Home

Ultime notizie

Bed And Breakfast

cover.jpg
 
logo_err.jpg
Rugby: Per l'Italia partita "l'Autumn Cup" a Firenze in campo con la Scozia finale 17-28 PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini. Servizio fotografico Giacomo Morini   
Sabato 14 Novembre 2020 12:48

Firenze Stadio "Artemio Franchi"

PARTE L'AUTUMN CUP: L'ITALIA HA "ELETTO" IL FRANCHI COME 2° CASA; 5° MATCH FIORENTINO: FINALE "AMARO" 17-28

Qui abbiamo battuto Sud Africa e Georgia; perso con Australia e Argentina.

ITALIA, A FIRENZE LA SCOZIA RIMONTA E VINCE 28-17 NEL PRIMO CATTOLICA TEST MATCH PDF Stampa E-mail
Slide
Sabato 14 Novembre 2020 15:58

 

DT3I2014Firenze - L’Italia debutta con una sconfitta nell’Autumn Nations Cup, fermata 17-28 dalla Scozia al “Franchi” di Firenze nel Cattolica Test Match che inaugura la nuova manifestazione per la finestra internazionale d’autunno.

Per gli highlanders, dopo la battuta d’arresto interna del 2015, è la sesta affermazione consecutiva sugli italiani e, per il capo allenatore azzurro Smith, una battuta d’arresto che prolunga l’attesa della sua prima vittoria alla guida dell’Italia dopo le cinque partite perse nel Guinness Sei Nazioni.

Eppure, dopo i progressi visti a Roma due settimane fa contro gli inglesi, Bigi e compagni muovono un nuovo, significativo passo nella direzione voluta dal tecnico sudafricano, con ottanta minuti di prestazione contraddistinta da fisicità, attitudine e forte desiderio - per lunghi tratti concretizzato - di imporre il proprio gioco.

Non abbastanza per aver la meglio sulla settima squadra del ranking internazionale, ma un nuovo confortante segnale per una squadra scesa in campo con un XV titolare dall’età media di 25 anni e che, tra titolari e riserve, ha mandato sul prato del “Franchi” tre atleti classe 2000 e un 2001, il debuttante mediano di mischia Stephen Varney, subentrato nella ripresa a Violi: il ricambio generazionale varato da Smith al proprio arrivo in Italia prosegue e l’amarezza per il nuovo stop contro una delle avversarie storiche dell’italrugby è, in qualche misura, confortata dal vissuto acquisito oggi sul campo e dalle note positive offerte dal gruppo azzurro, in partita sino all’ultimo respiro e, per lunghi tratti, superiore

Alla fine, è la maggiore esperienza di un gruppo che - come ricordato nell’avvicinamento alla partita da coach Smith - ha già alle spalle un numero superiore di test-match al proprio attivo a fare la differenza: sotto per 14-7 in avvio di ripresa, la Scozia ricuce sul 14-14 con un pick-and-go del pilone Fagerson, viene superata nuovamente da un piazzato di Garbisi ma, nell’ultimo quarto d’ora, prende il controllo del campo e prima si riaffaccia avanti con una meta del seconda linea Cummings, bravo a sostenere il compagno Nel staccatosi da un maul, poi chiude i conti poco prima dello scadere con il tallonatore di riserva Turner. Weir, oggi al 100% dalla piazzola, fissa il risultato sul 17-28.

L’Italia rientrerà in serata a Roma per iniziare da subito a preparare la partita contro Fiji di sabato prossimo ad Ancona, secondo Cattolica Test Match e ultima gara interna della Autumn Nations Cup prima della trasferta del 28 novembre a Parigi contro la Francia.

Firenze, Stadio “Artemio Franchi” - sabato 14 novembre
Autumn Nations Cup, I giornata
Italia v Scozia 17-28
Marcatori: p.t. 6’ cp. Garbisi (3-0); 18’ cp. Garbisi (6-0); 23’ m. Van Der Merwe tr. Weir (6-7); 26’ m. Minozzi  (11-7); s.t. 2’ cp. Garbisi (14-7); 9’ m. Fagerson tr. Weir (14-14); 20’ cp. Garbisi (17-14); 27’ m. Cummings tr. Weir (17-21); 37’ m. Turner tr. Weir (17-28)
Italia: Minozzi (25’-37’ st. Allan); Trulla, Zanon (14’ st. Mori), Canna, Bellini; Garbisi, Violi (14’ st. Varney); Polledri (27’ st. Mbandà), Steyn, Negri (8’ st. Meyer); Cannone, Lazzaroni; Zilocchi (14’ st. Ceccarelli), Bigi (cap, 6’ st. Ghiraldini), Fischetti (17’ st. Ferrari)
all. Smith
Scozia: Hogg (cap); Graham (25’ st. Kinghorn), Harris, Johnson (28’ st. Lang), Van der Merwe; Weir, Price (31’ st. Hidalgo-Clyne); Thomson, Watson, Ritchie (12’ pt. Haining, 20’ st. Skinner); Gray, Cummings; Fagerson (25’ st. Nel), McInally (20’ st. Turner), Sutherland (15’ pt. Kebble)
all. Townsend 
arb. Pearce (Inghilterra)
Calciatori: Garbisi (Italia) 4/5; Weir (Scozia) 4/4
Cartellini: -
Cattolica Player of the Match: Van Der Merwe (Scozia)
Note: pomeriggio fresco, terreno in buone condizioni. Esordio in Nazionale per Jacopo Trulla e Stephen Varney. Rientro in campo dopo quasi due anni di assenza per infortuno per Leonardo Ghiraldini.

 


SECONDO TEMPO

Adesso mettiamo a referto le 3 sconfitte con Australia-Argentina ed oggi con la Scozia dopo aver sognato per 50 minuti la vittoria.
Le vittorie rimangono 2 Sud Africa e Georgia.

Van der Merwe "Man of the match"
Finisce con la 3° sconfitta “Al a Firenze 17-28.
Via Allan Italia dentro Minozzi
Meta Scozia a 4 dalla fine TMO…assegnata 17-26  Turner più la trasformazione di Weir 17-28

Si fa male Allan andando a battere col ginocchio in un cartellone a bordo campo, la Scozia touches a 5 metri dalla linea di meta azzurra..
Al 67° altra meta Scozia di Cummings  trasformata da Weir ripassiamo in svantaggio 17-21

Via Zanon, Violi, Zilotti  dentro Mori, Ceccarelli Varney

52° Scozia che scappa a destra  Touches  Italia a 5 metri dalla nostra linea di meta...  riusciamo a liberare..

Altra meta Scozia ma forse c'era un altro "avanti" irregolare, ma il TMO stavolta da ragione alla Scozia : meta  di Fegerson e trasformazione   di Weir 14-14 .

cambio azzurro esce Bigi dentro Ghiraldini; esce anche Negri per Mayer

45° Meta Scozia a destra, ma l'arbitro chiede il TMO..."E' AVANTI" SCOZZESE di S.Jhonson..meta annullata..giustamente !!  Mischia  Italia a sinistra 

Mischia azzurra e calcione a liberare

42° Calcio azzurro di Garbisi ancora in mezzo ai pali: 14-7

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

PRIMO TEMPO 11-7 ITALIA

Scozia imprecisa con ben 9 “ errori “ Italia ottima a sfruttare ogni fase ottimizzando le “indiscipline” scozzesi
35°  Gran placcaggio di Violi Fischetti,  che interrompe un azione Scozia importante

27° pronta replica Italia la meta a sinistra  violi-Bellini, via libera per Minori che la schiaccia…sfortunatissimo il calcio da sinistra di Garbisi che centra il palo …11-7 Italia

24° Meta Scozia dopo varie fasi di attacco scappa via Der Merwe che la schiaccia in meta il calcio lo piazza Dir 6-7

6° "indisciplina" scozzese andiamo di calcio...

17° Piazzato azzurro:  6-0 tra i pali di Garbisi ancora...

15° 2° infortunio Scozia  esce Sutherland entra Kebble

14° Mischia azzurra a destra "carrettino" azzurro verso sinistra fallo su Polledri che si rialza, calcio azzurro da destra ...

Infortunio per Ritchie, entra Haining

9.30:  "Rubata"  azzurra  ma poi arriva un "avanti" che ferma la ripartenza scozzese: mischia  azzurra ai 28 metri....2° errore scozzese calcio Italia

8° erroraccio azzurro, rimediamo con un calcione a liberare.

4° Punizione azzurra: touches all'altezza dei 22 scozzesi :partiti da sinistra andiamo a destrapoi ci riaccentriamo  andando a battere una punizione"piazzato"  25 metri posizione centrale lo batte Garbisi centrando i pali 3-0

Si va “di calcio in calcio” da una parte e dall’altra…
Buon inizio azzurro, buona circolazione palla  
1° Vinta una mischia  a”cavallo” dei nostri 22

Ultimo aggiornamento Sabato 14 Novembre 2020 15:02
 
Calcio: al Tardini in Parma Fiorentina, per Iachini è ""la spacca":0-0 PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini Fotografie di Giacomo Morini   
Sabato 07 Novembre 2020 19:11

Calcio: Iachini voleva cambiare qualcosa.... ma ..


...LA FIORENTINA GIOCA LA "PARTITA DELLA VERITA' " SENZA CALLEJON POSITIVO AL COVID ...!!

E la Viola ri-scende con un 5-3-2 "ad addendi cambiati" sperando di sfatare il "vecchio detto"..con Igor e Venuti dietro e Ribery Quamè davanti.

