milan
18.04. 20:45 Verona Sassuolo

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 18 Aprile 2018 18:31
 
Calcio: le ultime su Fiorentina Lazio PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Mercoledì 18 Aprile 2018 18:05

Calcio: dopo il passo falso interno con l'Atalanta , per i ragazzi di Mister Pioli necessario il rilancio con i biancazzurri...

FIORENTINA SE CI VUOI ESSERE RIBATTI UN COLPO: BATTERE LA LAZIO E TENERSI  IN CORSA PER L'EUROPA

Ma con la truppa di Inzaghi, "corsi e ricorsi" interni preoccupanti.

ULTIM' ORA: LE FORMAZIONI UFFICIALI DI FIORENTINA LAZIO

Dentro Gil Dias al posto di Saponara, Eysseric per Benassi;  nella Lazio ha recuperato Immobile

FIORENTINA: Sportiello, Milenkovic, Hugo, Pezzella, Biraghi, Veretout, Dabo, Chiesa, Eysseric, Gil Dias, Simeone. A disp. Dragowski, Cerofolini, Laurini, Saponara, Benassi, Ranieri, Gori, Gaspar, Hristov, Olivera, Cristoforo, Falcinelli. All. Pioli


LAZIO: Strakosha, De Vrij, Lukaku, Pezzini, Paolo, Immobile, Luis Alberto, Milinkovic, Caceres, Filipe Luiz, Marusic. A disp. Guerrieri, Vargic, Almeida, Basta, Felipe Anderson, Crecco, Wallace, Quissanga, Lulic, Caicedo, Di Gennaro, Murgia. All. Inzaghi

Arbitro Damato di Barletta

di Stefano Ballerini

Firenze- Mentre a Benevento è terminato  un match dalle 2 risposte: Atalanta che con il chiaro e pesante 3-0 ( Freuer, Gomez, ed il giovane Barrow) rimane in corsa per l'Europa League a 52 punti, mentre il Benevento con questa sconfitta sta per dare l'addio matematico alla Serie A. Ma i 52 punti nero-azzurri significano il rilancio per gli uomini di Gasperini che risorpassando la Fiorentina ( 51) ci insidiano la corsa viola verso un "posticino" Europa League. Dunque urge un rilancio viola sperando che il "cuore granata" ci rallenti il Milan per tenere aperto il discorso 6°-7°-8° posto.

I PRECEDENTI – la Fiorentina ha incasellato l’ultima vittoria degli uomini oggi allenati da Pioli in Serie A contro i laziali, in casa, è della stagione 2016/17, quando la gara si concluse con il risultato di 3-2 grazie alle reti di Babacar, Kalinić e all’autorete di Lombardi in favore dei viola, e alle marcature di Keita e Murgia per i biancocelesti. Per contro, il più recente successo dei romani in trasferta è risalente alla stagione 2015/16, quando i gol di Keita, Milinković-Savić e Felipe Anderson (per la Lazio) e di Roncaglia (per la Fiorentina) fissarono il risultato sull’1-3. Le vittorie casalinghe più larghe in favore della Fiorentina, con 4 reti di scarto, si sono verificate nelle stagioni 1936/37, 1948/49, 1960/61 e 1966/67; la Lazio, invece, nella stagione 1928/29 si è imposta a Firenze per 0-4. La gara di andata all’Olimpico si è chiusa sull’1-1 con reti di de Vrij per i padroni di casa e di Babacar per gli ospiti.

LE STATISTICHE – Fiorentina e Lazio si sono affrontate per 141 volte in Serie A: nelle 70 partite in casa i viola hanno collezionato 33 vittorie, 19 pareggi e 18 sconfitte, segnando 113 gol e subendone 74. Tenendo conto anche delle gare disputate con i biancocelesti padroni di casa, il bilancio è favorevole alla Lazio, con 53 vittorie, 41 pareggi e 47 sconfitte. In totale, in questi 141 incontri sono stati messi a segno 378 gol, di cui 179 dalla Fiorentina e 199 dalla Lazio.

