Home

Ultime notizie

Bed And Breakfast

cover.jpg
 
logo_err.jpg
Calcio: Una "Giovin Italia" sbanca l'Amsterdam Arena 2-1 in recupero PDF Stampa E-mail
Scritto da la Redazione   
Martedì 28 Marzo 2017 22:06

Calcio :bella amichevole internazionale

E BRAVO MISTER GIAMPIERO VENTURA...L'ITALGIOVANE VINCE IN OLANDA 2-1

Calcio internazionale

BELLA VITTORIA AZZURRA ALL'"AMSTERDAM ARENA"  2-1 FIRMATO EDER-BONUCCI

Sfortunato autogol iniziale di Romagnoli; poi però tanta beata gioventù vincente azzurra a farci ben sperare...

Amsterdam- L'Italia fa "uno-due" vincente; dopo il 2-0 all'Albania laddove valevano punti pesanti in previsione "campagna di Russia 2018" l'Ital-Giovane" ' batte per 2-1 l'Olanda nell'amichevole di Amsterdam addirittura in rimonta.  I padroni di casa  vanno in vantaggio al 10' con una sfortunata autorete di Romagnoli. Ma gli azzurri pareggiano subito dopo un minuto con Eder. Al 32' Bonucci da due passi trova il gol su corta respinta di Zoet. Partita poco brillante soprattutto nella ripresa. Positivo Donnarumma alla prima da titolare. Esordi vincenti per Verdi, D'Ambrosio, Gagliardini, Spinazzola e Petagna. Colpo alla schiena per De Rossi.

OLANDA-ITALIA 1-2
Olanda (4-3-3): Zoet ; Tete , Hoedt , Martins Indi , Blind ; Wijnaldum  (32' st Toornstra ), Strootman  (1' st Vilenha ), Klaassen  (38' st Sneijder ); Lens , Depay , Promes  (43' Berghuis ). A disp.: Vorm, Cillessen, Veltman, Karsdorp, De Ligt, Viergever, De Jong, Dost. All.: Grim
Italia (3-4-1-2): Donnarumma 7.5; Rugani 6+, Bonucci 7, Romagnoli 6; Zappacosta 6+ (17' st Spinazzola 6,5), De Rossi 6 (37' Gagliardini 6), Parolo 6.5, Darmian 6(43' D'Ambrosio sv); Verratti 5.5 (45' st Verdi sv); Eder 7 (24' st Petagna 6), Immobile 5.5 (8' st Belotti 6,5). A disp.: Buffon, Meret, Astori, De Sciglio, Candreva, Insigne, Politano, Sansone. All.: Ventura 7
Arbitro: Eriksson (Svezia)
Marcatori: 10' Romagnoli (I, Aut.), 11' Eder (I), 32' Bonucci (I)
Ammoniti: Rugani (I)

 
Calcio: Giancarlo Antognoni "scarica" Paulo Sousa PDF Stampa E-mail
Scritto da la Redazione   
Martedì 28 Marzo 2017 09:53

io: Da oggi "caccia al nuovo allenatore viola.

Fiorentina, Antognoni scarica Sousa: "Il prossimo allenatore sarà italiano"

Il dirigente viola anticipa il divorzio dall'allenatore a fine stagione. Per "l'unico 10" c'è Di Francesco in pole

Antognoni in Palazzo Vecchio alla presentazione del "nuovo Stadio"
La Redazione

Firenze- Dunque ci siamo, da adesso è ufficiale, anche se è una verità già anticipata. Le voci che già si erano  fatte sempre più insistenti con il passare delle ultime settimane adesso si "paventano-semi ufficieli " mancando solo l'ormai prossimo comunicato ufficiale comunicato viola che arriverà un minuto dopo l'ultima gara casalinga del campionato Fiorentina Pescara.  Il divorzio a fine stagione tra la Fiorentina e Paulo Sousa è scritto.

Lo ha anticipato Giancarlo Antognoni in un'intervista rilasciata al Corriere Fiorentino. "Il prossimo allenatore, anche se la scelta non è ovviamente di mia competenza, credo di poter dirvi che sarà italiano. La nostra resta la migliore scuola. E non lo dico io, parlano i fatti e i risultati: guardate Ranieri, Conte, Ancelotti...".

L'ex mitico numero 10 lancia anche una frecciatina al modo di giocare del portoghese. "Noi abbiamo la mentalità italiana, primo non prenderle. Con questo calcio palleggiato di sicuro vediamo tanti gol, ma non sai mai come finisce". Poi spezza una lancia in suo favore. "E' comunque un allenatore moderno. Ormai quel ruolo è cambiato molto, devi avere uno staff di fiducia notevole e l’allenatore diventa un coordinatore di tutti questi tecnici. Oggi fare il mister non è facile, fa effetto vedere così tante persone in campo. Quando andiamo fuori sono quasi più collaboratori che i giocatori: 20-21 contro 23. Tornando a Sousa secondo me ha fatto bene, quest’anno il risultato sta condizionando il giudizio ma se guardiamo il campionato da Fiorentina-Juve in poi la squadra ha sbagliato tre partite: col Borussia, col Torino e col Genoa. In tre tempi abbiamo finito per rovinare tutta una stagione".