Parma-La Redazione/ Stefano Ballerini

PARMA (3-5-2): Sepe; Osorio, Bruno Alves, Gagliolo; Grassi, Kucka, Hernani, Kurtic, Pezzella; Inglese, Gervinho.

A disp: Colombi, Balogh, Rinaldi, Laurini, Valenti, Brugman, Cyprien,  Nicolussi-Caviglia, Scozzarella, Sohm, Brunetta, Karamoh. All. Liverani all. Liverani

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski, Caceres, Milenkovic, Igor; Venuti, Amrabat, Pulgar, Castrovilli, Biraghi; Kouamé, Ribery.

A disp: Terracciano, Brancolini, Lirola, Bonavventura, Ponsi, Barreca, Duncan, Saponara, Vlahovic, Cutrone. All Iachini

Arbitro:  la Penna

Collaboratori  Paganessi-Lombardo

4° Ufficiale  Maggioni

Var:  Fabbri; A-Var  Di Iorio.


LA FIORENTINA GIOCA LA "PARTITA DELLA VERITA' " SENZA CALLEJON POSITIVO AL COVID ...!!

E la Viola ri-scende con un 5-3-2 "ad addendi cambiati" sperando di sfatare il "vecchio detto"..con Igor e Venuti dietro e Ribery Quamè davanti.

Parma-La Redazione/ Stefano Ballerini

PARMA (3-5-2): Sepe; Osorio, Bruno Alves, Gagliolo; Grassi, Kucka, Hernani, Kurtic, Pezzella; Inglese, Gervinho.

A disp: Colombi, Balogh, Rinaldi, Laurini, Valenti, Brugman, Cyprien,  Nicolussi-Caviglia, Scozzarella, Sohm, Brunetta, Karamoh. All. Liverani all. Liverani

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski, Caceres, Milenkovic, Igor; Venuti, Amrabat, Pulgar, Castrovilli, Biraghi; Kouamé, Ribery.

A disp: Terracciano, Brancolini, Lirola, Bonavventura, Ponsi, Barreca, Duncan, Saponara, Vlahovic, Cutrone. All Iachini

Arbitro:  la Penna

Collaboratori  Paganessi-Lombardo

4° Ufficiale  Maggioni

Var:  Fabbri; A-Var  Di Iorio.

1° tempo: Fiorentina da destra a sinistra

0-0 alla fine del 1° tempo

Chiusura energica di Igor  su Kucka sul fondo di  sinistra

1 minuto di recupero...

44° Dragowski di pugno e poi bloccata alta su angolo Parma da destra

41° Ribery ammonito per simulazione sul presunto "tamponamento" da dietro di  Bruno Alves

33° fallo su Biraghi a centro campo..poi uno anche su Ribery ..poi un terzo su Quamè..punizione viola da sinistra.. Biraghi-Pulgar..che cerca Igor che non ci arriva

Per adesso si va prevalentemente a destra, Biraghi dimenticato a sinistra  ma Venuti è un pò ' svagatello

30° lungo giro palla viola a destra poi Castrovilli commette fallo...

26° Gerwinho per Pezzella  chiudiamo bene davanti a Dragowski

Metà del 1° tempo: Viola abbastanza bene ...0-0

24° Pulgar legge benissimo il passaggio in mezzo di Gerwinho

23° un crossaccio Parma alto da destra di Hernani

20° un "imbucata" troppo lunga in area viola per  Inglese

17° Bello "scalare" viola a sinistra il cross di Biraghi lo stacco di Quamè alto

15° Igor al limite anticipa il tentativo di Osorio

12° Caceres-Quamè anticipato

11° fendente largo da fuori di  Hernani

10° Biraghi Ribery che va via a sinistra entra in area ma tira troppo centrale: si accartoccia Sepe

8° Pulgar Castrovilli Quamè non si chiude il triangolo

7° fallo su Ribery punizione viola  Biraghi di mancino: con i pugni Sepe

5° prima Inglese  ribatte Dragowski poi il tiro sull'esterno della rete  di Gerwinho

4° punizione viola  fallo su Venuti da destra  vertice alto... lo batte Pulgar ribattuto

2° parte Gerwinho chiuso poi un cross da sinistra controllato dal suo Milenkovic-Dragowski

1° un lancio a snistra verso Quamè anticipato

Partiti....

Qui Parma- Bruno Alves torna disponibile e potrebbe essere subito titolare con Osorio dentro;  Out Cornelius, il suo posto al fianco di Gervinho sarà preso da Inglese

Qui Fiorentina- Iachini perde Callejon risultato "in extremiss" positivo al Covid. Senza lo squalificato Martinez Quarta, Iachini  ri-sceglie dunque un 5-3-2 ( a ridaglie..) con  Igor e Venuti dietro e con la davanti Kouame e Ribery.

Iniziamo con il raccomandarci:" Che Dio ce la mandi buona"...E' infatti risaputo che durante la settimana Iachini aveva  lavorato molto sulla parte tattica. Addirittura si dice che il tecnico avrebbe  voluto provare più moduli in vista della trasferta di Parma. Si vocifererebbe  che contro Liverani non non avrebbe voluto far rivedrci  il solito inutile 3-5-2 ma un modulo molto diverso. O il 3-4-3 o il 4-2-3-1. Possibile? Poteva essere "veritiero" ma l'improvvisa positività di Callejon  rimescola le carte che erano di fatto già state preparate alla "smazzata" sul verde prato del Tardini. Sicuramente è vero che Iachini ha provato queste varianti tattiche. Com'è altrettanto vero che aveva fatto questi esperimenti anche la settimana di Roma-Fiorentina, e com'è andata a finire? Abbiamo rivisto il 3-5-2 nella sua conformazione peggiore modulo che purtroppo rivedremo anche stasera ad interpreti cambiati. Senza Pezzella e Quarta infortunati e squalificati Beppe immette Igor e Venuti.

Chissà che davvero adesso Iachini, che pare ormai "poter" essere un quasi ex Fiorentina, ( solo se vinci a Parma, Beppe potrebbe respirare perlomeno fino al match interno col Benevento ed qualora si potesse paventare una doppietta, allora il Mister viola  potrebbe trovare un "briciolino" di serenità per poi preparare al meglio la gara difficilissima del Meazza col Milan).  Dunque un "cambio di modulo" però rinviato proprio dato dall'improvvisa assenza dello spagnolo. Un  cambio di modulo ( potrebbe anche stravolgere il tutto immettendo un tridente puro ) come suo "ultimissimo" canto del cigno prima di essere sollevato dall'incarico. Anche questo poi è tutto da vedere. Una società che ragiona con il calcio in testa cambierebbe guida tecnica non solo per i risultati ma soprattutto per le prestazioni e l'evoluzione di gioco che non esiste. Ma la Fiorentina parrebbe essere  invece una  Società che  invece avrebbe nel suo programma un "programma" quadriennale "serio e certo". Tutto, però come abbiamo già detto, dipenderà dalle sensazioni che questo Parma-Fiorentina ci porterà e lascerà nel cuore e nella testa di Commisso & Soci.

Ultimo aggiornamento Sabato 14 Novembre 2020 12:25
 
Calcio: esordio vincente della Fiorentina in Coppa Italia: Padova battuto 2-1 PDF Stampa E-mail
Scritto da Paolo Caselli & Stefano Ballerini   
Mercoledì 28 Ottobre 2020 19:34

Firenze Stadio "Artemio Franchi"

Coppa Italia Fiorentina-Padova 2-1

Segnano Venti-Callejon con deviazione; splendido il 2-1 di Santini in rovesciata volante !!

Partita iniziata con 40 minuti  di ritardo perché è stato trovato positivo al Covid, un membro dello staff.

FIORENTINA: Terracciano; Venuti, Igor, Martinez Quarta, Milenkovic; Barreca (dal 78' Biraghi), Pulgar, Duncan (dal 91' Caastrovilli); Saponara (dal 67' Ribery), Callejon  (dal 91' Vlahovic); Cutrone (dal 67' Kouame).

A disposizione Dragowski, Lirola, Caceres, Amrabat, Biraghi, Kouame, Castrovilli, Bonaventura, Ribery, Montiel, Vlahovic, Ponsi.

Allenatore Giuseppe Carillo

PADOVA: Vannucchi; Della Latta , Pelagatti, Andelkovic, Gasbarro, Curcio; Mandorlini (dal 65' Hraiec) , Ronaldo (dal 46' Germano); Buglio (dal 46' Santini); Hallfredsson (dal 80' Jelenic), Soleri (dal 65' Nicastro),

A disposizione Burigana, Merelli, Biancon, Santini, Vasic, Germano, Jelenic, Hraiech, Fazzi, Nicastro, Bifulco.

Allenatore Andrea Mandorlini

Arbitro Santoro sez.Messina

Assistenti Scatragli-Pagliardini

IV Uomo Bitonti

Reti 10° pt Venuti; 32° Callejon;  55° Santini

Ammoniti Andelkovic (P), Buglio (P), Hallfredsson (P), Pelagatti (P), Pulgar (F)

Padova in completo bianco, Fiorentina in completo viola che nel primo tempo attacchera' da sinistra a destra.