Adesso linea ai nostri 2 inviati al franchi Paolo Caselli e Fabio Fallai.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 18 Aprile 2018 18:36
 
Calcio: Fiorentina occhio...Lione e Olympique Marsiglia seguirebbero Jordan Veretout PDF Stampa E-mail
Scritto da La Redazione   
Mercoledì 18 Aprile 2018 15:35

Calcio: il francese della Viola "appetito" in Ligan

FIORENTINA OCCHIO: LIONE E MARSIGLIA SU JORDAN VERETOUT

Jordan Veretout accanto a Saponara

Firenze- Le ottime prestazioni di Jordan Veretout con la maglia della Fiorentina non stanno  passando  inosservate. Secondo alcuni media francesi, sul centrocampista viola ci sarebbero 2 Club intenzionati a riportarlo in  Francia. Il Lione, si  sarebbe mosso per primo ed avrebbe pronta  anche pronta un'offerta importante per il giocatore: 20 milioni di euro. Da battere c'è la concorrenza però ci sarebbe anche l' Olympique Marsiglia.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 18 Aprile 2018 15:36
 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 8 di 1569
Copyright © 2018 FirenzeViolaSuperSport. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

Facebook

Segui FirenzeViolaSupersport
su Facebook.

Editoriale

di Stefano Ballerini

L'Isola d'Elba nel dramma :

Ci ha lasciato Fabio Bardelloni

CI HA LASCIATO FABIO BARDELLONI  ELBA 97 CALCIO A 5.

CIAO FABIO CI MANCHERAI..!!! TI PENSEREMO E RICORDEREMO SEMPRE GIOCANDO E VIVENDO GIORNI TREMENDI SENZA DI TE NEL TUO RICORDO PERENNE.

di Stefano Ballerini

Portoferraio- Martedi 1° Maggio ora di pranzo...

doveva essere un giorno di festa dove alfine

del pomeriggio ci si sarebbe dovuti ritrovare

a San Giovanni per dare inizio alla "settimana

decisiva" in casa Elba 97. Sabato era in

programma ( era...)  gara 1 del Play Out tra

Elba 97, la tua Elba 97 e Bergamo.

Invece caro Fabio tutta l'Elba sgomenta

apprendecome una freccia al cuore che

Te ci hai appena lasciati...!!

Quella svolta a destra da Valle di Lazzaro

verso Procchiodopo essere andato a trovare

la tua fidanzatina. Piove,una pioggerellina

uggiosa la prima da 20 giorni a questa

parte; in sella alla sua moto "Motard 125

intraprendevi  una strada bagnata viscida

"quasi saponata", un asfalto usurato, 13

chilometri da percorrere con attenzione

massima...E invece una sbandata, un attimo

di disattenzione ( le prime ipotesi al vaglio

dei Carabinieri di Portoferraio), una caduta

rovinosa, drammatica, "definitiva". Fabio

Bardelloni ci lascia così in una maniera

inaspettatamente drammatica. 17 anni

speranza dello sport portoferraiese con la

"sua/nostra Elba 97 Calcio a 5 nelle  cui fila

da Allievo, quest'anno facendo autentici passi

da gigante arriva a giocare in Serie B ,

conquistandosi al pari dell'amico Ivan Gatto,

la convocazione nella Selezione Regionale

Allievi con "meta" verso l'inclusione nei 13

convocati finali per il Torneo delle Regioni che

conquistavi  sorretto dallo sforzo di tutti Noi

delegati ad accompagnarvi settimanalmente

tra Montecatini Poggibonsi, Firenze, soffredo,

( con quell'infortunio all'alluce che poteva

anche impedirti di vivere questa importante

esperienza) ma guadagnandosi la stima dei

tecnici della Selezione. Era appena tornato da

Perugia dove aveva disputato le 3 partite

segnando anche un gol con i 2 realizzati da

Ivan Gatto.

Adesso a 5 giorni dalla prima delle 2 partite che

da sole varrebbero una stagione intera, questa

immane tragedia, che pone ovviamente tutto in

secondo piano; Fabione mi ero affezzionato a Te

ed a Ivan; se non c'era l'appuntamento alla

trasferta infrasettimanale, quasi ci stavo male,

mi mancava "un qualcosa". Ti/vi avevo portato

Io a Coverciano per salire sul Pullman per Perugia

fiero assieme a tutta l'Elba 97 di avervi "caricato"

ben 2 nostri tesserati.  E Voi ci avete dato

dimostrazione di meritarvi quelle attenzioni: 2 gol

di Ivan un gol tuo, si inutili alfine della classifica

finale, ma importanti per il morale ed il blasone

societario che delle 3 Api elbane: Avere 2 nostri

ragazzi nella massima competizione nazionale

Allievi vederli anche andare in gol, aveva significato

tanto...tantissimo. Adesso però il "fato" ha appena

tirato il "suo rigo fatale"; quella svolta a destra,

quel rettilineo, questo schianto...e TE CI LASCI

COSI' ATTONITI DISPERATI.