La rifondazione viola ripartirà dai giovani, come Bernardeschi e Chiesa. "Questi 2 nostri ragazzi   hanno un fascino particolare perché sono nati calcisticamente qui. Chiesa lo conoscevo dalle convocazioni in Under 19, non è un ragazzino è già adulto nonostante la giovane età. Ha fatto un salto incredibile, non è da tutti esordire a Torino contro la Juventus e poi confermarsi con una stagione così. Federico Bernardeschi invece  ha tutto per essere il prossimo capitano, ed è giusto che abbia la numero 10 sulle spalle. Ha personalità e qualità. Un consiglio? Di restare ancora qui, perché può crescere ancora molto. Poi per il futuro c’è tempo, d’altronde il calcio è cambiato e le tentazioni oggi sono addirittura mondiali. Per tutto questo ormai l’uomo bandiera è molto difficile da trovare, in qualsiasi squadra. Il business è di primaria importanza, sia per il club che per il calciatore a cui possono arrivare offerte incredibili".

Antognoni prende le difese della proprietà e spera di riuscire a ricucire il rapporto con i tifosi. "Devo dire che ho trovato molto troppo scetticismointorno alla famiglia Della Valle;  Io penso che un Presidente una Famiglia come i Della Valle, italiana, con queste potenzialità sia difficile trovarla in giro.

Ai tifosi dico allora che farebbero bene a tenerseli stretti e non perché adesso sono qui. Certo qualche errore è stato commesso in passato e la presenza a Firenze potrebbe essere maggiore soprattutto per quanto riguarda Diego che ho visto una sola volta allo stadio a Milano. Però nella crescita di questo club mi pare sia stato fatto il massimo tenendo conto di quella che è la dimensione della Fiorentina. Qualcuno vorrebbe un trofeo, e la società ci è andata vicina più volte. Vincere però è un’altra cosa e non mi pare che in Italia ci riescano in tanti".

NUOVO MISTER ? DI FRANCESCO IN POLE

Ovvia la domanda su chi potrebbe essere il nuovo Mister viola sulla panchina gigliata  nel 2017-18? Le parole di Antognoni chiudono i confini all'Italia. E le voci di mercato che si sono registrate nelle ultime settimane conducono a un nome: quello di Eusebio Di Francesco, 47 anni, da cinque stagioni sulla panchina del Sassuolo, tecnico molto apprezzato da altri club, fra i quali -nel recente passato- anche il Milan che aveva poi scelto Montella. Di Francesco è legato al Sassuolo da un contratto che scade il 30 giugno 2019.
E a Coverciano, per la cerimonia della Panchina d'oro vinta da Sarri davanti ad Allegri e allo stesso Di Francesco, il tecnico nero-verde a proposito dell'interesse della Fiorentina ha detto: "Sono gratificato dell'interessamento. Ma non fatemi dire di più. Ho un contratto che mi lega al Sassuolo per altre due stagioni, quando sarà il momento parlerò coi dirigenti per discutere i progetti futuri e questo avverrà a breve diciamo ad aprile".

 
Calcio: la Fiorentina pronta a riscattare Carlos Sanchez PDF Stampa E-mail
Scritto da la Redazione   
Lunedì 27 Marzo 2017 08:54

Calcio: In casa viola si comincia a pensare alla prossima rosa...

FIORENTINA PRONTA A RISCATTARE CARLOS SANCHEZ

Londra/Firenze- Secondo il quotidiano britannico Express&Star, la Fiorentina parrebbe intenzionata a proseguire il rapporto con Carlos Sanchez: i viola, infatti, vorrebbero riscattare dall'Aston Villa il centrocampista colombiano che Sousa ha spesso utilizzato anche da difensore. Il 31enne ha un contratto con il club inglese fino al 2018.

 
Calcio: Qualificazioni Mondiali Russia 2018: Italia Albania 2-0 PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Venerdì 24 Marzo 2017 22:09

A Palermo tra  razzi, petardi e decine di fumogeni e 10 minuti di sospensione bel successo azzurro

ITALIA-ALBANIA 2-0 FIRMATO DE ROSSI ED IMMOBILE

Italia e Spagna hanno 13 punti, ma gli iberici vantano una netta migliore differenza gol