 

Terracciano 7 Salva il risultato con un splendida parata a tempo scaduto sul colpo di testa di Nicastro

Milenkovic 6 Nel primo tempo nessun problema con Soleri, soffre su Santini e Nicastro

Quarta 6 Buona prova anche in fase di impostazione

Igor 5 Ancora insufficiente, soffre soprattutto evidenziando limiti tecnici, si perde Santini e Nicastro nel gol e nell'azione più pericolosa del Padova.

Venuti 6 Gol e, soprattutto nel primo tempo buone proiezioni offensive, cala, con la squadra nel secondo.

Pulgar 5,5 Ancora indietro di condizione  cerca di dare ordine in una squadra molto scollegata.

Duncan 5,5 Corre senza molto costrutto, solo fisico con molti limiti tecnici, nel finale rischia il calcio si rigore per una spinta in area viola.

Saponara 6 Colpisce la traversa, assist per Cutrone, ai suoi ritmi merita la sufficienza.

Barreca 5,5 Parte bene, poi via via in calando, da rivedere.

Callejon 6 Primo gol in maglia viola, pur giocando fuori ruolo si mette a disposizione della squadra.

Cutrone 5 Mai in partita, si vede nella ripresa per uno spunto anticipato dal portiere del Padova su invito di Saponara.

Ribery 6 Entra e si vede subito per la fluidità di gioco, buone nuove in vista di Roma.

Biraghi 6 Entra al posto di Barreca, deve tamponare su Germano che con Barreca aveva avuto vita facile.

Kouame 5 Vedi Cutrone, ha una palla buona, si fa rimpallato il tiro.

Castrovilli sv

Vlahovic sv

Carillo 5 Solita storia, nonostante il doppio vantaggio, la Fiorentina finisce col soffrire, stavolta con una squadra di Serie C, con i problemi di Covid, derivati nelle ultime ore.

Poche sorprese in questa giornata di Coppa Italia. Il Torino vince 3-1 in rimonta contro il Lecce; il Cagliari soffre contro la Cremonese ma riesce a piegarla 1-0, mentre il Verona ha la meglio contro il Venezia solo ai calci di rigore: 3-3poi 6-4 scaligero,  Volano al quarto turno anche Fiorentina ( 2-1 sofferto al Padova) , Genoa ( 2-1 al Catanzaro) , Torino ( 3-1 al Lecce) Parma, Udinese e Spezia. Eliminati invece Benevento e Crotone, rispettivamente da Empoli  ( 2-4 interno) e Spal. Tra le squadre di Serie B si qualificano anche Brescia e Cosenza.

FIORENTINA-PADOVA 2-1
Firenze- Ad un buon primo tempo comandato dalla Fiorentina in gol 2 volte tra il 10° ed il 24° con anche 2 pali viola, la ripresa vedeva un padova arrembante che la riapriva con il gol "assolutamente" più bello:rovesciata volante di Santini, con la squadra patavina che segnava anche il 2-2 ma con gol annullato per fallo di mano antecedente roprio di santini e con un palo di Nicastro in girata pregevole di controbalzo, e con il 2-1 "sigillato" da una grande parata di Terracciano  sul tiro di Germano.

Dunque in un Franchi desolatamente vuoto, soffre un po’ troppo la Fiorentina in casa contro il Padova, ma alla fine porta a casa il successo che le garantisce l’accesso al quarto turno della Coppa Italia. Alla prima vera occasione, i padroni di casa passano al 10’: cross di Saponara dalla destra che trova sul primo palo Venuti sul primo palo, che gira di testa, battendo Vannucchi. Al 32’ arriva la prima gioia in maglia viola per Callejon, che grazie a una deviazione supera il portiere avversario dopo una triangolazione con Duncan, per il 2-0. I padovani riaprono i giochi al 55’ con un capolavoro in rovesciata di Santini e sfiorano il pari con un palo di Nicastro. Iachini se la vede brutta, ma alla fine affronterà nel prossimo turno l’Udinese che ha battuto 3-1 il Vicenza.


Finale Fiorentina-Padova 2-1

90'+3 Ribery per Kouame, tiro ribattuto.

90'+1 Azione tambureggiante del Padova, Pulgar libera in fallo laterale.

Tempo di recupero 4'

90' Nicastro, solo in area, colpo di testa, salva in corner Terracciano.

80' Cross di Biraghi, Gasbarro salva.

78' Tiro cross di Germano, devia Terracciano, poi Ribery, salva in angolo Vannucchi.

75' Girata di Nicastro, palo alla destra di Terracciano.

72' Hallfredsson, tiro abbondantemente  a lato.

71' Santini, dal limite, debole, para Terracciano.

69' Cross di Venuti,mette in corner Vannucchi.

65' Su cross da destra, Cutrone, in spaccata, alto.

61' Gol annullato al Padova, fuorigioco di Santini sul gol di Germano.

58' Saponara per Cutrone, pronta uscita di Vannucchi.

55' Gol Padova, da calcio d'angolo, colpo di testa di Andelkovic, sponda per Santini che in rovesciata batte Terracciano, 2-1

51' Germano, cross, in ritardo Santini.

46' Germano, da destra, tiro sbilenco

Finale Primo Tempo Fiorentina-Padova 2-0

34' Cutrone tira in porta, Vannucchi devia on angolo con l'aiuto della traversa, sul corner uscita errata del portiere veneto, che poi, subisce fallo.

32' Goool Fiorentina, sponda di Duncan per Callejon, deviazione di Andelkovic, ma il gol è dello spagnolo, 2-0

31' Saponara prima viene fermato in area patatina, poi destro che colpisce la traversa.

25'Cross di Barreca, Cutrone in ritardo, Gasbarro libera in corner.

19' Da azione di calcio d'angolo, sinistro di Pulgar, alto.

18' Punizione, da sinistra, si Pulgar, mette in corner Soleri.

16' Uscita bassa di Terracciano su punizione di Hallfredsson.

13' Saponara, da destra, cross basso in mezzo, libera Vannucchi con l'aiuto della difesa,

10' Goool Fiorentina, azione Venuti, Saponara, cross in mezzo, è proprio Venuti chiude l'azione con un colpo di testa che batte Vannucchi, 1-0.

2' Cross di Barreca, alto per tutti.

Primo Tempo

Ultimo aggiornamento Mercoledì 28 Ottobre 2020 19:47
 
Calcio: la Finale della Coppa Italia Primavera Fiorentina Verona finale 1-0 PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini. Servizio fotografico Giacomo Morini   
Mercoledì 26 Agosto 2020 15:19

Calcio: al "Mapei Stadium" l'atto finale della Coppa Italia Primavera

LA FIORENTINA COL VERONA REALIZZA  L'"UNO-DUE" CONFEZIONANDOSI IL POKERISSIMO: 5° COPPA ITALIA: FINALE 1-0  LA SBLOCCA CAPITAN DUTU

Doppietta viola e 5° Coppa Italia

Debutto di Krastev; davanti Spalluto al centro.In campo i fratelli Pierozzi; solo 5 italiani negli 11 del Verona !!!

Presenti Beppe Iachini, Giancarlo Antognoni, Joseph Commisso, Joe Barone Daniele Prade'

Arbitra un trio al femminile

FIORENTINA: Brancolini, Edo Pierozzi, Ponsi, Dutu, Bianco, Dalle Mura, Nicco Pierozzi, Hanuljiak, Spalluto, Koffi ( 91° Milani) , Krastev. ( 84° Sacchini)  A Disp:  Riccò, Chiorra; Kukovec, Chiti, Di Stefano, Fruk, Frison, Silvestri, Simonti, Sacchini, Milani, Agostinelli. All. Alberto Aquilani

VERONA: Ussen, Udogie, Dal Cortivo ( 77°  Agbugui) , Nascimento, Calabrese, Brandi, Sanè, Jocic ( 14° st Bertini) , Ankrah, Gresele (dal 77 Belardinello) ,  Turra ( 69° Pierobon)  . A disp:  Ciekowski, Bernardinello, Amayah, Esajas, Coppola, Agbugui, Bernardi, Squarzoni, Pierobon, Bertini, Zingertas, Terracciano. All. Corrent

Arbitro:  Sig.ra Marotta di Sapri

Collaboratori: Sig.ra Abruzzese di Foggia; Sig.ra Trasciatti di Foligno

4° Ufficiale Del Rio di Reggio Emilia

Ammonito Nascimento al 43°

Gol: 56° Dutu

PAGELLE VIOLA

Brancolini: tutto bene un uscita bassa un paio di prese alte..magari qualche piccolissima incertezza su 2 cross da sinistra: 6.5

Edoardo Pierozzi: dalle sue parti non si passa partita attenta e giudiziosa 6.5

Ponsi: fa tutto bene senza strafare 6+

Dutu : dopo l'occasionissima del 1° tempo col miracolo di Ussen il colpone di testa che vale la Coppa ci riprovava : a lato : 7.5

Dalle Mura: bravo; spreca una punizione nella ripresa ma poi fa più che il suo. 6+:

Niccolò Pierozzi: sbaglia 2 palle gol nitide che avrebbero voluto dire il 2-0, ma si guadagna la "pagnotta" della sufficenza 6

Hanulijak: in mezzo al campo fa davvero "fienone"  6+..6.5 per la sua disponibilità nonostante il contratto scaduto

Bianco: spara malamente una punizione alta all'inizio poi calcia l'angolo decisivo 6.5

Spalluto: svaria corre sbuffa per una 6 meritato

Koffi: il francesino pare giocare da solo; non serve mai il compagno accanto, non trova un tiro nello specchio: deludente: 5.5 nel finale   ma visto che si è dato disponibile x questa finale gli do 6..Milani SV

Krastev: il dominatore del match svaria lotta entra in tutte le azioni piedi avunque 7.5  Dal 90° Sacchini per il "gettone gara : SV

MISTER AQUILANI: entra nella storia degli allenatori vincenti al 1° colpo come Mancini. Un solo 0-0 nell'Under 18 poi il cambio al posto di Bigica: alla 1° gara il successo in Coppa Italia Primavera: 8


Dunque Aquilani imita Mister Mancini; prende la Primavera 1 incontro ed è 5° Coppa Italia storica all-time per i viola che fanno "uno-due" dopo quella dell'anno scorso !! 1° s !!uccesso dell'era Rocco Commisso

Ce la decide la testata del Capitano Dutu al minuto 56.