Fabio rimarrai sempre nei nostri ricordifaremo

tutto nel tuo ricordo; siamo vicini ai tuoi Genitori

a tua sorella alla tua fidanzatina. Se ci sarà da

fare qualcosa Io ci sarò sempre.

Te dall'alto proteggici, guidaci, "dacci un segno";

Noi ti penseremo sempre.

Non vale però lasciarci così, in un 1° Maggio 2018

di festa tramutatasi in immane tragedia.

CIAO FABIONE TI RICORDO..TI RICORDIAMO

COSI'... UN BACIO !!!!. STEFANO

Firenze- Altra "immane perdita" nel mondo sportivo fiorentino"

PURTROPPO  CI HA LASCIATO CHIARA BAGLIONI

Alcune belle immagini di Chiara Baglioni.

Marina di Campo- Alzatomi per controllare

posta e facebook sono rimasto "di sasso":

apprendo che nella notte ci ha lasciato la

mia amica Chiara Baglioni . E' una

"Maledetta Primavera": prima Davide Astori,

poi Emiliano Mondonico, adesso Chiara

Baglioni.

Ma che sta succedendo, perchè "tutte a noi" ??.

Sapevo che aveva avuto un problema,

ma non avevo notizie da qualche tempo,

oltretutto sono più all'Elba che a Firenze.

L'ultimo ricordo di Chiara era a Moena,

Lei sempre carina, affabile gentile brava

perfetta sul lavoro; ci hanno unito tantissime

partite sia della Primavera che della Viola; per

qualche tempo avevo collaborato con Saverio

Pestuggia a Fisport ( alla Redazione di

ViolaNews.com le nostre più sentite

Condoglianze) per cui ci vedevamo e ci

sentivamo spesso. Adesso rimane solo il

grandissimo ricordo la stravolgente tristezza

per non averla più con Noi tutti; Niente sarà

come prima. Personalmente da oggi tutto

quelo che farà la Mia Redazione di Firenze

ViolaSupersport/FirenzeViolaSuperSportLive.com

ed Elbasport.com sarà dedicato a Lei.

Alla sua Famiglia, le nostre più sentite

Condoglianze; ci stringiamo a Voi nel caro

struggente ricordo di Chiara RIP

Stefano Ballerini, Paolo Caselli, Fabio Fallai,

Alessandro Coppini, Giacomo Morini e

rispettive Famiglie .

D'ORA IN POI TUTTO IN MEMORIA DI NICCOLO'

D'ora in poi tutto il nostro lavoro sarà legato

anche al ricordo di Niccolò Ciatti ( RIP)

----------------------------------------------------------

LA MEGA BUGIA DI NARDELLA: 2317 giorni !!

Ad oggi dal famoso 19 Luglio 2014 di Nardella

a Moena:" Oggi siamo arrivati alla data più

vicina all'apposizione della 1° pietra del

nuovo Stadio dei Della Valle alla Mercafir;

mancano 300 giorni 210 di carte dei

Geometri e 90 legali". Da li ad oggi sono

passati 1431 giorni, siamo passati per

una riunione di amici in Palazzo Vecchio

per la presentazione dell'ennesimo plastico

di uno Stadio che LI NON SORGERA' MAI

con la Banca Unipol da ME MANDATA IN

DIRETTA SU RADIO FIESOLE 2 giorni

prima :" Siamo molto incazzati...tutti

parlano dei nostri terreni di Castello; ma

nessuno mai ce li ha chiesti; alla Mercafir

NON LI DAREMO MAI". Postilla...La Mercafir

rimarrà alla Mercafir perlomeno per altri 9

anni; quei terreni di castello per fare il

trasloco non ci sono piu'; li ha comprati

Firenze Aeroporti Medicei per i nuovi

parcheggi dell'Aeroporto. Faremo

l'Aereoporto e dall'"attacco-stacco" della

nuova pista dientro la Caserma dei

Carabinieri per un raggio di 10 chilometri

non ci potrà essere ne la Mercafir stessa

NE TANTOMENO UNO STADIO:

DEREGULATION AVIAZIONE CIVILE . CIT !!!!