Italia (4-2-4): Buffon; Zappacosta, Barzagli, Bonucci, De Sciglio; De Rossi, Verratti; Candreva, Belotti, Immobile, Insigne. A disp.: Donnarumma, Meret, Romagnoli, Rugani, Darmian, D'Ambrosio, Parolo, Gagliardini, Verdi, Eder, Petagna, Sansone. Ct.: Ventura.
Albania (4-5-1): Strakosha; Hysaj, Ajeti, Veseli, Agolli; Lila (22' st Sadiku), Basha (42' st Latifi), Kukeli, Memushaj, Roshi (34' st Grezda); Chikalleshi. A disp.: Hoxha, Shehi, Alla, Aliji, Abrashi, Xhaka, Hyka, Balaj, Llullaku. Ct.: De Biasi.
Arbitro: Vincic
Marcatori: 12' rig. De Rossi, 26' st Immobile
Ammoniti: Memushaj, Agolli, Veseli, Roshi, Kukeli (A)
Espulsi: nessuno

Spettatori 33.000 circa

Palermo- Un gol per tempo di "Capitan Futuro" De Rossi ad aprire la gara su rigore e la "capocciata" di Immobile nelle ripresa bastano e avanzano agli azzurri di Ventura per far proprio il match del "R.Barbera" a Palermo battendo l' Albania 2-0 e proseguendo nel sogno "mondiale" tutto teso al "return match" di Settembre in terra di Spagna.

Gli azzurri, che salgono a quota 13 punti al pari della Spagna, che vince 4-1 in casa con Israele, ma con una differenza reti nettamente a favore del team iberico che obbligherà gli azzurri a cercare il "miracolo" in trasferta per trovare la testa del Girone. I ragazzi di Mister Ventura  sbloccano il match con un calcio di rigore di De Rossi che spiazza Berisha per un netto fallo di Basha su Belotti. Nella ripresa gara sospesa 9' per intemperanze dei tifosi ospiti che bersagliano il terreno di gioco di razzi  e petardi. Al 71' arriva il raddoppio firmato da Immobile con un colpo di testa preciso ad incrociare da sinistra a destra, palo interno e gol.

 
Calcio: I Quarti di finale della 69° Viareggio Cup PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Venerdì 24 Marzo 2017 22:07

Calcio: Oggi al "Viareggio" giocati i Quarti di finale "orfani" della Fiorentina

I RISULTATI LIVE DEI QUARTI DI FINALE : EMPOLI IN SEMIFINALE PER LA 6° VOLTA !!!

Vanno in semifinale anche il Torino   il Bruges; ed il sorprendente  Sassuolo che batte anche l'Inter ai calci di rigore...

SEMIFINALI: EMPOLI-BRUGES/ TORINO-SASSUOLO

VENERDÌ 24 MARZO

ATALANTA-TORINO 1-2

Atalanta - Torino 1-2
Reti: 10' pt. Latte Lath (A); 18' st. Rossetti (T), 25' D'Alena rig. (T).
ATALANTA: Taliento, Zambataro (29' st. Eleuteri), Bastoni, Gatti, Migliorelli, Mallamo, Bolis (29' st. Badjie), Latte Lath, Mazzocchi (9' st. Marchetti), Capone, Barrow. A disp.: Vidovsek, Alari, Ogliari, Zortea, Del Prato, Zanoni, Forte, Pagliari, Colpani. All.: Bonacina.

TORINO: Cucchietti, Buongiorno, Auriletto (1' st. Tofanari), Rivoira, Giraudo, D’Alena, Rossetti, Oukhadda, Berardi (38' st. Bortoletti), Traore (21' st. Piscopo), De Luca (45' st. Friedenlieb). A disp.: Savatovic, Coppola, Gjuci, Samake, Viola, Millico, Luise, Dieye, Mele, Bedino. All.: Coppitelli.

Arbitro: D'Apice di Arezzo.

Note: ammoniti Bolis (A), Oukhadda (T), Capone (A).

1 solo precedente: Edizione 67 2015 Ottavi Atalanta Torino 2-2 Atalanta 5-3 dcr

Atalanta: 33 Partecipazioni

2 Edizioni vinte 1969 ( 21à edizione); 1993 ( 45° Edizione)

3 Terzi posti   1955 (7° Edizione);  2010 ( 62° Edizione); 2011 ( 63° Edizione)

2 Quarti posti :  37° Edizione (1987); 10° Edizione ( 1958)

8 Ottavi; 6 Quarti  6° semifinale raggiunta quest'anno.

138 partite giocate; 80 vinte, 37 perse, 20 pareggiate;  6 vinte ai rigori, 8 perse ai rigori;  279 fatte, 165 subite

Torino : 44 Edizioni giocate

5 vittorie ( 1984-1985;1987;1989;1995)

3 Secondi posti ( 1988-1997;2002)

3 Terzi posti ( 1976;1992;2009)

200 giocate; 121 vinte; 35 pareggiate, 42 perse  387 fatte, 203 subite, Vinte dcr 14 perse dcr 15

INTER-SASSUOLO 1-1..... ai calci di rigore... 9-10 !!! Fuori anche l'Inter..Rivince il Sassuolo !!!!