2° tempo

E' FINITAAAAAAA E' FINITAAAAA  vinciamo 1-0 facciamo doppietta e portiamo a casa la 5° Coppa Italia

93 Dutu allontana cercando Milani

92° Liberiamo un cross da sinistra e gestiamo una punizione da centro campo..ma mettiamo palla a lato..

91° Milani per Koffi

Ancora un angolo Verona da destra allontanato poi punizione viola

90° Brancolini in angolo in mischia  sulla sua sinistra

concessi 4 di recupero...è ancora lunga....

88° angolo Verona allontanato

86° punizione Verona da sinistra  Udogie tenta una rovesciata scomposta commettendo gioco pericoloso

85° Sacchini per Krastev il miglior viola..

84° ammonito Calabrese

*82°  occasione Verona sprecata da una punizione dai 25 metri battuta male palla sul fondo

81° Koffi malamente sul fondo dai 20 metri....

*10 al termine 1-0 Fiorentina che ancora non ha utilizzato nessun cambio..

*77 via Gresele dentro Belardinello e via Dal Cortivo dentro Agbugui

*75° Koffi conclude malamente sull'esterno delle rete...

74° uscita a terra di Brancolini ad anticipare Ankrah

* 73° occasionissima Verona..proprio l'ultimo entrato Pierobon si apre la visuale della porta ma di destro mette largamente a lato

Si scalda Kukovec...

71° "Cooling breack"

70° angolo Verona da sinistra l'uscita alta di Brancolini

69° Via Turra dentro Pierobon

*66° ancora un cross viola da destra la "sfrisia" Koffi poi punizione viola dal "basso" di destra salta  Dutu palla sul fondo ..si vorrebbe un angolo non concesso  ; poi Hanuljiak colpisce koffi...peccato

*63° CLAMOROSA OCCASIONE SBAGLIATA DA NIC PIEROZZI CHE SOLISSIMO SCARICA ADDOSSO A USSEN IL MIGLIORE DEL VERONA !!!

61° Ponsi trova in area Nic Pierozzi colto alla sprovvista del salto a vuoto di Calabrese

14° Bertini x Jocic nel Verona

11° chiudiamo Sanè  in area

9° da un cross viola da sinistra un tocco  che ci da un angolo SALTA DUTU CHE INCORNA IN GOL   1-0

6° Punizione viola dai 20 metri: dalle mura si fa ribattere il tiro dalla barriera

3° Krastev fermato irregolarmente

2° Viola davanti con Koffi che perde 2 palloni di seguito...

46°......squadre in campo con gli stessi 22 del 1° tempo viola che attaccano da destra a sinistra...0-0

Giocato 1 di recupero ...niente da segnalare 0-0 all'intervallo

44° angolo viola da sinistra trovato da Koffi  battuta lunga poi TESTA DI DUTU MIRACOLO DI USSEN POI BOTTA DI  Koffi ribattuta ancora Koffi alto

*43° infortunio a Krastev che va su tutti i palloni..Ammonito Nascimento

* 41° Krastev dai 20 metri palla alta sulla traversa di Ussen

39° cross da sinistra di Udogie ribattuto da Edo Pierozzi

36° fermiamo bene al limite Udogie

33° Koffi conquista angolo da sinistra...para a terra Ussen su una deviazione in mucchio

28.30" ° Cross di Edo Pierozzi da destra ribattuto

28° Slalom di Koffi servito da Ponsi che a tu per tu con Ussen gli tira addosso.1° clamorosa occasione è per la Fiorentina ; adesso "cooling break" sul punteggio di 0-0

24° Bianco dai 28 metri palla alla destra di Ussen

23.30" bel salvataggio difensivo di Edo Pierozzi

20.45" cross da destra di Edo Pierozzi troppo lungo per tutti ; viola che rimane davanti..poi palla a lato.

18° 3 angoli di fila per il Verona sempre da sinistra ; sul 3° fallo in attacco veronese

15° Koffi fermato in slalom in area veronese

12° Cross di Nic Pierozzi palla sul fondo

10° 1° angolo viola da destra...Bianco lo batte, Spalluto ne vorrebbe un altro...non concesso

9.30 tira dal limite Brandi Brancolini respinge per fortuna off side di Sanè palla sul fondo

7° Cross Verona da destra uscita al limite di Brancolini

2°: Punizione viola "golosa" dal vertice alto sinistro BIANCO ALTO

Primo tempo

Ultimo aggiornamento Giovedì 27 Agosto 2020 08:42
 
Calcio Domani al"Mapei Stadium"di Reggio Emilia la finale della C.Italia Primavera Fiorentina Verona PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini   
Martedì 25 Agosto 2020 12:15

CACIO: DOMANI AL "MAPEI STADIUM" LA FINALE DELLA COPPA ITALIA PRIMAVERA

LA FIORENTINA VORREBBE FARE "DOPPIETTA" E CENTRARE IL "POKERISSIMO" PER REGALARE IL 1° TROFEO AL PRESIDENTE COMMISSO.

E' vigilia di finale di Coppa Italia per la Fiorentina Primavera, che domani alle 18.00 affronterà il Verona nell’ultimo atto della competizione

Dalle 17.50 i collegamenti con Radio Italia 5

di Stefano Ballerini

Firenze- E dunque siamo alla vigilia della 1° competizione calcistica italiana giovanile che torna in campo.

Domani alle 18.00 al "Mapei Stadium" di Reggio Emilia la Fiorentina Detentrice del Trofeo vorrebbe regalarsi la doppietta e fare "pokerissimo" di titoli, per adesso 4 nella sua storia.

Le difficoltà, per i viola diretti in panchina da Alberto Aquilani che ha ereditato il gruppo da Emiliano Bigica trasferitosi alla guida della Primavera del sassuolo, tuttavia, non saranno poche: i viola saranno privi di metà centrocampo, complici le squalifiche di Lovisa e di Fiorini e oltretutto si troveranno davanti una squadra che si conosce a memoria e che un anno fa è stata la rivelazione in Primavera 2, pur non avendo centrato la promozione a causa dello stop del campionato, scrive La Nazione.

Se infatti i gigliati hanno ottenuto la finale dopo aver superato Genoa, Milan e Juventus, i veneti hanno estromesso dalla competizione Spal, Pordenone, Cagliari, Frosinone e Roma, raggiungendo la loro prima storica finale. Le speranze di Aquilani sono in gran parte riposte sui classe 2000 che presto lasceranno la Fiorentina (Simonti, Koffi e Hanuljak, che l’anno prossimo non potranno più far parte del settore giovanile) e su quei giocatori che, da maggio ad agosto, hanno lavorato a stretto contatto con la prima squadra, ovvero Dutu, Chiti, Beloko e Dalle Mura, che all’ultima giornata ha esordito in A.
Per preparare al meglio la finale di Coppa Italia Primavera contro il Verona, la Fiorentina ha organizzato per la squadra di Aquilani una settimana in ritiro a Montecatini, dove il gruppo è rimasto a lavoro fino al 14 Agosto prima di godere di due giorni di riposo. Dal 16, poi, la squadra è torneta a lavoro alle Caldine, dove verrà completata la preparazione in vista della finalissima del 26, in cui non ci saranno perchè squalificati Fiorini e Lovisa.
Tutti i ragazzi che negli ultimi mesi hanno lavorato in prima squadra (Chiorra, Dutu, Chiti e Dalle Mura) sono già a disposizione di Aquilani, mentre l’unico che godrà di qualche giorno in più di riposo è Beloko che solo dopo ferragosto si è unito al gruppo.

COLLEGAMENTI " A RAFFICA" SU RADIO ITALIA 5 DALLE 17.50 con Stefano Ballerini e Paolo Caselli

POTRETE GUARDARE IL "FILM" DELLA PARTITA IN TEMPO PRESSOCHE' REALE TRAMITE GIACOMO MORINI LEGGENDO LA PARTITA IN "TESTUALE" SU WWW.FIRENZEVIOLASUPERSPORTLIVE.COM

COPPA ITALIA ALBO D’ORO VIOLA:
Per la squadra gigliata ecco i precedenti 4 titoli di Coppa Italia Primavera, ottenuti nel 1979-80, 1995-96, 2010-11 e 2018-19, ma sarebbe la prima volta che potrebbe ottenere  una doppietta. Chissà come proseguirà il cammino fiorentino.