Le  3 stecche dello Stadio "secondo" Nardella

( ad oggi Lunedi 17 Giugno 2018 dal 19 Luglio

2014 a Moena sono 1431 )  e quella secondo Mario

Cognigni.

LA NUOVA "CONTRO STECCA" DELLO

STADIO "FANTASMA" DEI DELLA VALLE:

Dopo l'amichevole "contraddittorio con Mario

Cognigni a Moena "volendo" seguire il "

ragionamento viola iniziammo a tenere la

"contro-stecca dello Stadio:

il 23 Luglio  2016 iniziava il nostro nuovo

conteggio:

Sono passati 684  giorni.... Proseguiremo.

LA 3° STECCA DEL "FANTOMATICO STADIO

DEI DELLA VALLE ...E DI NARDELLA

Adesso  iniziamo a tenere la 3° Stecca del Nuovo

Stadio "sempre più fantasma " dei Della Valle.

DA VENERDI 10 CON LA NUOVA PROMESSA FATTA

DA NARDELLA: 2019 1° Pietra del nuovo Stadio

Conteggio : da Venerdi 10 Marzo

ad Oggi Domenica  17 Giugno 2018 sono 442  giorni.

Siamo ansiosi di vedere dove andremo a finire.

Intanto stiamo lavorando sul fronte BANCA UNIPOL

attendendo un documento dall'ufficio che sta

gestendo l'annosa questione dei terreni della

Mercafir.

In più a breve avremo un incontro con

l'"Entourage" della Presidenza degli Aeroporti

Toscana  Medicei Firenze e Pisa per dare il la alla

programmazione del progetto costruzione della

nuova Pista "parallela "all'autostrada di circa

3000 metri da Castello al Polo di Sesto Fiorentino.

Su quella "linea..cono" di ingresso o di decollo

secondo la "Deregulation" dell'Aviazione Civile non

ci possono essere impianti sportivi ne tantomeno

Stadi.

Se "tanto mi da tanto" credo che a documento

ricevuto se  sarà quello che dico Io sarò costretto

ad alzarmi ed a dare lettura pubblica di tutt'altra

verità. In Palazzo Vecchio .........

NON ME L'HANNO LASCIATA CHIEDERE ...

AVEVANO UNA PAURA MATTA TUTTI QUANTI

------------------------------------------------------------

LA "MEGA BUGIA DI NARDELLA IN ATTO DAL 19

LUGLIO 2014 A MOENA...300 giorni divenuti ad

oggi 7 Maggio  2018 : 2317 !!!! MEGA BUGIA !!

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella quel giorno

salito a Moena "ci " annunciava: Ad oggi mancano

210 giorni + 90 per apporre il primo mattone del

nuovo Stadio di Firenze" ...!!! ( Pinocchio...one !!)

Da quel  discorso di Dario Nardella a Moena

del 19 Luglio 2014 sono passati ad oggi 7 Maggio

2018 2317   giorni.

E noi continueremo a tenere aggiornata la

"nostra stecca"

Stefano Ballerini e la sua Redazione.

 

E parallelamente apriamo la "contro stecca" del 3°

progetto dei Della Valle . Il 23 Luglio 2016  mi

sono permesso di mettermi " a tu per tu" con il

Presidente Operativo Mario Cognigni, mettendolo

sul "chi va là" dalle tante promesse finora

andate vane di Nardella.

I Della Valle asseriscono sicuri che lo Stadio

si farà li dove Nardella "asserirebbe": alla

Mercafir laddove però secondo noi e secondo

molti egli addetti ai lavori non si farà mai o se

"si farà" non prima di 6-7 anni.

Allora la stecca è partita: 23 Luglio 2016-7

Maggio 2018  fanno 625 giorni ogni giorno

l'aggiorneremo e vediamo dove andremo a

finire.

Da quell' incredibile 10 marzo in Palazzo

Vecchio ad oggi 19 Febbraio 2018 sono

344.... E NOI CONTINUIAMO...!!!

ma intanto al Sindaco Nardella, all'Assessorato

allo Sport vada il più "FERVIDO"....

VERGOGNATEVI ASSOLUTAMENTE TUTTI  !!

Lo Stadio alla Mercafir NON SI FARA' MAI

STAMPATEVELO NEL CERVELLO

...SE CE L'AVETE !!!!