Inter - Sassuolo 9-10 d.c.r. (1-1 d.t.r.)
Reti: 13' pt. Scamacca (S); 10' st. Lombardoni (I).
INTER: Di Gregorio, Valietti (41' st. Bollini Frigerio), Gravillon, Lombardoni, Cagnano, Danso (41' st. Nolan), Carraro, Awua (1' st. Butic), Rover, Belkheir (6' st. Mattioli), Bakayoko (18' st. Emmers). A disp.: Mangano, Dekic, Gnoukouri, Souare, Mutton, Sala, Capone. All.: Vecchi.
SASSUOLO: Costa, Gambardella, Rossini, Ravanelli (11' st. Denti), Masetti, Abelli, Marin, Viero (11' st. Cipolla), Caputo (11' st. Piscicelli), Scamacca, Franchini (34' st. Bruschi). A disp.: Vitali, Celia, Tinterri, Diaw, Palma, Romairone, Pierini. All.: Mandelli.
Arbitro: Amabile di Vicenza.
Note: espulsi Gravillon (I) al 3' st e l'allenatore Vecchi (I) al 49' st. Ammoniti Rossini (S), Gambardella (S).
Sequenza rigori: Butic (I) gol, Bruschi (S) gol, Lombardoni (I) parato, Abelli (S) fuori, Emmers (I) gol, Marin (S) gol, Carraro (I) gol, Masetti (S) gol, Mattioli (I) gol, Scamacca (S) gol, Rover (I) gol, Denti (S) gol, Cagnano (I) gol, Rossini (S) gol, Bollini Frigerio (I) gol, Cipolla (S) gol, Nolan (I) gol, Piscicelli (S) gol, Di Gregorio (I) parato, Costa (S) gol.

Reti: 13' pt. Scamacca (S); 10' st. Lombardoni (I).

(arbitro Amabile di Vicenza)
Altopascio (LU) / Stadio Comunale (ore 15) (Sintetico)

Non ci sono precedenti

Inter alla 53° edizione

7 vinte; 2 Secondi posti, 5 terzi posti

230 giocate; 146 vinte, 56 perse, 28 pareggiate ; 467 fatte, 251 subite

Sassuolo : 5° partecipazione :

2 Quarti di finale ( 2011 2017)

2 Ottavi di Finale 2014 e 2017

10 vinte 4 pareggiate 5 perse; segnate 24 subite 22

GRUPPO B

EMPOLI-SPAL 1-0 (risultato finale)

Rete: 45' pt. Manicone (E).

Empoli - Spal
Reti: 45' pt. Manicone (E).
EMPOLI: Giacomel, Zappella, Bianchi, Pejovic, Seminara, Di Leo, Buglio (18' st. Bellini), Damiani, Traore (39' st. Picchi), Zini An. (30' st. Tehe), Manicone. A disp.: Meli, Zini Al., Giampà, Castorani, Montaperto, Matteucci. All.: Dal Canto.
SPAL: Thiam, Granziera (28' st. Cantelli), Ferrari, Cigognini, Boccafoglia (39' st. Scarparo), Di Pardo (28' st. Maranzino), Eklu, Artioli (39' st. Equizi), Picozzi (10' st. Greselin), Vago (10' st. Dellino), Di Nardo. A disp.: Seri, Balboni, Ubaldi, Anostini, Foschini, Boreggio, Spaltro, Righetti, Parolin. All.: Rossi.
Arbitro: Miele di Torino.
Note: espulso Equizi (S) al 42' st. Ammoniti Zini An. (E), Bianchi (E), Cigognini (S), Boccafoglio (S).

Viareggio (LU) / Stadio “Bresciani” (ore 14)

Non ci sono precedenti

Empoli alla 19° Partecipazione

1 Vittoria nel 2000 (53° Edizione) battendo la Fiorentina in finale 2-1

3 Secondi posti  Edizione 60 ( 2008); Edizione 62 (2010); Edizione 54 ( 2004)

1 Terzo posto  Edizione 59 ( 2007)

gare disputate 87; Vinte 46, Perse 23, Pareggiate 16 segnate 184, subite 113

 

NAPOLI-BRUGES 0-2.....

Napoli - Bruges 0-2
Reti: 14' pt. De Kuyffer (B); 50' st. De Kuyffer (B).
NAPOLI: Marfella, Schiavi, D’Ignazio, Abdallah (38' st. Granata), Russo, Leandrinho, Acunzo (31' st. De Simone), Liguori (29' st. Zerbin), Marie-Sainte, Esposito, Gaetano (38' st. Mezzoni). A disp.: Schaeper, Mazzella, Milanese, Migliaccio, Riccio, Della Corte. All.: Saurini.
BRUGES: Gabriel, Cornette, Karkache, Nuyts, Tanghe, Lynen, Peeters, Fadiga (36' st. Openda), De Kuyffer, Van Camp, Verwerft. A disp.: Baiye, Gonen, Carcela, Vankerkhoven, Alfieri. All.: Vermant.
Arbitro: Maggioni di Lecco.

Rete: 14' pt. 50°st De Kuyffer (B).