CAMMINO VIOLA
Elimiate di seguito Genoa, Milan

Poi la Semifinale Fiorentina Juventus 1-1 / 2-2

VERONA: Arriva dalla Primavera 2; eliminate Spal, Pordenone, Cagliari, Frosinone
Poi la semifinale : Veroa Roma 2-0 ( 1-3)

Da Firenze : Mister Aquilani è di poche parole: "Vogliamo subito regalare al Presidente Commisso un Trofeo puntando a far doppietta ed al contempo cercando il "Pokerissimo" di titoli

Verona Primavera, Lucas: "Pronti per la finale con la Fiorentina"

Il capitano: "Coppa Italia? In palio c'è una competizione nazionale, una di quelle cose che restano per sempre nella storia dei club"

VERONA - "Ci stiamo preparando al meglio, anche se in modo atipico rispetto a quanto si fa normalmente". Lucas Felippe, capitano del Verona Primavera, ha parlato così ai microfoni di Verona Channel in vista della finale di Coppa Italia Primavera: "Ci siamo infatti ritrovati da qualche settimana, suddividendoci in tre gruppi: i ragazzi aggregati alla Prima Squadra nel finale di stagione, quelli che si sono comunque allenati a Peschiera a partire da maggio e quelli che invece erano rimasti a casa fino a luglio inoltrato. Tre condizioni fisiche molto diverse tra loro, che abbiamo cercato di far collimare giorno dopo giorno, con del lavoro personalizzato prima di una fase conclusiva tutti assieme. Da lunedì, comunque, inizieremo a fare le sedute in un unico blocco per arrivare pronti al 26, anche se già nell'amichevole contro la Juventus di sabato scorso abbiamo fatto vedere ottime cose e avremmo potuto segnare anche di più".
Verso la finale

"Sappiamo bene cosa voglia dire questa partita, per noi stessi ma anche per il Verona e per la città: in palio c'è una competizione nazionale, una di quelle cose che restano per sempre nella storia dei club. Mister Corrent è carichissimo e ci trasmette sia la sua passione che la sua appartenenza a questa maglia. Il mio esordio in Serie A? Un sogno realizzato, era la cosa che volevo di più al mondo. La differenza con la Primavera è enorme, devi avere una velocità di pensiero mostruosa. Ma ora penso solo a questa finale".

 
Tutto ma proprio tutto su Roma Fiorentina & non solo... finale 2-1: 2 rigori di Veretout Milenkovic PDF Stampa E-mail
Scritto da Stefano Ballerini. Servizio fotografico Giacomo Morini   
Domenica 26 Luglio 2020 17:06

Calcio: nel "Deserto della cattedralità" dell'Olimpico le formazioni....

ROMA FIORENTINA 2-1....la sblocca il rigore dell'ex Veretout..palo di Pezzella allo scadere ; Il pareggio di Milenkovic ; a 5 dal termine 2° rigore di Veretout

ROMA-FIORENTINA: TORNA TITOLARE CHIESA  CON QUAME'  E RIBERY

Nella Roma gli ex Mancini, Veretout; Zaniolo e Kalinic partono dalla  panchina.

ROMA (3-4-2-1): Paul Lopez; Mancini, Smalling, Kolarov; Bruno Peres, Cristante, Veretout, Spinazzola; Lo. Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko. A Disp: Fuzato, Zappacosta, Cristante, Perotti, Villar, Cetin, Kalinic, Fazio, Perez,  Pastore Kluivert.

Allenatore: Fonseca

FIORENTINA (3-5-2): Terracciano; Milenkovic, Ger. Pezzella, Caceres; Chiesa, Ghezzal Pulgar, Duncan, Lirola; Quamè  Ribery.  A Disp:  Chiorra, Brancolini, Igor, Badelj, Sottil, Ceccherini, Agudelo, Venuti, Vlahovic, Dalbert, Cutrone, Terzic. Allenatore: Iachini

Arbitro Chiffi

Reti 42° Pt Veretout (rig) St 8° Milenkovic ; all'85° Veretout ( rig).

LE PAGELLE VIOLA


Giocheremmo anche benino, ma non incidiamo in attacco…rrt78tiiis

FIORENTINA (3-5-2):
Terracciano;  respinge in tuffo il sinistro di Mykitarian  cade sul rigore di Veretout e viene graziato dall’off Side di Mancini che di testa lo batterebbe x la seconda volta. St pellegrini lo grazia con uno scavato fuori di un niente .St Artiglia in cielo un cross di Mykitarian da destra , salvato dal palo di sinistra su Mikitarian !!!!  RESPINGE BENE DI PUGNO UN ANGOLO DA SINISTRA  ricade all’85° “gelato” a destra ancora da Veretout ma mi vale un 7 abbondante
Milenkovic,  svetta su ogni palla  salva sulla svariata in area di Spinazzola  Al 8° st va in cielo di testa per l’1-1 !!! 6.5
Ger. Pezzella, 2 salvataggi provvidenziali in area su Dzeko Ostruisce Dzeko becca il giallo al 34° .Sfiora l’1-1 deviando la punizione di Pulgar trovando il piede di Lopes e la  base del palo di destra..!!! Sfighissima !!! 6.5
Caceres;  respinge il colpo di testa di Dzeko al 31° e di testa anche l’angolo susseguente he il pallone ; respinge il cross di Spinazzol prima che arrivi a Dzeko  !! ST si immola su Dzeko davanti a Terracciano  salva su Zaniolo al 16° partita di grande sostanza . Mura ancora al limite su Dzeko;   7.5
Chiesa, Un tiro al lato al 20° ma nel 1° tempo fa il mediano aggiunto a destra  St inquadrabile 5  dal’81° Venuti  SV
Ghezzal  nella prima mezz’ora non si vede se non per una respinta lato campo…ed una punizione concessa alla Roma..St “missile di ritorno verso Cutrone irraggiungibile !! 5
Pulgar,  2 belle respinte sulla mediana. Troverebbe l’assist per Pezzella per il possibile pareggio viola: miracolo di Lopes !!   5.5
Duncan, lotta bene.. ma è un pò avulso..6ino
Lirola;  ha un occasione al 25: ma non la da a Quale e tira dal limite chius. Affonda Peres al 42 provocando uUn cross preda di Lopes al 17° n rigore evitabilissimo.  St arranca sempre falloso ( perché Beppe non mette Venuti ??’)..
Quame’   una ripartenza con un suo taglio in mezzo a vanificare una “quasi”  superiorità numerica all’11° sfiora il vantaggio davanti a Lopes obbligandolo alla respinta  5.5  dal 46° Cutrone  che non la aggancia a sinistra poi scappa via in off Side ..peccato  5.5
Ribery.  Irride Peres poi guadagna angolo;  fa spazio, ma non tira ed ogni volta che fa l’altruista laggiù non lo capiscono..Poi trova un angolo, ma lentamente sparisce..è al “lumicino”..6ino…dal 46° Vlahovic  che ha un occasione in break al 20° ma cerca n dribbling di troppo poi è murato  5.5


A Disp:  Chiorra, Brancolini, Igor, Badelj, Sottil, Ceccherini, Agudelo, Dalbert, Cutrone, Terzic. Allenatore: Iachini Sogna di proseguire la corsa da imbattuto ( sarebbero state 7) cade su 2 rigori il 1° c’ è il 2° e’ eccessivo; leggermente sfortunati. Rimaniamo a 43 sempre nel colonnino di destra; Tra Bologna e Spal però voglio 6 punti per chiudere a 49 e sognare la virata a sinistra  6

SECONDO TEMPO

46° Dentro Cutrone per Quamè e vlahovic per Ribery

2° "missile" di Ghezzal verso Cutrone al limite imprendibile !!

3° bella azione viola chiusa da Duncan angolo viola  respinto potevamo far meglio sul passaggio per Cutrone...

4° gara che si fa nervosetta punizione viola...Pulgar e Ghezzal...rimessa viola dal fondo il cross finale direttamente sul fondo

6 CACERES PROVVIDENZIALE A STOPPARE DZEKO DAVANTI A TERRACCIANO

7° PALLA GOL PER PELLEGRINI CHE SULL' USCITA DI TERRACCIANO TENTA LO SCAVETTO PALLA FUORI DI POCHISSIMO

8° TESTA IN CIELO DI MILENKOVIC 1-1

10° Lirola da sinistra taglia in mezzo troppo lungo per Chiesa solo al limite !!

14° Esce Pellegrini problemi al naso dentro l'ex Niccolò Zaniolo

16° Caceres va in cielo di testa per anticipare Zaniolo

23° bomba di Zaniolo: una DEVIAZIONE CI SALVA IN ANGOLO...RESPINTA DI PUGNO DI TERRACCIANO

26° la punizione Roma dai 22 metri: alta la battuta di Veretout

27° "Cooling Time"

30° a terra ma si rialza Vlahovic

80° Bomba di Duncan alta non di molto dal limite

82° Dzeko sfiora il palo una deviazione ci salva corner che repingiamo

83° Venuti x chiesa

84° PALO  di Kolarov poi super parata di Terracciano al quale viene affibbiato un rigore  su Dzeko Veretout fa doppietta 2-1 Roma !!

6 di recupero...si potrebbe ancora fare..avanti viola !!!

91° Zaniolo la mette da destra la palla  non trova la deviazione romanista

94° Dzeko anticipato in area

96° punizione viola di Ghezzal c' è un fallo di mano romanista in area nessuno protesta

Finisce qui Roma Fiorentina 2-1 Decisono 2 rigori dell'ex Veretout; a niente serve il pareggio di Milenkovic.