(arbitro Maggioni di Lecco)

Levanto (SP) / Stadio “Scaramuccia-Raso” (ore 15) (Sintetico)

4° partecipazione ( 2011-2012-2013-2017)

Promosso alla semifinale per la 1° volta quest'anno

per la 1° volta agli Ottavi quest'anno; promosso ai Quarti per la 1° volta quest'anno

18 giocate 10 vinte perse 6, pareggiate 2 ; segnate 29 subite 27

2 precedent1:

64° Edizione 2012 Girone 12 Bruges-Napoli 2-0

67° Edizione:  Ottavi Napoli Bruges 2-0

Napoli 45 Partecipazioni

1 vittorie nel 1975

4 Secondi posti:  1969 21° Edizione; 1984 ( 36° edizione); 1990 ( 42° Edizione); 1991 ( 43° Edizione)

3 Terzi posti :  1968 ( 20° Edizione); 1980 ( 32° edizione); 1981 ( 33° Edizione)

1 Quarto posto 1997 ( 42° Edizione)

141 Giocate, 67 vinte, 43 perse, 28 pareggiate; 11 vinte dcr; 8 perse dcr; 241 fatti, 188 subiti

 

 

 

 

 
Volley: Ultima di "Regular-Season":Savino del Bene Scandicci-Bisonte Firenze PDF Stampa E-mail
Scritto da Ufficio Stampa Bisonte Firenze   
Giovedì 23 Marzo 2017 12:09

IL BISONTE AI PLAY OFF, TUTTE LE POSSIBILI COMBINAZIONI

LA REGULAR-SEASON SI CHIUDE COL "GUSTOSISSIMO DERBY SAVINO DEL BENE SCANDICCI-BISONTE

Radiocronaca diretta di Radio Fiesole 100 con Paolo Caselli

Firenze-  -1... Ad una giornata dalla fine della regular season, Il Bisonte Firenze ha già la certezza di dover partecipare al primo turno dei playoff, mentre è ancora un’incognita la posizione di partenza in griglia: almeno il nono posto è già assicurato, ma ci sono ancora chance per catturare il settimo e l’ottavo, che darebbero la possibilità di giocarsi il ritorno del primo turno in casa. Tutto dipenderà dall’esito di tre partite: Savino Del Bene Scandicci-Il Bisonte Firenze, Liu Jo Nordmeccanica Modena-Sudtirol Bolzano e Unet Yamamay Busto Arsizio-Igor Gorgonzola Novara.Con una classifica che vede Scandicci quinta con 32, Modena e Bolzano sesta e settima con 31, Busto ottava con 30 e Firenze nona con 28, queste sono le possibili combinazioni.

SESTO POSTO:

Il Bisonte non può più arrivare sesto (e approdare direttamente ai quarti), perché Modena e Bolzano si affrontano nello scontro diretto e quindi almeno una delle due salirà almeno a 32 punti, quota che Firenze non può raggiungere.

SETTIMO POSTO:

Difficile ma non impossibile, ma devono necessariamente verificarsi tre condizioni. La prima è che Il Bisonte vinca il derby 3-0 o 3-1, salendo a quota 31. La seconda è che Modena-Bolzano non si concluda al tie break: sia che vinca Modena 3-0 o 3-1, sia che vinca Bolzano 3-0 o 3-1, Firenze raggiungerebbe la perdente a quota 31, e sarebbe davanti per numero di vittorie totali (11 contro o le 10 di Modena o le 9 di Bolzano). La terza è che Busto perda con Novara con qualsiasi risultato: in caso di sconfitta al tie break raggiungerebbe le bisontine a quota 31, ma sarebbe dietro per numero di vittorie totali (11 contro 10).

In caso di settimo posto, Il Bisonte affronterebbe nel primo turno la decima (la non retrocessa fra Monza e Montichiari), con andata in trasferta e ritorno in casa.

OTTAVO POSTO:

Per arrivare ottavo Il Bisonte deve comunque passare da un successo contro Scandicci. In caso di vittoria da tre punti, Firenze sarà ottava con due combinazioni: se Modena-Bolzano si concluderà al tie break e Busto perderà con Novara con qualsiasi risultato, oppure se Modena-Bolzano non si concluderà al tie break e Busto batterà Novara con qualsiasi risultato. In caso di vittoria da due punti nel derby, Il Bisonte sarà ottavo solo se Busto non farà punti contro Novara.

In caso di ottavo posto, Il Bisonte affronterebbe nel primo turno la nona (o Busto o Bolzano o Modena), con andata in trasferta e ritorno in casa.

NONO POSTO:

Il Bisonte arriverà sicuramente nono in caso di sconfitta con Scandicci. In caso di vittoria al tie break nel derby, arriverà nono se Busto farà almeno un punto con Novara, mentre in caso di successo 3-0 o 3-1 arriverà nono se Busto batterà Novara con qualsiasi risultato e se Modena-Bolzano si concluderà al tie break.

In caso di nono posto, Il Bisonte affronterebbe nel primo turno l’ottava (o Busto o Bolzano o Modena, o anche Scandicci in un unico caso con vittoria di Firenze da tre punti, vittoria di Busto da tre punti e vittoria di Bolzano 3-2 con Modena), con andata in casa e ritorno in trasferta.

Diretta Radio su Radio Fiesole 100 con "the voice" Paolo Caselli

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 6 di 1494
Copyright © 2017 FirenzeViolaSuperSport. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

Facebook

Segui FirenzeViolaSupersport
su Facebook.

Editoriale

di Stefano Ballerini

Il perenne ricordo di Pier Cesare Vita e le

3 stecche dello Stadio "secondo" Nardella

( oggi Mercoledi  19 Aprile

sono 1001)  e secondo Mario Cognigni

LA NUOVA "CONTRO STECCA" DELLO

STADIO "FANTASMA" DEI DELLA VALLE:

Dopo l'amichevole "contraddittorio con Mario

Cognigni a Moena "volendo" seguire il "ragionamento

viola iniziammo a tenere la "contro-stecca dello Stadio:

il 23 Luglio inizia il nostro uovo conteggio:

Sono passati 270 giorni.... Proseguiremo.

LA 3° STECCA DEL "FANTOMATICO STADIO DEI

DELLA VALLE ...E DI NARDELLA

Adesso  iniziamo a tenere la 3° Stecca del Nuovo

Stadio "sempre più fantasma " dei Della Valle.

DA VENERDI 10 CON LA NUOVA PROMESSA FATTA

DA NARDELLA: 2019 1° Pietra del nuovo Stadio

Conteggio  Mercoledi  19 Aprile Sono  39 giorni

Siamo ansiosi di vedere dove andremo a finire.

Intanto stiamo lavorando sul fronte BANCA UNIPOL

attendendo un documento dall'ufficio che sta gestendo

l'annosa questione dei terreni della Mercafir. In più a

breve avremo un incontro con l'"Entourage" della

Presidenza degli Aeroporti Toscana  Medicei Firenze

e Pisa per dare il la alla programmazione del progetto

costruzione della nuova Pista "parallela" all'autostrada di

circa 3000 metri da Castello al Polo di Sesto Fiorentino.

Su quella "linea..cono" di ingresso o di decollo secondo la

"Deregulation" dell'Aviazione Civile non ci possono essere

impianti sportivi  ne tantomeno Stadi. PERTANTO.......

Vi terremo informati perchè il 10 marzo sarebbe annunciata

da Nardella la convocazione in Palazzo Vecchio per la

presentazione del 3°"Plaining" dello "Stadio fantasma"

dei Della Valle.

Se "tanto mi da tanto" credo che a documento ricevuto se

sarà quello che dico Io sarò costretto ad alzarmi ed a dare

lettura pubblica di tutt'altra verità.

NON ME L'HANNO LASCIATA CHIEDERE ...

AVEVANO UNA PAURA MATTA TUTTI QUANTI

------------------------------------------------------------

 

Giorno dopo giorno ricordiamo sempre Cesare

PIER PAOLO "CESARE" VITA PRESIDENTE

DELLA FIORENTINA BASEBALL, CI GUARDA

E CI GUIDA DALL'ALTO.

La "sua/nostra" Fiorentina Baseball è arrivata

a vele spiegate in A Federale come desideravi TE

"Cesare"  ci manchi sempre tantissimo

Vive in tutti Noi ancora il suo ricordo
il "Pool Firenze Viola Supersport-La Casa

degli Sport Fiorentini /Radio Blù

ricorda sempre….il “nostro” Presidente

PIER CESARE VITA PRESIDENTE DELLA

FIORENTINA BASEBALL DA LASSU’ CI STA

INDICANDO SEMPRE LA STRADA MAESTRA

DA PERCORRERE SIA CON LA “SUA -NOSTRA”

FIORENTINA BASEBALL CHE COME TE

DESIDERAVI E' STATA PROMOSSA IN A/

FEDERALE ED E' IN FINALE DI COPPA ITALIA

CHE DELLA NOSTRA CASA DEGLI SPORT

FIORENTINI


Firenze- Se Firenze Viola Supersport prosegue a

portare fortuna alle nostre 10/12 Società,

nell’innovativo importantissimo progetto di aver

creato la Casa degli Sport Fiorentini, lo deve

all' incontro che ebbi con Lui in un pomeriggio

di 5 mesi fa nelle “sue nuove stanze ”: l’impianto

di riscaldamento di San Marcellino.

Mi disse:" Stefano, vieni a vedere la mia nuova

casa... e mi portò nel "cuore pulsante"dell'Impian-

to di San Marcellino che aveva avuto in gestione.

Qualche giorno più tardi, avviato quel progetto,

dopola presentazione ufficiale avvenuta il 29

Febbraio 2016 al Circolo del Tennis con Lui

ancora tra tutti Noi, la piùt ragica delle notizie

mi arrivava alle 21.30: un messaggio dalla

Presidenza della Florentia Nuoto Club mi

avvertiva della tragica scomparsa di uno "dei

Miei Presidenti più amati della mia storia

giornalistica: Pier Cesare Vita Presidente della

Fiorentina Baseball.