PRIMO TEMPO

2° una punizione viola per un off side romanista a sinistra palla a Terracciano di bianco vestito

"ticchete...tacchete si va a passaggini ritmo iniziale lentissimo

5° una recuperata viola di Caceres per Quamè che perde palla a centrocampo

7° su un imbucata giallorossa il tocco di Dzeko palla a Terracciano

7.50" bellissimo doppio salvataggio in "ispirata" di Pulgar  su spinazzola a sinistra

8.30" Smalling anticipa Quamè...

9° fallo di Diawarà su Ribery..sulla punizione Ribery raddoppiato perde palla

10° arriviamo al limite ma non tiriamo e siamo ricacciati indietro...

11° Rubata viola con ripartenza 3/3 ma al limite Quamè cerca un taglio centrale intercettato in mezzo ai 16 metri da Smalling peccato !!!

15° Ribery irride Peres  centrocampo...

19° Destro dal limite di Mykitarian fuori

19.30" Ribery svaria a destra guadagna angolo chiude male Chiesa dal limite tira cascando palla a lato

24° fallo di Peres che arremba fallosamente su Lirola

25° la rubiamo dopo 2 salvataggi di Pezzella in area scappa Lirola si fa vedere Quamè ma l'ex sassuolo tira dal limite pressato: ribattuta

30° Mikytarian dal limite: Terracciano si distende e respinge facciamo buona guardia evitando il possibile tap-in

34° Pezzella ostruisce Dzeko: ammonito punizione Roma...ribattiamo su Luca Pellegrini  rimane a terra Duncan colpito dalla punizione..poi si rialza.

37° Spinazzola da sinistra palla verso Dzeko respinge davanti alla porta Caceres

38° Occasione viola con  Duncan e Lirola e Quamè davanti a Lopez che si salva i respinta  la 1° OCCASIONE VIOLA

41° Mancini bombarda alto dal limite piccolo

43 fallo di Caceres su Peres RIGORE ROMA:  Veretout l'ex..Terracciano resta in piedi fino all'ultimo poi va a desta Veretout  l'infila a sinistra 1-0 Roma

45° la replica viola punizione di Pulgar sbuca la deviazione di Pezzella vicinissimo al palo di destra di Lopez che si salva con una deviazione di istinto con l'aiuto del palo...!!!. Peccato !!

3 di recupero con la Roma che raddoppierebbe con un gol di Mancini annullato per off side: Pt chiuso sull'1-0 Roma !!

TUTTE LE NOTIZIE SU ROMA FIORENTINA

Fiorentina e Roma si sfideranno oggi nella 36° giornata nell’Olimpico deserto. DOPO QUESTA MANCHERANNO LE ULTIME 2 GARE Bologna in casa e Spal al “Mazza”. I viola di mister Beppe Iachini sono reduci dal pareggio contro l’Inter (0-0 mentre i giallorossi di Paulo Fonseca hanno alle spalle la vittoria tennistica in trasferta contro la SPAL (6-1). Džeko della Roma è attualmente all’undicesimo posto nella classifica dei marcatori di questa stagione di Serie A, avendo messo a segno 7 gol.

VITTORIE CON MAGGIOR SCARTO IN SERIE A:
2011-2012 Fiorentina-Roma 3-1 17′ Jovetić (F), 44′ Gamberini (F), 86′ Santiago Silva
2008-2009 Fiorentina-Roma 4-1 6′ Vargas (F), 47′ Gilardino (F), 67′ Gilardino (F), 73′ Gobbi (F), 87′ Júlio Baptista (R)
1995-1996 Fiorentina-Roma 1-4 9′ Batistuta (F), 15′ Balbo (R), 27′ Delvecchio (R), 34′ Balbo (R), 90′ Delvecchio (R)

RISULTATO PIÙ FREQUENTE:
Fiorentina-Roma 1-1 (14 volte)

PARTITA CON IL MAGGIOR NUMERO DI GOL:
2017-2018 Fiorentina-Roma 2-4 5′ Gerson (R), 11′ Veretout (F), 30′ Gerson (R), 39′ Simeone (F), 50′ Manolas (R), 87′ Perotti (R)

SARA’ gara “all time” nr 162

STATISTICHE IN SERIE A (TOTALI)
Giocate: 161
Vittorie Fiorentina: 48
Pareggi: 60
Vittorie Roma: 53
Gol Fiorentina: 197
Gol Roma: 208

Designazioni arbitrali : Roma-Fiorentina a Chiffi. Precedenti positivi per entrambe le squadre

La partita di oggi in scena all’Olimpico tra Roma e Fiorentina è stata affidata all’arbitro Daniele Chiffi. Assistenti Di Iorio e Vecchi, quarto uomo Guida, mentre al VAR ci sarà Mazzoleni.

I precedenti per entrambe le squadre sono positivi. Lo scorso 12 luglio 2020 ha arbitrato per la prima volta in stagione la Fiorentina nel match terminato in parità per 1-1 tra i viola e l’Hellas Verona. Ricordiamo il pareggio acciuffato dalla Fiorentina nei minuti finali con il gol di Cutrone. Anche per i giallorossi un solo precedente con Chiffi in questa stagione. Si tratta della gara del 15 settembre 2019 vinta dalla Roma per 4-2 contro il Sassuolo

TUTTO CIO’ CHE C0’E’ DA SAPERE SU ROMA FIORENTINA

A ROMA SARA’ MATCH “ALL TIME” NR 95; NEL TOTALE SARA’ IL 161°

Roma e Fiorentina, nella Capitale, si sono affrontate 94 volte: 80 in serie A (15 vittorie viola, 28 pareggi, 37 sconfitte), una nel girone misto (1-0 Roma, 25 novembre 1945), 11 in coppa Italia (3 vittorie gigliate, 3 pareggi, 5 sconfitte), una in Supercoppa Italiana (3-0 Roma, 19 agosto 2001), una in Europa League (ritorno quarti di finale, 3-0 Fiorentina il 19 marzo 2015). Lo score totale, recita quindi: 19 vittorie Fiorentina, 31 pareggi, 44 vittorie Roma. 150 a 99 le reti per i giallorossi.

Il primo Roma-Fiorentina in serie A è del 17 aprile 1932, e si giocò al Campo Testaccio. La partita finì 1-1 con rete, per i viola, di Pedro Petrone su rigore. Per la prima vittoria gigliata a Roma (sponda giallorossa) bisogna aspettare il 10 novembre 1935, 1-0 firmato dall'uruguaiano Carlos Gringa.

Buoni risultati a Roma, per i viola, nei due anni scudettati. Il 29 aprile 1956 finì 1-1, in rete Dino Da Costa (attaccante brasiliano che nella stagione '60-'61 passerà anche da Firenze) e Giuseppe Virgili. Era la 29esima giornata e sette giorni dopo la truppa di Fulvio Bernardini, pareggiando a Trieste, si laureerà matematicamente Campione d'Italia. Andò addirittura meglio il 29 settembre 1968 quando la Fiorentina di Pesaola espugnò l'Olimpico per 2-1: reti di Amarildo e Maraschi nella ripresa. Taccola (dopo appena 30 secondi di gioco!) aveva realizzato il vantaggio romanista. Si giocava la prima giornata, ed ironia della sorte... un campionato iniziato con un gol subìto così repentinamente, terminerà in trionfo con la conquista del secondo scudetto.

Sulla scia di quest'ultimo dato, è curioso notare come Roma-Fiorentina (o Fiorentina-Roma) si sia spesso disputata alla prima di campionato. E' successo 9 volte (ben 7 all'Olimpico), l'ultima delle quali datata 30 agosto 2014: risultato finale 2-0 per i giallorossi con reti di Nainggolan e Gervinho. Ottimo il piazzamento finale delle due squadre, con la Roma di Rudi Garcia seconda dietro la Juve (e qualificata direttamente alla Champions League), mentre la Fiorentina di Vincenzo Montella sarà buona quarta, oltre che semifinalista in Europa League.

Sempre con riferimento al Roma-Fiorentina 1-2 (29 settembre 1968), disputata alla prima giornata di campionato, spendiamo due parole anche per il marcatore giallorosso Giuliano Taccola. Nato ad Uliveto terme (Pisa) il 28 giugno 1943, Taccola approdò alla Roma nell'estate 1967. Nella stagione '68-'69 (quella del secondo scudetto viola) Taccola cominciò ad accusare febbre alta e malesseri continui, tanto da subire un'operazione alle tonsille. Purtroppo il 16 marzo 1969, negli spogliatoi dell'Amsicora, dopo un Cagliari-Roma di campionato Taccola sviene e muore. Se in un primo momento si parlò di insufficienza acuta cardio-respiratoria, neppure l'autopsia riuscì a chiarire definitivamente le cause del decesso. Tanto che, negli anni, si sono moltiplicate le indagini a carico dell'AS Roma e della Federcalcio italiana. Fino all'intervista esplosiva rilasciata nel 2004 al mensile “L'Espresso” da Ferruccio Mazzola, fratello del più famoso Sandro, nella quale si accusava espressamente Helenio Herrera (allenatore di Taccola alla Roma, ma anche dei fratelli Mazzola all'Inter) ed i suoi esperimenti farmacologici. La prematura scomparsa di Giuliano Taccola attende ancora, a 52 anni di distanza, verità e giustizia.