Disperato ed incredulo telefonavo a Marco

Duimovichche dall'altra parte dell'"etere" mi

confermava tutto...purtroppo..vero !!

Lo avevo sentito due giorni prima, avevamo un

appuntamento il sabato successivo al rientro dalla

montagna..quella montagna maledetta che se lo

è portato via per sempre per parlare

dell' organizzazione di un prestigioso Torneo di

Baseball a Firenze nel novero delle prossime

iniziative della "Casa degli Sport Fiorentini"

il nuovo progetto sportivo-radiofonico partito

su Radio Blù a cura della Redazione di Firenze

Viola Supersport.

Mi aveva informato di essere a sciare

( gli avevo detto...beato te ...)

ci vediamo a Firenze sabato mattina in sede

e poi saremmo andati insieme a Lastra a Signa

a vedere la prima uscita della "sua"

Fiorentina Baseball nuova di zecca pronta a vincere

il campionato di Serie B grazie alla sua

"faraonica campagna acquisti " con Firenze

Viola Supersport a "griffare" le divise del team di

Manager Marco Duimovich. INVECE PURTROPPO…

NIENTE DI NIENTE DI TUTTO CIO’.


Pier Cesare non era solamente oltre che valente

architetto oltre che Presidente della Fiorentina

Baseball; era un AMICO con la A maiuscola;

Con lui, al suo fianco ho avuto il piacere di passare

tantissimi anni sia come Addetto Stampa che

Speaker dello Stadio del Baseball.

La mia storia di Giornalista sportivo nacque

appunto come "erede" del grande Vittorio Betti

come voce del 1° Stadio del Baseball ancora

in "tubi Innocenti al tempo del mitico trio:

Valente Prisco Croce  con quell'interminabile

partita Fiorentina Mobilcasa-Europhon Milano

3-2 iniziata alle 20.30 e finita alle 3 di mattino

con una "mitica quadrupla rubata

col punto a casa di Valente. Di seguito seguii

la Fiorentina Baseball per tanti anni sulla

Gazzetta di Firenze e con il suo

avvento al timone della Società biancorossa

intraprendemmo il 1° progetto Fiorentina

Baseball sul Corriere di Firenze seguendo

la squadra per un campionato intero all'ultimo

anno di A2.

Paginate di Baseball, Softball, Andrea Osella

Votato lo sportivo fiorentino dell'anno;

quanti bei ricordi.Con lui nacque per la prima

volta allo Stadio del baseball nel "pre gara" di

ogni week-end del "batti e Corri" un piccolo

opuscoletto con tutti i numeri, statistiche

formazioni fotografie, interviste di ogni match

di "quella Fiorentina Baseball" che raggiunse

nell'anno di "Baseball & Jazz"  su Radio Firenze i

Quarti di Finale di un Campionato con quella

gara persa al 9° inning a Rimini "alla casa

dei Pirati" con il punto di Nick Bellomo superato

all'ultimo lancio da un Home Run riminese

che ci tolse il respiro.

Poi sempre al suo fianco "soffrimmo"

in Serie C, il riapprodo in Serie B tante partite,

tante storie, tante avventure.

Per un pezzo ci allontanammo  ma sempre

nel novero di stringerci la mano ed abbracciarci

ogni volta che ci rincontravamo.

Fu Lui nel 2009 all'epoca dei Mondiali in Italia

proprio durante il 1° match allo Stadio Cerreti a

dire al grande Everardo Dalla Noce:

" Prendete  Stefano Ballerini con Voi ; potrebbe

esservi utile ; lui sa tutto del Baseball...

parole profetiche. Ebbi la fortuna di

poter raccontare in Diretta "Mondiale" tutte

le gesta del "Monte di lancio italiano"

tra una ripresa e l'altra, come Classificatore

Ufficiale.

E' stata una delle mie più grandi soddisfazioni

mai avute nei miei 29 anni di Giornalismo

Sportivo.

Ci eravamo ritrovati tanti  mesi fa e con lui

parlavamo di come rilanciare le sorti del

Baseball Fiorentino. Mi accompagnò

a San Marcellino facendomi visitare "

le "sue stanze segrete

delle caldaie delle Cupole di cui aveva

appena preso l'appalto

e la gestione. Era un uomo felice, fiero; grazie

a questo nuovo incarico aveva dato fondo

"alle sue casse" per rifare grande la Fiorentina

Baseball in una sorta di "adesso

o mai più" per rincorrere la rincorsa alla Serie

A Federale.

Sposai subito il progetto e dal li nacque la rincorsa

a dar vita al nuovo progetto Firenze Viola

Supersport. La Casa degli Sport Fiorentini

"targata" Radio Blù.