Non si può trattare il tema Roma-Fiorentina senza parlare di Gabriel Batistuta. Doppio ex (per lui 9 stagioni a Firenze dal 1991 al 2000, due e mezzo a Roma dal 2000 a gennaio 2003), a Roma contro la Roma l'argentino ha segnato ben 7 reti. In particolare ricordiamo due doppiette: quella del 23 novembre 1992 (3-1 il risultato finale), e quella del 1° dicembre 1996 (3-3 al 90'). Con la maglia giallorossa (a Roma, contro la Fiorentina) ricordiamo invece il famoso (e decisivo) gol da fuori area del 26 novembre 2000.

Sempre a proposito di Batistuta giova raccontare il Roma-Fiorentina 2-1 del 17 ottobre 1998, incredibile per lo svolgimento avuto nei minuti finali. Quinta giornata e Fiorentina a punteggio pieno, Roma allenata da Zeman con risultati alterni. Vantaggio viola con Batistuta al 32', espulsione di Di Biagio al 53', “rosso” contemporaneo per Falcone e Candela al 63'. Poi Edmundo viene sostituito da Robbiati e non le manda a dire a Trapattoni. All'89' pareggia il russo Alenitchev, rete vincente di Totti al 94' dopo un'azione ubriacante di “carneade” Bartelt. Alla fine la Fiorentina mantiene comunque la testa della classifica, con la Roma che sale al secondo posto. Ma che occasione persa...

Grande tradizione di doppi ex tra Roma e Fiorentina. Detto di Batistuta, ricordiamo (tra gli altri) Carpanesi, Lojacono, Alberto Orlando e Pandolfini per gli anni '50-'60. Amarildo, De Sisti, Sormani e Superchi per gli anni '60-'70. Di Chiara, Di Livio, Graziani, Maldera, Paolo Conti, Pruzzo e Vierchowod per gli anni '80-'90. Balbo, Massaro e Piacentini a ridosso di Aquilani, Astori, Osvaldo, Pizarro, Salah e Toni dal 2000 ai giorni nostri. Tra gli allenatori, invece, curioso il percorso parallelo dei due tecnici viola scudettati: Fulvio Bernardini e Bruno Pesaola, entrambi calciatori giallorossi... ma non viola. Con loro citiamo Carniglia, Liedholm, Valcareggi, Eriksson, Radice, Bianchi, Mazzone, Prandelli e Montella.

Abbiamo già ricordato detto che, nei 94 precedenti tra Roma e Fiorentina, ce ne sono due (entrambi disputati all'Olimpico) non relativi al campionato. Sono il Roma-Fiorentina del 19 agosto 2001, finale di supercoppa italiana: 3-0 per i giallorossi con reti di Candela, Montella e Totti. Quindi il Roma-Fiorentina del 19 marzo 2015 (ritorno dei quarti di Europa League) ancora 3-0, stavolta per la Fiorentina. Gol di Gonzalo Rodriguez su rigore, Alonso e Basanta.

L'ultimo Roma-Fiorentina di campionato, disputato il 3 aprile 2019, è finito 2-2: reti di Pezzella e Gerson per la Fiorentina, Zaniolo e Perotti per la Roma. All'andata, invece, Fiorentina-Roma (22 dicembre 2019) ha visto prevalere nettamente i capitolini per 4-1, in gol con Dzeko, Kolarov, Pellegrini e Zaniolo per la Roma. Badelj per la Fiorentina.

La Roma è la squadra contro cui la Fiorentina ha pareggiato più partite in Serie A (60).

La Roma ha vinto ben 10 delle ultime 15 sfide di Serie A contro la Fiorentina, trovando solamente due sconfitte nel parziale (tre pareggi).

La Roma ha affrontato 80 volte la Fiorentina in gare interne: per i padroni di casa 37 vittorie, 28 pareggi e 15 sconfitte.

Roma e Fiorentina hanno pareggiato l’ultima gara di Serie A all’Olimpico: non impattano per due partite di fila nel massimo campionato in casa dei giallorossi dal 1996.

La Roma ha segnato almeno due gol in tutte le ultime cinque partite di campionato, miglior striscia dal febbraio 2017 per i giallorossi, che non arrivano a sei da settembre 2016.

Nessuna squadra ha tenuto la porta inviolata in più incontri della Fiorentina in Serie A nell’anno solare 2020: sette, due dei quali nei match più recenti, contro Torino e Inter.

Nonostante il centrocampista della Roma Nicolò Zaniolo abbia già superato il suo record di gol in un singolo campionato di Serie A (sei contro i quattro del 2018/19), ha realizzato appena due reti nelle ultime 14 partite interne nella competizione.

Dopo quattro sfide a secco contro la Fiorentina, Diego Perotti ha partecipato a quattro gol nelle ultime cinque gare contro la Viola in Serie A, grazie a tre reti e un assist.

L’attaccante della Roma Nikola Kalinic (68 presenze e 27 gol in A con la Fiorentina) ha segnato in due partite di Serie A di fila per la prima volta da marzo 2017 – solo una volta è arrivato a tre, nel novembre 2015 proprio con la maglia viola.

Il difensore della Fiorentina Dalbert ha esordito in Serie A proprio contro la Roma, nell'agosto 2017 con la maglia dell'Inter.

C’E’ MAGGIORE POSITIVITA’ DOPO l’INCONTRO CON LA SOVRINTENDENZA DI VENERDI

Queste le parole di Rocco Commisso al termine dell’incontro in Soprintendenza

“Mi hanno fatto piacere le parole rassicuranti del Soprintendente Andrea Pessina. Al termine dell’incontro di oggi ci siamo sentiti al telefono e ci tengo a sottolineare che abbiamo avuto una gradevole e concreta conversazione.

Ora come hanno detto pubblicamente il Soprintendente e il Sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini, andiamo avanti spediti verso la definitiva approvazione dei lavori entro settembre.

Sono contento che non siano stati fatti passi indietro rispetto al via di libera di massima che avevamo ricevuto l’anno scorso.

Il grande lavoro portato avanti in questi mesi per venire incontro alle varie richieste delle Istituzioni in generale, non sarà pertanto reso inutile e in ogni caso nel progetto finale non ci saranno significativi stravolgimenti.

Noi teniamo moltissimo alla bellezza del paesaggio di Bagno a Ripoli, un territorio scelto anche per questa sua invidiabile caratteristica, che avremo cura di proteggere e rispettare al meglio”.

“Speriamo solo non vadano tutti in vacanza ad agosto” chiude con una battuta Rocco Commisso.

Da aggiungere che ACF Fiorentina comunica che la finale della Primavera Tim Cup 2019/2020 tra HELLAS VERONA e FIORENTINA si disputerà il 26 agosto alle ore 18.00 presso il Mapei Stadium di Reggio Emilia. L'eventuale programamzione televisiva verrà comunicata successivamente.

Ultimo aggiornamento Domenica 26 Luglio 2020 19:48
 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 1 di 1594
Copyright © 2020 FirenzeViolaSuperSport. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

Facebook

Segui FirenzeViolaSupersport
su Facebook.

Editoriale

di Stefano Ballerini

L'Isola d'Elba nel dramma :

Ci ha lasciato Fabio Bardelloni

CI HA LASCIATO FABIO BARDELLONI  ELBA 97 CALCIO A 5.

CIAO FABIO CI MANCHERAI..!!! TI PENSEREMO E RICORDEREMO SEMPRE GIOCANDO E VIVENDO GIORNI TREMENDI SENZA DI TE NEL TUO RICORDO PERENNE.

di Stefano Ballerini

Portoferraio- Martedi 1° Maggio ora di pranzo...

doveva essere un giorno di festa dove alfine

del pomeriggio ci si sarebbe dovuti ritrovare

a San Giovanni per dare inizio alla "settimana

decisiva" in casa Elba 97. Sabato era in

programma ( era...)  gara 1 del Play Out tra

Elba 97, la tua Elba 97 e Bergamo.

Invece caro Fabio tutta l'Elba sgomenta

apprendecome una freccia al cuore che

Te ci hai appena lasciati...!!

Quella svolta a destra da Valle di Lazzaro

verso Procchiodopo essere andato a trovare

la tua fidanzatina. Piove,una pioggerellina

uggiosa la prima da 20 giorni a questa

parte; in sella alla sua moto "Motard 125

intraprendevi  una strada bagnata viscida

"quasi saponata", un asfalto usurato, 13

chilometri da percorrere con attenzione

massima...E invece una sbandata, un attimo

di disattenzione ( le prime ipotesi al vaglio

dei Carabinieri di Portoferraio), una caduta

rovinosa, drammatica, "definitiva". Fabio

Bardelloni ci lascia così in una maniera

inaspettatamente drammatica. 17 anni

speranza dello sport portoferraiese con la

"sua/nostra Elba 97 Calcio a 5 nelle  cui fila

da Allievo, quest'anno facendo autentici passi

da gigante arriva a giocare in Serie B ,

conquistandosi al pari dell'amico Ivan Gatto,

la convocazione nella Selezione Regionale

Allievi con "meta" verso l'inclusione nei 13

convocati finali per il Torneo delle Regioni che

conquistavi  sorretto dallo sforzo di tutti Noi

delegati ad accompagnarvi settimanalmente

tra Montecatini Poggibonsi, Firenze, soffredo,

( con quell'infortunio all'alluce che poteva

anche impedirti di vivere questa importante

esperienza) ma guadagnandosi la stima dei

tecnici della Selezione. Era appena tornato da

Perugia dove aveva disputato le 3 partite

segnando anche un gol con i 2 realizzati da

Ivan Gatto.

Adesso a 5 giorni dalla prima delle 2 partite che

da sole varrebbero una stagione intera, questa

immane tragedia, che pone ovviamente tutto in

secondo piano; Fabione mi ero affezzionato a Te

ed a Ivan; se non c'era l'appuntamento alla

trasferta infrasettimanale, quasi ci stavo male,

mi mancava "un qualcosa". Ti/vi avevo portato

Io a Coverciano per salire sul Pullman per Perugia

fiero assieme a tutta l'Elba 97 di avervi "caricato"

ben 2 nostri tesserati.  E Voi ci avete dato

dimostrazione di meritarvi quelle attenzioni: 2 gol

di Ivan un gol tuo, si inutili alfine della classifica

finale, ma importanti per il morale ed il blasone

societario che delle 3 Api elbane: Avere 2 nostri

ragazzi nella massima competizione nazionale

Allievi vederli anche andare in gol, aveva significato

tanto...tantissimo. Adesso però il "fato" ha appena

tirato il "suo rigo fatale"; quella svolta a destra,

quel rettilineo, questo schianto...e TE CI LASCI

COSI' ATTONITI DISPERATI.

Fabio rimarrai sempre nei nostri ricordifaremo

tutto nel tuo ricordo; siamo vicini ai tuoi Genitori

a tua sorella alla tua fidanzatina. Se ci sarà da

fare qualcosa Io ci sarò sempre.

Te dall'alto proteggici, guidaci, "dacci un segno";

Noi ti penseremo sempre.

Non vale però lasciarci così, in un 1° Maggio 2018

di festa tramutatasi in immane tragedia.

CIAO FABIONE TI RICORDO..TI RICORDIAMO

COSI'... UN BACIO !!!!. STEFANO

Firenze- Altra "immane perdita" nel mondo sportivo fiorentino"

PURTROPPO  CI HA LASCIATO CHIARA BAGLIONI

Alcune belle immagini di Chiara Baglioni.

Marina di Campo- Alzatomi per controllare

posta e facebook sono rimasto "di sasso":

apprendo che nella notte ci ha lasciato la

mia amica Chiara Baglioni . E' una

"Maledetta Primavera": prima Davide Astori,

poi Emiliano Mondonico, adesso Chiara

Baglioni.

Ma che sta succedendo, perchè "tutte a noi" ??.

Sapevo che aveva avuto un problema,

ma non avevo notizie da qualche tempo,

oltretutto sono più all'Elba che a Firenze.

L'ultimo ricordo di Chiara era a Moena,

Lei sempre carina, affabile gentile brava

perfetta sul lavoro; ci hanno unito tantissime

partite sia della Primavera che della Viola; per

qualche tempo avevo collaborato con Saverio

Pestuggia a Fisport ( alla Redazione di

ViolaNews.com le nostre più sentite

Condoglianze) per cui ci vedevamo e ci

sentivamo spesso. Adesso rimane solo il

grandissimo ricordo la stravolgente tristezza

per non averla più con Noi tutti; Niente sarà

come prima. Personalmente da oggi tutto

quelo che farà la Mia Redazione di Firenze

ViolaSupersport/FirenzeViolaSuperSportLive.com

ed Elbasport.com sarà dedicato a Lei.

Alla sua Famiglia, le nostre più sentite

Condoglianze; ci stringiamo a Voi nel caro

struggente ricordo di Chiara RIP

Stefano Ballerini, Paolo Caselli, Fabio Fallai,

Alessandro Coppini, Giacomo Morini e

rispettive Famiglie .

D'ORA IN POI TUTTO IN MEMORIA DI NICCOLO'

D'ora in poi tutto il nostro lavoro sarà legato

anche al ricordo di Niccolò Ciatti ( RIP)

----------------------------------------------------------

LA MEGA BUGIA DI NARDELLA: 1461 giorni !!

Ad oggi dal famoso 19 Luglio 2014 di Nardella

a Moena:" Oggi siamo arrivati alla data più

vicina all'apposizione della 1° pietra del

nuovo Stadio dei Della Valle alla Mercafir;

mancano 300 giorni 210 di carte dei

Geometri e 90 legali". Da li ad oggi sono

passati 1461 giorni, siamo passati per

una riunione di amici in Palazzo Vecchio

per la presentazione dell'ennesimo plastico

di uno Stadio che LI NON SORGERA' MAI

con la Banca Unipol da ME MANDATA IN

DIRETTA SU RADIO FIESOLE 2 giorni

prima :" Siamo molto incazzati...tutti

parlano dei nostri terreni di Castello; ma

nessuno mai ce li ha chiesti; alla Mercafir

NON LI DAREMO MAI". Postilla...La Mercafir

rimarrà alla Mercafir perlomeno per altri 9

anni; quei terreni di castello per fare il

trasloco non ci sono piu'; li ha comprati

Firenze Aeroporti Medicei per i nuovi

parcheggi dell'Aeroporto. Faremo

l'Aereoporto e dall'"attacco-stacco" della

nuova pista dientro la Caserma dei

Carabinieri per un raggio di 10 chilometri

non ci potrà essere ne la Mercafir stessa

NE TANTOMENO UNO STADIO:

DEREGULATION AVIAZIONE CIVILE . CIT !!!!

Le  3 stecche dello Stadio "secondo" Nardella

( ad oggi Giovedi  Giugno 19 Luglio 2018 dal 19

Luglio 2014 a Moena sono 1461 ) e quella secondo

Mario Cognigni sono 725

LA NUOVA "CONTRO STECCA" DELLO

STADIO "FANTASMA" DEI DELLA VALLE:

Dopo l'amichevole "contraddittorio con Mario

Cognigni a Moena "volendo" seguire il "

ragionamento viola iniziammo a tenere la

"contro-stecca dello Stadio:

il 23 Luglio  2016 iniziava il nostro nuovo

conteggio:

Sono passati 725  giorni.... Proseguiremo.

LA 3° STECCA DEL "FANTOMATICO STADIO

DEI DELLA VALLE ...E DI NARDELLA

Adesso  iniziamo a tenere la 3° Stecca del Nuovo

Stadio "sempre più fantasma " dei Della Valle.

DA VENERDI 10 CON LA NUOVA PROMESSA FATTA

DA NARDELLA: 2019 1° Pietra del nuovo Stadio

Conteggio : da Venerdi 10 Marzo ad Oggi Giovedi

19 Giugno 2018 sono 496  giorni.

Siamo ansiosi di vedere dove andremo a finire.

Intanto stiamo lavorando sul fronte BANCA UNIPOL

attendendo un documento dall'ufficio che sta

gestendo l'annosa questione dei terreni della

Mercafir.

In più a breve abbiamo gia avuto un incontro con

l'"Entourage" della Presidenza degli Aeroporti

Toscana  Medicei Firenze e Pisa per dare il la alla

programmazione del progetto costruzione della

nuova Pista "parallela "all'autostrada di circa

3000 metri da Castello al Polo di Sesto Fiorentino.

Su quella "linea..cono" di ingresso o di decollo

secondo la "Deregulation" dell'Aviazione Civile non

ci possono essere impianti sportivi ne tantomeno

Stadi.

Se "tanto mi da tanto" credo che a documento

ricevuto se  sarà quello che dico Io sarò costretto

ad alzarmi ed a dare lettura pubblica di tutt'altra

verità. In Palazzo Vecchio .........

NON ME L'HANNO LASCIATA CHIEDERE ...

AVEVANO UNA PAURA MATTA TUTTI QUANTI

------------------------------------------------------------

LA "MEGA BUGIA DI NARDELLA IN ATTO DAL 19

LUGLIO 2014 A MOENA...300 giorni divenuti ad

oggi 7 Maggio  2018 : 1461 !!!! MEGA BUGIA !!

Il Sindaco di Firenze Dario Nardella quel giorno

salito a Moena "ci " annunciava: Ad oggi mancano

210 giorni + 90 per apporre il primo mattone del

nuovo Stadio di Firenze" ...!!! ( Pinocchio...one !!)

Da quel  discorso di Dario Nardella a Moena

del 19 Luglio 2014 sono passati ad oggi 19 Luglio

2018  4 anni esatti  2018 1461   giorni.!!!

E noi continueremo a tenere aggiornata la

"nostra stecca"

Stefano Ballerini e la sua Redazione.

 

E parallelamente apriamo la "contro stecca" del 3°

progetto dei Della Valle . Il 23 Luglio 2016  mi

sono permesso di mettermi " a tu per tu" con il

Presidente Operativo Mario Cognigni, mettendolo

sul "chi va là" dalle tante promesse finora

andate vane di Nardella.

I Della Valle asseriscono sicuri che lo Stadio

si farà li dove Nardella "asserirebbe": alla

Mercafir laddove però secondo noi e secondo

molti egli addetti ai lavori non si farà mai o se

"si farà" non prima di 6-7 anni.

Allora la stecca è partita: 23 Luglio 2016-19

Luglio 2018  fanno 725 giorni ogni giorno

l'aggiorneremo e vediamo dove andremo a

finire.

Da quell' incredibile 10 marzo in Palazzo

Vecchio ad oggi 19 Febbraio 2018 sono

496.... E NOI CONTINUIAMO...!!!

ma intanto al Sindaco Nardella,

all'Assessorato allo Sport vada il

più "FERVIDO"....VERGOGNATEVI

ASSOLUTAMENTE TUTTI  !!

Lo Stadio alla Mercafir NON SI FARA' MAI

STAMPATEVELO NEL CERVELLO

...SE CE L'AVETE !!!!