Lui fu uno dei primi a darmi mano. Con lui

vissi giorno giorno la rincorsa a mettere insieme

10 delle più note e storiche Società sportive

gigliate che il 29 Febbraio scorso si ritrovarono

e LUI C'ERA, a firmare al Circolo del Tennis i

documenti del  nuovo Pool.

Lo avevo informato venerdi pomeriggio mentre

rientravo a Firenze che Radio Blù stava per

trasmettere l'intervista con il suo

Vice Presidente Gianfranco Lauria. Mi disse appunto

:" Sono a sciare, ci vediamo sabato per parlare dei

nostri grandi progetti...".

Ma la notizia appresa  rimanemmo  tutti angosciati,

attoniti, tristi, disperati; personalmente ero ed al

suo ricordo sono un uomo distrutto...

Non ho perso una persona qualsiasi, ho perso

uno dei pochi Presidenti che mi ha voluto bene,

mi ha stimato, che mi ha sempre lasciato la

porta aperta, che mi ha dato entusiasmo;

Pier Cesare era il "Mio Presidente" una persona

a cui da oggi dedicherò tutto il

mio lavoro, i miei sforzi il mio entusiasmo,

per dare il massimo per il mio, il suo, il nostro

grande progetto sportivo.

Adesso sappiamo  che cosa è accaduto,

non ci sono state  ripercussioni; sto cercando

di  fare qualcosa nel suo ricordo...eccomi qui.

Però tutta Firenze ne sono sicuro piange

ancora  questa grande dolorosissima perdita

di uno dei Presidenti di uno

dei pochi Club cittadini che grazie a

Lui ha voluto dire di nuovo Serie A.

Pier Cesare sei, rimarrai per sempre nel

mio cuore, nei miei pensieri.

Stefano Ballerini e tutti i Presidenti, Dirigenti,

collaboratori, atleti,

amici del "Pool Firenze Viola Supersport la

Casa degli Sport Fiorentini -Radio Blù.

Alla famiglia, alla moglie ai figli, alla Famiglia

Fiorentina Baseball vanno sempre i ricordi

più affettuosi .

Abbiamo vinto  il campionato perché

questo era il suo primo desiderio; se tanti bravi

e simpatici ragazzi sono arrivati qui a Firenze

per giocare con la casacca della Fiorentina

Baseball lo dobbiamo al suo sforzo iniziale,

ai suoi programmi, al suo entusiasmo,

al suo carisma, alla sua disponibilità, alla

sua entusiastica voglia di essere il Presidente

della Fiorentina Baseball.

* "LA STECCA DELLO STADIO":

IL NUOVO STADIO: 1001 giorni di ritardo...

1001   giorni di bugie di Dario Nardella

Andato agli archivi il 5° ° ritiro viola a Moena:

3 anni con Vincenzo Montella, adesso 2 con

Paulo Sousa  Il 19 Luglio 2016

è stato il 2° anniversario delle "Bugie" di Dario

Nardella da quel 19 Luglio 2014 in cui Dario

Nardella salito a Moena pronunciava che  da li

sarebbero mancati 210 giorni di carteggi e 90

di aggiornamenti legali per arrivare ai 300 giorni

dove sarebbe stata posta la 1° pietra del nuovo

Stadio viola dei Della Valle alla Mercafir.

Ad oggi 21° Marzo 2017  dunque siamo a

1001  ( in Palazzo Vecchio erano  961)

giorni di continue bugie da

parte dell'attuale Sindaco che

ha bocciato e ribocciato tutte le richieste fatte

dai Della Valle, un 2° progetto dello Stadio

dopo quello del "Four Season".

Il 23 Luglio conferenza stampa di Andrea Della

Valle erano 733; Oggi 19 Aprile   2017  siamo arrivati

a 1001  "Very Compliments...Sig. Nardella !!"

 

 

 

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella quel giorno

salito a Moena "ci " annunciava: Ad oggi mancano

210 giorni + 90 per apporre il primo mattone del

nuovo Stadio di Firenze" ...!!! ( Pinocchio...one !!)

Da quel  discorso di Dario Nardella a Moena del 19

Luglio 2014 sono passati 972  giorni..tondi tondi...!!.

E noi continueremo a tenere aggiornata la

"nostra stecca"

Stefano Ballerini e la sua Redazione.

 

E parallelamente apriamo la "contro stecca" del 3°

progetto dei Della Valle . Il 21 Luglio mi sono

permesso di mettermi " a tu per tu" con il

Presidente Operativo Mario Cognigni, mettendolo

sul "chi va là" dalle tante promesse finora

andate vane di Nardella.

I Della Valle asseriscono sicuri che lo Stadio

si farà li dove Nardella "asserirebbe": alla

Mercafir laddove però secondo noi e secondo

molti egli addetti ai lavori non si farà mai o se

"si farà" non prima di 6-7 anni.

Allora la stecca è partita: 23 Luglio..1° marzo 2017

fanno 246  giorni ogni giorno l'aggiorneremo;

e vediamo dove andremo a finire.